Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Pier Angelo Piai (Udine, 19 aprile 1949) è uno scrittore e filosofo italiano.

BIOGRAFIA

Piai ha insegnato sin da giovane (dal 1969) per più di quarant’anni presso alcuni istituti professionali del Friuli. Nel frattempo ha frequentato diversi corsi di filosofia, antropologia culturale, pedagogia, psicologia, linguistica, sociologia ed etica comportamentale, interessandosi anche della fenomenologia correlata al dinamismo bio-energetico.

Il suo primo libro fu LA SPIRALE DELLA VITA, che allora riteneva un po’ la base da cui partire per poter sviluppare le tematiche da affrontare nei prossimi scritti.

Oltre ai numerosi libri cartacei ed articoli online, nel 2001 ha ideato il sito mondocrea (12 milioni di visualizzazionei) ed il canale youtube UNIVERSO INTERIORE piaipier (che tutt’ora sta curando) realizzando quasi 4000 video ed ottenendo 14 milioni di visualizzazioni con circa 35.000 iscritti.

 

 

PENSIERO

Nella sua appassionata ricerca personale l’autore, facendo riferimento alla sua prima opera, LA SPIRALE DELLA VITA – (Una proposta di ricerca sul senso dell’Universo), considera i vari simboli cosmici che ognuno di noi, senza pregiudizi, può riscontrare nella vita quotidiana. Si tratta di una intuizione originale che Piai sta da anni sviluppando ed è presente nelle sue opere, basata sul simbolismo della spirale, per dimostrare che l’uomo ha già inscritto nel suo progetto, fin nel suo patrimonio genetico contenuto nel DNA, la tensione all’auto-creazione verso la libertà ed è destinato ad altre dimensioni che potrà raggiungere attraverso un graduale e faticoso distacco dal suo nucleo di partenza.

Afferma Piai:

“Nessun simbolo cosmico rivela segreti così profondi come la spirale, figura geometrica semplice e contemporaneamente complessa. Dal punto di vista fenomenologico qualsiasi coscienza deve ammettere una incredibile coincidenza: l’Universo è una armonia di spirali. Iniziamo dalla microbiologia: le prime tracce di vita vengono dimostrate dalla presenza del DNA che si rappresenta con un intreccio di spirali, la sua intima struttura molecolare. Nell’ordine del macro-cosmo la nostra galassia non è un’enorme spirale? E così pure le altre galassie non sono altrettante spirali? È per questo che il simbolismo della spirale ci aiuta ad intuire il senso dell’Universo.”

 

PIER ANGELO PIAI SCRITTORE

Pier Angelo da diversi anni si occupa della ricerca sul senso della vita terrena dal punto di vista filosofico, antropologico e teologico e della fenomenologia ad essa correlata.

Scrive per alcuni quotidiani e settimanali italiani e cura il blog www.mondocrea.it.

La sua prima opera  libraria è stata “La Spirale della vita –  Una proposta di ricerca sul senso dell’Universo pubblicata dal Circolo Culturale Giovanile J.F. Kennedy di Remanzacco (Udine), sotto il patrocinio della Provincia di Udine nel 1991. Una copia è stata regalata a sua Santità Giovanni Paolo 2°durante un’udienza speciale. Ripubblicato dalle Edizioni Segno nel 2016

Seguono il racconto “Come ci vedono dall’aldilà – Cronache di un vagabondo veggente (1994, Campanotto editore), il saggio Creati per creare – Una presa  di coscienza della propria dignità di dei (1998, Edizioni Segno), il libro “I racconti di Elia (2003, Edizioni Segno), Il saggio “La paura di pensare”(2004, Edizioni Segno), “Tutta la terra si riverserà su questo monte”(Ed. Segno 2006) “Report sul 21° secolo – John Ethan Titor 2 dal futuro  (Mjm Editore – 2009), il saggio “La paura di esistere” (Mjm Editore – 2012), la raccolta di racconti: “La saggezza nella fragilità” – Il saggio “La forza della fragilità” (edizioni Segno 2015) – il libro “Verso l’Eternità (edizioni Segno 2015) – ed il libro “La stimmatizzata di Udine” (edizioni Segno 2015)    

 

OPERE:

 

COME CI VEDONO DALL’ALDILÀ – Cronache di un vagabondo veggente, Edizioni Campanotto, Pasian di Prato (UD), 1997.

Nel 1992, grazie al Circolo culturale giovanile J.F. Kennedy di Remanzacco, Pier Angelo pubblica il libro “COME CI VEDONO DALL’ALDILÀ (Cronache di un vagabondo veggente), il quale viene presentato ufficialmente da Mario Turello.

Moltissimi sono gli interrogativi principali che affronta in questo racconto Luca Alberti, un vagabondo veggente alla ricerca di una sua identità: Come vivremo il grande trapasso della morte? Cosa ci aspetta nell’aldilà? Come vedono la nostra vita coloro che già  vivono nella nuova dimensione immortale?”
Oltre a comuni amici e conoscenti scomparsi, gli appaiono dall’aldilà  persone illustri come Leopardi, Bodhidharma, E; Drummond, Teilhard de Chardin, Teresa di Lisieux; Angeli e Santi lo aiutano nel suo cammino evolutivo fino al suo prematuro e definitivo trapasso.
Il racconto propone un avvincente viaggio nella dimensione più interiore dell’uomo per aiutarlo a liberarsi dallo smarrimento, dal frastornamento e dalla superficialità a cui sembra condannarlo l’attuale civiltà  consumistica.

CREATI PER CREARE  – Una presa di coscienza sulla propria dignità di “dèi”, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 1998.

Il libro è una riflessione sulla dignità dell’uomo ispirata dalla frase evangelica : “voi siete déi”.

Qui c’é una presa di coscienza sulla propria dignità di dèi”.  Il libro è stato  pubblicato dalle edizioni Segno e presentato a Udine dal prof. Vincenzo Mercante, collaboratore presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Trieste.

Si tratta di un saggio particolare. È tutto al positivo e si snoda in un fiume di ottimismo motivato e profondo, sprizzante fin dalle singole parole del titolo: creare, coscienza, dignità.

Il saggio ruota attorno a tre poli: l’Io, Dio, l’altro; si tratta di realtà che di continuo si intersecano, si condizionano e si esplicano in comportamenti più o meno armonici.

La perfetta riuscita deriverebbe da una equilibrata, conquistata e a volte sofferta fusione dei tre elementi nell’intimo di ogni essere vivente.

E’ stato scritto in cinque anni in un clima di riflessione, meditazione e preghiera. Desidero trasmettere alcune tra le più profonde intuizioni ed esperienze interiori affinché anche il lettore le possa trasmettere agli altri.

E’ sempre stato detto che l’uomo è una creatura. E ciò è vero. Perché si riflette così poco, invece, sul fatto che anche la creatura “uomo” può diventare “creatore” per partecipazione alla potenza creatrice di Dio, visto che è fatto a sua immagine e somiglianza?”

Questo libro è un appassionato tentativo di dimostrare, con valide argomentazioni antropologiche, bibliche e teologiche (ancorate all’humus cattolico), che ogni uomo è un Dio e come tale è anche “creatore”, come lo stesso Cristo ribadiva citando il versetto del salmista; “voi siete dèi”! (cfr.Gv.10,34)

Forse abbiamo puntato troppo sul fatto che siamo “vermi”, nullità, peccatori”. L’eccesso ci può portare ad una falsa umiltà che rischia di inibire il nostro slancio spirituale perché considera solo la nostra fragilità di poveri esseri spazio-temporali schiacciati da dolore, dalla sofferenza, dal peccato e dalla morte.

I RACCONTI DI ELIA,  edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2003.

Si tratta di una serie di racconti sulla saggezza in cui lo stile narrativo di Pier Angelo è immediato perché deriva da un’attenta osservazione del mondo interiore e di quello esterno. I racconti sono il frutto di riflessioni sull’etica ed hanno il compito di sensibilizzare i giovani e gli adulti ad una presa di coscienza della realtà che li circonda per non lasciarsi eccessivamente condizionare dai numerosi pregiudizi o da realtà strumentali della vita quotidiana. Servono anche come stimolo per l’esplorazione e la ricerca interiore. Sono utilissimi anche per la catechesi  e la scuola dei giovani perché costituiscono un’ottima occasione di dibattito, riflessione collettiva e confronto sulla dimensione personale e sociale della vita.

LA PAURA DI PENSARE, edizioni Segno,Tavagnacco (UD),2004.

È un saggio su un atteggiamento comune che si sta diffondendo….

Uno spettro si aggira per il mondo: il pensiero profondo. Oggi abbondano milioni di “spensierati” che non vogliono porsi il problema del senso della vita.

Tutti noi, però, nasciamo per raggiungere un certo grado di libertà, la quale è indissolubile con l’intelletto che va usato nella direzione per cui ci è stato donato: conoscere e amare il Creatore. La conoscenza di Dio richiede anche molta ricerca personale e coraggio.  Lo si può cercare in tanti modi ma prima di tutto è necessario conoscere se stessi.

Chi non desidera approfondire la verità su se stesso e l’esistenza blocca la propria evoluzione e questo comporta dei disagi psicologici notevoli che spesso degenerano in depressione.

TUTTA LA TERRA SI RIVERSERÀ SU QUESTO MONTE, edizioni Segno,Tavagnacco (UD),2006

In questo volume Pier Angelo Piai presenta le apparizioni di Maria, regina degli angeli custodi, alla veggente Paola Albertini di Pederobba.

REPORT SUL 21° SECOLO – Jhon Ethan Titor 2 dal futuro, edizioni MJM di Meda (MI),2009.

Attraverso un fantascientifico viaggio nel tempo,  con questo suo libro, Pier Angelo desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci vantiamo di essere progrediti.

In che cosa consiste la vera evoluzione della specie umana? Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?

Report sul 21° secolo cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono in queste pagine scritte attraverso riflessioni e considerazioni

sul nostro modo di vita quotidiano, sulle nostre abitudini, sulla visione distorta del mondo e della vita che abbiamo acquisito spesso senza nemmeno rendercene conto.

LA PAURA DI ESISTERE, edizioni MJM di Meda (MI), 2012.

In questo libro Pier Angelo Piai prende in considerazione i diversi tipi di disagio esistenziale cercando di dare alcune risposte efficaci su come gestirli.

Di fronte ai disagi della vita quotidiana ed  alle sofferenze fisiche e psicologiche molti reagiscono in diversi modi: chi cerca di non pensarci dandosi ad uno sfrenato attivismo, chi si lascia andare ai piaceri effimeri della vita, chi subisce passivamente gli eventi superficialmente, chi vive nel terrore esistenziale che spesso sfocia anche negli attacchi di panico.

Inconsciamente serpeggia in molti animi la paura della stessa esistenza così carica di incognite e di mistero.

Ma se riflettendo in profondità prendiamo serenamente consapevolezza del significato degli eventi quotidiani che ogni giorno ci coinvolgono, sia dolorosi che gioiosi, ritroviamo una misteriosa Luce che illumina i nostri passi e ci guida verso una comprensione sempre più amplia del senso ultimo della nostra esistenza, la quale non è inutile, ma ha un valore inestimabile per ognuno di noi.

LA FORZA DELLA FRAGILITÀ, edizioni Segno,Tavagnacco (UD),2015.

Nella vita spirituale capitano spesso dei momenti in cui si prende coscienza della nostra fragilità e non si ha coraggio di pregare. Ma il Signore non è venuto per i giusti, è venuto per sanare le nostre anime. Queste semplici preghiere sono state formulate tenendo conto dei vari stati d’animo e delle inclinazioni negative che abbiamo. Nel libro Pier Angelo sostiene che se siamo consapevoli che il Signore guarderà il nostro cuore contrito, siamo anche convinti che Egli esaudirà le suppliche che Gli rivolgiamo  per guarire dai nostri mali spirituali.

VERSO L’ETERNITÀ, – Considerazioni su alcuni messaggi della Regina della Pace di Medjugorje, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2015.

Considerazioni su alcuni messaggi della Regina della Pace di Medjugorje. Dal 1981 la Regina della Pace di Medjugorje ci dona migliaia di messaggi che riassumono ciò che la Chiesa ha sempre predicato. Essi appaiono semplici, ma hanno una logica e nascondono significati molto profondi sulla realtà della nostra vita e sul fine per cui viviamo. Basta solo accostarci senza pregiudizi. Essi sono una grande grazia per tutta l’umanità ed esortano alla preghiera, alla vita sacramentale, al digiuno, all’essenzialità ed alla sobrietà, alla contemplazione, al rispetto e all’amore per Dio e per il prossimo. Per questo motivo ha voluto pubblicare i messaggi che la Madonna trasmette a tutta l’umanità comprendendo un periodo di circa quattro anni. Ogni messaggio è seguito da un commento personale dettato dal desiderio di esprimere quelle vibrazioni spirituali che hanno suscitato in lui un clima di preghiera.

LA STIMMATIZZATA DI UDINE, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2015.

Dopo tanti anni dalla pubblicazione del libro “Nel segno del dolore” (1992) scritto dall’amico don Adriano Menazzi (scomparso da poco), Pier Angelo Piai ha pensato ad una ristampa più sintetica, citando solo alcuni brani del diario di Rina Covre, testimone diretta degli straordinari fatti mistici che avvenivano in Raffaella Lionetti, un’umile donna di origini pugliesi, che ha vissuto gran parte della sua vita a Udine e che ora è sepolta nel cimitero di Cussignacco. C’è anche la versione integrale del’intervista a don Adriano Menazzi, anche lui testimone diretto degli straordinari eventi.

Raffaella sosteneva di avere avuto una missione mondiale. Eppure desiderava essere nascosta. A distanza di tempo si intuisce quale fosse questa missione speciale: la sensibilizzazione delle anime verso l’Eucaristia.

L’ANIMA ESISTE, È IMMORTALE (e ce l’hanno anche i bimbi non nati), edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2015.

L’embrione non è cosa, ma è una persona in divenire. L’uomo è un “io”, non un animale. Un grave errore si sta diffondendo oggi: il materialismo assoluto che vuole convincere con prove scientifiche che l’uomo è semplicemente un animale più evoluto e che l’anima immortale non esiste. La stessa Madonna, apparendo più volte a Medjugorje, ha denunciato il materialismo moderno mettendo in guardia l’umanità: per questo motivo nel 1982 portò fisicamente nell’aldilà i veggenti Viska e Jacov facendo loro vedere l’inferno, il purgatorio ed il paradiso…Viska nota che la gente crede che con la morte finisca tutto. Sostiene che ciò è’ un gravissimo errore: dopo la morte ci aspetta l’eternità.

LA FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2016.

Nonostante i ripetuti appelli del Cielo questa devozione, la fiamma d’amore, ha incontrato enormi ostacoli. Anche per questa ragione la offriamo ai nostri lettori senza commenti, nella sua essenza mistica e teologica, con la speranza di abbattere i muri che l’hanno intralciata, muri sicuramente spirituali, perché con la medesima “viene accecato satana”, che perde così il suo potere … Sta a noi riaccendere la fiamma quasi spenta dall’indifferenza, affinché questo dono giunto a noi tramite un’umile donna ungherese possa aiutare “la Chiesa e tutto il mondo” che “si trovano in grande pericolo”. Nell’anno 1980, poco prima che iniziassero le apparizioni della Madonna a Medjugorje, la mistica Elisabetta annunciava come grandi rimedi il digiuno a pane ed acqua…

LA SPIRALE DELLA VITA e il senso dell’Universo, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2016.

In questa appassionata ricerca personale l’autore considera i vari simboli cosmici che ognuno di noi, senza pregiudizi, può riscontrare nella vita quotidiana. Si tratta di una intuizione basata sul simbolismo della spirale, per dimostrare che l’uomo ha già inscritto nel suo progetto, fin nel suo patrimonio genetico contenuto nel DNA, la tensione all’auto-creazione verso la libertà ed è destinato ad altre dimensioni che potrà raggiungere attraverso un graduale e faticoso distacco dal suo nucleo di partenza. Nessun simbolo cosmico rivela segreti così profondi come la spirale, figura geometrica semplice e contemporaneamente complessa. Dal punto di vista fenomenologico qualsiasi coscienza deve ammettere una incredibile coincidenza: l’Universo è una armonia di spirali. Iniziamo dalla microbiologia: le prime tracce di vita vengono dimostrate dalla presenza del DNA che si rappresenta con un intreccio di spirali, la sua intima struttura molecolare. Nell’ordine del macro-cosmo la nostra galassia non è un’enorme spirale? E così pure le altre galassie non sono altrettante spirali? È per questo che il simbolismo della spirale ci aiuta ad intuire il senso dell’Universo.
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2016.
Il nostro corpo vive grazie ad una serie di interazioni sincroniche determinate da molteplici fattori e leggi bio-fisiche presenti nell’Universo e sulla terra. Si respira, ci si nutre, si beve, si espelle, si ricicla ciò che è già presente nella cosmosfera e nella biosfera. Un solo nostro atomo potrebbe provenire da qualsiasi parte dell’universo ed essere appartenuto ad altre “essenze” presenti non solo su questo pianeta, ma anche in altre realtà cosmiche. Le micro-interazioni possono essere la causa efficiente delle macro-interazioni, come nel caso della valanga che si forma dalla caduta di un semplice sassolino. Queste micro-interazioni non sono da sottovalutare perché ogni più piccolo evento, anche insignificante, ha una ripercussione su tutta la realtà cosmica.
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

 

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICOedizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2017.

Il presente diario è come un ramo teso, gremito di esperienze, osservazioni, pensieri, ricerche personali, che vi si sono deposte e addensate. Con discrezione ho appeso a questo ramo cocci sparsi di cose assai poco clamorose che, nondimeno, hanno steso sulla mia vita uno strato solido e liscio di tempi, sopra cui picchiano e rimbalzano tutte le precedenti esperienze e quelle che sopraggiungono… Sono pensieri, esperienze, confronti, riflessioni che affiorano dall’amicizia con le cose, con la creazione. Penso che all’essere umano, per la riscoperta delle sue più veraci identità, giovi specchiarsi nella purezza delle cose, nella loro innocenza, nella loro lieta umiltà, nella loro povertà incosciente e allegra, nella creazione tutta fasto e misura, tutta spreco e previdenza, tutta segno e simbolo.
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
MARCELLO TOMADINI – Il pittore “fotografo” dei lager, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2017.
Marcello Tomadini nacque a Cividale del Friuli (UD) il 27 aprile 1893. Dedicò tutta la sua vita alla pittura, diventando uno dei più grandi cultori della miniatura italiana. Agli inizi della seconda guerra mondiale fu richiamato alle armi e dopo l’8 settembre 1943 venne imprigionato a Pola e in seguito portato in vari campi di concentramento. Durante questo drammatico periodo cominciò a riprodurre personaggi, fatti o scene della vita del lager. Nacque così un album di disegni che, a guerra finita, fu pubblicato con il titolo “Venti mesi fra i reticolati”. Liberato dagli inglesi nel 1945, rientrò a Cividale, dove si spense il 10 giugno 1979.
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI – nel Colloquio interiore di suor Maria della Trinità, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2018.
Il “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità è ricco di consigli e spunti per il cristiano che desidera intraprendere il cammino spirituale verso l’Eternità. Gesù parla interiormente ad un’umile suora di un monastero delle Clarisse: suor Maria della Trinità, nata ai primi del 1900 in Svizzera. Questo libretto contiene una selezione commentata dei colloqui più significativi.
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
SAN BENEDETTO GIUSEPPE LABRE – Il pellegrino mendicante di Dio, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2019.
San Benedetto Giuseppe Labre era un clochard, giunto dalla Francia nella Roma settecentesca perché innamorato dei pellegrinaggi e dei luoghi sacri. Voleva vivere di sola contemplazione, ma ben presto comprese che il suo monastero era la strada e la sua contemplazione il vivere quotidiano. Nel suo zaino c’erano solo tre cose: il Breviario, l’Imitazione di Cristo e il Rosario. Morì come tutti i clochard, ma lasciò nei romani un segno così profondo che la sua fama di santità si diffuse immediatamente e dopo circa un secolo era già santo. È sepolto nella Chiesa di S. Maria ai Monti.
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
ALDILÀ – DOMANDE E RISPOSTE, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2019.
Cos’è la vita eterna? Com’è il Paradiso dei cattolici? In Paradiso saremo uguali agli angeli? Saremo più intelligenti? Il nostro corpo sarà armonioso? Dall’aldilà i nostri cari defunti ci vedono? Ci sono accanto nella nostra vita terrena? Nell’aldilà ritroveremo anche gli animali? … Sono solo alcune delle tante domande a cui questo libro dà una risposta.
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
CARLO ACUTIS, il moderno apostolo dell’Eucaristia, edizioni Segno,Tavagnacco (UD), 2020.

Il giovane Carlo Acutis, morto a soli 15 anni a causa di una leucemia fulminante, ha lasciato una luminosa testimonianza di vita cristiana, vissuta in modo eroico e alimentata da un grande amore per il Signore e dalla devozione filiale verso la Santissima Vergine Maria. L’intensa esperienza eucaristica di Carlo e la sua profonda devozione alla Madonna si coniugano in modo armonioso con la modernità e l’attualità che riflette la sua vita, facendo di lui un esempio per tutti i giovani. Dichiarato venerabile nel 2018 e beatificato nel 2020, viene da molti indicato come possibile futuro patrono di internet per il fatto che tra le sue passioni c’era l’informatica, della quale si serviva per testimoniare la fede attraverso il web.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

IL MISTERO MEDJUGORJE IN PUNTI QUATTRO

 

Il più importante film-documentario storico su Medjugorje degli anni ’80, capolavoro diretto dal regista Marcello De Stefano.

Per la completa trattazione delle apparizioni della Madonna a Medjugorje – ogni giorno da anni – ci si è avvalsi anche di varie riprese di pellegrini. Le riprese fondamentali sono state effettuate da Francesco Zillio e Pier Angelo Piai (il sottoscritto).

Interventi di p, Jozo, René Laurentin, il vescovo P. Zanic, padre Tomislav Vladic, i veggenti di Medjugorje (intervistati ancora ragazzi), padre Gianni Sgreva, padre Slavko, dott. Luigi Farina, dott.Luca Poli, dott.Luigi Frigerio.

 

Il mistero Medjugorje in punti quattro , è – con i suoi quattro film – un’accurata analisi dei fatti accaduti nel paesino slavo, fin dal 24 giugno del 1981, quando sei adolescenti, poi chiamati veggenti, “ebbero” o “avrebbero avuto” per la prima volta l’apparizione della Madonna. L’esposizione, nella sua serietà, implica come partenza il discorso scientifico – gli esperimenti scientifici sui veggenti di Medjugorje – come doverosa introduzione razionale ai fenomeni “paranormali – religiosi” ivi avvenuti, e tuttora in corso, registrati nella tetralogia filmica. Le musiche originali sono state composte e registrate da Raul Lovisoni.

 

IL MISTERO MEDJUGORJE IN PUNTI QUATTRO (un mio parere)

Non è il solito filmetto improvvisato e realizzato in poche ore, come se ne trovano tanti nel web.
Essendo stato coinvolto personalmente nella realizzazione dei 4 filmati (con la presenza in essi di molte riprese effettuate da me), posso affermare con sicurezza che esso costituisce un vero “capolavoro”, notevole per la sua acutezza e sobrietà ed ha richiesto ingegno, tempo, denaro e fatica.
Marcello De Stefano, regista e noto intellettuale friulano, aveva studiato a fondo i fatti relativi alle apparizioni mariane sin dal 1982, recandosi sovente sul posto, insieme al sottoscritto, intervistando con professionalità i veggenti, i frati della parrocchia, gli scienziati e molti testimoni dei fatti. Ha anche raccolto molto materiale selezionandolo accuratamente, contenente fenomeni particolari inspiegabili scientificamente, testimonianze di guarigioni e prodigi. Il tutto è inserito in una cornice storica,filosofica, teologica e scientifica ben strutturata la quale fa riflettere a fondo e suscita molti interrogativi in chi lo vede con impegno.

 

PRIMO VIDEO : MEDJUGORJE PUNTO UNO

PARTE PRIMA : il vescovo di Mosar e i veggenti: chiarificazioni necessarie

PARTE SECONDA: I VEGGENTI E LA SCIENZA: PSICOLOGIA, PSICHIATRIA FONDAMENTALMENTE

PARTE TERZA: I VEGGENTI E LA SCIENZA: NEUROFISIOLOGIA, NEUROLOGIA FONDAMENTALMENTE

 

 

SECONDO VIDEO : MEDJUGORJE PUNTO DUE

PRIMA PARTE . LOURDES, FATIMA: I PRECEDENTI?

SECONDA PARTE : FONDAMENTI TEOLOGICI

TERZA PARTE : IL PAPA

 

 

TERZO VIDEO :  MEDJUGORJE PUNTO TRE

I MIRACOLI MATERIALI E SPIRITUALI

 

 

QUARTO VIDEO :  MEDJUGORJE PUNTO QUATTRO

I SEGNI

 

 

 

Testi di Pier Angelo Piai

disegni di Perla Paik

 

 

 

Questo elegante libro intende trasmettere al lettore l’entusiasmo per i grandi misteri della vita cristiana, che spesso vengono poco considerati. Ogni dipinto, opera dell’artista coreana Perla Paik abitante a Trieste, è accompagnato da una riflessione, una poesia o una preghiera dello scrittore cividalese Pier Angelo Piai, scaturite dalla meraviglia per le opere del Creatore e fa sorgere spontanea la lode di riconoscenza. I dipinti in sé contengono volti della Vergine Maria e di Gesù molto espressivi, i quali irradiano amore per l’intera umanità. In molti c’è la presenza dello Spirito Santo sotto forma di una colomba luminosa che induce davvero alla meditazione e alla preghiera interiore. Il connubio tra i disegni di Perla Paik e gli scritti di Pier Angelo Piai è singolare e fecondo, perché generati in un clima di tranquilla contemplazione delle meraviglie di Dio.

 

I testi dei 50 brani presenti nel libro “Il respiro dell’anima innamorata” affrontano diverse tematiche relative alla nostra sfera interiore, da quella psicologica a quello dello spirito. Ciò che più viene sottolineato dall’autore Pier Angelo Piai è la dignità di ogni persona fatta ad immagine e somiglianza di Dio, dignità che spesso viene dimenticata dal pensiero dominante legato al consumismo, per cui ognuno vale non per quello che è, ma per quello che sa fare o per il suo rango sociale ed economico.

Ecco perché ci sono titoli di brani come “La cecità interiore”, “Ognuno è se stesso”, “Il pubblicano ci insegna ad essere umili”, “Quando siamo realmente noi stessi” ecc.
C’è anche spazio per il mistero dell’esistenza e molti brani mettono in evidenza lo stupore dell’anima che si appresta a contemplarlo (“L’anima esiste ed è immortale”, L’Universo e l’uomo”, “La dimensione orizzontale e quella verticale”, “L’altro aspetto della morte”, “La trasfigurazione della nostra vita quotidiana”, ecc.

Altri argomenti affrontati da Piai in questo libro sono relativi alla gioia di scoprire quanto siamo amati da Dio stesso in Gesù, figura di riferimento importantissima per la nostra crescita interiore e spirituale, come nei brani intitolati “Anche Gesù è stato adolescente” “Gesù e la Trinità”, “Gesù è sempre pronto a salvarci, se lo vogliamo”, “Solo amando tocchiamo il Signore”, “Il Signore ci ama così come siamo”, “Gesù si dona sempre”, Gesù ti ama”, “Cristo Re”.

Naturalmente Maria ha sempre un posto di primo piano in alcune riflessioni, proprio perché essendo la madre di Gesù è anche la madre di tutti noi, per questo motivo ci sono brani che trattano della sua figura in relazione a tutti noi, suoi figli. ( “Maria ha vissuto il paradiso interiore”, “Figlia del tuo Figlio”, “”Maria addolorata, rifugio dei peccatori”, “Maria rappresenta l’umanità integrata”, “Maria modello di purezza ed umiltà”, “Maria Assunta”, “La Regina della Pace e la pace interiore” ecc.

Anche i santi hanno un ruolo importante per la vita di ciascuno di noi peoeio in virtù della “Comunione dei Santi”ed in questo libro Piai lo evidenzia in diversi capitoli quali “I santi sono uomini integrali” “San Giuseppe, l’uomo giusto”, “Santa Teresa di Lisieux”, “Sant’Antonio da Padova” “A San Padre Pio” “Ella ha molto amato (Santa Maddalena)” “Carlo Acutis, un adolescente esemplare”, “I santi”. C’è anche un brano dedicato all’angelo custode ed al suo ruolo di protettore nella nostra vita terrena.

Nel libro sono presenti anche poesie in endecasillabi distribuiti in quartine a rime alternate, come nelle sezioni dedicate ai santi.

Ogni brano od argomento, quindi, accompagna un significativo disegno di Perla Paik perché è spesso quello che ha ispirato l’autore dei testi.
Il titolo del libro “Il respiro dell’anima innamorata” indica il clima in cui è stato scritto: preghiera, meditazione e contemplazione per le realtà materiali che ci circondano a cui viene dato un senso da quelle spirituali e trascendenti. Solo un’anima innamorata di Dio è attenta ai tesori nascosti della realtà spirituale che Dio stesso svela a chi lo cerca con cuore sincero. Per questo motivo Gesù stesso afferma che ” ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche”. (Mt.13,53)

 

Pier Angelo Piai è un ex-insegnante e scrittore friulano. Da diversi anni si occupa della ricerca sul senso della vita terrena dal punto di vista filosofico, antropologico e teologico e della fenomenologia ad essa correlata.
Scrive per alcuni quotidiani e settimanali italiani e cura il blog www.mondocrea.it.
La sua prima opera libraria è stata “La Spirale della vita – Una proposta di ricerca sul senso dell’Universo pubblicata dal Circolo Culturale Giovanile J.F. Kennedy di Remanzacco (Udine), sotto il patrocinio della Provincia di Udine nel 1991.
Seguono il racconto “Come ci vedono dall’aldilà – Cronache di un vagabondo veggente (1994, Campanotto editore), il saggio Creati per creare – Una presa di coscienza della propria dignità di dei (1998, Edizioni Segno), il libro “I racconti di Elia (2003, Edizioni Segno), Il saggio “La paura di pensare”(2004, Edizioni Segno), “Tutta la terra si riverserà su questo monte”(Ed. Segno 2006) “Report sul 21° secolo – John Ethan Titor 2 dal futuro (Mjm Editore – 2009), il saggio “La paura di esistere” (Mjm Editore – 2012), la raccolta di racconti: “La saggezza nella fragilità” – Il saggio “La forza della fragilità” (edizioni Segno 2015) – i libro “Verso l’Eternità (edizioni Segno 2015) – La stigmatizzata di Udine (edizioni Segno 2015) “L’anima esiste, è immortale e ce l’hanno anche i bimbi non nati” (edizioni Segno 2015), ed altre dell’Editore Segno: “La fiamma d’amore del Cuore Immacolato di Maria” – “Guarire la mente per guarire il corpo” – “La Spirale della vita” – “Concetta Bertoli”

 

~

 

Perla Paik proviene da una famiglia coreana buddista e da tanti anni soggiorna a Trieste. È convinta della sua fede cristiana, legge spesso la Sacra Scrittura dalla quale trae ispirazione per dipingere i suoi ritratti. In genere la sua arte sacra consiste nel dipingere volti angelici o mariani, ma anche di santi e di Cristo stesso dal quale – ella sostiene – trova contini forza e consolazione per il suo non facile cammino spirituale. Tempo fa conobbe a Trieste lo scrittore Pier Angelo Piai a cui mostrò alcune sue opere. Nacque una spontanea forma di collaborazione per realizzare il creativo connubio tra i disegni ed i testi.

Ecco, perché il libro è stato così introdotto:

Un bel giorno di primavera del 2016, mia moglie ed io decidemmo di recarci a Miramare di Trieste. Ad un certo punto, prima del parco, incontrammo una elegante signora con il viso dai tratti orientali che indossava un vestito variopinto ed un particolare cappellino, la quale, in quel contesto, ci faceva ricordare un quadro impressionista. Incuriositi, ci avvicinammo per chiederle di poter scattare insieme una fotografia.
Dopo alcuni minuti ella ci mostrò attraverso il suo smartphone alcuni suoi disegni effettuati con diverse tecniche dal contenuto altamente spirituale e ci rivelò il suo nome: Perla Paik, originaria dalla Corea. I suoi dipinti, degni di un’artista sensibile ed esperta, stimolavano in noi alcune riflessioni sull’azione dello Spirito Santo e così facemmo amicizia, mettendoci d’accordo di tenerci in contatto attraverso internet. Perla continuava ad inviarci i suoi bellissimi disegni da cui scaturirono alcune nostre riflessioni che trascrivevamo gradualmente.
È nato questo libretto che intende trasmettere al lettore l’entusiasmo per i grandi misteri della vita cristiana, che spesso vengono poco considerati. Anche Perla è convinta che il tutto sia opera dello Spirito Santo, perché sostiene che la nostra amicizia stimola in lei la creatività, il progresso spirituale, l’amore per Dio ed il prossimo, ed una speciale venerazione per la Vergine Maria. Ogni dipinto di questo libretto, quindi, contiene una riflessione, una poesia od una preghiera scaturiti dalla meraviglia per le opere del Creatore e fa sorgere spontanea la lode di riconoscenza.
I dipinti in sé contengono volti della Vergine Maria e di Gesù molto espressivi, i quali irradiano amore per l’intera umanità. In molti c’è la presenza dello Spirito Santo sotto forma di una colomba luminosa che induce davvero alla meditazione ed alla preghiera interiore. Il connubio tra i disegni e gli scritti è singolare e fecondo, perché generati in un clima di tranquilla contemplazione delle meraviglie di Dio.

 

RECENSIONE DI SILVIO BRACHETTA APPARSA SUL SETTIMANALE TRIESTINO “VITA NUOVA”  IL 13 OTTOBRE 2017:

Nel “Respiro dell’anima inamorata” riflessioni, poesie e icone religiose

TRASMETTERE AL LETTORE L’ENTUSIASMO PER I GRANDI MISTERI DELLA VITA CRISTIANA

 

Entrambi veterani, nella galassia multiforme dell’inculturazione della fede.

Entrambi impegnati, da anni, nell’attività quotidiana di servizio alla testimonianza cristiana. Ed eccoli, i due autori, ora accomunati nella pubblicazione di quest’ultima loro fatica, per «trasmettere al lettore l’entusiasmo per i grandi misteri della vita cristiana». Si tratta di un libro di brevi riflessioni e poesie, corredate da tavole iconografiche a soggetto religioso.

Il friulano Pier Angelo Piai, autore dei testi, ha già all’attivo più di dieci libri, tra racconti e saggi. Seguitissimo il suo sito — Mondocrea —per via della ricchezza dei contenuti: meditazioni, riflessioni, fotografie, arte, cinema, poesia.

La coreana Nam-Joo Paik (conosciuta come Perla) è una pittrice: molto apprezzata è la sua ricca produzione d’icone, sullo stile figurativo occidentale. Solo per questo libro ne ha selezionate più di cinquanta. All’abbondanza artistica va associata la ricchezza dei contenuti, con una predilezione per i temi mariologici,

trinitari e agiografici: si va dalla descrizione e dal commento alle vite dei santi ai vari aspetti del dogma. Non c’è una prevalenza devozionale o teologica, ma devozione e teologia trovano nell’opera una sintesi, espressa nello stile semplice della scrittura e nel senso sacro delle immagini.

Così come la Sacra Sindone, descritta da Piai e Perla, rimanda a una «morte composta, decorosa, ieratica». Il volto del Cristo impresso sul telo sindonico è come una foto in negativo, perché «è proprio della natura divina cercare il suo opposto», per «condurre il nulla all’essenza» e per «riordinare il caos distruttivo».

A tale azione di grazia segue il richiamo della »creazione alla vera esistenza».

Questo è detto quanto alle creature ma, soprattutto, quanto alla salvezza dell’uomo, nel senso che Gesù Cristo venne a «cercare e salvare ciò che era stato perduto» (Lc 19,10). Altrove la prosa lascia spazio alla preghiera e, sulle melodie dei salmisti, l’autore esulta per come la Provvidenza opera nel mondo: «Tu sia benedetto Signore perché fai piovere sui giusti e gli ingiusti»! — secondo le parole del Maestro, che parlò ai discepoli sulla montagna.

E ancora sulla montagna il Signore si manifestò nella sua santa trasfigurazione. Oltrepassò la sua figura umana e fu percepito appena nella sua divinità.

In particolare, osserva Piai, bianco è la purezza, il distacco», mentre «la luminosità è la trascendenza». Il Verbo, puro e trascendente, viene a rivelare che «l’ordinario, se il nostro cuore è aperto, diventa straordinario in ogni momento se riferiamo tutto a Lui». Grande spazio trova, nel testo e nelle immagini, la Beata Vergine Maria.

Colei che “ha ferito d’amore l’Onnipotente” è “Vergine adorante e fedele».

Maria è indicata, nel libro, nelle sue virtù principali, col doppio aspetto di creatura gioiosa, per la peculiare vocazione al matrimonio verginale, e di madre addolorata, nell’ora della passione e della morte del Figlio. È una donna che «ha vissuto il paradiso interiore» e, a seguito dell’Assunzione al Cielo, ella “rappresenta l’umanità reintegrata». Maria, inoltre, è il «modello di purezza ed umiltà», poiché si è fatta obbediente come Gesù e, nell’obbedienza, ne ha seguito la morte santa e la resurrezione gloriosa. La Benedetta — spiega Piai — ha «una maternità riconfermata due volte»: la prima, «nel suo Figlio Gesù»; la seconda «sotto la croce», quando Gesù la indicò come «madre dell’apostolo Giovanni».

La vita dei santi, insomma, è la perfezione dell’umanità. Per il santo “non c’è passato, futuro o presente», poiché “vive nell’istante”, a prescindere da qualsiasi occupazione. Non fuggì dall’istante, che potremmo dire della prova e della salvezza, Santa Teresa di Lisieux: «Pur tu la dura notte della fede affrontasti con virile coraggio».

A San’Antonio da Padova, l’autore dona i suoi versi: “Di origini nobili tu eri, ma più nobile fu l’animo tuo. I blasoni che ritenesti veri furon del Padre e del Figlio suo”.

E il giusto San Giuseppe cos’ha fatto di grande? «Non ha predicato, non ha fondato monumenti, non ha compiuto miracoli». Eppure «il vero miracolo è stata la sua fedeltà a Dio nella dedizione alla famiglia»: questo fu il suo «costante ed umile eroismo». E ad ogni pagina le parole si trasformano nei colori e nelle forme di Perla Paik, leggermente sfumate, come avvolte da una luce che viene dall’alto e da dentro, simile al chiarore del paradiso.

Silvio Brachetta.

Pier Angelo Piai, Perla Paik – “Il respiro dell’anima innamorata” – Edizioni Segno, 2017 – pp. 112 – euro 28,00

 

 

QUESTO LIBRO  POTREBBE COSTITUIRE UN ELEGANTE DONO IN DIVERSE OCCASIONI E RICORRENZE:

L’opera “IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA” consiste in un volume classificato bibliograficamente con codice identificativo ISBN, nel formato chiuso A4 (35 x 22 cm – spessore 1 cm.), con copertina cartonata, stampata a colori, plastificata lucida, e interni con circa 50 immagini a colori stampati su carta patinata lucida 115 gr. (peso del volume 700 gr.)

 

PER ORDINAZIONI:

http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1636

Qui la playlist di video realizzati da PierAngelo Piai contenenti i disegni di Perla Paik :

 

 

Un bel giorno di primavera del 2016, mia moglie ed io decidemmo di recarci a Miramare di Trieste. Ad un certo punto, prima del parco, incontrammo una elegante signora con il viso dai tratti orientali che indossava un vestito variopinto ed un particolare cappellino, la quale, in quel contesto, ci faceva ricordare un quadro impressionista. Incuriositi, ci avvicinammo per chiederle di poter scattare insieme una fotografia.

Dopo alcuni minuti ella ci mostrò attraverso il suo smartphone alcuni suoi disegni effettuati con diverse tecniche dal contenuto altamente spirituale e ci rivelò il suo nome: Perla Paik, originaria dalla Corea. I suoi dipinti, degni di un’artista sensibile ed esperta, stimolavano in noi alcune riflessioni sull’azione dello Spirito Santo e così facemmo amicizia, mettendoci d’accordo di tenerci in contatto attraverso internet. Perla continuava ad inviarci i suoi bellissimi disegni da cui scaturirono alcune nostre riflessioni che trascrivevamo gradualmente.

È nato questo libretto che intende trasmettere al lettore l’entusiasmo per i grandi misteri della vita cristiana, che spesso vengono poco considerati. Anche Perla è convinta che il tutto sia opera dello Spirito Santo, perché sostiene che la nostra amicizia stimola in lei la creatività, il progresso spirituale, l’amore per Dio ed il prossimo, ed una speciale venerazione per la Vergine Maria. Ogni dipinto di questo libretto, quindi, contiene una riflessione, una poesia od una preghiera scaturiti dalla meraviglia per le opere del Creatore e fa sorgere spontanea la lode di riconoscenza.

I dipinti in sé contengono volti della Vergine Maria e di Gesù molto espressivi, i quali irradiano amore per l’intera umanità. In molti c’è la presenza dello Spirito Santo sotto forma di una colomba luminosa che induce davvero alla meditazione ed alla preghiera interiore. Il connubio tra i disegni e gli scritti è singolare e fecondo, perché generati in un clima di tranquilla contemplazione delle meraviglie di Dio. 

(Pier Angelo Piai)

 

L’artista PERLA PAIK (autoritratto)

 

Perla Paik è un’artista coreana che attualmente soggiorna a Trieste. Da pochi anni si è convertita al cristianesimo. I suoi disegni, tendenti al misticismo, denotano una forte sensibilità interiore illuminata da una grande fede nella realtà trascendentale.
I volti che disegna sono molto espressivi e spesso appaiono come “trasfigurati” da una luce particolare, segno che in lei lo Spirito Santo, raffigurato spesso nei suoi disegni, agisce continuamente rendendola creativa. E questa sua sublime attività creatrice è il suo modo cristallino di amare Dio ed il prossimo.

 

RECENSIONE

È stata pubblicata oggi la recensione relativa al libro sul settimanale triestino “Vita nuova”. Ringrazio di cuore il giornalista Silvio Brachetta…

 

 

Nel “Respiro dell’anima inamorata” riflessioni, poesie e icone religiose

 

TRASMETTERE AL LETTORE L’ENTUSIASMO PER I GRANDI MISTERI DELLA VITA CRISTIANA

Entrambi veterani, nella galassia multiforme dell’inculturazione della fede.

Entrambi impegnati, da anni, nell’attività quotidiana di servizio alla testimonianza cristiana. Ed eccoli, i due autori, ora accomunati nella pubblicazione di quest’ultima loro fatica, per «trasmettere al lettore l’entusiasmo per i grandi misteri della vita cristiana». Si tratta di un libro di brevi riflessioni e poesie, corredate da tavole iconografiche a soggetto religioso.

Il friulano Pier Angelo Piai, autore dei testi, ha già all’attivo più di dieci libri, tra racconti e saggi. Seguitissimo il suo sito — Mondocrea —per via della ricchezza dei contenuti: meditazioni, riflessioni, fotografie, arte, cinema, poesia.

La coreana Nam-Joo Paik (conosciuta come Perla) è una pittrice: molto apprezzata è la sua ricca produzione d’icone, sullo stile figurativo occidentale. Solo per questo libro ne ha selezionate più di cinquanta. All’abbondanza artistica va associata la ricchezza dei contenuti, con una predilezione per i temi mariologici, trinitari e agiografici: si va dalla descrizione e dal commento alle vite dei santi ai vari aspetti del dogma. Non c’è una prevalenza devozionale o teologica, ma devozione e teologia trovano nell’opera una sintesi, espressa nello stile semplice della scrittura e nel senso sacro delle immagini. Così come la Sacra Sindone, descritta da Piai e Perla, rimanda a una «morte composta, decorosa, ieratica». Il volto del Cristo impresso sul telo sindonico è come una foto in negativo, perché «è proprio della natura divina cercare il suo opposto», per «condurre il nulla all’essenza» e per «riordinare il caos distruttivo». A tale azione di grazia segue il richiamo della “creazione alla vera esistenza”.

Questo è detto quanto alle creature ma, soprattutto, quanto alla salvezza dell’uomo, nel senso che Gesù Cristo venne a «cercare e salvare ciò che era stato perduto» (Lc 19,10). Altrove la prosa lascia spazio alla preghiera e, sulle melodie dei salmisti, l’autore esulta per come la Provvidenza opera nel mondo: «Tu sia benedetto Signore perché fai pio-vere sui giusti e gli ingiusti»! — secondo le parole del Maestro, che parlò ai discepoli sulla montagna.

E ancora sulla montagna il Signore si manifestò nella sua santa trasfigurazione. Oltrepassò la sua figura umana e fu percepito appena nella sua divinità.

In particolare, osserva Piai, bianco è la purezza, il distacco», mentre «la luminosità è la trascendenza». Il Verbo, puro e trascendente, viene a rivelare che «l’ordinario, se il nostro cuore è aperto, diventa straordinario in ogni momento se riferiamo tutto a Lui». Grande spazio trova, nel testo e nelle immagini, la Beata Vergine Maria.

Colei che “ha ferito d’amore l’Onnipotente” è “Vergine adorante e fedele».

Maria è indicata, nel libro, nelle sue virtù principali, col doppio aspetto di creatura gioiosa, per la peculiare vocazione al matrimonio verginale, e di madre addolorata, nell’ora della passione e della morte del Figlio. È una donna che «ha vissuto il paradiso interiore» e, a seguito dell’Assunzione al Cielo, ella “rappresenta l’umanità reintegrata». Maria, inoltre, è il «modello di purezza ed umiltà», poiché si è fatta obbediente come Gesù e, nell’obbedienza, ne ha seguito la morte santa e la resurrezione gloriosa. La Benedetta — spiega Piai — ha «una maternità riconfermata due volte»: la prima, «nel suo Figlio Gesù»; la seconda «sotto la croce», quando Gesù la indicò come «madre dell’apostolo Giovanni».

La vita dei santi, insomma, è la perfezione dell’umanità. Per il santo “non c’è passato, futuro o presente», poiché »vive nell’istante», a prescindere da qualsiasi occupazione. Non fuggì dall’istante, che potremmo dire della prova e della salvezza, Santa Teresa di Lisieux: «Pur tu la dura notte della fede affrontasti con virile coraggio».

A San’Antonio da Padova, l’autore dona i suoi versi: “Di origini nobili tu eri, ma più nobile fu l’animo tuo. I blasoni che ritenesti veri furon del Padre e del Figlio suo».

E il giusto San Giuseppe cos’ha fatto di grande? «Non ha predicato, non ha fondato monumenti, non ha compiuto miracoli». Eppure «il vero miracolo è stata la sua fedeltà a Dio nella dedizione alla famiglia»: questo fu il suo «costante ed umile eroismo». E ad ogni pagina le parole si trasformano nei colori e nelle forme di Perla Paik, legger-mente sfumate, come avvolte da una luce che viene dall’alto e da dentro, simile al chiarore del paradiso.

Silvio Brachetta.

 

 

Messaggero Veneto 9.12.17 (p.34)

L’ULTIMO LAVORO DI PIAI SU RIFLESSIONI RELIGIOSE

Al quotidiano impegno di gestione e aggiornamento del sito internet Mondocrea, da lui ideato  (diversi anni fa) e ormai cliccatissimo, l’ex professore cividalese Piera Angelo Piai affianca quello della scrittura. E alla decina di opere alle spalle si aggiunge, adesso, un testo che sta richiamando l’attenzione della sfera cattolica (un’ampia recensione è uscita, di recente, sul  settimanale della diocesi di Trieste, “Vita nuova”): si intitola “Il respiro dell’anima innamorata” e propone riflessioni a matrice religiosa, appunto, che scaturiscono dall’osservazione di una serie di icone. «Ne commento una cinquantina», spiega l’autore, raccontando che le opere pittoriche sono a firma di un’artista coreana stabilitasi Trieste, buddista di recente convertitasi al cristianesimo:
si chiama Nam-Joo Paik, Perla per la gente.
«L’intenzione – precisa Piai – è quella di trasmettere al lettore l’entusiasmo per i grandimisteri della  vita cristiana, che spesso vengono poco considerati.
Ogni dipinto è dunque accompagnato da una riflessione, una poesia o una preghiera, inno alla meraviglia del creato. I dipinti – conclude – sono infatti molto espressivi, inducono alla meditazione».

(Lucia Aviani)

 

IL LIBRO CARTACEO

L’opera “IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA” consiste in un volume classificato bibliograficamente con codice identificativo ISBN, nel formato chiuso A4, con copertina cartonata, stampata a colori, plastificata lucida, e interni con circa 50 immagini a colori stampati su carta patinata lucida 115 gr.

 

POTREBBE ESSERE UTILE PER UN EVENTUALE REGALO IN DETERMINATE OCCASIONI…

 

Per ottenere il libro:

 

http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1636#disqus_thread

 

 

 

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

 

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron