L’ARCANGELO RAFFAELE

 

Raffaele significa “Dio guarisce”.

L’arcangelo è nominato ampliamente nel libro di
Tobia ed in molti apocrifi ed è invocato come guaritore e con Michele e
Gabriele si festeggia il 29 settembre.

È patrono dei giovani che vanno fuori casa per
la prima volta.

Nucleo centrale del libro di Tobia è il viaggio intrapreso
da Tobia per recuperare, in terra lontana, un credito del padre divenuto
indigente, con il “sicuro” accompagnamento di un personaggio che si rivelerà
essere alla fine l’arcangelo Raffaele.

Una volta giunti sulle rive del Tigri, Tobia veniva
invitato a pescare nel fiume con le mani un pericoloso pesce in parte per
alimentarsi ma, soprattutto, per conservarne il cuore, il fegato ed il fiele.

Nel complicato e avventuroso viaggio essi diventeranno
elementi di clamorose guarigioni. Con il fiele applicato sugli occhi del padre,
il giovane riuscirà a guarirlo dalla cecità

 

Raffaele è invocato contro molte malattie dell’anima e del
corpo

 

http://www.santiebeati.it/dettaglio/21700

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 1500) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”:  http://www.youtube.com/user/piaipier