Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Esortazione (immaginaria) il cui testo si trova nel mio libro “Come ci vedono dall’aldilà)

 

Io, tuo angelo custode, ti sono stato messo accanto dal Creatore sin dal momento del tuo concepimento.

La Sacra Scrittura te lo fa intuire quando descrive l’episodio dell’Arcangelo Gabriele che dà l’annuncio alla Vergine Maria. Ognuno di voi ricalca la vita di Gesù Cristo in modo personale, ad esclusione dei momenti di peccato.

Quindi, fratello, ti supplico di ascoltarmi. Io ti parlo frequentemente nel tuo intimo e ti faccio intuire ciò che è bene e ciò che è male per la tua evoluzione spirituale e spesso ti proteggo anche dai pericoli materiali e tu nemmeno te ne accorgi.

Non mi offendo quando non mi ringrazi perchè conosco la tua fragilità e la tua cecità. Io ti amo sempre perchè costituisci la grande missione che Dio mi ha dato: quella, cioè, di aiutare una creatura materiale come te a divenire spirituale per poter lodare in eterno il Creatore.

Tu non ti rendi conto di quanto Dio ci tenga alla tua salvezza. Sei destinato a diventare un essere sempre più cosciente, tempio dello Spirito Santo, dove dimora la SS. Trinità.

Se tu non esistessi, Dio verrebbe glorificato ugualmente dalle infinite creature angeliche ed umane che ha creato, ma non potrebbe venir glorificato dall’unica ed irripetibile creatura che tu sei ai suoi occhi. Il suo dolore è immenso quando una creatura non lo vuole accogliere. E noi angeli custodi soffriamo con Lui.

Non fare anche tu lo stesso.
Accogli lo Spirito che geme in te per la tua salvezza eterna. Lascia scorrere le cose che più ti turbano, quelle che sul momento ti sembrano irresistibili: sono un’illusione, esse passano nel tempo e nello spazio. Ciò che conta è il tuo amore per la SS.Trinità, perchè rimarrà per sempre.

Non scoraggiarti se vedi spesso i tuoi sforzi fallire nel peccato, io sono qui per rialzarti e confortarti per poi farti riprendere il cammino verso la santità. Invocami pure quando vuoi: il mio intervento sarà molto più facilitato perchè rispettoso del tuo libero arbitrio.

Il Signore così ha disposto: io non posso forzare la tua volontà che agli occhi di Dio è importantissima. Devi tu decidere quale strada percorrere, io posso solo consigliarti, illuminarti e custodirti per proteggerti dalla conseguenza dei tuoi numerosi errori. Dio ha su di te un piano: attualmente hai delle missioni da svolgere che ti preparano alle mansioni che ti verranno assegnate dopo la tua vita terrena e che solo Lui conosce.

Ti supplico, non vanificare l’incarico che il Creatore mi ha affidato di svolgere con cura ed amore. Ricordati sempre che la tua vita terrena è un soffio, anche se spesso ti sembra che il tempo trascorri molto lentamente. Indaga sulla tua vita passata per capire la tua vocazione, ma va avanti senza scoraggiarti per i tuoi numerosi errori. Dio ti perdona sempre dopo un tuo atto di vero pentimento.

Ti prego: ama sempre e ama tutti, anche i tuoi nemici e te stesso. Non provare odio verso te stesso: ricordati che io, tuo angelo custode, ti amo così come sei perchè costituisci la mia passione, uno dei motivi della mia esistenza immortale, cioè amare Dio in te per ricondurti a Lui purificato dalle scorie del peccato.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

 

 

Molti di coloro che non hanno paura della morte potrebbero avere una visione più integrale dell’esistenza…
Perché non ammettere che in effetti sono convinti della vita eterna dell’altra dimensione che ci attende in Cristo risorto?

Hanno riflettuto a lungo e sono consapevoli che questa vita terrena è solo un primo e brevissimo stadio dell’esistenza che si protrarrà nell’aldilà.

Perché allora temere la morte se è solo un passaggio?

In effetti dal Creatore siamo stati tratti dal nulla e stiamo vivendo in un contesto spazio-temporale in cui il molteplice della materia tende all’unità: questo lo vediamo realizzarsi in ogni fenomeno naturale ed umano, dove è molto dinamica l’attività della legge della “complessità-coscienza”, la quale ci sospinge, attraverso l’esperienza della vita e la progressiva coscientizzazione ad armonizzarci con la nostra anima immortale per diventare sempre più simili a Dio.

Una volta liberati dalla molteplicità materiale, si raggiunge l’unità perfetta essenziale nell’altra dimensione, dove saremo trasfigurati in Cristo risorto, l’apice della pienezza umana che vibra nel dinamismo trinitario.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

(Riflessione personale sull’espressione di Zoran Milanovic, presidente della Croazia): “LA CULTURA OSSESSIVA DELLA SICUREZZA”

 

L’uomo é fragile, fragilissimo. Tutti noi possiamo ammalarci in qualsiasi momento, dal bambino all’anziano. É sempre stato cosí  perché non possiamo stare in eterno su questa terra. Il nostro destino é l’altra dimensione, quella eterna.

Per questo non dobbiamo vivere sempre preoccupati e ossessionati, privandoci della gioia dello stare insieme, del poter spostarci liberamente ovunque, del frequentare gli ambienti sani che desideriamo perché abbiamo paura di ammalarci o di essere vittima di incidenti. La vita terrena é una sola.

Una madre ossessiva che si preoccupa troppo della sicurezza del suo bambino e lo tiene chiuso in casa “ per il suo bene” non é una madre equilibrata perché il bambino crescerá con problemi psichici seri, diventerá un nevrotico e non riuscirá ad affrontare i problemi della vita con serenitá.

Non lasciamoci togliere la serenitá da chiunque sia. Viviamo con coraggio e confidiamo nel Signore, il quale é Provvidenza e ci sostiene in ogni momento.

(Una voce dal deserto)

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

(Gesù a suor Maria della Trinità, Colloquio interiore n.223)

 

Voi, voi dite molte parole perché hanno poco peso: risuonano un minuto; il vento le porta via…

Io dissi poche parole poiché esse adombrano tutta una realtà; esse restano: Ecco perché non parlo con abbandono che alle anime che accolgono le mie parole con Fede, Speranza e Amore, e che le conservano.

Un atto di puro amore è qualche cosa di veramente grande. Oh, se lo comprendeste, non vorreste imparare altro!

Un’anima che non ha fatto nulla di bello, ma che ha amato Dio ed il prossimo, che ha accolto restando nell’amore tutto ciò che le ho mandato, quest’anima mi ha reso un grande onore.

La vita sua avrà importanza per l’eternità; essa ha contribuito all’avvento del mio Regno.

 

(Gesù a suor Maria della Trinità, Colloquio interiore n.223)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

Quando abbiamo deciso di partecipare all’Eucaristia, facciamolo cercando di essere pienamente consapevoli del suo enorme valore e riflettiamo su Chi andiamo a ricevere nella Comunione.

In questo modo ci apprestiamo a donare al Signore il nostro tempo nella gioia e non nella tristezza, la quale è mortificante per il Signore..

“Preferisco vedere un’anima darmi poco, ma con grande gioia, piuttosto che vederla darmi molto, consacrarmi tutto ciò che una vita umana può consacrare, ma con tristezza; la tristezza è come un pentimento”

(Gesù a suor Maria della Trinità, Colloquio interiore n. 220)

“Il Regno di Dio entra solo nell’animo semplice perché il regno di Dio è una meraviglia che soltanto il semplice può accettare, è disposto ad accettare come realtà possibile” (p. Albino Candido, monaco) p.173

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

È importante dissolvere il velo dell’abitudine e dei vizi, se vogliamo vedere il mondo con occhi nuovi a qualsiasi età.
Ma per questo abbiamo bisogno dell’aiuto dello Spirito Santo, il quale per la nostra esistenza è molto più importante di quello che pensiamo.

In ogni momento possiamo invocare l’aiuto dello Spirito Santo, anche quando soffriamo il disagio della noia. Egli è Onnipotenza d’Amore e potentissimo rigeneratore, per cui, se glielo chiediamo con sincerità e gli permettiamo di agire, ci aiuta a superare i pregiudizi e le incrostazioni che ci impediscono di vedere le meraviglie della vita.

Quando abbiamo gli occhi purificati da Lui, vediamo le stesse cose di prima in modo diverso. Scopriamo l’infinita creatività divina anche in cose che prima ritenevamo banali.

Con l’azione dello Spirito Santo osserviamo tutto in modo completamente nuovo e con stupore rinnovato. È un piccolo anticipo di Paradiso.

Persino la nostra mente diventa molto interessante per i tesori che nasconde nei suoi meandri, se la sappiamo osservare nell’auto-consapevolezza ed in sintonia con lo Spirito Santo.

Ma se si è consapevoli che abbiamo un’anima immortale che ci rende simili a Dio, allora il nostro stupore riempie la nostra esistenza di gioia e serenità, anche nei momenti più difficili.

Lo Spirito Santo è davvero l’amico più importante che abbiamo.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

Quando uno si reca in campagna per fare una salutare passeggiata, anche se legalmente il terreno che calpesta non gli appartiene, in quel momento potrebbe sentirsi più libero del proprietario che lo sta custodendo e lavorando.

Chi tra i due gode meglio quella campagna?

Se uno ha una modesta pensione od uno stipendio dignitoso, ma gli basta e non desidera esercitare il potere su alcuno, perché è già difficile esercitarlo su se stesso, allora vive più serenamente

Non dimentichiamo che la nostra vita dipende dal Signore e non dal potere o dalla ricchezza.

Lui permette che accumuliamo perché ci lascia il libero arbitrio, ma ci chiede anche di riflettere bene su quello che stiamo facendo e sul fine reale della nostra vita, la quale è solo un passaggio

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

 

 

Nella vita di tutti i giorni difficilmente si trova qualcuno che ci comunichi con estrema sincerità come si sente nel suo corpo composto di atomi, cellule, organi e tessuti. Non sappiamo se si trova davvero a suo agio o gli sembra tutto angosciosamente surreale…

Quando prendiamo consapevolezza del continuo dinamismo che dal molteplice orienta e conduce all’unità senza raggiungerla perfettamente, a sprazzi potremmo avere un po’ la sensazione dell’incompletezza che ci induce a vedere i fenomeni sul piano dell’assurdo.

Eppure continuiamo a far finta che tutto sia “normale”, che la vita sia questa routine, come se non ci fosse nulla di nuovo in questa strana dimensione terrena.

Chissà se nell’altra dimensione celeste potremo vederci così come siamo ora in questa dimensione terrena? Probabilmente non ci interesserà, perché ci attendono cose inimmaginabili con la nostra mente terrena.

Però non si può non rimanere stupiti di fronte all’infinita ed incredibile creatività divina….

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

Non diamo troppa retta a coloro che vogliono indurre in noi molte paure per sottometterci.

Lasciamo svanire nel nulla i menzogneri, i millantatori, i servi del dio denaro, gli amanti del potere e della violenza, i freddi razionalisti ecc.

Non leggiamo i loro giornali, non guardiamo le loro tele-illusioni, non seguiamo gli spacconi, i beoni, gli adoratori del nulla.

La vita terrena é una sola e puó essere goduta in modo sano e rispettoso di se stessi, del prossimo e dell’ambiente.

Chi realmente crede e ha fiducia nel Signore, vive in pace con se stesso e trasmette serenitá al prossimo. Diventa lui stesso un testimone della veritá senza fare chiasso o strumentalizzare alcuno.

Chiediamo la vera saggezza allo Spirito Santo…

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

 

 

 

La vita è un’insieme di attese spazio-temporali. Scandiamo il tempo per poter vivere in determinati luoghi e compiere certe cose di routine o che ci siamo proposti. Lo facciamo perché vogliamo rendere la vita quotidiana un po’ più sopportabile.

Però queste attese non devono agitarci o renderci troppo impazienti.
Dobbiamo abituarci, comunque, a cogliere l’attimo ogni giorno ed ogni ora per prepararci al grande e vero inizio che porrà termine alla nostra vita terrena e ci farà inabissare in quella Eterna.

A questo si pensa poco perché vogliamo allontanare il pensiero della morte il più possibile. Ma è un’illusione perché prima o poi arriverà, anche all’improvviso…

Preghiamo spesso il Signore che ci faccia trovare preparati a quell’evento non per la paura, ma perché ci fidiamo della sua Misericordia e vogliamo stare sempre insieme a Lui, nella gioia dei Beati.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier
Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

Se i problemi della vita ci assillano troppo, cerchiamo di comprendere a fondo come si comporta la nostra mente di fronte alle preoccupazioni.

Se riusciamo ad esplorare in profondità la nostra mente senza lasciarci coinvolgere dai pregiudizi o dall’emotività, scopriremo un po’ chi realmente siamo e perché viviamo preoccupati.

È un esercizio costante che non deve richiedere necessariamente molti sforzi, ma solo la predisposizione all’osservazione, alla pura esplorazione del nostro io, dei nostri contenuti mentali e delle loro relazioni più remote.

Quando scopriamo qualcosa di nuovo, non abbandoniamo la nostra osservazione, ma continuamo imperterriti: constateremo che si allarga la nostra visione della vita.

Passeremo in mezzo alla folla vedendo gli altri con uno sguardo nuovo.

Se poi siamo credenti, invochiamo lo Spirito Santo che ci illumini: in Lui potremo relativizzare i problemi e raggiungere anche una certa serenità interiore…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

 

Beati coloro che non temono il passaggio nell’altra vita, anzi lo desiderano con tutto il proprio cuore, perché attendono con gioia in ogni momento la venuta del Signore!

Costoro piacciono al Signore Gesù Cristo perché dimostrano di avere estrema fiducia in Lui.
Sono disposti a lasciare in qualsiasi momento questa dimensione spazio-temporale, perché sicuri della Divina Misericordia.

Mirano ad essere sempre pronti attraverso i Sacramenti della Riconciliazione e dell’Eucaristia.

Nella dolce attesa curano la preghiera personale, recitano il Santo Rosario e la Coroncina della divina Misericordia.

Relativizzano tutti i problemi abbandonandosi alla Divina Provvidenza. Amano Dio ed il prossimo e sono sereni interiormente…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

 

Dio ha creato l’umanità per la sovrabbondanza del suo amore.

Ogni uomo ha una coscienza perché dotato di un’anima immortale. Grazie a questa dimensione cosciente l’uomo ha la possibilità di essere consapevole dell’esistenza dell’Universo creato da Dio.

Ogni persona che incontriamo nella nostra vita, quindi, è un capolavoro della creazione. Molto spesso la nostra coscienza inquinata da pregiudizi e superficialità non intuisce questo grande mistero. Quando siamo tra la folla subiamo una specie di “inflazione mentale” per cui si rimane indifferenti alle migliaia di volti che incrociamo.

La chiave di tutto è Gesù Cristo. Ognuno è “vera” persona in relazione a Lui. Egli incarna l’infinita considerazione che Dio ha per ogni uomo da Lui creato a sua immagine e somiglianza. E’ una specie di DNA inscritto in ogni essere umano, indipendentemente dalla situazione, dalla sua risposta e dalle sue scelte.

Dio non ci ha messi a caso in questo contesto spazio-temporale ed ognuno è sempre occasione di crescita spirituale per l’altro. Se veramente ci abbandonassimo tutti con fede sull’esempio di Gesù Cristo, la nostra vita diventerebbe una gioia continua perché ci porterebbe a scoprire con stupore come Dio agisce tramite gli altri e noi stessi. Nulla ci annoierebbe perché ogni persona ha in sé una manifestazione divina.

Basti solo pensare che in un certo modo ognuno di noi costituisce il centro del proprio Universo: l’intero cosmo e Dio stesso é potenzialmente riflesso nella propria coscienza.
Pensiamoci bene: se tu non esistessi è come se non esistesse nulla perché tu hai la consapevolezza dell’Universo, ma l’Universo non ha la consapevolezza della tua esistenza. E, non esistendo la tua persona, non avresti nemmeno la consapevolezza dell’esistenza di Dio.

Dio è glorificato nella tua esistenza perché, se hai la fede, lo pensi, lo preghi, costruisci con Lui un rapporto di amicizia e d’amore, per cui Dio stesso con tutto il creato è riflesso in te.

E’ questo uno dei principali motivi per cui Dio ci tiene tanto alla vita di ogni uomo, che non è uno dei tanti miliardi da Lui creati, ma è uno con la sua individualità e con una sua speciale connotazione.
Se esistesse un uomo solo, Dio lo amerebbe infinitamente lo stesso. E suo Figlio sarebbe morto ugualmente per redimerlo dal peccato. Per Lui uno non vale l’altro. Ogni esistenza ha per Lui un valore infinito.

Dio, purissimo Amore, ama creare dei veri creatori d’amore

 

e volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

Tutti sappiamo che prima o poi si deve porre fine a questa vita terrena. Nessuno sfugge…

Chi ha avuto la fortuna di aver superato i 70 anni, ad esempio, ha la probabilità di essere piú vicino alla meta finale di quelli più giovani, meta che consiste nell’incontro con il Signore per rimanere con Lui in eterno.

Se questi, invece, vive continuamente nella paura di dover lasciare questo mondo, é come morto perché é sempre triste e senza speranza.

Chi invece non vede l’ora di raggiungere il Signore vive gioiosamente ogni istante, perché non ha paura della morte, é piú libero interiormente e vede la vita più in profondità.

Beato chi ha questa fede: bisogna chiederla continuamente allo Spirito Santo!

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI”
(può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
https://www.youtube.com/channel/UCEvGdMNEGZ_XKUM6NG7b0ng?feature=embeds_subscribe_title

a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

Noi siamo stati creati ad immagine e somiglianza di Dio.

Il nostro compito, quindi, è conoscere, amare e servire Dio, per poi contemplarlo nell’altra dimensione a cui siamo destinati per l’eternità.

Se cerchiamo il Regno dei Cieli tutto il resto ci verrà dato in sovrappiù.

Orientiamo ogni pensiero su questo, chiediamo aiuto allo Spirito Santo per saper compiere la volontà del Padre, qualsiasi cosa facciamo.

La nostra vita terrena passa più velocemente di quello che crediamo.
Gesù dice: a che serve conquistare il mondo intero se poi perdi la tua anima?

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

Così disse Gesù a suor Maria della Trinità:
“Io sono l’Alfa e l’Omega. Dio vostro e vostro tutto. Scoprirmi, conoscermi, ricevermi, poi venire a me, ecco la ragione unica di ciascuna vita.”

 

Ciascuna vita umana è stata creata per scoprire, conoscere, ricevere ed andare a Lui, Gesù Cristo, l’Alfa e l’Omega, il Principio e la Fine di tutto ciò che esiste.

La nostra anima è stata creata da Lui immortale e Lui stesso vi abita, se non lo cacciamo via, perché noi siamo la sua delizia.
Ecco perché dobbiamo impegnarci innanzitutto a scoprirlo con ogni buon mezzo messo a disposizione. Lo si scopre in se stessi, nella natura, nelle Sacre Scritture, nella Chiesa ed i suoi Sacramenti, negli altri: tutto parla di Lui.

Una volta scoperto, dobbiamo impegnarci a conoscerlo nella sua infinita bontà e Misericordia per poter corrispondere al suo Amore per noi. Comprendere bene quanto ci ami ci aiuta ad amarlo sempre di più, a desiderarlo sopra ogni cosa. Nulla deve ostacolare la sua conoscenza.

Quando lo riceviamo, soprattutto nell’Eucaristia, Egli ci fa un immenso dono: se stesso in corpo, anima e divinità, dono così grande e meraviglioso che nemmeno immaginiamo.
In questo modo ci prepara la sua venuta, dove ci assimilerà totalmente a Lui nella Beatitudine eterna.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

(Gesù a suor Maria della Trinità. Colloquio interiore n. 602)

 

Due potenze si dividono il mondo: la verità e la menzogna.

La verità trionfa sempre e per l’eternità.

La menzogna trionfa spesso in apparenza perché voi vi ci prestate: ma non è che per il tempo, il tempo sì corto.

La verità vale più che la vostra vita; essa è degna che voi sacrifichiate la stessa vostra vita.

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

Il 25 giugno del 2021 la Regina della Pace disse: “…pregate con Me per la pace e la LIBERTÀ perché satana è forte”

In effetti la libertà può essere quella interiore e quella esteriore.

A proposito di quella esteriore, stiamo constatando tutti come ci stanno togliendo diversi tipi di libertà: soprattutto quella di espressione e quella di movimento, adducendo diverse scuse e bugie.

Nel passato moltissimi uomini hanno offerto la loro vita per la libertà di tutti, ed ora questa è in grave pericolo.

Ecco perché la Regina della Pace ci esorta a pregare.

Con la preghiera chiediamo al Signore che satana, colui che divide, non prevalga.

Così lo Spirito ci suggerisce come comportarci e come operare per la giustizia su tutta la terra.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

QUESTO NON È UN CANE

Prova a chiamarlo col suo nome….
Prova a dargli da mangiare…
Cerca di portarlo a spasso

Perché non ci riesci?

Semplicemente perché non è un cane, ma la RAPPRESENTAZIONE di un cane. C’è una bella differenza.

Un simile discorso vale per tutto ciò che vediamo e percepiamo: il nostro cervello decodifica e rielabora ciò che i sensi captano. Ma ancora non è la realtà integrale.

Per conoscere un po’ la realtà integrale bisogna prendere consapevolezza che i nostri sensi ne captano una parte piccolissima ed i nostri pregiudizi culturali la filtrano in modo sostanziale.

Dobbiamo vivere nel silenzio interiore per comprendere ciò.

Quando lasciamo agire lo Spirito Santo in noi, allora riusciamo a vedere tutto sotto un’altra luce, la quale rischiara molte cose e ci fa comprendere anche i lati più oscuri della nostra mente e della nostra anima.

Lo Spirito Santo è la Verità e chi è illuminato da Lui vive nella Verità.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

(Gesù a suor Maria della Trinità. Colloquio interiore n.352)

 

Vivo nelle anime come ho vissuto sulla terra.

Se vuoi sapere che cosa favorisce la mia vita in te, guarda come ho vissuto, sulla scorta dei racconti evangelici.

Silenzio e semplicità. Povertà penitente, mortificazione.

Unione con Dio; gioia; pienezza.

Passo nelle anime facendo sempre il bene; uso gli stessi mezzi, gli stessi modi di fare e giammai mi sono disdetto.

“Lasciate crescere la zizzania col buon grano…”

“Superate il male col bene”

“Amate i vostri nemici e quelli che vi vogliono male”

“Non spegnete il lucignolo che fumiga ancora..”

Che la vostra luce risplenda dinanzi agli uomini”

E le mie Beatitudini come le ho vissute, le rivivo in ciascuna anima, e così pure il mio comandamento…

Parlavo in parabole e pregavo il Padre mio.

Nelle anime parlo ancora…”

(Gesù a suor Maria della Trinità. Colloquio interiore n.352)

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

Ultima lettera al padre mortalmente ammalato (4 aprile 1787)

«Poiché la morte, intesa nel suo giusto significato, è il vero ed ultimo scopo della vita, così, già da un paio d’anni, mi sono talmente familiarizzato con questa ottima amica nostra, che la sua immagine non solo non mi appare più terrificante ma mi infonde tranquillità e conforto!

E ringrazio Iddio che mi ha concesso la gioia di riconoscere in lei la chiave della nostra vera beatitudine.

Non mi corico mai senza pensare che, giovane come sono, potrei anche non vedere il giorno seguente.

Eppure, nessuna delle persone che mi conoscono può dire ch’io mi comporti come un uomo triste e imbronciato.

Di questa serenità, che auguro di gran cuore a tutti i miei fratelli, io ringrazio ogni giorno il Creatore».

 

Bernhard Paumgartner
LA PERSONALITÀ DI MOZART
[«Mozart, Torino, Einaudi, 1994, pp. 16-29]

 

https://www.rodoni.ch/proscenio/cartellone/zauberflote/paumgartner1.html

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

La via che conduce al paradiso è Gesù Cristo, chi segue Gesù vivendo il Vangelo si salva.
La porta che conduce alla perdizione è larga, prendiamo la nostra croce ed entriamo nella porta stretta della salvezza eterna.

San Michele Arcangelo a Petralia disse:”sappiate che esiste l’Inferno e il Paradiso e ricordatevi che l’unica via per arrivare a Dio è Gesù. Molti di voi fingono di essere felici, ma in realtà sono tristi perché cercano la felicità nelle cose terrene e non la trovano: la vera felicità, la vera gioia, la vera pace la troverete soltanto quando vi abbandonerete totalmente a Gesù; dovete vivere sapendo che siete di passaggio e l’altra vita è quella eterna”.

Impariamo ad accogliere la parola di Gesù e vivere il suo insegnamento e saremo salvati.

 

Salvatore Valenti

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

Il tempo che senti di aver perso in realtà non è mai “perso”, perché fa parte del tuo iter evolutivo che ti porta gradualmente ad una maggiore conoscenza di chi sei, tra luci ed ombre.

La nostra vita procede come una struttura spiralica. Ora tu sei arrivato ad una spira più elevata e, percorrendo le altre superiori, procedi lentamente verso la meta per cui sei stato creato.

Se hai la consapevolezza di questo percorso stai già vivendo orientandoti verso la tua pienezza, ma lasciati condurre dallo Spirito Santo: Egli sa molto bene cosa ti serve per l’evoluzione personale, ma lo devi ascoltare nel tuo intimo.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

Gesù a suor Maria della Trinità, Colloquio interiore n.66

Ci si fa un’idea ingiusta di me. Mi si prende per un padrone che distribuisce i suoi favori a suo talento e che impone le sue volontà.

Hai capito che io non impongo nulla. Sono impotente davanti alla vostra libertà. Io mendico il vostro amore.
Guardami palpitante sopra la croce: ecco la mia regalità! Ho espiato per voi, ma non vi costringo a crederlo: Mostro la mia Passione, è eloquente?

Ed aspetto.

Ecco la mia divinità; una pazienza instancabile. Da secoli aspetto le anime. Mai le respingo. Chiedimi di conoscermi meglio.

Fa’ lo stesso della tua vita. Ripara; espia; ama senza nulla chiedere in ricambio; ed aspetta con pazienza che ti si ami anche. Non rifiutarti mai di fare favori.

Sono io che tu onori e servi delicatamente; ne ho tanto bisogno.

Gesù a suor Maria della Trinità, Colloquio interiore n.66

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

I ricordi della vita passata sono difficili da cancellare.

Piuttosto di cercare di “cancellare” i ricordi disagevoli, è più utile prendere consapevolezza del nostro essere umano, delle sue luci e delle sue ombre e di come funziona la nostra mente.

Dove abbiamo sbagliato chiediamo perdono al Signore ma cerchiamo di perdonare anche noi stessi (è molto difficile perdonarsi): per fare questo è necessario osservarci anche con tenerezza per non essere giudici spietati.

Del resto Gesù disse: “Ama il tuo prossimo come te stesso”.

Quindi se ci amiamo dobbiamo perdonarci di vero cuore.

Allora, oltre a perdonare noi stessi perdoneremo anche gli altri e chiediamo perdono, se possibile, a chi abbiamo fatto torto.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

…l’inizio del tuo essere ha origine dentro di te dal Creatore. Quando il mondo intorno a te è caotico, entra in te stesso, calmati, respira, ascolta il sussurro della tua mente che ti invita un un luogo di pace…

Questo luogo di pace, che solo tu puoi trovare, è il tuo -Spazio Sacro-, un luogo tranquillo dove tu puoi ascoltare tutte le verità.

Fai di questo luogo tranquillo il tuo santuario.

Ama e apprezza quello che sei e la bellezza della tua vita e soprattutto sii in pace con te stesso.
Se non sei in pace con te stesso, non sei in pace con nulla…

(Riflessione di Beppe)

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

(suor Maria della Trinità, Colloquio interiore n.79)

 

Quando vi raggiunge una prova, cercatene in voi la causa: che male avete fatto? Che bene trascurato?
Rendetevi coscienti delle vostre responsabilità e del modo con cui corrispondete.
È necessario prima comprendere, poi riparare:
Vedrete allora che la prova cesserà appena non sarà più necessaria.

 

(suor Maria della Trinità, Colloquio interiore n.79)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

…quando stai vivendo una situazione che spezza l’armonia del tuo essere, trova un momento per isolarti, cercati nel silenzio, ascolta il tuo respiro, riequilibrati e centrati.

Nel silenzio trovi l’essenziale: il respiro, il battito del tuo cuore, il contatto con la terra e il cielo.

Nel silenzio puoi incontrare la grandezza di tutto ciò che ti viene continuamente donato gratuitamente.

Nel silenzio ritrovi la necessità di ringraziare la vita, senza la quale non potresti sperimentare il cammino della tua anima e tutti coloro che hai accanto e che sono lo strumento che ti aiuta a crescere continuamente e ad evolvere.

Mi piace sempre ricordare ai miei interlocutori che:

“il silenzio parla”.

Allora, prova anche tu ad ascoltarlo…

 

(Beppe)

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

Non è detto che l’età migliore sia quella della giovinezza.

Si può essere anziani e godere la vita in profondità, nella consapevolezza del grande mistero che ci circonda e che compone il nostro meraviglioso essere.

Può succedere che il giovane non si rende conto di questo e trascorre le sue giornate cercando i piaceri più immediati, ma che non lo soddisfano interiormente.

L’età migliore della vita è quella che abbiamo ora, se viviamo nella consapevolezza…

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

 

Gesú é salito al Cielo non per andarsene via da noi, ma per farci comprendere che Egli é sempre con noi insieme al Padre ed allo Spirito Santo, in modo ancora più intimo.

Oggi siamo molto più privilegiati rispetto ai discepoli che lo seguivano prima dell’ultima cena, perché possiamo nutrirci di Lui nell’Eucaristia, dove lo riceviamo in corpo, sangue, anima e divinitá.

Se abbiamo la consapevolezza che Gesú vive in noi e permea la nostra anima e tutto il nostro essere, anticipiamo un po’ il Paradiso e trasmettiamo il suo amore anche agli altri.

Questo perché l’amore stesso che Egli ci dona é divino e fonte di ogni vera gioia interiore…

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

Potete essere giovani e belli, oppure ricchi e famosi, ma se non  volete comprendere la vita nella sua interezza, tutto è davvero inutile o dannoso.

Chi si fissa nella sua ristretta visione della vita, non ha la voglia di esplorare il mistero dell’esistenza.

Se ne appropria di una piccolissima porzione illudendosi di essere qualcuno, ma dentro c’è il vuoto che spinge la persona a riempirlo negli effimeri piaceri, nelle cose che arrecano sempre più insoddisfazione.

È necessario lasciarci guidare dall’amore per non cadere nella trappola mortale del nichilismo, per cui bisogna essere educati all’amore vero.

Il vero amore illumina i meandri più oscuri della nostra mente ed irradia luce sulle cose, sugli eventi, sulla vita stessa.

È esso che permette di allargare i nostri orizzonti mentali per non rimanere cristallizzati nei pregiudizi e nelle nostre meschinerie.

Puoi essere considerato un grande uomo o un potente, ma se non c’è in te l’amore  sei una nullità, una canna vuota scossa dal vento.

Chi comprende seriamente che non ha amore per gli altri, per se stesso o per la vita,  si rivolga a Colui che è la fonte dell’Amore, perché è Lui stesso Amore e gliene può dare in abbondanza.

Ma è necessario riconoscere la nostra pochezza ed attendere con pazienza i suoi doni…

Dio ama coloro che lo cercano umilmente…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

Quando pensiamo al nostro futuro grande trapasso subito immaginiamo il nostro corpo terreno inerte, il quale non ci apparterrá piú.

Ma ora che stiamo vivendo in questa dimensione, siamo davvero convinti che il nostro corpo ci appartiene in modo totale?

In fondo esso obbedisce sì ai nostri comandi mentali, ma solo parzialmente, perché non possiamo ordinargli di far crescere i capelli o le unghie, o di far battere il cuore, o di far funzionare il sistema digerente ecc. come esattamente vorremmo noi.

Miliardi di cellule vivono e muoiono in noi aggregandosi secondo leggi predeterminate e molto complesse.

La maggior parte delle reazioni biochimiche che avvengono in noi obbediscono all’omeostasi e la nostra temperatura corporea é regolata da fattori indipendenti dalla nostra volontà.

Cosa significa questo?

Pur avendo il libero arbitrio, i veri padroni della nostra vita non siamo noi: ogni secondo é sostenuta dalla Trascendenza…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

Il senso della vita ce lo diamo noi, indipendentemente dall’età, perché Dio ci ha donato il libero arbitrio.

Certamente anche la percezione del senso della vita ha le sue dinamiche perché è sempre condizionato da tantissimi fattori e dal contesto culturale in cui operiamo.

Nonostante le luci e le ombre, dobbiamo renderci consapevoli del senso della vita per cercare di mantenerlo desto nei suoi fondamentali cristiani.

L’esperienza ci aiuta a scoprire altri elementi interessanti relativi all’opzione fondamentale che prima sfuggivano, ma c’è sempre bisogno di cercare di esplorare in profondità la nostra mente per sfrondarla dai pregiudizi e dalle illusioni passeggere che l’annebbiano.

Poniamo ogni finalità in Cristo Risorto, nella convinzione, che una volta redenti, saremo per sempre con Lui nella gloria della Trinità…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

Gesù disse di se stesso: “Io sono la Via, la Verità e la Vita”..

Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto…

Chi ha visto me, ha visto il Padre…io sono nel Padre e il Padre è in me.

Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere.

Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse.

In verità, in verità io vi dico: chi crede in me, anch’egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché io vado al Padre.
(Gv. 14,1-12)

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

Ultimamente ci capita sempre di più di interloquire con persone tristi e depresse.

Ciò che sta accadendo sta creando situazioni veramente dolorose.

Sorgono spontanee le domande: “La depressione viene da dentro o dall’esterno”? “Chi controlla le emozioni della nostra vita”?

Nella depressione stessa possiamo trovare le risposte che cerchiamo e il modo di cambiare.

Osserviamo con attenzione la causa della depressione e il nostro attaccamento ad essa.

Quando siamo in grado di capire perché ci aggrappiamo a qualcosa, impareremo anche a liberarcene.

Desidero ricordare che, imparando a prendere le distanze dalle situazioni, si acquisisce la capacità di liberarsi dalla depressione.

Come fare in questo momento ?

Anzitutto “spegnere e sigillare” radio e Tivù per non ascoltare le solite brutte notizie martellanti ed evitare di leggere i giornali…

Sorridiamo, respiriamo, ascoltiamo buona musica, relazioniamoci con la Natura; apriamoci alla vita.

Diamo ascolto a noi stessi: seguiamo l’istinto e cerchiamo di abbandonare, come vi ho scritto la volta scorsa, le “false paure”.

Tiriamo fuori il nostro vero coraggio!

Se non siamo noi a scegliere, e quindi ad agire, saranno le circostanze a scegliere per noi…

 

(Beppe)

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

Ogni giorno è un dono, come tutte le giornate che abbiamo passato dalla nostra nascita.

Ogni giorno è sempre carico di nuove opportunità per la nostra evoluzione personale, fino al giorno in cui entreremo nella nuova dimensione dei redenti, se lo vogliamo.

Ogni giorno acquisiamo più esperienze da integrare per completare positivamente la nostra visione della vita.

Un giorno Gesù, apparendo a suor Maria della Trinità, le disse:
“Presto passa questa vita. È una grazia che ti lasci ancora vivere quaggiù.” (dal Colloquio interiore)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

(Gesù a suor Maria della Trinità, Colloquio Interiore, n. 29)

 

Dio solo “è”.

Io sono la tua vita. Comprendi ciò? T’accompagno come il tuo respiro, come il tuo alito, nell’anima tua.

Sono così vicino a te.
Sono io che ti induco alla pazienza, alla dolcezza, all’accettazione…

Chiedimi tutto; chiedimi ogni giorno, ogni mattino ciò che ti occorre per la tua giornata, per te e per tutti gli uomini.

È la mia gioia rispondere! Io rispondo sempre, ma la mia risposta è varia.

La comprenderesti meglio se sapessi vivere la fede.

 

(Gesù a suor Maria della Trinità, Colloquio Interiore, n. 29)

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

Ogni uomo è “condannato” a morte” dal momento in cui nasce.

Molti di coloro che arrivano all’anzianità vengono considerati in un certo senso “privilegiati” agli occhi del mondo.

Infatti non è detto che lo siano per coloro che sono già nell’altra dimensione, soprattutto agli occhi di chi morì relativamente giovane e sta già godendo per sempre la beatitudine eterna.

Alcuni anziani si scordano, però, che gradualmente il traguardo è sempre più vicino ed imprevedibile.

Pieni di acciacchi, desiderano succhiare il più possibile il nettare della vita terrena disordinatamente…

È saggio chi vive l’istante, nell’attesa del Salvatore, perché consapevole che non sappiamo né il giorno né l’ora…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

Gesù disse “Voi siete Dei”, (in Gv.10,34 in riferimento al salmo 82,6).

Gesù è veramente il Figlio di Dio e Dio stesso, perché seconda persona della SS. Trinità.

Anche noi possiamo essere figli di Dio in Gesù Cristo, la pietra angolare, il primogenito, il figlio prediletto dal Padre.

Del resto consideriamo la nostra condizione esistenziale, ma mettendo in evidenza tutte le nostre potenzialità, anche se limitate.

La nostra mente e le sue attività, ad esempio.

Con essa possiamo percepire, acquisire, scegliere, ragionare, elaborare, progettare, immaginare ecc.

L’immaginazione, per ogni persona, è incredibile: possiamo mentalmente ricostruire infiniti contenuti e dare loro “forma” in base alla nostra visione della vita.

Grazie ad essa diamo vita all’arte in ogni sua espressione ed alla letteratura, la quale arricchisce il nostro linguaggio ed il nostro pensiero.Lo Spirito Santo, con i suoi doni, ci illumina e ci ricarica spiritualmente.

Davvero noi abbiamo un grande destino, se lo vogliamo: siamo “dei”, figli del Dio Altissimo, fratelli di Gesù Cristo in comunione con lo Spirito Santo, nel perfetto dinamismo trinitario.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

(Gesù a suor Maria della Trinità, Colloquio interiore n.79)

 

Quando vi raggiunge una prova, cercatene in voi la causa: che male avete fatto? Che bene trascurato?

Rendetevi coscienti delle vostre responsabilità e del modo con cui corrispondete.

È necessario prima comprendere, poi riparare : vedrete allora che la prova cesserà appena non sarà più necessaria.

 

(suor Maria della Trinità, Colloquio interiore n.79)

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

Fb 21 marzo 21

Gv 12, 20-33

Piccola bomba di vita

Se vuoi vedere me, guarda il chicco di grano. Una frase difficile e pericolosa se capita male, perché può legittimare una visione distorta della fede.

Tutto parte da una domanda forte “vogliamo vedere il Signore” , parole d’allora, di oggi e dell’uomo di sempre, perché Dio non si dimostra con alte catechesi, ma si mostra con mani d’amore e occhi limpidi, con una vita abitata da lui.

E io, discepolo interpellato come Filippo e Andrea, cosa rispondo? Il vangelo suggerisce tre immagini: chicco di grano, croce, strada. E, sempre, la terra che è il cielo di Dio, cielo di mitezza e di spine, grembo del grano, sostegno della croce, strada del discepolo.

A prima vista, ogni seme sembra un guscio secco e spento, in realtà è una piccola bomba di vita, che cade in terra e ciò che sembra morte in realtà è l’inizio di un lavorio infaticabile e meraviglioso, che il dono di sé: dalla terra al chicco, dal chicco al germe, dal germe al frutto. Lo sguardo del vangelo va quindi a posarsi sulla fecondità, sul molto frutto, non sul morire!

Tuo è solo ciò che hai donato e che ritorna a te, moltiplicato. Per questo anch’io sarò un granello sepolto, lontano dal clamore, nel silenzio della mia terra, seminato nel quotidiano della famiglia, nella terra arida del mio lavoro e in quella amara delle domande incompiute e delle lacrime.

Sapendo che quando si sceglie di donare se stessi si è sempre soli, come la partoriente che se anche avesse il mondo intero attorno a sé, resta sola con la sua paura e il suo miracolo. Ma poi, attraverso il dono di sé, ecco vita nuova e più grande. Allora sì il chicco muore, ma nel senso che la sua vita di prima è trasformata in una forma più evoluta e potente.

Chi vuole vedermi, mi segua. L’unica visione che ci è concessa è la sequela, come Mosè sul Sinai, che vuole vedere Dio e lo scorge solo di spalle, mentre passa ed è già oltre. Così noi per vederlo camminiamo sulle sue orme, dietro l’eco delle sue parole, nella scia del profumo dei suoi gesti.

E non cancelliamo i turbamenti di Gesù: danno forza, dicono che come un coraggioso anche lui ha avuto paura; che ha amato questa mia stessa vita all’estremo, che non è andato alla morte sorridendo, ma con un folle atto di fede. Infatti l’amore che l’ha portato sulla croce, inerme e virile insieme, l’uomo non riesce a reggerlo, è troppo limpido.

Ma ogni uomo e donna sono piccolo chicco seminato nei solchi della storia. Se sei generoso di te, di tempo, cuore, intelligenza; se ti dedichi, come un atleta, uno scienziato o un innamorato al tuo scopo, allora produci molto frutto, e moltiplichi la vita intorno a te.

Sarò innalzato e vi attirerò a me. Alto sui campi della morte, Gesù è amore fatto visibile. Alto sui campi della vita, è amore che seduce.

«La Croce non ci fu data per capirla ma perché ci aggrappassimo ad essa» (Bonhoeffer): attratto, sedotto da qualcosa che non capisco del tutto, mi aggrappo anch’io al morente in eterno, in eterno risorgente.

 

AVVENIRE V DI QUARESIMA 2021

Vogliamo vedere Gesù: domanda dell’anima eterna dell’uomo che cerca, e che sento mia. La risposta di Gesù esige occhi profondi: se volete capire guardate il chicco di grano, cercate nella croce, sintesi ultima del vangelo.

Se il chicco di grano non muore resta solo, se muore produce molto frutto. Una delle frasi più celebri e più difficili del vangelo. Quel “se muore fa peso sul cuore e oscura tutto il resto. Ma se ascolti la lezione del chicco, il senso si sposta; se osservi, vedi che il cuore del seme, il nucleo intimo e vivo da cui germoglierà la spiga, è il germe, e il grembo che lo avvolge è il suo nutrimento. Il chicco in realtà è un forziere di vita che lentamente si apre, un piccolo vulcano vivo da cui erompe, invece che lava, un piccolo miracolo verde. Nella terra ciò che accade non è la morte del seme (il seme marcito è sterile) ma un lavorio infaticabile e meraviglioso, una donazione continua e ininterrotta, vero dono di sé: la terra dona al chicco i suoi elementi minerali,  il chicco offre al germe (e sono una cosa sola) se stesso in nutrimento, come una madre offre al bimbo il suo seno. E quando il chicco ha dato tutto, il germe si lancia all’intorno con le sue radici affamate di vita, si lancia verso l’alto con la punta fragile e potentissima delle sue foglioline.

Allora il chicco muore sì, ma nel senso che la vita non gli è tolta ma trasformata in una forma di vita più evoluta e potente. Quello che il bruco chiama fine del mondo tutti gli altri chiamano farfalla (Lao Tze), non striscia più, vola; muore alla vita di prima per continuare a vivere in una forma più alta.

Il verbo principale che regge la parabola del seme è “produce frutto”.  Gloria di Dio non è il morire ma la fecondità, e il suo innesco è il dono di sé. La chiave di volta che regge il mondo, dal chicco a Cristo, non è la vittoria del più forte ma il dono.

La seconda icona offerta da Gesù è la croce, l’immagine più pura e più alta che Dio ha dato di se stesso. Per sapere chi sia Dio devo solo inginocchiarmi ai piedi della Croce (Karl Rahner). Dio entra nella morte perché là va ogni suo figlio. Ma dalla morte esce come germe dalla terra, forma di vita indistruttibile, e ci trascina fuori, in alto, con sé. Gesù: un chicco di grano che si consuma e germoglia; una croce nuda dove già respira la risurrezione.

“La Croce non ci fu data per capirla ma per aggrapparci ad essa” (Bonhoeffer): attratto da qualcosa che non capisco, ma che mi seduce e mi rassicura, mi aggrappo alla sua Croce, cammino con Lui, in eterno morente nei suoi fratelli, in eterno risorgente. Sulla croce l’arte divina di amare si offre alla contemplazione cosmica, si dona alla fecondità delle vite.

 

Messaggio dato a Mirjana Dragicevic- Soldo del 18 Marzo 2021

 

“Cari figli! Maternamente vi invito a ritornare alla gioia e alla verità del Vangelo. A ritornare all’amore di mio Figlio, poiché Lui vi attende a braccia aperte.

Affinché tutto ciò che fate nella vita lo facciate con mio Figlio, con amore.

Affinché siate benedetti.

Affinché la vostra spiritualità sia interiore, e non solo esteriore.

Solo in questo modo sarete umili, generosi, colmi di amore e gioiosi.

E il mio cuore materno gioirà con voi.Vi ringrazio.

 

 

”Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

“La maggior parte delle anime si preoccupa di andare in Cielo e di evitare l’inferno”…Quanto pochi lavorano per conoscere i miei desideri e per realizzarli! (Gesù a sr. Maria della Trinità, colloquio interiore n.336)

 

Il nostro amore per Gesù è molto povero, perché spesso interessato.

Quando lo amiamo semplicemente perché ci ha amato per primo e perché ci sta amando così come siamo, e per farlo contento?

Ogni secondo di vita é un grande dono. Se fossimo pienamente consapevoli di questo, le nostre vite muterebbero e non daremmo nulla per scontato. La nostra esistenza sarebbe pervasa dallo stupore e vedremmo tutto con occhi nuovi, anche se fossimo molto anziani.

É meglio un giorno negli atri della sua casa che mille altrove – dice il salmo.

Probabilmente vivremmo questo stupore esistenziale più nell’istante, consapevoli che questa vita terrena potrebbe terminare da un momento all’altro, imprevedibilmente.Signore, da chi andremo?

Tu solo hai parole di vita eterna!”

A Dio non interessano i miei peccati, a Lui interessa solo che mi lasci amare e che creda nel suo amore. (p.Albino Candido, Diario di un pellegrino carnico, p. 195)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

Vivi l’attimo, ama e lavora senza preoccuparti del futuro o del passato perché la vera vita avviene solo nell’istante.

Non trascurare la tua anima e la tua mente perché hai delle ricchezze interiori che nemmeno sospetti.

Esplora serenamente la tua interiorità e ciò ti aiuta a vedere le cose in modo diverso e creativo.

Confida sempre nel Signore! Ringrazialo sempre…

Ricorri a Lui per ogni tua necessità.

Dio ama questa nostra fiducia in Lui.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

Testo di p.Albino Candido, Diario di un pellegrino carnico, 13 luglio 1983.

 

Tu, Signore, provvedi a tutto. Tu sei tutto. L’abbandono in te rende soffici anche le cose più aspre.

Se fossimo pronti ad afferrare al momento giusto gli affronti della vita, le scabrosità del nostro cammino, le delusioni, le paure, le mancanze, e gettarle nella tua volontà che è amore che tutto brucia e rinnova, fa risorgere e ricrea, allora sul nostro cuore e sul nostro volto non calerebbe il velo della tristezza e saremmo creature che vivono come se fossero uscite dalla vita e avessero già percorso il cammino di prova e purificazione.

Non è mai finito il tempo di amare, in qualunque modo, con il caldo e il gelo, con il vuoto e il fervore dí spirito. Che siamo vuoti e indifferenti lo siamo in Lui.

Signore, oggi mi sento indifferente e vuoto, ebbene, oggi il mio canto per te è l’indifferenza e il vuoto e quel senso di disagio, di incompletezza in tutto quello che vivo.

Ma tu vivi in questa situazione, e di questa situazione di nausea.

Tu sei capace di farne elemento di maturazione, elemento di salvezza, elemento di liberazione, perfino fonte di gioia.

Credo in questo. Se non credessi in questo tutto sarebbe annullato, annichilito, vano, tutto sarebbe frutto della mia iniziativa e quindi effimero e fragile, velleitario, esile, labile.

 

(testo di p.Albino Candido, Diario di un pellegrino carnico, 13 luglio 1983)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

Il solo pensiero di essere stati tratti dal nulla dovrebbe riempirci di stupore per la nostra esistenza.

È importante alimentare sentimenti di riconoscenza, per vivere anche nello stupore per il Creato.

Solo Dio ha potuto trarci dal nulla. Prima di noi l’eternità e così dopo di noi. Precedentemente alla nostra esistenza noi non pensavamo, non agivamo, non eravamo coscienti dell’esistenza di Dio e di noi stessi, non potevamo essere immersi nel tempo e nello spazio.

Eravamo solo nell’infinita Onniscienza divina come progetto, ma non operativi. Solo un amore infinito poteva trarci dalla non-esistenza proprio perché la differenza tra il nulla e l’essere è infinita. “Se mi hai tratto da nulla lo hai fatto per un motivo di amore (p. Albino p.135)

Uno potrebbe chiedersi: Se Dio é Onnipotente ed Onnisciente, cosa se ne fa di noi misere creature? In che cosa consiste il suo piacere nel creare continuamente esseri pensanti, ma fragilissimi come noi uomini?

Dio Onnipotente puó avere tutto ciò che vuole, ma non ha i nostri limiti. Non può peccare. Non può non amare.

In un certo senso Egli non possiede l’opposto di ciò che É. Per questo si é inabissato nei nostri limiti facendosi carne.

La sua Onnipotenza d’Amore ha abbracciato l’umanità facendosi uno di noi nella carne per condurci nel Regno dello Spirito…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

La consapevolezza che nulla è a caso e che ogni evento o situazione hanno un significato che spesso dovremmo scoprire meditando, ci aiuta a vivere la giornata in pienezza e ci introduce nelle dimensioni più spirituali dell’esistenza.

Effettivamente tutti noi siamo immersi in un oceano di simboli e segni. Gran parte ci sfuggono perché siamo distratti da troppi problemi e preoccupazioni, o da divertimenti e svaghi di ogni genere.

Se trovassimo il modo di soffermarci con distacco a considerare il senso più profondo e vero dell’esistenza, molte sorprese ci farebbero stupire. Non serve arrovellarci il cervello alla ricerca di risposte su tutto.

Si tratta di trovare il tempo per un semplice abbandono dei soliti schemi mentali e di abitudini consolidate per osservare innanzitutto il dinamismo della nostra mente: il suo stesso argomentare e il suo modo di affrontare ed interpretare le varie situazioni sono molto importanti per comprendere qualcosa di noi stessi.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

Pensare ed operare come se fossero gli ultimi momenti della nostra vita terrena, prima della Sua venuta. É questo uno dei segreti del sano distacco, ma anche della vera serenità interiore.

Ma é necessario rettificare in noi le strane idee che ci siamo fatti di Dio: in Lui dobbiamo vedere il Padre Misericordioso che ci attende per abbracciarci teneramente nel suo Figlio, grazie all’azione feconda dello Spirito Santo.

Egli asciugherá ogni lacrima e ci introdurrà nel suo Regno Eterno, dove la morte verrà ingoiata dalla vita e tutto sarà molto piú chiaro e luminoso perché vedremo la Veritá faccia a faccia, così come é.

Santa Teresa d’Avila scriveva : “Moro porque non moro” (muoio perché non muoio)…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier
Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

Nessuno di noi può sapere esattamente come l’altro vive una certa situazione e con quale grado di emotività affronta gioie e dolori.

Ció perché nessuno vive al posto dell’altro e non ha la stessa visione del mondo in quanto ognuno di noi é unico ed irripetibile.

Con questa consapevolezza quanti pregiudizi in meno appesterebbero l’umanitá!

Per questo la tristezza che vive ognuno di noi è unica ed irripetibile, come lo è la profondità. Non possiamo quantificare i sentimenti umani. C’è chi appare superficiale pur vedendo le cose in profondità, e chi appare profondo ma rimane in superficie.

Coloro che hanno una certa consapevolezza della qualità dell’esistenza umana orizzontale, trovano molte assurdità che le getta nella tristezza, se non sanno reagire.

Chi invece riesce a ricondurre la sua visuale della vita alla giusta verticalità (nella dimensione spirituale), supera la tendenza umana a chiudersi nella propria tristezza interiore e sa anche vivere con gioia.

A tal proposito Gesù disse:

“Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero” (Matteo 11:25-30).

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

Gesù a suor Maria della Trinità (Colloquio Interiore, n. 372)

 

Vi sono delle anime che respingono le mie parole, che non credono alla mia divinità, ma che si comportano col prossimo come io ho fatto.

Esse appartengono alla mia famiglia; sono i miei quelli che operano come io ho operato.

Vi sono invece delle anime che credono alla mia divinità e a tutte le mie parole che professano di servirmi, ma che non trattano con il prossimo così come io trattavo.

Queste anime mi hanno donato la loro vita, ma non il loro cuore.

Il loro cuore resta chiuso alla gioia.

È per questo che la mia misericordia le colpisce talvolta con grandi pene onde strapparle dagli stretti limiti di cui si accontentano.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

Questo è uno dei tanti messaggi della Regina della Pace a Medjugorje che invitano alla conversione credendo in Gesù:  (25 agosto 2008)

 

“Cari figli, anche oggi vi invito alla conversione personale.

Siate voi a convertirvi e, con la vostra vita, a testimoniare, amare, perdonare e portare la gioia del Risorto in questo mondo in cui mio Figlio è morto e in cui gli uomini non sentono il bisogno di cercarLo e di scoprirLo nella propria vita.

AdorateLo e che la vostra speranza sia speranza per quei cuori che non hanno Gesù.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

Credere in Dio aveva senso una volta ed ha senso anche oggi.Cristo è uguale ieri, oggi e domani.

Noi siamo stati creati per mezzo di Lui ed in vista di Lui.Egli sta continuamente sostenendo tutte le nostre esistenze, anche se non ce ne accorgiamo.

Tutta la creazione attende la liberazione dalla corruzione e dalla morte.Non dobbiamo essere gonfi della nostra scienza e pensare di essere così evoluti da fare a meno di Lui. È un grave errore.

Lui stesso disse: “Senza di me non potete fare nulla”Cristo (il quale è uomo e Dio) ha il potere di prenderci con sè quando Egli decide il momento più adatto.

Attende la nostra conversione. Ci redime se crediamo nel suo perdono e ci destina alla Vita Eterna…dove godremo nella sua gloria la felicità della SS. Trinità…incorruttibili, immortali, sempre nuovi e giovani e non ci saranno più lutti, sofferenze e lacrime.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

2° parte

 

Seconda PARTE

 

 

 

Lorenzo Palumbo, è un artista davvero molto “sensibile”: può affermarlo senza retorica chi lo conosce genuinamente.

Ha dipinto queste tele così cariche di drammaticità, in modo spontaneo.

La sua priorità non è stata quella di comunicare il tradizionale messaggio (in sé anche giusto) affinché i tragici fatti storici relativi ai campi di concentramento del regime nazista non si ripetano più, ma egli ha voluto esprimere il suo profondo dolore interiore attraverso le sue opere che rappresentano questi noti fatti storicamente avvenuti, nei cui protagonisti si è immedesimato.

Sono figure umane ridotte quasi allo stato larvale, ma esprimono l’essenza dell’uomo che ha la forte spinta interiore a  chiedersi i motivi più profondi del dolore, ma anche, paradossalmente, di amare.

Lo sguardo dell’artista è di profonda partecipazione ed il desiderio di capire gli eventi è espresso soprattutto negli arti deformi dei soggetti così straziati, particolarmente nelle dita delle mani e dei piedi, che escono dagli schemi anatomici comuni: esse erompono per esplorare la metafisica del dolore dell’uomo che, nonostante tutta la sua estrema fragilità, ha la necessità di amare l’esistenza per toccarne il senso più intrinseco.

Questo perché Lorenzo è consapevole che molti interrogativi ribollono nella nostra “piccola-grande” mente quando prendiamo coscienza del dolore umano, spesso così intenso e prolungato nel tempo.

Ma non ci sono validi ragionamenti umani che lo giustifichino. Pensiamo ad una ragione fondante, ma ci perdiamo spesso nel mare delle ipotesi piú assurde.

Dolore e male rimangono un mistero apparentemente insolubile, ma su cui si può sempre indagare per comprendere ed amare più profondamente.

Ecco perché Lorenzo, in  queste sue opere, ricupera coraggiosamente l’essenza della vita umana: l’amore, il quale non si dissolve nemmeno di fronte alla tragica disgregazione del mondo che vorrebbe annientarlo: anzi ne esce paradossalmente rinforzato, come si evince soprattutto dall’opera dal titolo provocatorio “L’ultimo bacio”, dove due “umani” si amano anche se all’interno  degli effluvi mortali del gas che esce da una doccia ambigua (dipinta di rosso).

Qui si coglie il vero messaggio di fondo: il vero amore vince sempre e nessuna tragedia potrà davvero estinguerlo.

 

Pier Angelo Piai

 

 

Nota personale

Se ci pensiamo bene ciò ricorda il messaggio della Croce: l’uomo-Dio martoriato e stritolato dall’immenso dolore, sulla croce ha espresso il suo infinito amore per l’umanità…

 

LORENZO PALUMBO, pittore,scultore nasce a Sogliano in provincia di Lecce per poi trasferirsi in Friuli negli anni 70.

Abita a Cividale del Friuli

Dipinge un figurativo surreale, nessun influsso artistico ha deviato l’intimismo della sua arte pittorica.

Divulgatore d’arte espone in Italia ed all’Estero.

Presente a Lugano insieme alle opere di MiIko Bambie Direttore artistico di Art For the Environtmen (associazione internazionale no profit)

 

 

LORENZO PALUMBO: L’UOMO E LA SUA ARTE:

https://www.mondocrea.it/lorenzo-palumbo-luomo-e-la-sua-arte/

 

 

Chi sogna spesso di diventare ricchissimo, pur se consapevole che ciò é solo una chimera, forse non sa che potrebbe divenire qualitativamente molto di più.

Anche se possedesse il mondo intero, ma non ha in sé l’unica cosa che conta, rimane sempre un miserabile: infatti un giorno lascerà tutto, si troverà davanti al suo Creatore per rendergli conto della sua vita.

Si vedrà così come egli é, non per quanto aveva.

Gli verrà chiesto cosa ha davvero amato e quale obiettivo spirituale si era posto…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

Prima di nascere non esistevamo. Il Signore ci ha donato l’esistenza e la coscienza di esistere.

Ha permesso che nascessimo in un contesto cristiano e cattolico.

Abbiamo un’anima immortale che il Signore prenderà con sé se gli siamo fedeli, per goderlo in pienezza per tutta l’eternità.

Abbiamo la possibilità di frequentare giornalmente la Santa Messa e ricevere nel nostro corpo e nella nostra anima immortale il Signore stesso, Amore Onnipotente e Salvatore.

È un grande privilegio poter frequentare l’Eucaristia con fede, perché Gesù Eucaristico è Colui mediante il quale tutto è stato creato ed è davvero Signore di tutto ciò che esiste. È quello stesso Gesù, uomo e Dio, che può creare infiniti altri mondi migliori di questo.

Egli può inoltre arricchire ed impoverire chiunque.

Ha la facoltà di lasciarci nella serenità interiore ma anche quella di metterci alla prova.

Ha la possibilità di custodire la nostra salute o lasciarci nella malattia per motivi che solo Lui conosce.

È lo stesso Gesù che può decidere se lasciarci ancora in questa vita o prenderci anche all’improvviso.

È il nostro vero Salvatore al quale dobbiamo Tutto!

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

Disse Gesù a suor Maria della Trinità:

“Presto passa questa vita. È una grazia che ti lasci ancora vivere quaggiù.
Utilizzala meglio: con l’essere tutta per me, tutta quanta, con il tuo pensiero e ad ogni tuo istante; col lasciare mai lo stato di preghiera e di obbedienza; ascoltandomi meglio”
(Colloquio interiore n.426 p.240)

Gesù è il vero Signore della nostra vita. Egli ha ogni potere su ciascuno di noi perché siamo realmente suoi. Tutto è stato creato per mezzo di Lui ed in vista di Lui per cui senza di Lui nulla esiste.
Gesù, vero uomo e vero Dio, può lasciarci vivere quando vuole o prenderci nei tempi in cui Egli ha stabilito dall’eternità con il Padre e lo Spirito Santo.
Attenzione, quindi, a rifiutarlo o a disprezzarlo: abbiamo a che fare con il nostro vero Signore per tutta l’Eternità! Rifiutando e disprezzando Gesù rifiutiamo e disprezziamo anche il Padre. L’aveva detto: “Chi vede me vede il Padre”. E contristiamo anche lo Spirito Santo che desidera la nostra salvezza.
Quando stiamo per commettere un peccato consapevolmente riflettiamo sul fatto che la Trinità ci sta osservando e spera sempre che si possa vincere la tentazione, per questo fa parlare la coscienza.
Quando superiamo una tentazione con l’aiuto del Signore gli diamo grande gloria perché ci fidiamo di Lui e scegliamo, con il nostro libero arbitrio se stare dalla parte della Verità o della menzogna. Scegliendo liberamente la Verità lo glorifichiamo…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

Con il passaggio nell’aldilà attraverso la morte terrena, non viene estinta la nostra coscienza, anzi la liberazione dell’anima dal corpo la rende ancora più chiara e consapevole.

Non dobbiamo pensare però che cambi completamente la nostra mentalità in modo magico: rimaniamo sempre noi stessi, ma si acutizza la consapevolezza della propria esistenza e della propria visuale del mondo.

Ecco perché si parla anche di purificazione nel Purgatorio: per poter vedere Dio “faccia a faccia” bisogna sinceramente riconciliarsi con Lui e vivere nel perfetto distacco da tutto ciò che allontana dall’Amore puro.

Un atto di Amore puro verso il Creatore può riscattare un’intera vita di peccato. Ciò è evidente nel Vangelo, allorché il buon ladrone chiese a Gesù di ricordarsi di lui quando sarà in Paradiso.

In quel momento si era reso consapevole della sua vita sbagliata e confidava completamente nella misericordia di Dio…

Infatti Gesù, prima di morire, gli disse: “oggi stesso sarai con me in Paradiso”!

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

Puoi lodare Dio in ogni momento offrendogli tutto, anche le tentazioni.

Quando scegli di evitare il male con il suo aiuto, allora lo glorifichi perché gli dimostri di preferirLo ai transitori piaceri della vita. Egli ti dà la possibilità di ricominciare da zero, ma attento perché nessuno conosce il giorno ed il momento della sua venuta: che non capiti all’improvviso come un ladro.

Vigila e sta alla sua presenza con il cuore sincero e puro. Anche se dovesse tormentarti la tentazione combatti da fedele cristiano la tua battaglia chiedendo l’aiuto del Signore e dei suoi Santi e Angeli.

Vedrai che tutto svanirà e prenderai coscienza dell’illusione del peccato.

“E’ meglio un giorno negli atri della casa del Signore che mille altrove, recita il salmo”.

Offri la rinuncia al peccato e più ti costa più glorifichi Dio perché nella libertà scegli Lui.


Non senti la gioia interiore nella preghiera?

E perché vuoi barattarla con un piatto di lenticchie?

Non essere sciocco e scegli sempre il Signore!

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

Se qualcuno riempie le sue giornate cercando ci compiacere solo agli altri spreca inutilmente le sue energie, perché la stima umana è destinata ad evaporare nel nulla, quella di Dio è per l’Eternità.

La storia ce lo insegna…La nostra vita terrena dovrebbe rendere gloria a Dio, non a noi stessi.

Se la nostra vita non gli rende gloria è inutile.

È Lui che ci ha donato l’esistenza ed è Lui che ci sorregge in ogni momento.

Se facciamo ogni cosa per ricavarne gloria ed onore dagli uomini, non siamo in linea con Dio: Gesù pensava solo al Padre e faceva tutto per glorificare il Padre Celeste: pregava, predicava e faceva miracoli in stretta unione col Padre.

Non gli interessava il giudizio malvagio degli scribi e dei farisei, non se la prendeva con loro, ma metteva in guardia contro la loro ipocrisia, perché non cercavano la gloria di Dio, ma la loro.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

L’ Uomo-Dio Gesù nasce in una stalla, sin da infante subisce varie persecuzioni, da adulto gira per la Palestina dichiarando continuamente che noi uomini abbiamo un Padre che ci ama e ci insegna a lodarlo sempre.

E lo dimostra anche con guarigioni e miracoli.

In vita è amato e odiato…

Poi viene preso, terribilmente torturato e muore appeso ad una croce.. ma poi risorge.

Eppure Gesù ha glorificato il Padre in questo modo.

Con questo suo modo di incarnarsi per diventare uno di noi, Egli non ci ha spiegato molto l’essenza del male in sé, ma ci ha suggerito come sconfiggerlo in Lui…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

a cura di https://www.mondocrea.it

 

MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE A JAKOV DEL 25.12.20

“Cari figli,
anche oggi Gesù è qui accanto a voi, anchequando pensate di essere soli e che non ci sia più luce nella vostra vita, Lui è sempre vicino a voi e non si è mai allontanato lasciandovi da soli. 


La luce della sua nascita illumina questo mondo e la vostra vita.


Il suo cuore è sempre aperto per ricevere ogni vostra sofferenza, tentazione, paura e bisogno.

Le sue mani sono protese verso di voi per abbracciarvi come un Padre e dire quanto siete importanti per Lui, quanto vi ama e quanto si prende cura dei suoi figli. 


Figli cari anche i vostri cuori sono altrettanto aperti verso Gesù? 
Avete completamente consegnato la vostra vita nelle Sue mani?
 Avete accettato Gesù come vostro Padre, al quale potete sempre rivolgervi per trovare in Lui conforto e tutto ciò di cui avete bisogno per vivere la fede veritiera?


Perciò, figli miei, abbandonate il vostro cuore a Gesù e lasciate che sia lui a governare le vostre vite, perché solo così accetterete il presente e potrete affrontare il mondo in cui vivete oggi.


Con Gesù, tutta la paura, la sofferenza e il dolore scompaiono perché il vostro cuore accetta la sua volontà e tutto ciò che entra nella vostra vita.


Gesù vi darà la fede per accettare tutto e niente potrà allontanarvi da Lui, perché vi tiene per mano e non permette che ve ne andiate o vi perdete nei momenti difficili perché è diventato il Signore della vostra vita. 


Vi benedico con la mia benedizione materna.”

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

 

 

Il mistero non è ciò che non si può comprendere, ma ciò che non si è mai finito di comprendere. (Sant’Agostino)

La parola “mistero” esige di essere intesa correttamente. Di solito si pensa che il mistero è ciò che non si può comprendere. Si dice: Dio è un mistero, l’eucaristia è un mistero (per celebrare degnamente i santi misteri), il rosario è formato da quindici misteri, ecc.

Ma se Dio mi parla è perché io capisca, se vado a messa ci vado per capire, se recito il rosario è per meditare, capire, assimilare i misteri della vita di Cristo e di sua madre. È curioso o, peggio, sciocco affermare che Dio mi parla, mi rivela la sua vita e che io, già per definizione, non posso capire nulla perché è un mistero. Sant’Agostino ci insegna che il mistero non è ciò che non si può comprendere, ma ciò che non si è mai finito di comprendere. Anche una persona o un brano musicale sono un mistero: non si finisce mai di conoscerli completamente.

Dio ci fa penetrare nel suo mistero inesauribile. La nostra vocazione è diventare ciò che egli è. Bisogna dunque che sappiamo chi egli sia. Il senso della vita è la nostra relazione con Dio, una relazione tale che vivremo eternamente della sua vita.

Tutto nel cristianesimo esiste perché la nostra relazione con Dio sia possibile e vera. Tutto nel cristianesimo (dogmi, morale, sacramenti, preghiera,…) ha come unico scopo di garantire e di autenticare la verità della nostra relazione con Dio. Ma è evidente che, affinché la nostra relazione con Dio sia vera, bisogna sapere chi è l’uomo e chi è Dio. Non è possibile avere una relazione vera con qualcuno che non si conosce.

È il Cristo (colui che si è fatto uomo perché l’uomo diventasse Dio) che ci rivela chi è l’uomo e chi è Dio. In realtà solamente nel mistero del Verbo incarnato trova luce il mistero dell’uomo. Adamo, infatti, il primo uomo, era figura di quello futuro (cfr. Rm 5,14) e cioè di Cristo Signore. Cristo, che è il nuovo Adamo, proprio rivelando il mistero del Padre e del suo amore svela anche pienamente l’uomo all’uomo e gli fa nota la sua altissima vocazione (GS, 22)

 

da “Che cos’è il mistero?” di Lino Pedron (Fede e vita p.4)

 

http://www.scuolacattolicaoggi.org/pu…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI”
(può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
https://www.youtube.com/channel/UCEvGdMNEGZ_XKUM6NG7b0ng?feature=embeds_subscribe_title

 

Dio si è fatto uomo perché l’uomo diventasse Dio. Questo è l’essenziale della fede!

Voi mi domanderete: Ma non è proprio questo il peccato originale, voler diventare Dio? Sì, il peccato originale consiste proprio nella pretesa di diventare Dio senza Dio, contro Dio e con le sole nostre forze.

Ma l’essenziale della nostra fede è diventare Dio con Dio, secondo il progetto di Dio, accogliendo questo inaudito dono di Dio: la nostra divinizzazione. Diventare figli di Dio significa partecipare alla vita stessa di Dio. Un padre non dà ai suoi figli soltanto la vita, ma la propria vita.

Quando diciamo che siamo figli di Dio, diciamo che Dio ci dà la sua stessa vita, ci fa partecipi della sua divinità, cioè che noi siamo divinizzati. È una cosa seria, è una cosa enorme!

Il battesimo ci fa diventare figli di Dio nel senso forte e pieno della parola! Il battezzato è l’uomo che ha ricevuto l’ordine di diventare Dio (s. Basilio). Il Cristo rivela chi è l’uomo e chi è Dio Il senso ultimo dell’esistenza umana è diventare Dio.

Non saremo eternamente Dio come Dio è Dio, non saremo infiniti, assoluti come lui, ma vivremo della sua stessa vita. Da qui la necessità di sapere in cosa consiste questa vita. La cosa ci riguarda direttamente….

Dio non può rivelarci che la nostra vocazione è diventare ciò che egli è senza dirci chi egli sia…

 

 

Testo di Lino Pedron

http://www.scuolacattolicaoggi.org/public/sco/2001/2001%2005/EDITORIALE.pdf

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

Pochi di noi siamo davvero consapevoli che giovani ed anziani, TUTTI, dal punto di vista esistenziale, siamo ancora allo stato “embrionale” – per usare una metafora – perché non abbiamo raggiunto la pienezza dell’essere.
In effetti, cosa sappiamo realmente della vita, del microcosmo,del corpo, della mente, dell’anima, dello spirito e dell’intero Universo? Quasi nulla perché tutti noi balbettiamo di fronte al mistero della vita.
Siamo ancora allo stato embrionale, bimbi ed anziani, perché abbiamo davanti a noi l’Eternità, ma per ora siamo in attesa di diventare uomini e donne nuovi, trasformati, divinizzati in Gesù Cristo, il vero Uomo-Dio.
Se ci pensiamo bene tra i santi ci sono coloro che sono stati presi da bambini, da adolescenti, da adulti e da anziani. ciò significa che ognuno di noi dovrà raggiungere una propria pienezza, secondo la volontà del Signore.
Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier
Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…
a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

Signore, donaci una fede profonda che ci aiuti ad essere interiormente sereno.

Dacci la certezza di essere sostenuti e amati da Te in ogni momento della vita.

Donaci anche la meraviglia e lo stupore per tutto ciò che esiste, ma soprattutto la gratitudine…

Fa’, o Signore che i momenti cupi e gravosi non prevalgano su quelli sereni.

Con la vera fede  donaci anche la certezza che tutto ciò che accade ha un senso, anche se per ora non possiamo comprendere appieno.

Tu, o Gesù, da cui noi cristiani dovremmo prendere l’esempio, eri continuamente fiducioso del Padre nel quale vivevi serenamente abbandonato.

Anche Tu hai provato momenti tristi e deludenti come l’incomprensione, la persecuzione personale, la giusta ira, la compassione e la stessa passione e morte.

Aiutaci a superare con la fede ogni difficoltà della vita e fa’ che crediamo nel tuo immenso amore per ognuno di noi.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

L’individuazione delle fasi della vita dipende da chi le cataloga e dalla sua visione della vita.

Ci sono macro-fasi e micro-fasi.

Le macro-fasi più o meno le conosciamo sia oggettivamente che soggettivamente.

Ci sfuggono, invece, le “micro-fasi” perché ci pensiamo pochissimo..

Per un filosofo, abituato a riflettere sulle micro-fasi ogni istante è una nuova fase perché nessuno è perfettamente uguale all’istante precedente, né fisicamente, né mentalmente. Questo perché lo stato di coscienza di ogni persona varia anche impercettibilmente ad ogni esperienza.

La nostra coscienza vede l’universo in continuo dinamismo che interagisce con essa: muta l’universo e la visione stessa dell’universo.

Ti propongo una mia riflessione di tempo fa:

LA FILOSOFIA DELL’ISTANTE

La filosofia dell’istante può costituire un buon supporto per chiunque si accinge a riflettere e a contemplare il mistero dell’esistenza in rapporto alla Trascendenza per proseguire sulla via più adeguata alla ricerca della Verità.

Si tratta di scrollarsi di dosso tutti i pregiudizi sul tempo che si sono sedimentati nella nostra mente anestetizzata dall’abitudine e dalla superficialità quotidiana.

Sono convinto che questo tipo di riflessioni dovrebbero essere stimolate in noi sin da giovanissimi. Esse, in qualche modo, ci riconducono alla realtà della vita e contribuiscono all’autoconsapevolezza di chi siamo e che cosa stiamo facendo.

Innanzitutto dovremmo distinguere bene che cosa intendiamo per “tempo”, “momento”, “attimo” ed “istante”. In questo caso, pur dovendo utilizzare termini comuni del linguaggio, è importante far emergere la loro connotazione specifica più adatta a questo contesto comunicativo.
 
Il tempo – si dice – è la dimensione nella quale si concepisce e si misura il trascorrere degli eventi ed induce la distinzione tra passato, presente e futuro. Utilizziamo questo concetto per motivi molto pratici come è molto pratica la suddivisione del tempo in secondi, minuti, ore, giorni, settimane, mesi, anni, lustri, decenni, secoli, millenni ecc.

Per Platone Il tempo è l’immagine mobile dell’eternità.

Sant’Agostino affermava del tempo così concepito: “Se non mi chiedono cosa sia il tempo lo so, ma se me lo chiedono non lo so”
Nelle “Confessioni” afferma che il tempo è “distensione dell’animo” ed è riconducibile a una percezione propria del soggetto che, pur vivendo solo nel presente (con l’attenzione), ha coscienza del passato grazie alla memoria e del futuro in virtù dell’attesa

Kant sosteneva che il tempo , assieme allo spazio, è una “forma a priori della sensibilità”

Henri Bergson, nel suo “Saggio sui dati immediati della coscienza” osserva che il tempo della fisica non coincide con quello della coscienza. Il tempo come unità di misura dei fenomeni fisici, infatti, si risolve in una spazializzazione (come ad esempio le lancette dell’orologio) in cui ogni istante è oggettivamente rappresentato e qualitativamente identico a tutti gli altri; il tempo originario, invece, si trova nella nostra coscienza che lo conosce mediante intuizione; esso è soggettivo, e ogni istante risulta qualitativamente diverso da tutti gli altri.

Bergson è il filosofo che ha posto l’accento sul tempo interiore che lui definisce “durata” e che non è possibile quantificare scientificamente.
Noi, prescindendo dal tempo esterno misurabile, percepiamo il suo fluire con la nostra coscienza, la quale si pone sempre in una dimensione trascendentale rispetto ai singoli atomi temporali, per poter cogliere l’unità del tutto.

In effetti si diventa sempre più consapevoli che tutto ciò che è già trascorso può essere richiamato dalla memoria in un atto presente, ma non potrà mai essere rivissuto in modo identico. Il passato non torna più, ed anche se ha fissato le sue tracce nel nostro corpo, nell’ambiente che ci circonda, nella nostra stessa mente modulando la nostra visione della vita, non potrà mai essere riesumato. Concretamente sembra svanito nel nulla.

Per quanto riguarda il futuro qualsiasi coscienza che riflette ammette che esso è solo una proiezione della nostra mente. Noi estrapoliamo dalle esperienze vissute ciò che abbiamo percepito ed immaginiamo un procedere simile davanti a noi. Ma la stessa esperienza ci dice che non rivivremo mai esattamente quello che abbiamo vissuto nel passato, anche perché i nostri stati di coscienza mutano con l’esperienza stessa. Il futuro, dunque, si pone sempre innanzi a noi e quando crediamo di raggiungerlo non è più tale, per cui ci sfugge continuamente.

Come per il passato, comunque, lo immaginiamo sempre con un atto presente.
Ora si tratta di focalizzare il concetto di “presente” perché non è così scontato come a prima vista appare.
Possiamo realmente affermare che il presente nella nostra coscienza è un “momento” se con esso intendiamo una qualsiasi frazione di tempo?

Anche la frazione di tempo è suddivisibile in altre frazioni all’infinito ed al loro interno si potrebbero applicare gli stessi criteri relativi alla classica concezione del tempo suddiviso in passato-presente-futuro.
Sicché quando noi pronunciamo la parola “presente”, ci accorgiamo che essa stessa appartiene già al passato, come è relativa al futuro quando ci accingiamo a pronunciarla.

Cosa possiamo dedurre?
Aveva ragione Kant quando sosteneva che il tempo è una forma a priori della sensibilità?
Il tempo, allora, è un mero accorgimento della nostra mente per collocare le varie fasi della nostra coscienza in evoluzione e quindi non ha consistenza sostanziale.

Ma se il tempo non ha consistenza, allora non ne hanno nemmeno il passato ed il futuro. In questo contesto sorge spontaneo l’interrogativo sul concetto di “istante”, il quale è atemporale e trascendente.  Se è atemporale significa che non può essere supportato dalle categorie temporali comuni e quindi esce dalla logica spazio-temporale.

In questo senso l’istante “trascende” anche le nostre categorie mentali. Esso coincide con quello che denominiamo “eternità”, dimensione non concepibile da una mente umana, ma intuibile attraverso la stessa categoria dell’istante, proprio perché l’eternità non ha come riferimento il passato, il presente od il futuro.

Noi, in un certo senso, dal momento che esistiamo, siamo già nell’eternità, ma non ancora finché ci lasciamo condizionare dalle categorie spazio-temporali della vita terrena.
Ecco perché i mistici, ad esempio, durante certi loro particolari fenomeni soprannaturali sospendono le attività spazio-temporali comuni (mangiare, bere, dormire, sottostare alla gravità, alle leggi bio-chimiche e fisiche) per dar posto ad uno stato esistenziale  che a noi appare regredito: essi sono proiettati nell’eternità perché immersi nell’istante.

Questo tipo di considerazioni potrebbero costituire un piccolo lume anche per intuire la  portata degli eventi relativi al cristianesimo che hanno ai nostri giorni dopo duemila anni circa dalla vita terrena di Gesù Cristo. In questo senso tutto ciò che Egli ha compiuto in parole in opere diventa attuale, se relativizziamo la dimensione spazio-temporale e consideriamo importante la filosofia dell’istante, per cui la sua nascita avviene in noi, così pure la sua passione, morte e resurrezione.

Per questo Gesù disse: “Il Regno dei Cieli  è già in mezzo a voi”. Gli stessi Sacramenti annullano ogni categoria spazio-temporale, specialmente l’Eucaristia in cui Egli si fa corpo-sangue-anima e divinità che ci viene donata per la nostra progressiva divinizzazione nell’istante, come pregustazione dell’Eterno.

In questo modo si intuisce che ciascuno di noi ha già il Regno in sé se si lascia assimilare dall’Eterno.

 

 

 

“Se dunque voi, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro Celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono! “(Lc.11,13)

 

Gesù ci esorta a chiedere per le nostre necessità. Ma ci suggerisce di chiedere soprattutto lo Spirito Santo. Egli sa perfettamente che non sappiamo nemmeno cosa chiedere. Lo Spirito ci suggerisce l’oggetto della nostra domanda : Lui stesso!

Senza lo Spirito l’uomo è dispersivo, superficiale, materiale, animale. Quante volte lo soffochiamo con la cupidigia, l’orgoglio o le preoccupazioni inutili! Egli è realmente il principio unificante, colui che ci fa intuire l’essenza della vita e dell’universo. Però Egli è discreto, delicato, rispettoso : non può abitare in un cuore non predisposto, opaco dai vizi e dalle illusioni.

L’uomo che umilmente lo implora si avvia verso la santificazione, la divinizzazione a cui è destinato.

Lo Spirito dona la calma interiore necessaria ad una seria revisione della nostra vita. Chiediamo troppe cose inutili: Egli ci dona le essenziali.

Bisogna chiedere insistentemente lo Spirito Santo. Le nostre preghiere sono spesso troppo materiali. Il Signore le esaudisce parzialmente perché ci è Padre. Ma le cose terrene passano, quelle celesti sono eterne. Il buon Padre ci vuole eternamente vivi e felici.

E’ per quello che gioisce quando noi chiediamo cose che fanno bene allo spirito. Possiamo chiedere i doni dello Spirito Santo ed è contento di concederceli. Ma se noi chiediamo direttamente lo Spirito, chiediamo il massimo. Chiediamo che si realizzi in pienezza il suo progetto per ognuno di noi

 

PREGHIERA

“Vieni Santo Spirito nei nostri cuori: trasforma il cuore di pietra in cuore di carne. Facci vivere gli eventi comuni della vita in maniera straordinaria.

Non permettere che veniamo distolti da vizi e dalle preoccupazioni. Facci convincere che tutto viene da te, che senza di te tutto è risucchiato nel nulla.

Invadi la nostra anima affinché possiamo riconoscere la tua presenza in noi e nel creato. Donaci uno sguardo puro, che sappia leggere gli eventi personali e sociali alla tua luce. Donaci la semplicità interiore, la castità dell’anima : nel distacco mite da noi stessi facci amare di cuore coloro che ci stanno accanto.

Facci vedere in essi i tuoi figli destinati alla gloria eterna, senza lasciarci ottenebrare da inutili e dannosi pregiudizi.

Invadi la nostra mente affinché, attraverso il tuo intelletto, sappiamo riconoscere la tua presenza creatrice e scompaia da noi ogni paura: paura di esistere, di agire, di morire. Facci accogliere il mistero con stupore e gioia intima, in modo che la possiamo trasmettere anche ai nostri fratelli. Solo la tua luce può farci capire che tutti sono fratelli.

Quando ci allontaniamo da Te con la nostra superficialità, la nostra mente viene oscurata da uno stupido orgoglio, da una devastante presunzione. Aiutaci a non sentirci superiore a nessuno, ad intravedere anche nel più ignorante e brutale degli uomini le immense possibilità che si celano in lui, proprio perchè tu, mite ed umile di cuore, lo vedi così, non per quello che è in quel momento evolutivo, ma per quello che con la tua grazia è in grado di divenire.”

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

 

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvGdMNEGZ_XKUM6NG7b0ng?feature=embeds_subscribe_title a cura di https://www.mondocrea.it

 

Molti credono che la vita sia tutta qui, in questa dimensione orizzontale, ed é per questo che si annoiano e si rattristano. Sono senza speranza.

Ignorano che noi percepiamo un aspetto estremamente superficiale della realtá, perché gran parte di essa sfugge ai nostri sensi.

Nell’ambito materiale ci sono dinamiche molto complesse, che solo un attento osservatore potrebbe rivelare.

Molti altri rinunciano a ricercare perché si spaventano di fronte a qualsiasi fenomeno che richiede intelligenza ed applicazione. Preferiscono vivere da mediocri adattandosi al campo dei loro piú meschini interessi personali.

In questo modo passano la vita senza interessi, stimoli o stupore lasciando scivolare dalla loro mente il mistero dell’esistenza e della Trascendenza.

Personalmente mi piace fare un’analogia: quando ci accingiamo a costruire una casa, quando è terminata togliamo i ponteggi dell’impalcatura esterna ormai inutili ed anti-estetici.

In questo senso la vita terrena è una forma di “auto-creazione”. Giorno dopo giorno, spesso senza accorgecene, noi prepariamo l’Eternità, la quale è la pienezza del nostro essere in Colui che ci ha creati.

Ogni scelta che facciamo ed ogni esperienza  sono una forma di allenamento nella palestra dello spirito. Il punto di riferimento principale, per chi crede, è il modello Gesù Cristo, vero uomo e vero Dio.

Raggiunto il momento in cui il Trascendente ci ritiene pronti, con la morte terrena abbandoniamo l’impalcatura, che è il nostro corpo mortale per entrare nella nuova dimensione immortale in cui non c’è più la corruttibilità ma la gioia della nostra pienezza esistenziale.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

“Lavorate e costruite la pace attraverso il sacramento della confessione”

(La Regina della Pace di Medjugorje il  25.11.20)

La Regina della Pace suggerisce un metodo molto efficace per ottenere la pace interiore: riconciliarsi con Dio attraverso il sacramento della Confessione.

In effetti noi non sappiamo in modo assolutamente certo di essere in grazia di Dio.

Solo Lui lo sa ed è per questo che in noi la coscienza ci richiama e spesso la facciamo tacitare dimenticando che è proprio Dio che ci parla anche attraverso di essa.

Quando abbiamo come priorità il denaro, il potere o i piaceri della vita, queste cose non ci danno la serenità interiore perché l’uomo non è fatto per accumulare cose materiali, ma vivere con Dio per tutta l’eternità, in quanto siamo fatti a sua immagine e somiglianza.

Diceva Gesù: “a che vale conquistare il mondo intero se poi uno perde la sua anima”?

Ricordiamo che l’anima è immortale, mentre le cose di questo mondo passano presto e da un momento all’altro Dio ci può chiamare a sé per rendergli conto dei talenti spirituali che ci ha dato.

Per questo la cosa più importante è la sua grazia che si ottiene nella vera conversione e nel chiedere a Dio perdono delle nostre mancanze col proposito di migliorare col suo aiuto, perché senza di Lui non possiamo fare nulla.

Dio ama coloro che lo cercano col cuore sincero, dice la Sacra Scrittura…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

Per quanto riguarda il “destino” bisogna capire cosa si intende realmente.

Qualcuno pensa che, in base al “destino”, le cose che avvengono siano in qualche modo già scritte e fissate nel libro della nostra esistenza, per cui devono per forza avvenire e non possiamo fare nulla per cambiarle.

Qui, però, si rischia l’arresa di fronte alle difficoltà della vita e si nega velatamente il libero arbitrio.

Chi invece ha una visione più cristiana, sa che Dio è Amore Onnisciente, per cui al suo sguardo è presente l’intera esistenza di ognuno di noi.

Però, in base al libero arbitrio ed alla concatenazione degli eventi, noi abbiamo la possibilità di interagire e di volgere al meglio il nostro pensiero e le azioni conseguenti alla nostra volontà. (Tenendo conto che lo stesso Gesù disse: “Senza di me non potete fare nulla”)

Nella sua amorevole onniscienza, Dio conosce il “futuribile”, cioè “il futuro” che potrebbe realizzarsi date certe circostanze ma che rimane in ambito di possibilità non necessariamente compiuta” (wikipedia).

Questo non significa che siamo privi del “libero arbitrio” e che non possiamo fare nulla per cambiare le cose già fissate.

Il dono del libero arbitrio ci rende ad immagine e somiglianza del Creatore e siamo noi che decidiamo da che parte stare (nel bene o nel male) e come e quando operare. Questo fatto rientra nella pedagogia divina nei nostri confronti affinché possiamo raggiungere la pienezza della nostra persona destinata a diventare “figlio di Dio”.

Ecco perché ritengo pericoloso accettare passivamente questo comune concetto di “destino”, perché rischia di deresponsabilizzarci e portarci all’ignavia.

 

 

 

È vero che Dio si rivela anche nell’armonia del Cosmo, ma siccome Dio è AMORE si occupa anche di ognuno di noi personalmente.

“Non voglio la morte del peccatore, ma che si converta e viva” – dice la Sacra Scrittura.

Per questo Dio è follemente innamorato di ognuno di noi e si interessa delle nostre azioni, anche quella che consideriamo la più insignificante, ma soprattutto gioisce immensamente quando corrispondiamo al suo Amore amando il prossimo e ringraziandoLo per tutto, compreso l’immenso dono della nostra esistenza.

A molti sembra che Dio non intervenga nella loro vita terrena, ma si dimenticano che “in Lui respiriamo e ci muoviamo” e continuiamo ad esistere grazie al suo continuo sostegno. Essendo Amore Onnipotente, potrebbe chiamarci nel momento che Lui vuole, ma sempre per il nostro bene.

Siccome, nel suo infinito amore, ci ha donato il libero arbitrio per essere a sua Immagine e Somiglianza, Egli interviene misteriosamente  nella nostra vita terrena, anche se non riconosciamo i segni che ci dona continuamente negli eventi e nel nostro mondo interiore, affinché il nostro cuore sia orientato verso il bene. Dio ci ama infinitamente perché siamo suoi figli, unici ed irripetibili.

“Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere? Anche se queste donne si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai”. (Isaia 15)

 

Dovremmo essere tutti consapevoli che si esiste per Amore grazie all’opera creatrice del Padre, a quella redentrice del Figlio e a quella amorosa dello Spirito Santo che ci vuole condurre alla pienezza della Verità per diventare veri figli di Dio, a sua immagine e somiglianza. In questo modo si vive interiormente sereni ed in modo dignitoso…Ciò che diventeremo non riusciamo nemmeno ad immaginare, ma è necessario avere fede.

Papa Francesco 9 novembre 2020

Essere saggi e prudenti significa non aspettare l’ultimo momento per corrispondere alla grazia di Dio, ma farlo attivamente da subito, cominciare da adesso.

“Io… sì, poi più avanti mi convertirò…”

– “Convertiti oggi! Cambia vita oggi!”

– “Sì, sì… domani”. E lo stesso dice domani, e così mai arriverà.

Oggi! Se vogliamo essere pronti per l’ultimo incontro con il Signore, dobbiamo sin d’ora cooperare con Lui e compiere azioni buone ispirate al suo amore.

Noi sappiamo che capita, purtroppo, di dimenticare la meta della nostra vita, cioè l’appuntamento definitivo con Dio, smarrendo così il senso dell’attesa e assolutizzando il presente.

Quando uno assolutizza il presente, guarda soltanto il presente, perde il senso dell’attesa, che è tanto bello, e tanto necessario, e anche ci butta fuori dalle contraddizioni del momento.

Questo atteggiamento – quando si perde il senso dell’attesa – preclude ogni prospettiva sull’al di là: si fa tutto come se non si dovesse mai partire per l’altra vita. E allora ci si preoccupa soltanto di possedere, di emergere, di sistemarsi… E sempre di più.

Se ci lasciamo guidare da ciò che ci appare più attraente, da quello che mi piace, dalla ricerca dei nostri interessi, la nostra vita diventa sterile; non accumuliamo alcuna riserva di olio per la nostra lampada, ed essa si spegnerà prima dell’incontro con il Signore.

Dobbiamo vivere l’oggi, ma l’oggi che va verso il domani, verso quell’incontro, l’oggi carico di speranza. Se invece siamo vigilanti e facciamo il bene corrispondendo alla grazia di Dio, possiamo attendere con serenità l’arrivo dello sposo.

Il Signore potrà venire anche mentre dormiamo: questo non ci preoccuperà, perché abbiamo la riserva di olio accumulata con le opere buone di ogni giorno, accumulata con quell’attesa del Signore, che Lui venga il più presto possibile e che venga a portarmi con Lui.

(papa Francesco)

 

 

 

 

 

 

Padre Silvano Moro, frate cappuccino, da più di 20 anni accompagna gruppi di persone alla conoscenza profonda di se stesse utilizzando un metodo particolare, chiamato Co.To.Co. (Connais Ton Coer, Conosci il Tuo Cuore)

Molti partecipanti, alcuni dei quali dotati di notevole preparazione culturale, l’hanno definito un cammino di “nuova evangelizzazione”.

Incoraggiato dalle lusinghiere valutazioni positive, p. Silvano ha pensato di offrire a un pubblico più vasto la conoscenza di questo metodo di scoperta e di lavoro su di sé. Il libro andrà utilizzato, ogni volta che sarà possibile, negli incontri di gruppo, che sono assolutamente necessari perché la condivisione del vissuto è una grande maestra di vita. Tuttavia, chi vorrà, potrà trarre beneficio anche dalla lettura e dall’esercizio personale.

Il testo non si presenta come un corso teorico, ma ha un taglio esperienziale su due piani, umano e cristiano. Sul piano umano la persona, con una serie di domande, viene stimolata a trovare il positivo che la abita da sempre, ma di cui quasi mai ha coscienza.

In un secondo tempo, con altre domande, è invitata ad aprire gli occhi anche sui propri limiti, sui complessi e sui ritardi nella sua crescita psico-spirituale. Alla fine, si forniscono suggerimenti per continuare personalmente il percorso di crescita.

Sul piano cristiano, questo approccio alla conoscenza di sé risulta importante per realizzare un cammino di fede come esperienza di vita, anziché come acquisizione di contenuti teorici di fede da memorizzare. L’impegno di vivere in modo cosciente una parola o una frase-guida di Gesù in tutte le situazioni di vita aiuterà a essere in sintonia con la propria interiorità o cuore profondo, luogo di Dio in noi.

La condivisione nel gruppo delle proprie esperienze di vita e di fede è lasciata alla libertà di ciascun partecipante.

È comunque caldeggiata, perché lo scambio di esperienze, fatto come dono, crea dinamiche milto positive, che, a volte, sfociano in amicizia profonda e in comunione di cuori e di sentimenti.

Il creatore di questo prezioso strumento di conoscenza di sé, p. Bellarmin Fontaine, frate cappuccino francese.

 

 

 

Le père Silvano Moro, frère capucin, accompagne des groupes de personnes à une connaissance approfondie d’eux-mêmes depuis plus de 20 ans en utilisant une méthode particulière, appelée Co.To.Co. (Connais Ton Cœur)

De nombreux participants, dont certains ont une préparation culturelle considérable, l’ont défini comme un chemin de «nouvelle évangélisation».

Encouragé par les évaluations positives, le P. Silvano a décidé d’offrir la connaissance de cette méthode de découverte et de travail sur soi à un public plus large. Le livre sera utilisé, dans la mesure du possible, lors de réunions de groupe, qui sont absolument nécessaires car le partage d’expériences est un grand enseignant de la vie. Cependant, ceux qui le souhaitent peuvent également bénéficier de la lecture et de l’exercice personnel.

Le texte n’est pas présenté comme un cours théorique, mais a une coupe expérientielle à deux niveaux, humain et chrétien. Sur le plan humain, la personne, avec une série de questions, est stimulée à trouver le positif qui l’a toujours habité, mais dont elle n’a presque jamais conscience.

Plus tard, avec d’autres questions, elle est invitée à ouvrir également les yeux sur ses propres limites, complexes et retards dans sa croissance psycho-spirituelle. A la fin, des suggestions sont fournies pour poursuivre personnellement le chemin de la croissance.

Au niveau chrétien, cette approche de la connaissance de soi est importante pour réaliser un chemin de foi comme une expérience de vie, plutôt que comme l’acquisition de contenus théoriques de la foi à mémoriser. L’engagement à vivre consciemment une parole ou une phrase directrice de Jésus dans toutes les situations de la vie aidera à être en harmonie avec sa propre intériorité ou son cœur profond, lieu de Dieu en nous.

Le partage dans le groupe de ses propres expériences de vie et de foi est laissé à la liberté de chaque participant. Cependant, il est encouragé, car l’échange d’expériences, fait comme un cadeau, crée une dynamique très positive qui, parfois, aboutit à une amitié profonde et à la communion des cœurs et des sentiments.

Le créateur de ce précieux outil de connaissance de soi est le P. Bellarmin Fontaine, un frère capucin français.

 

 

 

SCOPRI TE STESSO    

Qualcuno 2000 anni fa ha detto: “A che cosa serve all’uomo guadagnare il mondo intero se poi perde se stesso?”.

E il grande psicologo Erich Fromm ha affermato: “Il compito più importante dell’uomo durante la sua vita è di dare alla luce se stesso”. Si tratta sempre di riprendere il cammino della propria nascita.

Il percorso di conoscenza di sé che presenta questo libretto, è il risultato di 40 anni di lavoro e di ricerca di un cappuccino francese: Bellarmin Fontaine. Lo ha chiamato Co.To.Co., sigla che in francese significa “Connais Ton Cœur”, cioè conosci il tuo cuore.

La concezione dell’uomo che sottostà a questo percorso è una concezione eminentemente positiva che vede il fondo dell’essere umano come bellezza. Sotto il profilo della psicologia, Co.To.Co. si presenta come dipendente dalla psicologia umanista, dalla psicologia dell’Essere in crescita.

Quindi si distingue dalla psicologia terapeutica.

Sotto il profilo della psicopedagogia dipende dalla scuola “Personnalité et Relations Humaines” (P.R.H.), fondata in Francia negli anni ’60 da André Rochais.

Questo percorso è motivato da questa domanda:

dove bisogna agire sulle persone perché la loro crescita si metta in movimento, si acceleri e mettano ordine nella loro vita rendendola più armoniosa?

L’obiettivo unico è la crescita dell’essere umano. L’intenzione dell’autore è di offrire ad ogni uomo e ad ogni donna ciò che deve sapere per diventare pienamente se stesso.

Il metodo di lavoro consiste nell’accoglienza e analisi delle proprie sensazioni a contenuto psicologico, che sono l’espressione di “realtà” psicologiche che vivono in noi, di cui spesso non abbiamo coscienza, ma che di fatto condizionano la vita in positivo o in negativo.

Si tratta di rendere attente le persone a ciò che il loro essere profondo presenta loro come cammino di vita e di crescita.

In questo percorso essendo stato creato in Africa, la struttura della persona umana è paragonata per praticità pedagogica a un villaggio composto di tre quartieri (o zone o livelli).

C’è il quartiere “Sorgenti vive”: il quartiere o zona fondamentale che è una realtà positiva, luogo della bellezza originaria della persona.

Poi c’è il quartiere del corpo e della sensibilità emotiva dove risiedono in genere tutti i nostri problemi psicologici e spirituali.

Infine c’è il quartiere del capo o testa razionale, che ha il compito di conoscere e di agire in armonia con il quartiere sorgenti vive, che è quello che guida la vita. 

Negli incontri di gruppo la condivisione del proprio vissuto è lasciata alla libertà di ognuno. Non è obbligatoria, ma caldeggiata sì, perché ognuno impara dall’altro.

Questo metodo non intende consegnare a un “guru” la personalità del partecipante. Al contrario lo invita a gestire la sua propria formazione e gli fornisce gli elementi per poter fare questo. Anche se questo non esclude la richiesta eventuale di un aiuto chiarificatore da parte di un consigliere.

I 30 incontri sono strutturati così:

Chi volesse fare questo percorso tenga presente che non è fissata nessuna quota per l’iscrizione e per la partecipazione. È offerta libera, secondo le possibilità di ciascuno.

Questo metodo non intende consegnare a un ‘guru’ la personalità del partecipante. Al contrario lo invita a gestire la sua propria formazione fornendogli gli elementi per poter fare questo.

Ogni incontro è composto da una parte psicologica, che si riferisce al vissuto “sentito” e una parte più spirituale che si riferisce al vissuto di fede in cui si dà molta importanza alla Parola di Dio, che, se vissuta, nutre il profondo della persona.

L’incontro termina con dei suggerimenti che invitano a praticare nel quotidiano ciò che si è scoperto su di sé.

Il primo strumento di lavoro sono delle domande poste dall’animatore, che hanno lo scopo di provocare una sensazione a contenuto psicologico, che è da accoglie e da analizzare.

 

 

(Titoli dei capitoli del libro)

CAMMINO DI CRESCITA
  1. Educare il profondo della persona
  2. La struttura della persona
  3. I bisogni essenziali della persona
  4. Le sensazioni: conoscerle per lasciarsi guidare
  5. In dialogo con il cuore profondo
  6. L’importanza delle relazioni vitalizzanti
  7. La sensibilità psico-fisica
  8. La reattività psico-fisica della sensibilità
  9. Comportamenti disfunzionali
  10. L’egocentrismo
  11. Danni dell’egocentrismo e rimedi
  12. L’immagine di sé
  13. La persona umana davanti alla sua razionalità
  14. Crescere in maturità: atteggiamenti e mezzi

 

 

 

Se qualcuno è interessato ad avere il libro “Scopri te stesso” rivolgersi a:

 

Santuario di Castelmonte (Prepotto, UD)

tel. 0432 731094    mail :  santuario@santuariocastelmonte.it

o

fr. Silvano Moro  (Santuario Madonna dell’Olmo – via Santuario 9, CAP 36016 – Thiene – VI)

cell. 327 6525380    mail:  silvano_moro@virgilio.it

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

Molti pensano che “godere la vita” e credere nel cristianesimo mettendo in pratica i consigli evangelici non possono conciliarsi. Ma cosa intendiamo per “godimento”?

Se per molti significa ignorare le regole etiche e morali della stessa religione per “godere” illimitatamente dei piaceri della vita terrena, allora non si sono chiesti quali sono le reali conseguenze etiche e morali di un simile modo di pensare, sia per il singolo che per la collettività.

Se ognuno può fare ciò che vuole, anche a discapito degli altri (ma anche di se stesso), nella convinzione che Dio non esiste, e quindi non esiste nemmeno l’anima immortale (per cui con la morte piombiamo tutti nel nulla), allora dobbiamo trarne delle conseguenze logiche in vista di un’implosione sociale.

L’esperienza ci dice che credere nel Vangelo rafforza la motivazione esistenziale, anzi condisce il pensiero e l’azione dando un significato alla vita stessa.

Questo è il vero “godimento” che aiuta la serenità interiore. Credere nell’esistenza del Dio Padre Creatore, del Figlio Salvatore e dello Spirito rigeneratore è davvero una marcia qualitativamente superiore al nichilismo, perché quest’ultimo conduce facilmente alla demotivazione esistenziale.

In sintesi non bisogna confondere i termini “godere” o “piacere” con il termine “gioire” derivante dalla serenità interiore, la quale è il vero “godimento” che ti fa assaporare la vita in modo sobrio ed essenziale.

E chi è profondamente sereno ha più probabilità di saper amare la natura, il prossimo e Dio stesso.

Non è una cosa da poco…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

È un mistero ogni atomo che pullula ed ogni laboriosa ape su un fiore..

É un mistero una foglia mossa dal vento e lo é anche una goccia che cade dal cielo.

Ogni forma di vita è misteriosa, ed è misterioso ogni angolo dell’Universo così complesso…

Siamo avvolti dal mistero e siamo mistero a noi stessi.

Da dove proviene il nostro essere così misterioso?

Chi genera il senso del mistero é infinitamente piú misterioso di ogni forma di coscienza che lo percepisce…

Non possiamo pretendere di capire perfettamente Colui da cui proviene ogni fonte di mistero…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

“Tutti coloro che si opporranno al disegno di Dio saranno allontanati dal Signore e non troveranno pace in questo mondo e alla fine dei tempi io stesso li accompagnerò al fuoco eterno.” (San Michele Arcangelo a Salvo Valenti)

San Michele Arcangelo appare da un po’ di anni al veggente siciliano Salvo Valenti. Ultimamente ha trasmesso un messaggio molto forte invitandolo, insieme ai suoi sostenitori dell’Armata di Cristo, a recarsi con la croce nelle varie città dell’Occidente dove comandano i capi per ammonirli della loro perversa condotta e per le leggi anti-cristiane che emanano.

La Regina della Pace appare da moltissimi anni in questo periodo di Misericordia. Ora siamo più vicini al tempo della Giustizia e San Michele Arcangelo è colui che ha l’incarico di far rispettare la Giustizia Divina, ed è per questo che ha comunicato a Salvo che il Signore punirà i capi severamente se non si convertiranno e se non smetteranno di emanare leggi inique contro la vita, la famiglia e la fede, causando la scristianizzazione dell’Occidente.

Avverte, inoltre, che chi si opporrà a questo disegno divino, L’Arcangelo stesso lo accompagnerà al fuoco eterno alla fine dei tempi…

Ritorniamo a Cristo, frequentiamo i Sacramenti, sproniamo a scrivere una carta di valori cristiani per il popolo!

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

 

 

 

 

La stupidità comporta una certa mediocrità nel pensiero e nell’azione.

Guardiamoci attorno ed in noi stessi e chiediamoci quando si è mediocri:

Si è mediocri quando non vogliamo soffermarci a riflettere con umiltà anche sugli eventi che riteniamo più banali;

quando non riusciamo ad essere consapevoli della nostra mente e del nostro spirito;

quando si chiude il cuore agli altri;

quando non riusciamo a stupirci dell’esistenza e della vita;

quando blocchiamo la nostra evoluzione spirituale dando la priorità ai falsi piaceri della vita terrena;

quando ci si arrende di fronte alle difficoltà superabili;

quando non si capisce che siamo circondati dal mistero;

quando ci abbattiamo per la nostra mediocrità;

quando si diventa presuntuosi;

quando non si ama e lasciamo che l’apatia intossichi la nostra anima.

 

 

 

Dio ci ha già parlato nella persona di Gesù Cristo con il linguaggio dell’amore: si è incarnato, ha espresso la volontà del Padre, ha patito, è morto e risorto promettendoci la vita eterna se crediamo in Lui.

Ci ha parlato anche con le Sacre Scritture rivelandosi gradualmente.

E ci sta tutt’ora parlando attraverso la Creazione e gli eventi della vita quotidiana.

E parla ancora ad ognuno di noi con la nostra storia, le nostre relazioni quotidiane e i nostri accadimenti.

Si tratta di saperlo ascoltare nell’umiltà del proprio cuore e nella fede.

Se non abbiamo la fede chiediamogliela insistentemente e lo Spirito Santo ci esaudirà.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

“Prima che Abramo fosse io sono”

 

Cosa farei realmente se non credessi in Gesù Cristo? Il mondo, la vita…nulla avrebbe senso. NULLA! Potrei forse provare compassione per coloro che soffrono atrocemente (e tutta la natura fa soffrire spesso atrocemente).

Ma nel mio intimo mancherebbe la speranza e quindi la gioia di vivere. E quando manca l’entusiasmo di vivere tutto gradualmente diventa attorno a noi ostile, monotono, noioso, superfluo.

Nei periodi di vero sconforto a chi potrei ricorrere dal momento che la preghiera diventerebbe completamente inutile? Vivrei completamente immerso nelle tenebre più fitte e più devastanti.

Sensazioni atroci…non voglio nemmeno immaginare!

“Tu solo, o Signore, hai parole di vita eterna!

 

testo tratto dal mio libro “Come ci vedono dall’aldilà” p.81

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

Il paradiso è Lui, non può essere un luogo o una felicità che sia fuori di Lui, e che non sia Lui stesso.

Non può essere uno stato di essere come è la vita presente che può essere vita anche fuori, staccata da Lui quando non viene riconosciuta vita Sua anche questa che viviamo.

Se questa che viviamo potessimo trasformarla in vera vita che è Lui, allora il paradiso lo potremmo avere e possedere anche ora, nel tempo. Ciò può succedere a tratti, come estasi e rapimento, doni che può farci Lui, se vuole.

Rimane sempre però il fatto che solo Lui è la VITA eterna, senza tempo, e perché senza tempo è pienezza di felicità e pienezza di amore tra noi e Lui, o meglio: noi in Lui. Quando avverrà questa transustanziazione per me?

 

 

dal “Diario di un Pellegrino Carnico”

https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

È assurda questa mania del voler ricercare il senso dell’esistenza! È un tormento che si infligge l’uomo d’ oggi.

Il senso sfugge a chi vuole appropriarsene… ed è giusto che sia cosi! La vita ha il senso che le diamo ognuno di noi.

Non siamo fatti ad immagine e somiglianza di Dio? Dio è creatore e si compiace che la sua creatura diventi creatrice del suo universo e scelga liberamente il senso da dargli. Questo è il vero crescere!

Il paradiso ce lo portiamo già dentro e non ce ne accorgiamo… perchè rovinarci l’esistenza cercando un senso fuori di noi?

Che senso ha quel ginepro dalle bacche azzurre? E quel rododendro dal fiore rosso? E questo torrente cosi impetuoso? E quell’esile foglia che pende da quel ramo cosi nodoso? Un colpo di vento e scivola sul suolo… cosa l’aspetta? Dovrà marcire e di lei più nessuno si ricorderà! Tutto ciò che avviene e di ciò che vedi ha un senso solo per te… lo devi solo scoprire.

Ma ti accorgerai ben presto che tutto loda Dio. Cosa credi che sia la vita? È molto più semplice di quello che pensa un artificioso pioniere del senso: essa è tutto qui, è contemplare, lodare, ascoltare le vibrazioni più segrete dell’Assoluto che palpita di amore per ogni creatura. Quando il tuo animo sa stupirsi di questo sta già vivendo, amando, adorando. Dio non vuole di più.

A Lui non importa un’elaborata ed ingegnosa teoria del senso che occupi solo la mente e indurisca il cuore.

No… proprio non sa che farsene di simili artificiosità. Egli che è il Dio di Abramo, Isacco, Giacobbe, è amante della vita e vibra in ogni uomo che lo onora!

 

(dal mio libro “Come ci vedono dall’aldilà, p.163 – parole attribuite a p.Albino Candido, morto proprio il 16 agosto 1992)

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

 

La pena, o castigo, può essere considerata sotto due aspetti.

Primo, sotto l’aspetto di punizione. E come tale, la pena è dovuta solo al peccato (…).

Secondo, una pena può essere considerata come medicina, non solo per guarire dai peccati già commessi, ma per preservare dai peccati futuri, e per spingere al bene.

E sotto quest’aspetto uno può essere castigato anche senza colpa: però non senza una causa. (…)

Poiché i beni spirituali sono i beni supremi, mentre quelli temporali sono tanto piccoli; talora uno viene castigato nei beni temporali senza alcuna colpa, ed è così che Dio infligge molte penalità della vita presente come prove e umiliazioni: nessuno invece viene mai punito nei beni spirituali, sia nel tempo presente che nella vita futura, senza sua colpa; poiché codeste punizioni non sono medicinali, ma accompagnano la dannazione dell’anima»

 

(Summa, IIª-IIae q. 108 a. 4 co).

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

Perché cerchi i miracoli come eventi straordinari per credere nell’esistenza di Dio? In genere consideriamo il miracolo “un fatto che si ritiene dovuto a un intervento soprannaturale, in quanto supera i limiti delle normali prevedibilità dell’accadere o va oltre le possibilità dell’azione umana”.

Soffermati ad osservare con attenzione un semplice prato: chi riesce a crearne uno uguale con tutte le caratteristiche dovute all’azione del sole, dell’acqua, del vento, del suolo ecc? La tua stessa esistenza stessa è un continuo miracolo.

Grazie ai tuoi cinque sensi, osservi, ascolti, gusti, odori, tocchi, pensi, ragioni, lavori, operi, crei cose stupende.Tutta l’umanità è in continuo fermento creativo.

Il fatto è che spesso non lo sai vedere perché il tuo sguardo è coperto dal velo dell’abitudine. Tutto ciò che esiste è davvero sbalorditivo, strepitoso, incredibile. Non può essere considerato “normale”, perché nulla è normale come lo intendiamo noi, ma tutto è davvero straordinario.

Se il tuo sguardo è umile e pieno d’amore, saprai vedere il miracolo ovunque.Gesù disse: “il Regno dei Cieli è già in mezzo a voi”.

Aprendo il proprio cuore ed allargando l’orizzonte mentale hai la possibilità di prenderne consapevolezza e la tua vita potrebbe procedere in un continuo stato di stupore….

 

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvGdMNEGZ_XKUM6NG7b0ng?feature=embeds_subscribe_title a cura di https://www.mondocrea.it

LA MORTE E LA VITA

DIALOGO IMMAGINARIO TRA LA MORTE E IL MORITURO

(M. = la morte, I. = Interlocutore, il morituro)

 

COPIONE TEATRALE:

https://www.mondocrea.it/dialogo-con-la-morte-copione-teatrale/

 

M. E’ l’ora. sono venuta a prenderti.

I. Chi sei? Io non vedo nulla. Queste parole non le odo con le orecchie, è un udito interiore… come mai? Chi sei?

M. Non importa la mia identità. Non sono identificabile. Mi chiamano la morte, ma nessuna sa chi o cosa realmente sono.

I. Aspetta, aspetta! ho molte cose da fare ancora.

M. Lascia stare, non hanno importanza! Io sono venuta proprio a relativizzare ogni cosa che pensi, che desideri e che fai.

I. Ma se non le faccio io, nessuno le farà.

M. Non fare questioni con me. Io devo semplicemente compiere il mio dovere.
Io sono necessaria, lo capirai dopo.

I. Perché adesso?

M. E perché dopo?

I. Perché così ho il tempo di prepararmi.

M. Prepararti in che senso?

I. Faccio l’esame di coscienza, metto a posto alcune cose irrisolte, chiedo perdono alle persone che ho ferito con il mio comportamento e le mie parole, frequento i Sacramenti.

M. E perché non l’hai fatto prima?

I. Non mi aspettavo una tua visita così repentina.

M. Ma tu lo sapevi che io sarei potuta venire all’improvviso, come un ladro…

I. Sì, ho sempre convissuto con il pensiero di una tua venuta anche improvvisa. Ma in fondo al cuore ho spesso proiettato in avanti il tuo momento. La sera, piuttosto, mi sono spesso addormentato sul tuo fianco…

M. Ecco..ti sei addormentato. Ma lo sai che tu hai quasi sempre vissuto da addormentato? Io vengo a raccogliere l’essenziale, ma in te trovo molte fronde inutili..

I. Hai ragione. Lascia che sfrondi tutto e poi vieni a prendermi.

M. Perché non hai sfrondato prima? Io ti ho lasciato tutto questo tempo per raccogliere i frutti di tutto questo sfrondamento…

I. Ma avevo tante cose a cui pensare…

M. Sii sincero. Tu sai bene chi sono… Tutti coloro che mi hanno incontrato mi hanno riconosciuta come la paladina della verità.

I. Sì, è vero, mi sono perso in mille frivolezze, a volte sono mi sono lasciato andare nei piaceri della vita, ho ricercato qualche forma di potere… Ma, alla fine ti ho pensato spesso!

M. Pensare non significa vivere in pienezza. Se il pensiero non si traduce in azione, ha poco valore. Quando arrivo verrà raccolto quello che hai operato, non ciò che hai pensato. Il tuo pensiero è come la corda tesa dell’arco, ma se non miri giusto il bersaglio, lo sforzo si disperderà nel nulla.
Ora tu hai teso la corda, abbandonala…

I. Dopo tanti anni di lotte e tribolazioni tu mi chiedi di abbandonarmi?

M. Sì, perché ritroverai te stesso proprio in quell’abbandono.

I. Ma che senso ha vivere per poi lasciarci andare nell’abbandono?

M. La vita è questa: nell’abbandono sarai un osservatore più attento. Ogni attimo dell’esistenza è una continua alternanza tra me e la vita. Tu non te ne eri mai accorto, ma io sono sempre stata presente in te, sono un po’ come il propellente della vita.

I. Ora perché mi vuoi prendere definitivamente? Perché sei così determinata?

M. Ogni istante della tua vita ha preparato questo. E’ la tua ora, non puoi sfuggire. Come non puoi fare a meno di respirare, non puoi assolutamente fare a meno di morire. Morire è solo l’ultimo atto che sintetizza le miliardi di morti che hanno sostenuto la tua vita. Questo avresti dovuto saperlo.

I. Diventi sempre più incomprensibile. Tu ora vuoi prendermi. Ma cosa prendi se il mio io si dissolve?

M. L’io che ti sei costruito in modo fittizio si dissolve. Mi porto via proprio quello. Le tue illusioni, ciò che hai accumulato materialmente e mentalmente.
Porto via da te ogni forma di orgoglio, ogni brama di successo, le tue passioni terrene, tutto ciò che non è rivestito di immortalità.

I. Cioè… tutto ciò che non ti resiste?

M. In un certo senso, sì. Ma non sono abituata a discutere…. Vengo, prendo e scompaio nel nulla per poi riapparire in altri elementi vitali. Ritorno in qualsiasi momento in cui c’è un palpito di vita. La vita non può fare a meno di me.

I. Ma quando ti sei presa tutto ciò che tu chiami illusorio, cosa rimane di me?

M. L’essenziale

I. Che cos’è l’essenziale?

M. Ciò che io non posso fagocitare.

I. Il nulla? L’essere?

M. Ciò che chiami nulla è la mia essenza. Ma anche la tua. Resta l’immortale.

I. Ti prego… essenziale…immortale… cerca di essere più chiara!

M. Ma allora non hai capito? Il nulla viene assorbito dal nulla, mentre ciò che “è” permane in eterno. In te c’è un principio immortale che io non posso confiscare. Il nulla non può agire sull’essere. Tu sei te stesso nel momento in cui emerge il principio di immortalità che ti fa simile al Dio immortale.
Se tieni desto in te questo principio io non ho alcun potere su di te, ma solo su ciò che supporta il tuo essere terreno, cioè su tutti gli elementi transeunti che sono soggetti al mutamento nel tempo e nello spazio.

I. Ma allora tu, non esisti!

M. Esiste il nulla? Ti rovescio la domanda: non esiste ciò che è? Tu concepisci il nulla come assenza di una presenza. E’ un luogo comune. La tua logica ragiona per contraddizione: è o non è. Va a fondo e ti accorgerai della tua superficialità.

I. Da quando in qua la morte genera la filosofia?

M. Da sempre. Sono proprio io che spingo gli uomini ad interrogarsi sul senso dell’esistenza. Sono io il propulsore della ricerca, del progresso, della scienza, del pensiero, della vita stessa. Persino dell’amore.

I. Dell’amore? Tutte quelle persone che anelano a te persino con il suicidio?

M. Non essere superficiale. Anche il suicidio può essere un’ultima protesta di chi reclama la vita. Il suicida mi carpisce con violenza. Spera di poter porre fine al proprio disagio. Non vivendo autenticamente vorrebbe annullarsi tramite me.
Anche questa è un’illusione. Io non sono un’anestetico, la panacea per i vostri mali. Io agisco, ma non posso essere rappresentata da una mente umana. Tu stesso mi percepisci nella coscienza, ma non puoi vedermi o toccarmi. Non ho colore o sapore. Nel momento stesso in cui agisco scatta la vita…svanisco.

I. Ma allora non ti devo temere: tu vieni, ma non ci sei. Non può agire colui che non c’è.

M. Io agisco nella vita. Come già ho cercato di farti capire la vita e la morte sono talmente intrecciate che non puoi separarle. La distinzione che la tua mente fa è puramente logica e razionale.
In realtà sono solo un intervallo, una fessura, un vuoto incolmabile tra due fasi di vita.

I. Allora sei inconsistente…

M.Sono inconsistente ma necessaria come il tuo respiro. Quando passi dall’inspirazione all’espirazione c’è un istante di cui non ti accorgi, un nulla che prepara l’atto successivo. Così tra un battito cardiaco e l’altro, oppure tra la sistole e la diastole…
Io agisco ovunque nel mondo materiale, nella dimensione spazio-temporale. I miei effetti cessano quando il tuo essere trascende questa dimensione.

I. Allora non ci sarà più il divenire?

M. Dio non è divenire, E’ e basta. L’anima immortale, a somiglianza del Creatore, non potrà divenire perchè &e
grave; quella che si unirà al corpo risuscitato, anch’esso non permeato dal divenire.

I. Quindi tu ci sei perché strettamente correlata al divenire?

M. Io sono solo un’idea, non ho consistenza, te l’ho già detto. Ora che ti parlo agisco nella tua coscienza. Sei tu che mi stai dando oggettività, ma non ho essenza perché albergo nel nulla. Per ciò che diviene sono negli intervalli tra uno stato e l’altro di ogni essenza. Ma non sono esistenza. Tu sai che le essenze sono immerse nell’esistenza, ma concettualmente esistenza ed essenza differiscono.

I. Questo è un passaggio molto oscuro che vorrei capire!

M. Vedo che la filosofia ti attira, nonostante io sia qui pronta per te. Comunque voglio farti un esempio che è molto conosciuto in oriente. Le onde non sono il mare, eppure è il mare che le genera e senza di lui non sussistono. Tu vedi, però, che ogni onda diviene, corre, spumeggia e si dissolve sulla superficie o sulla riva. L’onda non è il mare, fa parte di esso, ma non ha consistenza nel tempo essendo in continuo divenire. Una volta comparsa, muta e sparisce come tutte le altre. Le essenze sono come l’onda, l’esistenza è il mare, fondamento di ogni essenza.

I. Perché conosci tutte queste cose?

M. E’ proprio dal mio nulla che io posso osservare tutto ciò che è vita. Se fossi qualcosa il mio sguardo sarebbe molto più limitato.

I. Ciò significa, allora, che noi possiamo osservare meglio il mondo se ci avviciniamo al nulla?

M. In un certo senso… La tua coscienza è tale perché qualsiasi operazione compia deve negarsi per distinguersi dall’oggetto che prende in considerazione.
Se vuoi percepire quell’armadio non puoi essere armadio, ma devi porti sempre al di fuori. Nella tua mente qualsiasi punto di vista è fuori dall’oggetto.
Ma questi sono ragionamenti che appartengono alla logica umana che opera nella dimensione spazio-temporale. La realtà è ben diversa…

I. Quindi sei sempre stata presente nella mia coscienza?

M. La coscienza è un continuo tentativo di soggettivazione. Neghi l’oggetto per affermare il tuo punto di vista. Io centro nella negazione. Non ti accorgi che per attivare la tua coscienza devi continuamente morire? Più muori e più diventi consapevole.

I. Vuoi dire, allora, che sei necessaria per la mia vita?

M. Indispensabile. Dal momento del tuo concepimento tutto è sotto il mio potere. Tu ti evolvi dopo aver negato l’aspetto precedente. Prendi coscienza quando fai morire lo stato di coscienza precedente. Nella tua dimensione spazio temporale nulla è statico o fisso, tutto si muove e dietro questo movimento ci sono io. Termino il mio mandato quando sarai nella tua pienezza. Allora non avrà senso alcuna evoluzione come la intendi ora. La vita mi avrà completamente sconfitta. Sono un’amica ritenuta nemica.

I. Ma se le cose stanno così perché la gran parte di noi uomini ti teme ?

M. Perché riflettete poco sul vero scopo della vita presente.
Mi si teme quando c’è estrema insicurezza su tutto, quando si ha paura di perdere ciò che si è accumulato. Ma ciò che accumulate è un’illusione. Qualsiasi tipo di accumulazione è vana. Accumulate per espandere il vostro io, inconsapevoli, invece che lo restringete. Accumulate denaro per garantirvi il futuro, accumulate cultura e prestigio per sentirvi superiori agli altri, accumulate ideologie perché pensate che sostengano il vostro io e le vostre vane tradizioni. Arrivo io e vi rendete subito conto di quanto tempo avete sprecato.

I. Qual è il tempo terreno più utile?

M. Il contrario di quello che ti ho detto sull’accumulazione. Il vivere il presente in modo consapevole, senza false proiezioni, nella continua percezione che ogni cosa proviene dall’Assoluto a cui tutto devi riferire. Vivere, insomma, nella pienezza con distacco.

I. Mi sono sempre sforzato, pur nei fallimenti, di osservare me e il mondo con un certo distacco..

M. I tuoi sforzi verranno considerati. Ma chi vive nella pienezza non fa alcuno sforzo, perché esso assorbe molte energie. Accetta certe situazioni inevitabili, ma osserva il mondo con gli occhi di un bimbo. Accetta me e mi ritiene amica perché è cosciente della mia presenza attiva nella vita terrena. Agisce con vera compassione e nel suo distacco ama il prossimo come se stesso in Dio.

I. Se è così… allora non sono ancora pronto!

M. Sono venuta a prenderti in virtù del distacco che ti avevo accennato: devi accettare anche questo evento. Pochissimi sono coloro che sono pronti ad accogliermi. La maggior parte degli uomini avrebbero voluto procrastinare questo momento a causa dei loro attaccamenti terreni. Ma anche l’ultimo momento potrebbe essere determinante, per quello spesso vengo all’improvviso.

I. Vuoi dire che ognuno di noi anche all’ultimo momento potrebbe raggiungere il distacco che non è riuscito ad attuare in una vita terrena?

M. Tu muori come sei vissuto, non illuderti. Ma se Dio ti concede il totale abbandono tra le sue braccia, confidando nella sua infinita misericordia, in un solo momento puoi raggiungere il distacco perfetto, consapevole che è stata tutta un’illusione. Nella vita terrena hai spesso desiderato questo distacco, quindi l’opzione fondamentale era nella direzione giusta.
Nel momento in cui ti prendo definitivamente non ho più alcun potere su di te.

I. Mio Dio! Prendimi… ti offro tutti i miei attaccamenti, le mie fragilità, il mio nulla…

M. Non ti dico addio perché tu andrai a Dio ed io svanirò nel nulla da dove provengo. Non potremo davvero rivederci più. Ora vivrai autenticamente e non avrai più paura di nulla. Non te ne accorgerai nemmeno, è come una piccola puntura di spillo.

I. Mio Dio, perdonami… nelle tue mani rimetto il mio spirito.

 

Pier Angelo Piai

 

COMMENTO SUL TESTO

Il testo del  “Dialogo con la morte”   si presta ad essere preso in seria considerazione da interlocutori di diverse estrazioni culturali e spirituali.

La scelta dei tempi e degli spazi nell’eventuale sceneggiatura teatrale potrebbe avere una funzione simbolica molto pregnante ed attinente al messaggio di fondo.

Lo spettatore attento ha l’opportunità di ricercare un cammino interiore volto a investigare se stesso e il mondo esterno, in una forma di meditazione provocata dalla stessa consapevolezza della funzione  della morte, la quale genera molti conflitti, ma è indispensabile per la relativizzazione del proprio “io” che si forma accumulando vacuità, ma che in sé è fittizio e provoca dolore e sofferenza. La coscienza del protagonista, alla fine dell’insolita ed assurda avventura, assimila come una sorta di feconda “illuminazione”, lascia cadere le illusioni accumulate dal suo egoismo e dal suo orgoglio, abbandona ogni forma di desiderio deviante e si riappacifica con se stessa cercando di assaporare l’istante che coincide con l’eternità…

Procedendo nell’ascolto del dialogo, lo spettatore, avendo l’opportunità di prendere coscienza della propria nullità esistenziale frutto della sua angusta visione della vita, ha la possibilità di formulare mille interrogativi sul proprio modo di essere e di comportarsi, sul suo egoismo e sul proprio vano orgoglio, ma non si dispera: diventa consapevole che ogni istante potrebbe essere il momento decisivo per la propria redenzione. La coscienza della  morte è il suo pungiglione, ma con la Risurrezione essa perde il compito di stimolo esistenziale per guardare “oltre” questa dimensione spazio-temporale, dove troverà la pienezza riconciliandosi con il suo Creatore.

Anche dal punto di vista filosofico, lo spettatore, vi trova diversi spunti di interlocuzione, perché il testo pone molti interrogativi sul senso della vita e della morte, sul loro paradossale intreccio, sul senso del nulla e dell’essere.

La riflessione che la “morte” propone sul senso del divenire, richiama molte questioni suscitate dalla filosofia occidentale, da quella greca sino ai nostri giorni. La differenza ontologica tra l’essere e l’ente è un’antica questione scolastica, ma è ancora attuale quando si affrontano tematiche esistenziali importanti partendo da Cartesio, Kant, Hegel, Nietsche, Heidegger ed Emanuele Severino.

La morte, in questo contesto dialogico induce al ragionamento filosofico che a molti sembra inutile, eppure non possiamo farne a meno. Questo ragionamento che denominiamo “filosofico” ci regala l’illusione di aver raggiunto una certa profondità o altezza di pensiero. Ma esso non dovrebbe essere slegato dalla nostra situazione esistenziale, anche se in effetti nulla è davvero alieno da noi e dalla nostra percezione. Comunque il vaniloquio filosofico ha anche una funzione sociale specifica, nel senso soprattutto dell’arricchimento del linguaggio: esso puntualizza, scava, crea neologismi, analizza la parola, le idee ed i concetti. Un linguaggio arricchito è utile per la comunicazione più adeguata dei propri dinamismi interiori e degli eventi esterni. Non avremmo forse raggiunto questo tipo di progresso, anche se discutibile, senza la filosofia, la quale è il comune denominatore di ogni disciplina umanistica e scientifica.

Il testo, quindi, costituisce una riflessione molto particolare e “sui generis” sul senso della vita e della morte, sulla nostra ristretta visione del mondo, sulla possibilità che ogni uomo ha di ricercare un valido orientamento che lo induca verso la serenità interiore, anche nell’accettazione del dolore purificato dal proprio “io” appesantito dalle illusioni effimere della vita, dal proprio orgoglio, dalla propria cecità interiore.

L’eventuale rappresentazione teatrale dovrebbe contenere molti risvolti e dettagli che gradualmente svelano allo spettatore se stesso, la sua coscienza, il suo vero essere…che non finisce mai di scandagliare.

Diceva Sant’Agostino: “L’uomo è fatto per trovare, ma troverà solo la possibilità di cercare”.

 

Video e cortometraggio realizzati con il testo:

https://www.mondocrea.it/itriflessioni-732/

fb 5 luglio 2020

INCANTO

 

Padre, ti rendo lode! Il Battista è in carcere, in Galilea crescono rifiuto e ostilità, i miracoli a Cafarnao e Betsaida non servono, eppure Gesù benedice il Padre.

Attorno, il vuoto. Via i sapienti, gli scribi, i sacerdoti, e al loro posto ecco malati, vedove, bambini, piccoli. I preferiti di Dio: l’uomo senza qualità accolto nelle qualità di Dio.

Gesù è il primo dei piccoli. Viene come figlio di povera gente, in una stalla. Senza potere, la sua rivoluzione è su una croce.

Grazie perché loro ti hanno capito! Gesù coglie la logica di Dio che parte dagli ultimi della fila, dai bastonati dalla vita, dalle mani che sanno accarezzare.

Non è difficile Dio. Sta al loro fianco in ogni epoca, su tutta la terra. Dio è vicino a ciò che è piccolo e spezzato. Quando noi diciamo perduto, lui dice trovato; se diciamo condannato, lui dice salvato; quando diciamo abbietto, Dio esclama beato! (Bonhoeffer).

Gesù che si stupisce di Dio. Mi incanta la meraviglia che felicemente lo invade mentre le sue parole passano dal lamento alla danza.

Ma non basta: venite, e vi darò ristoro. E’ il conforto del vivere, non una morale migliore. Se le nostre messe, prediche, incontri, non diventano racconti d’amore che consolano fatiche, si riducono a tomba della domanda dell’uomo, a tomba della risposta di Dio.

Gesù parla di “cose rivelate”, che non si possono recintare in una dottrina, che non sono un sistema di pensiero: le cose rivelate sono il segreto del vivere, preceduto dal silenzio, seguito dall’incanto.

E incalza chi gli è vicino: imparate da me mite e umile, così ci sarà riposo per le vostre anime. Casa della vita è l’amore anche piccolo, quello che fa un passo indietro, dove il cuore abita nella pace di chi si fida.

E ancora: prendete il mio giogo dolce, il carico leggero di Dio. Come può il giogo essere per noi, che nell’ultimo secolo abbiamo lottato proprio per eliminarli tutti? Nella Bibbia il giogo è la legge di Mosè, che Gesù riassumerà nel nuovo invito: amatevi, l’antica novità.

L’amore è ossigeno del mondo. Un re leggero, un tiranno amabile che mai ferisce e mai smette di generare, partorire, curare, dare gioia pura. Prendetevi cura di voi stessi e del creato iniziando dai piccoli, le colonne segrete nella storia, le colonne nascoste nel mondo.

Gesù, il senza potere, libero come il vento, leggero come la luce. Uomo regale dallo stupore improvviso, figlio mite che nessuno ha mai comprato, fratello umile di libere vite.

La pace si impara. La mitezza si impara. Da lui. La vita si impara dal cuore stupito di Gesù, puro silenzio incantato.

 

XIV domenica Matteo 11, 25-30

Quello che mi incanta è Gesù che si stupisce del Padre. Una cosa bellissima: il Maestro di Nazaret che è sorpreso da un Dio sempre più fantasioso e inventivo nelle sue trovate, che spiazza tutti, perfino suo Figlio. Cosa è accaduto?

Il vangelo ha appena riferito un periodo di insuccessi, tira una brutta aria: Giovanni è arrestato, Gesù è contestato duramente dai rappresentanti del tempio, i villaggi attorno al lago, dopo la prima ondata di entusiasmo e di miracoli, si sono allontanati.

Ed ecco che, in quell’aria di sconfitta, si apre davanti a Gesù uno squarcio inatteso, un capovolgimento improvviso che lo riempie di gioia: Padre, ti benedico, ti rendo lode, ti ringrazio, perché ti sei rivelato ai piccoli.

Il posto vuoto dei grandi lo riempiono i piccoli: pescatori, poveri, malati, vedove, bambini, pubblicani, i preferiti da Dio. Gesù non se l’aspettava e si stupisce della novità; la meraviglia lo invade e lo senti felice. Scopre l’agire di Dio, come prima sapeva scoprire, nel fondo di ogni persona, angosce e speranze, e per loro sapeva inventare come risposta parole e gesti di vita, quelli che l’amore ci fa chiamare «miracoli».

Hai rivelato queste cose ai piccoli… di quali cose si tratta?

Un piccolo, un bambino capisce subito l’essenziale: se gli vuoi bene o no. In fondo è questo il segreto semplice della vita. Non ce n’è un altro, più profondo.

I piccoli, i peccatori, gli ultimi della fila, le periferie del mondo hanno capito che Gesù è venuto a portare la rivoluzione della tenerezza: voi valete più di molti passeri, ha detto l’altra domenica, voi avete il nido nelle sue mani.

Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro.

Non è difficile Dio: sta al fianco di chi non ce la fa, porta quel pane d’amore di cui ha bisogno ogni cuore umano stanco… E ogni cuore è stanco.

Venite, vi darò ristoro. E non già vi presenterò un nuovo catechismo, regole superiori, ma il conforto del vivere. Due mani su cui appoggiare la vita stanca e riprendere il fiato del coraggio.

Il mio giogo è dolce e il mio peso è leggero: parole che sono musica, buona notizia.

Gesù è venuto a cancellare la vecchia immagine di Dio. Non più un dito accusatore puntato contro di noi, ma due braccia aperte. È venuto a rendere leggera e fresca la religione, a toglierci di dosso pesi e a darci le ali di una fede che libera. Gesù è un liberatore di energie creative e perciò è amato dai piccoli e dagli oppressi della terra.

Imparate da me che sono mite e umile di cuore, cioè imparate dal mio cuore, dal mio modo di amare delicato e indomito. Da lui apprendiamo l’alfabeto della vita; alla scuola del cuore, la sapienza del vivere.

 

Vorrei imparare a benedire di nuovo, ogni giorno.

Ad ogni mattino benedire i piccoli e i bambini,

mettermi alla loro scuola,

imparare dal loro cuore vero.

 

Vorrei imparare a dire grazie,

a dire bene di te e del mondo,

a stupirmi della vita, che mi ha dato tanto:

e che il lamento non prevalga mai sullo stupore.

 

Grazie per le sconfitte che non mi hanno buttato giù,

per i successi che non mi hanno dato alla testa.

 

Grazie per le persone che hai messo accanto a me,

nelle loro mani, nello sguardo, nel sorriso

ho visto il racconto della tua tenerezza.

 

Vorrei imparare dal tuo cuore, Signore,

ad amare nel solo modo possibile,

dolce e forte, umile e fiero:

instancabile nel curare,

nutrire, confortare, dare ristoro,

rimettere in cammino la vita.

 

E ti benedico, Padre, per il tuo figlio Gesù,

pienezza d’umano, stupore di te,

ristoro alla vita e cuore di luce.

Amen.

 

 

 

Il testo del dialogo che forma ed anima il cortometraggio “Dialogo con la morte”   potrebbe prestarsi ad essere preso in seria considerazione da interlocutori di diverse estrazioni culturali e spirituali.

La scelta dei tempi e degli spazi nel filmato ha una funzione simbolica molto pregnante ed attinente al messaggio di fondo.

Gli attori, bravissimi, hanno saputo cogliere il messaggio di fondo con impegno e maestria.

La sceneggiatura e la regia  hanno avuto un ruolo importantissimo e molto efficace.

Ecco alcune tipologie di probabili interlocutori:

Il buddista sincero che lo affronta senza pregiudizi, ad esempio, si ritrova nella ricerca di un cammino interiore volto a investigare se stessi e il mondo esterno, in una forma di meditazione provocata dalla stessa consapevolezza della funzione  della morte, la quale genera molti conflitti, ma è indispensabile per la relativizzazione del proprio “io” che si forma accumulando vacuità, ma che in sé è fittizio e provoca dolore e sofferenza. La coscienza del protagonista, alla fine dell’insolita ed assurda avventura, assimila come una sorta di feconda “illuminazione”, lascia cadere le illusioni accumulate dal suo egoismo e dal suo orgoglio, abbandona ogni forma di desiderio deviante e si riappacifica con se stessa cercando di assaporare l’istante che coincide con l’eternità…

Il cristiano convinto, ascoltando attentamente il dialogo, avendo l’opportunità di prendere coscienza della propria nullità esistenziale frutto della sua angusta visione della vita, ha la possibilità di formulare mille interrogativi sul proprio modo di essere e di comportarsi, sul suo egoismo e sul proprio vano orgoglio, ma non si dispera: diventa consapevole che ogni istante potrebbe essere il momento decisivo per la propria redenzione. La coscienza della  morte è il suo pungiglione, ma con la Risurrezione essa perde il compito di stimolo esistenziale per guardare “oltre” questa dimensione spazio-temporale, dove troverà la pienezza riconciliandosi con il suo Creatore.

Anche molti altri credi religiosi potrebbero benissimo trovare un ottimo interlocutore in questo particolare cortometraggio per la sua robusta ossatura esistenziale, filosofica e spirituale.

Il filosofo vi trova diversi spunti di interlocuzione, perché il cortometraggio pone molti interrogativi sul senso della vita e della morte, sul loro paradossale intreccio, sul senso del nulla e dell’essere.

La riflessione che la “morte” propone sul senso del divenire, richiama molte questioni suscitate dalla filosofia occidentale, da quella greca sino ai nostri giorni. La differenza ontologica tra l’essere e l’ente è un’antica questione scolastica, ma è ancora attuale quando si affrontano tematiche esistenziali importanti partendo da Cartesio, Kant, Hegel, Nietsche, Heidegger ed Emanuele Severino.

La morte, in questo interessante ed originalissimo cortometraggio induce al ragionamento filosofico che a molti sembra inutile, eppure non possiamo farne a meno. Questo ragionamento che denominiamo “filosofico” ci regala l’illusione di aver raggiunto una certa profondità o altezza di pensiero. Ma esso non dovrebbe essere slegato dalla nostra situazione esistenziale, anche se in effetti nulla è davvero alieno da noi e dalla nostra percezione. Comunque il vaniloquio filosofico ha anche una funzione sociale specifica, nel senso soprattutto dell’arricchimento del linguaggio: esso puntualizza, scava, crea neologismi, analizza la parola, le idee ed i concetti. Un linguaggio arricchito è utile per la comunicazione più adeguata dei propri dinamismi interiori e degli eventi esterni. Non avremmo forse raggiunto questo tipo di progresso, anche se discutibile, senza la filosofia, la quale è il comune denominatore di ogni disciplina umanistica e scientifica.

Il cortometraggio, quindi, costituisce una riflessione molto particolare e “sui generis” sul senso della vita e della morte, sulla nostra ristretta visione del mondo, sulla possibilità che ogni uomo ha di ricercare un valido orientamento che lo induca verso la serenità interiore, anche nell’accettazione del dolore purificato dal proprio “io” appesantito dalle illusioni effimere della vita, dal proprio orgoglio, dalla propria cecità interiore.

Lo spettatore che ha colto il messaggio di fondo sarà sicuramente stimolato a rivederlo per cogliere le sfumature che gli sfuggivano precedentemente.

Per questo il filmato può essere ritenuto un autentico piccolo capolavoro: contiene molti risvolti e dettagli che gradualmente svelano allo spettatore se stesso, la sua coscienza, il suo vero essere…che non finisce mai di scandagliare.

Diceva Sant’Agostino: “L’uomo è fatto per trovare, ma troverà solo la possibilità di cercare”.

 

(Una voce dal deserto)

 

ARTICOLO APPARSO SU NUOVE24.com

 

https://www.nuove24.com/cultura/dialogo-con-la-morte-un-piccolo-capolavoro-con-gianluca-magni-e-angelica-loredana-anton-in-prima-visione-su-facebook-e-youtube/?fbclid=IwAR1-lNrXa1BTIvD4etcWXznQGzja3MQ0aKafTNDo9maXHuGQM5T50ntrY0o

 

 

 

 

(dal mio libro “Come ci vedono dall’aldilà” p. 107)

Mi trovo immerso nella natura: sono in uno stato contemplativo, tutto attorno a me assume un insolito significato che prima nemmeno sospettavo. Osservo un’ape che vaga di fiore in fiore, poi un filo d’erba sul quale si arrampica una minuscola formica. Poi osservo una foglia secca dimenticata sul suolo dove poggio i piedi. Sembra tutto insignificante, eppure ha tutto significato!

Ogni cosa, ogni essere vivente, ogni fenomeno, come un semplice refolo, mi richiama l’essere e la sua realtà. Mi percepisco esistente tra altri esistenti. Nulla è completamente morto, tutto ciò che esiste, anche un inerte sassolino, è vita.

Ho coscienza di questa realtà, quindi la vita è in me in sovrabbondanza e man a mano che la mia coscienza sia arricchisce la vita abbonda ancora di più.

Quando centro la coscienza in Colui che me l’ha donata, divento ancora più vitale. Se Dio ritraesse il suo Spirito da me tornerei polvere: è Lui l’asse centrale del Tutto! lo non mi appartengo, eppure quante volte nella mia inconsapevolezza mi credo l’asse dell’Universo…

Ma Dio conosce bene la mia ingenuità ed aspetta con pazienza le fasi della mia evoluzione perchè desidera più di me la mia armonizzazione con il Cosmo.

Egli mi ama molto di più dell ‘amore che ho io per me stesso…infinitamente di più. Lo sento e vorrei contraccambiare…ma ho solo il mio tempo da donargli.

Ora intuisco perchè Egli ama con predilezione coloro che gli offrono il loro tempo e la loro vita consacrandosi a Lui!

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

Donare il proprio tempo a Dio! Quanto poco gliene doniamo/ Mille cose affollano la nostra mente ubriaca perdendo di vista l’unico Bene necessario!

Se gli concediamo qualche minuto al mattino e alla sera crediamo di aver fatto chissà cosa! Egli è talmente semplice ed innocente che si stupisce di questo piccolo dono che gli facciamo e ci è infinitamente riconoscente. Si accontenta anche delle nostre briciole, tanto ci ama!

Ma quale figlio buono pensa di stare accanto al padre che ama solo qualche minuto al giorno?

Devo ripromettermi di dedicare al Signore più tempo possibile senza mai perderlo di vista. Devo pensare a Lui in ogni azione, in ogni gesto, in ogni ragionamento.

“Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente” Devo amarlo semplicemente perchè mi è Padre, perchè mi ha dato la vita, perchè si è offerto in sacrificio per noi peccatori e figli ingrati.

O Santi tutti, aiutatemi, Vergine Maria santissima, tu che durante la tua vita terrena hai amato il Signore nel modo più disinteressato ( Maria è vissuta nella povertà, nell’incertezza continua, nel dolore più lancinante sotto la croce), chiedi allo Spirito che mi doni l’amore che ti ha concesso perchè possa glorificare il Padre per tutta l’eternità!

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

Veramente noi siamo immortali, perché la nostra anima immortale sopravvive alla morte terrena e, volenti o nolenti, ci attende una nuova Dimensione, se abbiamo fiducia nella Divina Misericordia.

Questa vita terrena è solo l’inizio e noi siamo invitati a scegliere da che parte stare: Dio o il Male.

L’ultima nostra decisione è la più importante, perché determina tutta l’Eternità. Però essa è condizionata da come siamo vissuti, perché così come si vive, si muore.

Dovremmo vivere ogni giorno terreno come fosse l’ultimo, proiettandoci nella dimensione che ci attende: il Paradiso, dove tutto sarà più chiaro perché vedremo Dio “faccia a faccia” e la nostra gioia sarà piena per sempre…

 

 

 

In effetti per ogni persona la ricerca interiore è importante, anche se ci sono interlocutori scomodi. Ma non è solo una ricerca “da biblioteca”: essa deve consistere anche in una coscientizzazione progressiva, un’attenzione per comprendere come funziona la propria mente e la società. Chi si impegna ad indagare anche su se stesso scopre molte cose nuove in sé, che poi avvantaggiano anche la società, perché ognuno di noi è in qualche modo il precipitato dell’Universo.

Tutto, in fondo, è percepito dalla nostra mente, la quale ha molti filtri ideologici, culturali, personali, linguistici ecc. Se diamo già tutto per scontato e rimaniamo alla superficie dei luoghi comuni, dove nulla è opinabile, ci sclerotizziamo nella nostra angusta visione della vita e non cresciamo interiormente.

Oggi molti pensano che una volta raggiunto il titolo di studio, non ci sia nient’altro da apprendere, ignorando che tutto è dinamico. In tutti i settori del sapere umano nessuno deve percepire l’esaurimento del conoscibile.

Si deve sempre andare avanti consapevoli che tutti siamo sempre al punto di partenza, perché ci sono infinite cose che non sappiamo.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

 

 

Quando senti che non hai nulla da dire, taci. Prima di compiere un’azione non comune, fermati a pensare alle sue conseguenze. Se è un’azione comune pensa almeno per un attimo se è davvero tale..

Non credere di essere migliore degli altri: c’è sempre qualcuno che sa meglio di te.

Non credere di essere peggiore degli altri: questo potrebbe essere un alibi per non agire…

Prima di criticare pubblicamente un sistema, valuta bene se il tuo modo di vivere è prigioniero dell’ingranaggio di quel sistema…

Se ti stai annoiando, fermati ad osservare in profondità come funziona la tua mente: troverai molti spunti che ti faranno dimenticare la noia.

Se provi invidia per qualcuno, pensa bene a quanti mancano moltissime cose che ora già possiedi…

 

 

Se desideri di essere molto ricco, valuta se riusciresti realmente a sopportare il peso di tante ricchezze. Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

La Sacra Scrittura va letta con la mente ed il cuore aperti allo Spirito Santo, il quale ci dona l’intelligenza e la scienza, se glielo chiediamo.

Non dobbiamo considerare il Libro Sacro come un trattato scientifico, ma come la Rivelazione di Dio Padre e del suo amore verso le sue amate creature.

Per cui non importa la data esatta della Creazione, ma lo Spirito con cui è stata scritta la Bibbia.

Tutto in essa serve per il nostro progresso umano e spirituale. In essa ci sono analogie, similitudini, metafore, esortazioni, racconti, descrizioni, momenti poetici, profezie, preghiere ecc.

Tutto ciò per la nostra edificazione in preparazione alla Vita Eterna.

Essa è stata scritta da molti autori ispirati che vivevano il contesto culturale e linguistico dei loro tempi, per cui non dobbiamo ricercare le corrispondenze scientifiche, ma la Verità spirituale che è sottesa ai loro scritti…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Gv 10,1-10 IV di Pasqua

 

A sera, i pastori erano soliti condurre il loro gregge in un recinto per la notte, un solo recinto serviva per diversi greggi. Al mattino, ciascun pastore gridava il suo richiamo e le sue pecore, riconoscendone la voce, lo seguivano (B. Maggioni).

Su questo sfondo familiare Gesù inserisce l’eccedenza della sua visione, dettagli che sembrano eccessivi e sono invece rivelatori: egli chiama le sue pecore, ciascuna per nome. Quale pastore conosce per nome le centinaia di pecore del suo gregge e le chiama a sé a una a una? Per Gesù le pecore hanno ciascuna un nome, ognuna è unica, irripetibile; vuole te, così come sei, per quello che sei.

E le conduce fuori. Anzi: “le spinge fuori”. Non un Dio dei recinti ma uno che apre spazi più grandi, pastore di libertà e non di paure. Che spinge a un coraggioso viaggio fuori dagli ovili e dai rifugi, alla scoperta di orizzonti nuovi nella fede, nel pensiero, nella vita. Pecore che non possono tornare sui pascoli di ieri, pena la fame, ma “gregge in uscita”, incamminato, che ha fiducia nel pastore e anche nella storia, nera di ladri e di deserti, ma bianca di sentieri e di sorgenti.

Il pastore cammina davanti alle pecore. Non abbiamo un pastore di retroguardie, ma una guida che apre cammini. Non un pastore alle spalle, che grida o agita il bastone, ma uno che precede e convince, con il suo andare tranquillo che la strada è sicura.

Le pecore ascoltano la sua voce. E lo seguono. Basta la voce, non servono ordini, perché si fidano e si affidano. Perché lo seguono? Semplice, per vivere, per non morire. Quello che cammina davanti, che pronuncia il nome profondo di ciascuno, non è un ladro di felicità o di libertà: ognuno entrerà, uscirà e troverà pascolo. Troverà futuro.

Io sono la porta: non un muro, o un vecchio recinto, dove tutto gira e rigira e torna sui suoi giri. Cristo è porta aperta, buco nella rete, passaggio, transito, per cui va e viene la vita di Dio. “Amo le porte aperte che fanno entrare notti e tempeste, polline e spighe. Libere porte che rischiano l’errore e l’amore. Amo le porte aperte di chi invita a varcare la soglia. Strade per tutti noi. Amo le porte aperte di Dio” (Monastero di San Magno).

Sono venuto perché abbiano la vita, in abbondanza. Questa è il vangelo che mi seduce e mi rigenera ogni volta che l’ascolto: lui è qui per la mia vita piena, abbondante, potente, vita ‘cento volte tanto’ come dirà a Pietro.

La prova ultima della bontà della fede cristiana sta nella sua capacità di comunicare vita, umanità piena, futuro; e di creare in noi il desiderio di una vita più grande, vita eterna, di una qualità indistruttibile, dove vivi cose che meritano di non morire mai.

 

p. Ermes Ronchi

 

Fb Gv 10,10

Io sono la tua porta

 

Per me, una delle fra­si più solari del Vangelo, dove poggia la mia fede, che mi rigenera ogni volta che l’ascolto: sono venuto per la vita piena, abbondante, gioiosa. Non quel minimo senza il quale non è vita, ma quella esuberante, eccessiva, che rompe gli argini e tracima, scialo di libertà e coraggio.

La parola “vita” lega tutta la Scrittura; è supplica nei Salmi: fa’ che io viva! Fammi camminare sui campi della vita! Giona si adira con Dio perché, invece di distruggere Ninive, è pastore per i centoventimila della città che non distinguono la destra dalla sinistra. Il primo dei comandamenti è: scegli la vita. Tutta la legge di Mosè introduce a questo: “Hai davanti a te la vita e la morte. Scegli!” E supplica, ti prega: scegli la vita! Vita è tutto ciò che pensiamo per riempire questo suono, è cambiare desiderio e mete, è gioia nelle terre di Dio.

Ancora, la piccola parola “vita” rende inconciliabili il pastore e il ladro. Unica condizione: ascoltare quella voce che chiama le pecore per nome, quel Gesù per cui non c‘è il gregge, ma ciascuno ha un volto.

Il pastore della vita entra nel recinto delle pecore. Lì egli pronuncia il mio nome e la mia verità: maestro capace di accogliere tutti i miei sentimenti. Sulla sua bocca il mio nome dice intimità, e lui mi chiama senza evocare nessun ruolo, autorità, funzione, attributo, riconoscendo il mio solo, puro e autentico io. Senza aggettivi.
Io sono la porta. Non muri o steccati a dividere; Cristo è passaggio, apertura, pasqua, breccia di luce, vita che entra ed esce. Lui è una porta sulla soglia dell’amore leale e sicuro, (chi entra attraverso di me si troverà in salvo); più forte di ogni prigione (potrà entrare e uscire), dove placare la fame e la sete della storia (troverà pascolo).

E le conduce fuori: il Dio degli spazi aperti!

Il pastore bello cammina davanti alle pecore. Non grida, non minaccia per farsi seguire, ma precede sicuro davanti a tutti a prendersi in faccia il sole e il vento! Lui, pieno di futuro, mi rassicura: tu non sei nel vecchio recinto dove si deve solo obbedire, sei nella vita definitiva, eterna, dove Qualcuno provvede manna per quarant’anni di deserto, pane per cinquemila, anfore colme fino all’orlo, acqua che diventa il miglior vino, pelle di primavera per il lebbroso, pietra rotolata per Lazzaro, vaso di nardo profumato a riempire la casa.

Dio non risponde ai miei bisogni essenziali, questo lo faranno altri, lui vuole per me la fioritura di tutto ciò che posso essere.

L’asse attorno alla quale danza il Vangelo è vita piena da parte di Dio, che un verso bellissimo di Giuseppe Centore canta così: “Tu sei per me ciò ch’è la primavera per i fiori!”. Senza te non esisto.

 

p. Ermes Ronchi

 

 

 

 

 

 

 

Breve riflessione tratta dal libro “Come ci vedono dall’aldilà” di Pier Angelo Piai. Ognuno di noi può scoprire lo scopo della sua esistenza chiedendo aiuto allo Spirito Santo.

 

 

Uno scienziato può essere anche credente. Personalmente non capisco perché non dovrebbe esserlo. Anzi, siccome lo scienziato scopre i segreti della materia, si addentra ancora di più nel mistero della vita e dell’esistenza.

Si rende conto che tutto è molto più misterioso di quello che pensava e che si trova ancora a balbettare di fronte alla realtà che si apre ai suoi occhi, una realtà complessa ed armoniosamente strutturata con leggi specifiche.

Teilhard de Chardin aveva predetto che scienza e fede un giorno convergeranno. Un segno interessante relativo a questa convergenza, per esempio, è la Sacra Sindone: essa attira molti studiosi di diverse discipline e tutti potrebbero essere coinvolti. Antropologi, medici, fisici, chimici, teologi, filosofi, storici, geografi, numismatici, sociologi, ecc.

Quando alla fine si scoprirà la reale origine di questo incredibile segno, allora si apriranno gli occhi di molti sulla natura di Gesù Cristo, prototipo della nuova umanità. Sarà la stessa scienza ad aprire le autostrade per la fede.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000 iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Se sei iscritto, qualora lo desiderassi, fai parte della “CONFRATERNITA della COMUNIONE DEI SANTI” beneficiando delle preghiere di tutti i membri.

 

 

Adoriamo e benediciamo il nostro Redentore che patì, morì per noi e fu sepolto, per risorgere a vita immortale.

Cristo Salvatore, che hai voluto vicino alla tua croce e al tuo sepolcro la tua Madre addolorata, fa’ che in mezzo alle sofferenze e alle lotte della vita comunichiamo alla tua passione.

Cristo Signore, che come il chicco di frumento fosti sepolto nella terra per una sovrabbondante messe di vita eterna, fa’ che, morti definitivamente al peccato, viviamo con te per il Padre.

Maestro divino, che nei giorni della sepoltura ti sei nascosto agli occhi di tutti gli uomini, insegnaci ad amare la vita nascosta con te nel mistero del Padre.

Nuovo Adamo, che sei disceso nel regno dei morti per liberare le anime dei giusti prigionieri fin dall’origine del mondo, fa’ che tutti coloro che sono prigionieri del male ascoltino la tua voce e risorgano insieme con te.

Cristo, Figlio di Dio, che mediante il battesimo ci hai uniti misticamente a te nella morte e nella sepoltura, fa’ che, configurati alla tua risurrezione, viviamo una vita nuova.

(dalla liturgia delle lodi)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000 iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Se sei iscritto, qualora lo desiderassi, fai parte della “CONFRATERNITA della COMUNIONE DEI SANTI” beneficiando delle preghiere di tutti i membri.

Chi diffonde il nulla ha una grandissima responsabilità di fronte a Dio ed al prossimo. Stiamo sempre molto attenti alle idee che diffondiamo perché la scienza non può spiegare tutto.

Anche se vivere con fede non è facile, abbiamo il compito di approfondirla. Per chi non vuole vedere, nulla è evidente. Nessuno può essere sicuro che dopo la morte terrena finisca tutto. Durante la nostra vita abbiamo tantissimi segni sull’esistenza di un Dio creatore e dell’anima immortale.

Ma molti non vogliono leggerli perché è più comodo negare un Dio a cui dobbiamo anche rendere conto di quello che facciamo.

Chi diffonde il nulla raccoglierà il nulla anche su questa terra.

 

Durante la vita terrena spesso ci chiediamo il senso profondo del nostro esistere qui ed in questo modo.
Ma non potrà esserci una risposta totalmente soddisfacente perché non siamo in grado di comprenderla appieno, a causa dei limiti relativi al nostro modo di vedere le cose, gli eventi e noi stessi.

Il primo scoglio è dovuto proprio alla domanda stessa che non è formulata come vorremmo: “per quale motivo esistiamo?” Se chiediamo un “motivo” per esistere, significa che non riteniamo sufficiente la vita che stiamo trascorrendo perché la nostra mente ha bisogno di vedere “oltre” le cose che ci appaiono. Non si accontenta di ciò che siamo in questo contesto spazio-temporale.

E nemmeno si accontenta di studiarne le cause prossime e quelle prime. La mente indagatrice ha la necessità di trovare una ragione più che sufficiente, anzi la ragione fondante del Tutto. “Esiste il Tutto” e noi ne facciamo parte.

Siamo esseri pensanti dotati di una certa consapevolezza di esistere, ma ancora non capiamo in che cosa consiste realmente questa dimensione spazio-temporale. Cerchiamo punti di riferimento orizzontali, ma per noi non sono mai sufficienti, perché ne troviamo altri che relativizzano quelli appena scoperti…

Per esempio, sappiamo che la terra gira attorno al sole, il quale corre in un braccio della Via Lattea che si espande continuamente nello spazio in relazione con altri ammassi galattici ecc.. Anche per quanto riguarda il microcosmo, stiamo ancora cercando la vera natura del più minuscolo elemento energetico.

A livello esistenziale la mente ricerca le motivazioni più profonde del nostro “esserci”.

Un giorno, comunque, tutto si schiarirà, allorché vedremo Dio “faccia a faccia”, senza mediazioni, ed allora non ci porremmo più domande di questo tipo, perché la pienezza della Beatitudine si sazierà della nuova dimensione divina e di scoperta in scoperta glorificherà in eterno la SS. Trinità insieme a tutti i redenti ed agli angeli.

 

 

 

 

 

Dio ci ama perché siamo sue creature. Appunto perché ci ama Egli è sempre accanto a noi ed in noi, conoscendoci perfettamente. Conosce anche i nostri pensieri più profondi, quindi ci pensa sempre ed esulta quando noi lo glorifichiamo nell’aver fiducia in Lui…

Attende da noi in ogni momento della nostra vita una risposta d’amore, la quale può essere una preghiera di ringraziamento, una richiesta o una buona azione verso il prossimo.

Se Dio ci ordina di amarLo con tutto il nostro cuore, con tutta la nostra anima e con tutta la nostra mente, significa che Lui in persona lo sta facendo nei nostri confronti. Egli ci osserva benevolmente e gioisce per noi quando corrispondiamo al suo amore e ci fidiamo della sua Divina Misericordia.

Se sapessimo quanto realmente ci ama saremmo sempre gioiosi e interiormente sereni e non avremmo più tanta paura, nemmeno della morte corporale.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI”
(può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

Tutto é sorretto dalla Divina Misericordia. Dal concepimento alla morte corporale, ogni persona usufruisce anche inconsapevolmente di questo immenso Mistero.

Si tratta solo di prenderne consapevolezza per poi far scaturire la personale gratitudine verso il Signore. Ma per questo bisogna chiedere l’aiuto dello Spirito Santo.

La Misericordia Divina opera sempre, anche nelle cose che nemmeno immaginiamo.
Durante la giornata essa é presente in noi anche quando commettiamo delle colpe o ci disinteressiamo del nostro Creatore, trascurando la preghiera.

Essa suscita in noi il pentimento sincero, ma rispetta il nostro libero arbitrio.

Non ci rendiamo conto di quanti pericoli affrontiamo ogni giorno: la nostra vita terrena é davvero un miracolo della Misericordia Divina.

Per questo é necessario riconoscerla ed essere grati in ogni momento al Signore.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

 

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron