Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Da molti anni si sostiene che lo studio della Sacra Sindone di Torino coinvolge tantissime discipline dello scibile umano. Tra queste potrebbe essere anche la cosmologia.

Se si studiasse seriamente questo fenomeno dell’impronta sindonica, si potrebbe intuire qualcosa dell’origine dell’universo. Infatti la lieve bruciatura superficiale sul lenzuolo che forma l’immagine dell’uomo “Gesù” causata dal lampo energetico, segnala un passaggio molto interessante: quello da questa dimensione spazio-temporale a quello del Risorto.

Probabilmente in una frazione di tempo piccolissima, ma sconosciuta, tutto il corpo di Gesù ha emanato un’energia che ha causato radiazioni simili ai VUV. Un passaggio “trans-fotonico?

Qualcuno ammette che oltre la velocità della luce (circa 300.000 km al secondo) potrebbero esistere nuove dimensioni che non seguono le leggi della nostra dimensione spazio-temporale.

La ricerca è davvero interessante…

 

da Wikipedia si legge:

“Di Lazzaro, Baldacchini, Murra, Santoni, Nichelatti e Fanti, utilizzando un laser a eccimeri, hanno ipotizzato che “un brevissimo e intenso lampo di radiazione VUV direzionale può colorare un tessuto di lino in modo da riprodurre molte delle caratteristiche dell’immagine corporea della Sindone di Torino”, e quindi, secondo la loro opinione, l’immagine della Sindone sarebbe stata generata da una radiazione emessa dal corpo umano avvolto in essa.”

 

 

DAL BIG BANG ALLA RISURREZIONE: LA SINDONE POTREBBE RIVELARCI QUALCOSA SULL’ORIGINE E SULLO SCOPO DELL’UNIVERSO

Il lampo di luce che ha lasciato l’impronta sulla Sindone ci indica il passaggio dalla dimensione terrena del Corpo di Gesù, a quella Celeste in una frazione indefinibilmente breve di tempo.

Ciò fa pensare a qualcosa di sublime:

Molti scienziati sostengono che il nostro Universo sia iniziato con uno scoppio avvenuto in un tempo brevissimo, il Big Bang.

La Sacra Scrittura afferma che tutte le cose che esistono sono state create in Cristo, per mezzo di Cristo ed in vista di Lui.

Analogamente al lampo Sindonico, il Big Bang potrebbe essere considerato come una primissima fase preparatoria all’Incarnazione.

Ecco le fasi:

Il Big Bang – l’Evoluzione Cosmica – L’Incarnazione storica di Cristo – La Risurrezione.

L’inizio del Big Bang, quindi, potrebbe costituire un prorompere di Cristo dalla Dimensione Celeste a quella spazio-temporale.

Il lampo di Luce sulla Sindone avviene con il passaggio dalla dimensione terrena di Cristo a quella Celeste.

Cose molto suggestive che potrebbero indurre gli scienziati più umili ad una seria ricerca sull’origine e sullo scopo dell’Universo.

 

Pier Angelo Piai

 

 

 

Articolo apparso su NUOVE24.com

https://www.nuove24.com/notizie-del-giorno/dal-big-bang-alla-risurrezione-la-sindone-potrebbe-rivelarci-qualcosa-sullorigine-e-sullo-scopo-delluniverso/?fbclid=IwAR3pp_umNKnvlEqj3RKSs26adm3SrTjnS7q6NWLaeCXpnPAshJ5tNRBgJBE

 

ARTICOLO RIVISTO:

DAL BIG BANG ALLA RISURREZIONE: LA SINDONE DI TORINO, SE FOSSE AUTENTICA, POTREBBE RIVELARCI QUALCOSA SULL’ORIGINE E SULLO SCOPO DELL’UNIVERSO?

Da molti anni si sostiene che lo studio della Sacra Sindone di Torino coinvolge tantissime discipline dello scibile umano. Tra queste potrebbe essere anche la cosmologia.

Se si scoprisse che la Sindone è autentica e si studiasse seriamente questo fenomeno dell’impronta sindonica, si potrebbe intuire qualcosa dell’origine dell’universo. Infatti la lieve bruciatura superficiale sul lenzuolo che forma l’immagine dell’uomo “Gesù” causata dal lampo energetico, segnala un passaggio molto interessante: quello da questa dimensione spazio-temporale a quello del Risorto.

Probabilmente in una frazione di tempo piccolissima, ma sconosciuta, tutto il corpo di Gesù ha emanato un’energia che ha causato radiazioni simili ai VUV. Un passaggio “trans-fotonico?

Qualcuno ammette che oltre la velocità della luce (circa 300.000 km al secondo) potrebbero esistere nuove dimensioni che non seguono le leggi della nostra dimensione spazio-temporale.

Il lampo di luce che ha lasciato l’impronta sulla Sindone ci potrebbe indicare il passaggio dalla dimensione terrena del Corpo di Gesù, a quella Celeste in una frazione indefinibilmente breve di tempo.

Molti scienziati sostengono che il nostro Universo sia iniziato con uno scoppio avvenuto in un tempo brevissimo, il Big Bang.

La Sacra Scrittura afferma che tutte le cose che esistono sono state create in Cristo, per mezzo di Cristo ed in vista di Lui.

Analogamente al lampo Sindonico, il Big Bang potrebbe essere considerato come una primissima fase preparatoria all’Incarnazione:

Il Big Bang – l’Evoluzione Cosmica – L’Incarnazione storica di Cristo – La Risurrezione.

L’inizio del Big Bang, quindi, potrebbe costituire un prorompere di Cristo dalla Dimensione Celeste a quella spazio-temporale.

Il lampo di Luce sulla Sindone avviene con il passaggio dalla dimensione terrena di Cristo a quella Celeste.

Cose molto suggestive che potrebbero indurre gli scienziati più umili ad una seria ricerca sull’origine e sullo scopo dell’Universo.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

Mi riferisco all’articolo di Walter Mendizza: La tecnosofia farà scomparire le credenze religiose (settembre 2016) apparso sul sito riflessioni.it:

http://www.riflessioni.it/tecnosophia/tecnosofia-scomparire-credenze-religiose.htm?utm_medium=email&utm_source=VOXmail%3A422248+Nessuna+cartella&utm_campaign=VOXmail%3A549624+Newsletter+mensile+di+Riflessioni.it+-+Settembre+2016

TECNOSOFIA E PNEMOSOFIA

Si sostiene che nell’immediato futuro la tecnosofia farà scomparire le credenze religiose.

 

Il “mondo virtuale” non può essere considerato alla stessa stregua del “mondo spirituale”, perché il primo è sempre opera dell’uomo, il secondo dipende dall’anima, la quale, sebbene sia vincolata al corpo in questa dimensione terrena, è trascendente ed immortale. Infatti alla morte corporale essa si sgancerà dal corpo mortale destinato alla decomposizione e sopravvivrà in eterno riassumendo un giorno il corpo trasfigurato.

Il mondo virtuale, nel quale alcuni immaginano possa avvenire un giorno un’uploading di se stessi, ha sempre bisogno di un supporto hard: esso non può sussistere senza un quid strutturale appartenente alla dimensione spazio-temporale in cui ora viviamo.

Il fatto che oggi gli ingegneri informatici possano creare ambientazioni digitali sempre più avveniristiche è un evento molto suggestivo se inerente alla freccia evoluzionistica umana legata al progresso. Lo stesso Teilhard de Chardin descrive con enfasi il salto di qualità antropologico che definisce “trans-umano” perché diretto al “Punto Omega”…

Quando si afferma che le religioni scompariranno, si presuppone che l’uomo abbia raggiunto livelli di dematerializzazione tali che il “tutto” sarà più evidente e non ci sarà più bisogno della teologia dogmatica ed escatologica per richiamarci che esiste una dimensione trascendente.

Si dimentica, però, che l’uploading di se stessi è solo una traslazione metaforica del futuro di ogni uomo, in quanto nessuno può conoscere a fondo le realtà trascendentali sino a che è legato all’hardware terrestre. Il cristiano fa riferimento a Gesù Cristo che dopo la sua morte è apparso in anima e corpo, superando la barriera spazio-temporale per indicarci a quale dimensione siamo tutti destinati. Questo ci dovrebbe indurre ad approfondire sempre di più il dibattito teologico con l’aiuto di quello scientifico, ma senza aver la pretesa di conoscere tutto già in questa dimensione spazio-temporale.

Dal punto di vista antropologico, poi, questa teoria dell’uploading avatar vanifica l’esistenza dei miliardi di uomini che sono vissuti prima della fantomatica realizzazione dell’avatar digitale. La teologia afferma che essi vivono nel seno del Padre in Gesù Cristo, l’uomo-Dio che riassume tutto il creato rinnovato dopo la Risurrezione. Questa teoria comporta conseguenze molto pericolose e devastanti per la ricerca della Verità. Gesù Cristo stesso si è incarnato in un periodo in cui non esisteva l’informatica, eppure ha dimostrato che il destino di ogni uomo è riassunto e ricapitolato in Lui tramite la passione-morte e Risurrezione, apparendo più volte con un corpo trasfigurato.

 

Pier Angelo Piai

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

 

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron