Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

Il cervello umano è “multi-strutturale” o “multi-dimensionale”, per cui non possiamo nemmeno lontanamente paragonarlo a un computer.

I filosofi teorizzano l’esistenza di un “centro di appercezione” che in realtà non è localizzabile, ma è quasi orientato alla trascendenza.

Per scrutare a fondo la nostra mente abbiamo bisogno di potentissimi “microscopi” interiori. Con essi potremmo navigare tra lontani ricordi ed infinite tracce mnestiche che non sono svanite nel nulla, perché hanno lasciato un segno profondo nel nostro modo di provare emozioni, di
pensare, di ragionare e di valutare.

Le tre classiche parti principali del cervello sono tra loro così strettamente collegate che per poterle davvero analizzare in profondità per comprenderne l’intero funzionamento, dovremmo utilizzare un diverso approccio epistemologico, ancora da scoprire.

La scienza sta progredendo, ma c’è moltissima strada da percorrere.

Personalmente non escluderei il fattore “anima” come punto di riferimento della ricerca, anche se sembra azzardato. Però spesso l’intuizione funziona perché precede la razionalità e la può perfezionare.

 

Veramente il nostro cervello è un sistema. Molto complesso, ma sempre un sistema. Personalmente sono convinto che tutto il cervello è sempre dinamico, anche se certe zone sono più attive delle altre quando effettuiamo determinate operazioni.

Anche se gli strumenti di cui disponiamo oggi per controllare l’attività cerebrale riescono a individuare le zone più coinvolte, non è detto che le altre siano completamente inerti.

Infatti si parla di sinestesie per quanto riguarda la percezione, di inconscio relativamente al funzionamento della mente, di emozioni e sentimenti per indicare la nostra risposta affettiva ecc.

 

 

Il vero significato del Natale si è perso per strada, monopolizzato dal mercato e dal consumo….

L’uomo mercante ha fatto del Natale una festa che è il vero contrario di ciò che dovrebbe essere. Non dimentichiamo che Gesù è nato in una stalla….non è un invito al consumo e allo spreco….

Riflettiamo sul messaggio di Gesù, che è un messaggio di umiltà e di amore.

Riprendiamoci i nostri veri valori. Prepariamo un Natale vero e sincero quest’anno, lasciamo stare gli alberi e babbo Natale, pensiamo soltanto al significato vero: Gesù, la sua grotta, ancora tutta da capire…. perché la grotta, perchè la stalla con gli animali, perchè il bue mansueto e l’asinello testardo, perché l’umiltà e la povertà ?

Un Re neonato, puro e innocente, indifeso, al quale si sono inchinati i saggi dell’oriente che avevano capito tutti questi perché… avevano compreso dov’era la ricchezza vera, non quella del lusso, dell’abbondanza, dello spreco… ma quella dell’Amore puro, incondizionato, l’amore per tutti, dal primo all’ultimo, l’amore che non si offende, non si adombra….poiché non conosce ombra…

Apriamoci a questi significati profondi, lasciamo che lavorino dentro il nostro cuore, non sono parole, non sono contenuti mentali, ma sono sfumature infinite di un’unica fonte d’Amore, il sentimento che ci ha creati e che noi siamo.

Non permettiamo mai più ad un Sistema balordo di distoglierci dall’essenza della nostra stessa vita. Apriamo gli occhi dell’anima…

Avvolgiamoci nel prezioso senso del vero Natale e lasciamo che ci trasformi, che operi anche in noi i miracoli che solo Lui sa fare!

 

(Marisa Haltiner)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

 

 

 

Quando senti che non hai nulla da dire, taci. Prima di compiere un’azione non comune, fermati a pensare alle sue conseguenze. Se è un’azione comune pensa almeno per un attimo se è davvero tale..

Non credere di essere migliore degli altri: c’è sempre qualcuno che sa meglio di te.

Non credere di essere peggiore degli altri: questo potrebbe essere un alibi per non agire…

Prima di criticare pubblicamente un sistema, valuta bene se il tuo modo di vivere è prigioniero dell’ingranaggio di quel sistema…

Se ti stai annoiando, fermati ad osservare in profondità come funziona la tua mente: troverai molti spunti che ti faranno dimenticare la noia.

Se provi invidia per qualcuno, pensa bene a quanti mancano moltissime cose che ora già possiedi…

 

 

Se desideri di essere molto ricco, valuta se riusciresti realmente a sopportare il peso di tante ricchezze. Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

SI VIVEVA MODESTAMENTE E IL POCO BASTAVA. BASTAVA LA VITA …dopo aver conosciuto la guerra….

I tempi non sono cambiati in meglio per la famiglia, che poteva esistere soltanto in un contesto modesto, basato sui valori familiari, sulla collaborazione, sul risparmio e sul piccolo sacrificio di ognuno per raggiungere il benessere comune.

Oggi i valori se li sono presi in mano i Mercanti e sono precisamente i “loro interessi”! Senza guardare in faccia a nessuno, riempiono i nostri giovani di bisogni artificiali, ipocriti e vanesi, spingendoli a una carnevalata di abiti e scarpe sempre nuovi, di Smartphone dell’ultimo modello, e anche di studi interminabili per arrivare a una laurea o un Master per ottenere un lavoro ben pagato, che poi non arriva mai e intanto crescono da single nelle famiglie di origine, a volte si portano dietro anche la ragazza e i figli….e a causa dello stress qualcuno muore prima di raggiungere la carota.

Presi nel vortice veloce dello stolto Sistema al Potere: consuma, lavora, consuma…è difficile cercare il senso spirituale nascosto della vita, cercare il perché della propria esistenza….

E questo è forse il “vero scopo” del Sistema: non darci il tempo, rubarcelo, rubarci la vita…! Questa ricerca è preclusa soprattutto ai giovani, che vengono continuamente bombardati da una valanga di stimoli di tutti i tipi, che vengono distratti da una valanga di giocattoli tecnologici sempre più complessi per non dargli il tempo di scoprire la corruzione del Sistema al potere e la sacra Verità dentro di sé Pensiamoci…poiché soltanto noi possiamo cambiare le cose!

Il tempo è ADESSO. E bene che ognuno di noi cominci seriamente a non accettare più il Sistema in vigore, i suoi valori malati, la sua corruzione. Non è necessario andare in giro a fare comizi, ognuno di noi può dire di NO e andare per la strada dei valori della propria anima.

Ognuno di noi può mangiare i prodotti della Natura e rifiutare l’ORRORE INFERNALE dei mattatoi e degli allevamenti industriali. Ognuno di noi può rifiutare il consumo veloce e coatto, non seguire più la moda, che sfrutta spietatamente il terzo mondo, ma usare i vestiti e gli oggetti finché sono decenti.

Ognuno di noi può vivere una vita semplice e modesta, senza inutili sprechi. Ognuno di noi può dare più valore alla VITA e non alle cose. Ognuno di noi può cercare il contatto con la Natura e non i centri commerciali.

Nella natura la nostra anima si risveglia, respira la Vita e aumenta la sua intuizione. Ognuno di noi può imparare a zittire la stolta Mente superficiale e i suoi più di 60.000 pensieri giornalieri , ognuno di noi può cercare nel Silenzio la sacra Verità dentro di sé e su di Sé … finché la trova. Non siamo soli in questa ricerca pensiamoci… (© Marisa Haltiner, 2019)

 

MUSICA RILASSANTE PER TUTTI (STUDENTI, SCRITTORI, PROFESSIONISTI VARI…)

Questa musica può essere ascoltata in qualsiasi situazione personale… È suggestiva soprattutto la sera.. Agisce sul sistema nervoso centrale ed ha un effetto molto rilassante e quindi anche terapeutico…
In alcuni ha anche il potere di ammortizzare gli effetti dolorosi dei numerosi microtraumi psichici subiti in diverse circostanze della vita.
Stimola anche i ricordi personali più ancestrali… (ad es. il parco dell’infanzia, i volti dei propri cari o quelli degli antichi compagni di classe, una vecchia casa in campagna, una passeggiata notturna su una strada deserta alla periferia di una città….. ricordi che appaiono evanescenti, senza nitidezza o definizione, ma presenti con il loro carico di mistero).
Stimola anche il pensiero filosofico Il nostro Universo Interiore è davvero misterioso e nasconde molte sorprese. Nulla di ciò che abbiamo vissuto sarà completamente cancellato. I ricordi di moltissimi momenti della nostra esperienza sono solo nascosti nel nostro inconscio e sono sempre dinamici, anche se sul momento non ce ne accorgiamo.
Questa musica diacronica, abbinata a colori ed immagini, potrebbe farli riemergere in modo quasi magicamente poetico. Consiglio di ascoltarla con abbandono interiore senza sforzarsi di pensare a chissà cosa. Essa potrebbe riservare delle autentiche sorprese…

Ottima musica per rilassarsi durante il viaggio, specialmente se è lungo…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

(Questo “pseudo – report” dal futuro ha lo scopo di farci riflettere sull’iniquità dell’attuale sistema economico e monetario sul nostro pianeta)…

 

2345 d. C. Vancouver – (pianeta Terra) (relazione di J.E.Titor 2 dal futuro 2345)

REPORT:

IL SITEMA MONETARIO D’OGGI (2345) E QUELLO DEL 21°Secolo

 

Al giorno d’oggi, 2345, il linguaggio relativo al sistema monetario antico é incomprensibile alla grande massa. L’uso del S.B.C.(Soft-Brain-Card) consente un’enorme agevolazione degli inter-scambi che avvengono solo tramite sofisticati sistemi psicotronici centralizzati.

Il metodo di distribuzione del 21° secolo era assai scomodo: bisognava recarsi di persona ai numerosi punti vendita (negozi- supermercati- bancarelle), prelevare la merce che poteva interessare e pagarla direttamente con la moneta adottata nel singolo stato (metallica, cartacea o digitale). Operazioni che comportavano grande spreco di energie e di tempo.

Si sa che il metodo attuale di compravendita, basato sulle transazioni dei video-cataloghi, permette una notevole economia spazio-temporale in tutte le operazioni personali: nessuno, al giorno d’oggi potrebbe immaginare le fatiche e i rischi a cui andava incontro l’uomo del duemila per potersi procurare le cose necessarie per la propria sopravvivenza e per l’appagamento dei suoi infiniti desideri.

Le cronache del tempo, secondo alcuni frammenti di giornali locali riportano incredibili notizie di cronaca “nera” riguardanti furti, scippi, rapine etc.: violenze facilitate dal tipo di transazioni antiquate che caratterizzavano l’economia di quei tempi e relative al fatto che il “valore” era ancora troppo materico nonostante il continuo processo di dematerializzazione in atto e, quindi il capitale era accessibile anche agli estranei.

Chi utilizzava transazioni telematiche o con le rudimentali “card” rischiava di vedersi portar via il conto da esperti ladri informatici. Oggi, si sa, i nostri sistemi sono estremamente sicuri e razionali perché la capitalizzazione delle risorse di singole persone o di società segue un’altra filosofia basata su un criterio più equamente meritocratico che dipende da moltissimi fattori realmente quantificabili che sono ancora in continua fase di studio: tempo, fatica, energie utilizzate, originalità delle idee e creatività, risorse investite sono rilevate dall’ITOD (Intelligent Transmission Operator Detecting) che trasmettono i dati più significativi ad una centrale banca dati iper-controllata dall’SBC, sotto la supervisione dei 12 saggi.

Grazie ai crediti acquisiti in questa banca-dati centralizzata oggi ognuno può usufruire di eque risorse. L’economia del terzo millennio era veramente assurda perché premiava chi sfruttava la manodopera altrui, il successo, la fortuna di possedere determinati talenti o rendite personali.

La società era formata da milioni di poveri e da pochissimi benestanti. Un povero operaio o un semplice lavoratore dipendente (in quel periodo percepiva una remunerazione esigua ed insufficiente per l’auto-mantenimento e per quello dei familiari) viveva di stenti, sproporzionalmente iper-tassato dallo stato e dagli enti locali, impegnato molte ore al giorno per il suo datore di lavoro, mentre un famoso cantante, un attore, un giocatore di calcio, un imprenditore o un politico vivevano con patrimoni da capogiro, realmente sproporzionati rispetto alle personali esigenze.

Nel corso della storia ci sono stati dei tentativi di introdurre una certa giustizia sociale da parte di istituzioni basate su alcune ideologie. Ma non sono riuscite a raggiungere lo scopo a causa dell’enorme egoismo in cui vivevano gli uomini di allora, soprattutto quelli di potere.

Fortunatamente la società d’oggi non è più così, anche se ci rimangono molte cose da fare. Nessuno soffre la fame, la sete, la nudità, la solitudine, l’emarginazione sociale, perché ognuno è valorizzato per quello che è, anche se le sue qualità e le sue doti sono il frutto di una selezione avvenuta al momento del suo concepimento, attraverso una scelta cromosomica mirata e controllata dalla scienza medica denominata EBC (Eugenic Biological Crossing-over), cosa ancora molto discussa tra gli studiosi di etica e morale.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Queste considerazioni, che appaiono a prima vista inutili, arrecano in nuce delle conseguenze abbastanza notevoli per molti approcci mentali pregiudizievoli, che potrebbero coinvolgere il pensiero filosofico, scientifico e persino teologico.

 

Lo “spazio” dal punto di vista filosofico è meno argomentato del tempo.

Spesso si pensa che il concetto sia talmente ovvio che non valga la pena prenderlo come oggetto di disquisizioni.

La fisica lo definisce come un’estensione tridimensionale senza limiti in cui gli oggetti e gli eventi hanno direzioni e posizioni relative tra di loro.

Allora dobbiamo chiederci: cos’è realmente lo spazio?

Lo spazio è reale od è solo una nostra immaginazione?

Quando pensiamo che sia reale ci appelliamo alla nostra esperienza: noi collochiamo gli oggetti in un determinato spazio il quale può essere misurabile con altri frammenti spaziali.

Quando invece lo interpretiamo collocandolo solo nella nostra immaginazione, facciamo appello alle nostre capacità percettive: una qualsiasi estensione (lineare o volumetrica) occupa frammenti spaziali che immaginiamo esistenti solo nella nostra mente e ciò appare incontestabile, per cui sembra impossibile argomentare l’esistenza di uno spazio reale oltre la nostra percezione, anche se ci rendiamo conto che la nostra esperienza ne considera l’oggettività.

(Qui rispunta l’antica diatriba tra oggettività e soggettività, tanto amata dai filosofi del passato.)

Premettiamo che ogni “dimensione” è una relazione collocata in un contesto spaziale.

Alla luce delle attuali conoscenze, stiamo mutando il concetto di “infinito” ereditato dal passato.

Lo stesso termine “infinito” sta oggi assumendo diverse accezioni.

Dal punto di vista filosofico ogni forma di spazio è in qualche modo infinito, se per esso si intende “ciò che non ha fine”. Per esempio, un segmento “A” può essere percepito come finito in relazione al punto di vista dell’osservatore che ha come riferimento un altro segmento diverso “b”. Ma se l’osservatore iniziasse ad assumere come punto di riferimento un segmento infinitesimale “x”, il segmento “A” dovrebbe contenere infiniti segmenti “x”, per cui il termine “infinito” perderebbe la sua connotazione iniziale. Possiamo allora dedurre che tutto ciò che riteniamo “finito” è anche contemporaneamente “infinito”. Ecco perché oggi vengono presi in considerazione i microcosmi di ogni tipo.

Riferiamoci, ad esempio, alle dimensioni in sè, le quali, come ho già premesso, sono relazioni collocate in un contesto spaziale. Noi diciamo “grande” e “piccolo” perché la nostra mente applica le categorie relazionali alle varie dimensioni che percepiamo. Allora, rimanendo sul piano del concetto di spazialità, possiamo constatare che tutto è grande e contemporaneamente piccolo e che nulla è grande e nulla è piccolo.

Osserviamo il fenomeno evolutivo della vita: da un piccolo seme si forma un grande albero. Ciò significa che tutto l’albero era già nel seme. È semplicemente mutata la relazione dimensionale, perché ogni elemento dell’albero cerca un suo spazio finalizzato a mantenere in vita in modo armonico il tutto nell’omeostasi biologica. La vita è movimento, crescita, variazione, reazione, generazione ecc. L’albero, comunque, immaginando un’altra dimensione esistenziale, avrebbe potuto espletare le sue funzioni vitali in uno spazio molto più ridotto.

Anche l’uomo nasce da un seme che conteneva tutte le informazioni necessarie al suo sviluppo successivo. Evolvendosi dall’embrione, tutte le sue parti hanno assunto una dimensione in relazione alla persona completa che è divenuta, tenendo conto dell’omeostasi. Lo sviluppo di ogni persona considera diverse varianti endogene ed ambientali. Ma ciò che meraviglia è il fattore “complessità-coscienza”: il suo cervello più che crescere in dimensione, preferisce costruire strutture complesse, le quali si attivano in spazi ridotti, internamente asimmetrici e non puntano sulla quantità dimensionale, ma sulla concentrazione di microsistemi contenenti memorie, dinamiche ecc.

Il genere umano tende poi a realizzare ciò che il cervello osservante stesso gli suggerisce: strutture più complesse in spazi sempre più ridotti e crescente dematerializzazione. L’umanità, come un mega-cervello, sembra pronta ad un’ importante mutazione trans-umana, coinvolgendo la stessa natura e l’ambiente che manipola. È in una fase molto critica: probabilmente sta intravedendo ciò che lo stesso Teilhard del Chardin chiamava “punto omega”, una trans-ominizzazione che non punta solo sul fattore dimensionale e quantitativo, ma su quello qualitativo.

Questo comporta, oltre ai correlati pericoli di sopravvivenza, una profonda revisione del concetto di spazio-tempo ed allora potrà raggiungere l’obiettivo per cui tutto esiste: conoscere liberamente la Verità nella Trascendenza…

Pier Angelo Piai

 

 

 

 

 

Testo della scrittrice Marisa Haltiner

 

Il Sistema sociale in cui viviamo ci assegna dei ruoli a seconda dello stato sociale, professionale o economico. E in questo modo comunichiamo tra di noi, recitando questi ruoli nei negozi, negli uffici, nelle scuole, nelle banche, negli ospedali, nelle fabbriche ecc…

A seconda della gerarchia sociale o professionale si stabiliscono i superiori e gli inferiori. Questo stato di superiorità o inferiorità viene espresso con l’atteggiamento, ma soprattutto con il tono della voce.

Una farsa questa che separa irrimediabilmente le persone, impedisce ogni manifestazione di fratellanza e influisce negativamente sull’andamento del rapporto.

La persona che vive nel proprio Sé divino ha raggiunto invece la modestia, addirittura l’umiltà…. e non si sente superiore a nessuno, ma piuttosto inferiore ai bisognosi.

Nel rapporto con gli altri si presenta priva di fronzoli sociali o economici e si rapporta spontaneamente e sinceramente, anche umilmente. Non essendo l’ambiente umano preparato per una tale sincerità a volte il “tono fraterno” della persona VERA e senza maschera, senza toni formali, può venire frainteso, specialmente se si tratta di una donna, e la fraternità può venire scambiata per familiarità, mancanza di rispetto o invito a un rapporto più intimo.

Ciònonostante il tono fraterno riscalda subito il cuore degli altri, se l’interlocutore non è una persona veramente schiava del sistema, già automatizzata, il tono fraterno è un invito ad aprirsi, a comunicare al livello dell’anima, un livello di spontaneità, sincerità, fiducia, collaborazione, empatia che subito agisce positivamente sull’andamento del rapporto.

 

(© Marisa Haltiner) Maggio 2018

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2400) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Testo della scrittrice Marisa Haltiner.

 

Il falso dio, che ha creato il denaro, ha trasformato il mondo in un grande mercato…. L’umanità viene trattata come un Pinocchio incosciente, a cui stanno crescendo le orecchie d’asino. Chi si rifiuta di vivere il sonno incosciente del consumismo coatto e delle sue droghe, chi apre gli occhi e vede ciò che sta succedendo… appena rifiuta il Sistema Mercantile al Potere e cerca di cambiare le cose, deve fare i conti con i mercanti e i loro interessi, che essi difendono fino all’ultimo sangue!

I mercanti della guerra, che impediscono la pace! I mercanti delle energie non rinnovabili che impediscono la proliferazione delle energie ecologiche e rinnovabili.

I mercanti dei pezzi di cadaveri di animali che impediscono la VERA alimentazione sana e naturale di frutta, verdura e cereali.

I mercanti della malattia, che servono gli interessi delle case famaceutiche e di chi vive delle malattie, anziché sostenere onestamente la salute.

I mercanti della politica che curano i propri interessi anziché quelli del popolo.

I mercanti della finanza che hanno creato un sistema che serve a se stesso e c’impone le proprie regole.

Tutti questi mercanti si sono organizzati in potenti Lobby e ci dettano le loro leggi. È stata costruita una grande prigione attorno a noi…. Ma possiamo ancora liberarci, possiamo rifiutarci di lasciarci manovrare come dei burattini…possiamo rifiutare questa farsa consumistica che sta saccheggiando la terra, possiamo aprire gli occhi e rifiutare tutto questo! Possiamo diventare “Obiettori di Coscienza di questo Sistema”. Ritorniamo alla semplicità, alla naturalezza.

Non accettiamo il vizio, ma cerchiamo la virtù: Impariamo a godere del poco e della semplicità, riduciamo i nostri bisogni…I mercanti ci hanno riempiti di “bisogni artificiali” per vendere i loro prodotti… Allora basta con la moda, che ci costringe a gettare delle cose ancora nuove per competere con gli altri.

Basta con i prodotti di marca, che saccheggiano e sfruttano anche il terzo mondo.

Basta con l’alcol, le bevande gassate, le sigarette, beviamo l’acqua, respiriamo l’aria pura.

Basta con i cadaveri di animali, torturati, seviziati e poi venduti come cibo…..ma siamo matti?

! Svegliamoci da questo incubo e ritorniamo ad una vita semplice e naturale. Noi siamo parte della natura e per vivere “sani” dobbiamo vivere in equilibrio con la natura, non come dei tremendi parassiti…

Seguiamo l’esempio di Gesù: gettiamo fuori i Mercanti dal Vero tempio di Dio, riprendiamoci il nostro corpo, la nostra mente, la nostra vita, il nostro pianeta. Smettiamola di fare il loro gioco….

(© Marisa Haltiner)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2100) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier a cura di https://www.mondocrea.it

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

 

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron