Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

San Michele Arcangelo è un potente protettore della Chiesa. Tutti noi fedeli, nel nostro piccolo, dovremmo imitarlo in difesa della Chiesa attraverso preghiere, digiuni, sacrifici, esortazioni e con l’esempio.

Anche i sacerdoti e i vescovi uniti al papa hanno il sacrosanto dovere di difendere la fede dagli attacchi dei nemici interni ed esterni della Chiesa, primo fra tutti Satana.

I sacerdoti devono pregare molto per discernere gli errori dalla Verità in Gesù Cristo, il quale è lo stesso di ieri, oggi e domani.
Come Gesù Cristo accusava pubblicamente le angherie dei farisei e degli scribi del tempo, così anche i sacerdoti abbiano il coraggio di non tacere di fronte alle ingiustizie sociali che vediamo tutti sotto i nostri occhi.

Il peccato è peccato e non può essere ammorbidito da vari compromessi. La Chiesa ha il dovere di dire pubblicamente come stanno le cose, costi quello che costi.

I sacerdoti che tacciono o servono il potere che opprime i fratelli sono responsabili davanti a Dio della loro codardìa.

Tutti i sacerdoti ed i vescovi hanno il dovere di informarsi bene su ciò che riguarda la giustizia sociale, non solo utilizzando i media di regime, ma anche le altre fonti di informazione. Devono chiedere l’aiuto dello Spirito Santo ed esternare pubblicamente la Verità, soprattutto nelle omelie e nei contatti quotidiani con i fedeli. Se lo facessero tutti i sacerdoti ed i vescovi cambierebbero molte cose nel mondo, più di quanto non si creda.

Anche noi fedeli dobbiamo pregare assiduamente per i sacerdoti, i vescovi ed il papa, affinché abbiano il coraggio di testimoniare la Verità.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

La Chiesa ha il diritto ed il dovere di denunciare pubblicamente le evidenti ingiustizie sociali causate anche dal potere politico, come é giá successo nel passato. Ció potrebbe contribuire a sensibilizzare milioni di fedeli ( e non) ad una maggiore consapevolezza dello stato di decadenza che stiamo vivendo…

Che lo Spirito Santo illumini i Cardinali, i vescovi, i sacerdoti ed i laici…

Disse san Michele Arcangelo al veggente Salvo Valenti a Petralia:
“Vescovi che guidate la Chiesa, sappiate che il buon pastore dà la vita per le sue pecore, uscite in mezzo al popolo e guidatelo verso la salvezza. Ci sono pochi esorcisti. Satana si nasconde tra la gente, nominate più esorcisti”

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 4000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

a cura di https://www.mondocrea.it

 

Lettura sapienziale della pandemia da Covid-19 in un contesto pastorale ed ecclesiale.

Mi chiedo ancora e spesso, perchè? Cosa vuoi Signore da noi? Cosa ci stai dicendo? Non perchè il Signore non parli al suo popolo, solo che stalvolta è cambiata la modalità. Dio parla come tutti noi: mediante la sua Parola nella sua Chiesa. Parlando esprime una volontà, un disegno, un progetto da compiere. Nella storia della Fede di Israele e poi della Chiesa, spesso ciò che non si è voluto o potuto capire e compiere, si è dovuto farlo “per forza”. Questo accade anche nella storia personale di ognuno di noi. Se la Chiesa avesse avuto una sensibilità sapienziale e non arroccata su se stessa, avrebbe accolto le provocazioni di Lutero e molto probabilmente non avremmo avuto lo scisma nella chiesa cattolica. Ma bisogna anche dire che la Chiesa è figlia del suo tempo e che tutto si compie a suo tempo.
Questo della pandemia è stato il tempo della Chiesa interiore ed esistenziale. Non che prima non lo fosse, ma era oppressa da altri aspetti. Ad Israele è venuto a mancare il tempio quando è stato deportato in Babilonia, mentre in Patria non ne sentiva il bisogno, oppure era sotteso, latente, ordinario. E proprio lì, in cattività, in quarantena forzata, quando gli mancava fisicamente il tempio, il culto, le tradizioni, la liturgia, è giunto a maledirsi, ad attaccarsi la lingua al palato se avesse fatto uscire da bocca i canti di Sion in terra straniera, cioè in una situazione nuova e imbarazzante, come la cattività. E noi ci siamo stati in cattività.
Talvolta le cose insignificanti e nascoste provocano più di quelle visibili ed eclatanti. Proprio quelle minute richiamano a realtà molto più profonde: Vedi la vedova povera al tempio o la straniera che chiede le briciole che cadono dalla tavola o lo storpio alla piscina che non fa mai in tempo a buttarsi in acqua, o il centurione pagano che Gesù esalta per la sua fede. In realtà ha fatto più effetto il recente lockdown che decenni di ordinaria predicazione della Chiesa in tempo di quaresima. Sto riferendomi alla scoperta e riscoperta della Chiesa esistenziale a discapito di quella cultuale, della “vittoria” della preghiera personale su quella comunitaria, sulla carità nascosta di chi si nasconde, si chiude in casa per fare del bene invisibile, sulla carità che fisicamente esce e va verso il bisognoso. Insomma, c’è stato il capovolgimento delle abitudini, delle consapevolezze, delle certezze, un rimescolamento di tutto per ritrovare un equilibrio tra le parti. E ciò non è stato facile o naturale. Con la mente eravamo consapevoli che saremmo dovuti rimanere a casa, ma alla prima tentazione di culto, di spesa impellente, di urgenza da vita, di servizi da offrire, siamo usciti di casa. E spesso noi che siamo guide di un popolo, non siamo stati da esempio: siamo usciti, abbiamo fatto sempre qualcosa, mettendo a rischio la salute di chi ci accompagnava e a rischio l’unità della Chiesa e del presbiterio.
Certamente Dio ci ha parlato, a tutti, richiamando a suon di Lockdown e morti, le giuste misure in tema di vita, di fede, di responsabilità, di ecologia, di priorità per una equilibrata vita sociale, politica e religiosa. Ad esempio: le misure di contenimento, il distanziamento, i guanti e le mascherine, ci hanno detto molto di più delle norme di vita ascetica e di vita spirituale. Faccio un esempio concreto: per noi che viviamo i consigli evangelici sia in forma di voti sia in forma di promessa, le norme di contenimento ci hanno aiutato nella comprensione che la familiarità e la promiscuità con persone e cose è un campo minato, che l’obbedienza al vescovo non è un optional da interpretare ma è dare a Dio quel che è di Dio, che l’obbedienza ai decreti governativi equivale a dare a Cesare quello che è di Cesare.
Il blocco totale e la chiusura ai fedeli delle nostre chiese ha fatto intendere meglio il valore della Messa della domenica su quella feriale della settimana, che davvero occorre più Messa e meno Messe, ha fatto intendere che le comunicazioni virtuali sono un’opportunità da saper gestire con discernimento, responsabilità e prudenza.
Poi, sinceramente, non so fino a che punto questo virus abbia davvero inciso la coscienza collettiva, ma comunque il suo contributo l’ha dato, anche grazie alla globalizzazione. Rispetto alla pandemia della spagnola del 1920, più virulento e assassino, questo coronavirus è stato visualizzato da 5 miliardi di persone nello stesso istante, ogni giorno, per mesi. I dati mondiali della pandemia scorrevano in tempo reale sui nostri schermi.
Cosa fare, cosa proporre, cosa tenere in considerazione a livello pastorale?
1. Credo che bisogna battere il ferro caldo della memoria, dell’esperienza concreta e recente, contestualmente a quella biblica ed ecclesiale. Dobbiamo adottare misure strategiche e pastorali che tengano conto dell’urgenza e della crisi che ci ha trovati sprovvisti e impreparati. Mi riferisco alla preghiera personale abbinata allo studio e alla meditazione della Parola. Ora è il tempo di agire con tempestività perchè il popolo è affamato di saggezza, di sapienza, di Parola. Lo abbiamo visto scosso, impaurito, impreparato, in pericolo. Non so cosa potrebbe accadere ad una seconda e ravvicinata simile crisi se non fosse ben disposto e plasmato dall’azione dello Spirito Santo. Di questo noi pastori siamo responsabili davanti a Dio. Credo che mai come ora il popolo è disposto, è attento, è pronto. L’esperienza gli è servita ad inquadrare una nuova scala di valori.
2. Impostare il territorio e le parrocchie in modo che tale formazione sia efficace, vedi le unità pastorali. Come a dire: se non mettiamo la Parola, la Celebrazione e la testimonianza subito, ora e adesso, al centro di tutta la nostra azione e attenzione, ora che abbiamo il ferro ancora caldo da battere, avremmo perso una grande opportunità di fare il bene al nostro popolo. Vedi Lutero ..

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

 

Ci sono molti che sostengono che per per mettersi in contatto col divino non servono la Chiesa ed i preti.

Dio si è fatto “uomo” in Gesù Cristo. Proprio un uomo “in carne ed ossa” ed anima.

Tramite l’uomo-Dio Gesù, Dio si è rivelato a noi, (chi vede me vede il Padre) perché Cristo è mediatore tra l’uomo e Dio.

Gesù ha istituito l’Eucaristia (suo vero corpo-sangue-anima e divinità), il sacramento della Confessione ed ha inviato i suoi discepoli a battezzare in tutto il mondo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Se Dio ha voluto così chi siamo noi per giudicare vana l’intermediazione di Gesù Cristo che agisce tramite i suoi ministri fino alla fine dei tempi?

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

Ricordiamo sempre le parole dell’Arcangelo Gabriele a Maria:
”NULLA È IMPOSSIBILE A DIO”
Preghiamo con fede e fiducia chiedendo perdono dei nostri peccati attuali e quelli commessi durante tutta la nostra vita…
Dio è AMORE ONNIPOTENTE, ed ha il potere di fermare la pandemia attuale quando vuole, ma desidera la nostra conversione..

Nulla è a caso. il salmo dice: “L’uomo nella prosperità non comprende, è come gli animali che periscono” (Salmo 49,13).

Nel cosiddetto benessere odierno molti si sono dimenticati di Dio, non frequentano i Sacramenti, non si pentono, non si confessano e non santificano le feste. Moltissimi deridono la religione cattolica, fondata da Gesù Cristo stesso ed i suoi ministri vengono descritti come delle macchiette.

Per questo se supplichiamo il Signore di estinguere la pandemia in corso dobbiamo anche promettere di cambiare vita, altrimenti ci rivolgiamo a Lui solo nel bisogno e questo non è ancora vero amore e non contribuisce a salvare la nostra anima, ben più importante.

Ognuno di noi dovrebbe cambiare condotta e convertirsi sinceramente. Allora il Signore avrà pietà di tutti noi e ci salverà.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier
Se sei iscritto, qualora lo desiderassi, fai parte della “CONFRATERNITA della COMUNIONE DEI SANTI” beneficiando delle preghiere di tutti i membri.

 

 

 

Tendenzialmente si cerca di dialogare spontaneamente con Dio, convinti che come Padre Celeste ci ascolta sempre amorosamente.

Chiediamogli spesso perdono delle nostre mancanze e lodiamolo per le sue meraviglie e per le numerosissime grazie da Lui ricevute, iniziando dall’esistenza e dal suo concreto aiuto ogni giorno.

Cominciamo la giornata ringraziandoLo per la notte e per il nuovo giorno. Poi prima di addormentarci chiediamo sempre la Sua protezione e quella dei Santi, tra i quali prima di tutto Maria Vergine. Preghiamo spesso l’Angelo di Dio e l’Ave Maria.

È molto importante il Padre nostro che si trova anche recitando il Santo Rosario.

Durante la giornata troviamo dei momenti di adorazione spontanea: camminando, meditiamo sulle sue meraviglie. Preghiamo per tutti i nostri cari, per gli amici, per i parenti, per gli ammalati, per i defunti, per i peccatori per gli atei, per i sacerdoti e la Chiesa e per la nostra parrocchia.

Chiediamo spesso l’aiuto dello Spirito Santo affinchè ci illumini in tutte le situazioni. Il pomeriggio (verso le 15.00) chi può reciti la coroncina della Divina Misericordia insegnata da Gesù a Santa Faustina Kowalska, in modo da meditare sulla passione e morte di nostro Signore Gesù.

Con essa si ottengono grandi grazie. Ogni mattina, chi riesce, offra per tutti la Santa Messa, partecipando personalmente. È cosa buona anche recitare le Lodi attraverso il sito della liturgia delle ore. Preghiamo anche quando leggiamo la Sacra Scrittura e qualche lettura spirituale.

Quando viaggiamo o camminiamo in campagna o in città ripetiamo spesso il “Gloria” che ci aiuta a considerare la grandezza di Dio ed il suo Creato. Non perdiamo mai la fiducia in Dio-Padre perché più ci sentiamo peccatori e più dovremmo pregare, dopo aver chiesto perdono attraverso l’Atto di Dolore o qualche breve giaculatoria e proponendo di migliorare. Per questo chiediamo al Signore di aiutarci a vivere secondo la sua volontà, convinti della sua infinita Misericordia. Giova più alla serenità interiore pensare alla grandezza Misericordiosa del Padre abbandonandoci a Lui, che fissarci sulla nostra fragilità umana, perché Gesù è venuto per i peccatori e non per i giusti.

 

 

 

 

“Di fronte ad una situazione così spiritualmente devastante come faccio a convincere gli altri che Gesù ci ama e vuole che ognuno di noi si salvi?”

Questa è una domanda che si fanno non solo i buoni sacerdoti ed i catechisti impegnati, ma anche molti laici cristiani pieni di zelo.

In effetti siamo testimoni di molti comportamenti peccaminosi: si tralasciano i Sacramenti, ci si tuffa nei bagordi e divertimenti di ogni tipo, non si considera il valore altissimo del sacramento del matrimonio, la bestemmia ed il turpiloquio si diffondono sempre di più, non si rispettano i dieci comandamenti, non si crede più nell’anima immortale e nell’aldilà, dilaga apostasia, si rinnega la divinità e persino l’esistenza di Gesù Cristo.

Insomma si espande l’incredulità ed il peccato in tutti gli ambiti sociali ed a ogni età.

Ad estremi mali estremi rimedi.

I sacerdoti nelle omelie, nelle catechesi e negli incontri inter-personali dovrebbero riprendere a parlare anche dell’aldilà con convinzione. Anche i catechisti ed i laici dovrebbero farlo.

Il profeta Giona fu inviato ad ammonire la città di Ninive per il pessimo comportamento dei suoi abitanti e questi si convertirono. Allora Dio decise di non distruggerla.

Oggi ci troviamo in una situazione ben peggiore. Nonostante le esortazioni moltissimi non intendono cambiare condotta. Se non si vuole essere attratti dal fascino del vero Bene e dell’amore, allora è necessario ammonire i fratelli dicendo a tutti chiaramente che esiste l’inferno ed è eterno, come più volte ha fatto Gesù.

Questa è una delle più alte forme di carità: aiutare le persone con la predicazione, la testimonianza personale e la preghiera a salvarsi l’anima.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

IN EUROPA MANCANO TANTISSIMI SACERDOTI…

 

 

O giovane, hai mai pensato di farti sacerdote? Non cacciare dalla tua mente questa idea, non scartarla subito, perché potrebbe essere lo Spirito Santo che ti chiama.

Chiedigli che ti illumini e frequenta un bravo e santo Sacerdote che ti possa aiutare a capire se realmente sei chiamato.

Sarebbe un vero peccato che tu rifiutassi questa grande occasione per aiutare le anime del mondo a salvarsi. Come avrai notato c’è una grande penuria di sacerdoti, soprattutto in Europa.

Non pensare che il Sacerdozio sia qualcosa di antiquato: Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e domani, come disse San Paolo.

Se veramente hai la vocazione al sacerdozio e non vuoi rifletterci, sei responsabile davanti a Dio ed all’umanità…

Il Sacerdote ha una dignità unica, che è stata messa molto bene in evidenza dal Santo Curato d’Ars che Dio aveva colmato di carismi per il suo zelo e la sua grande umiltà.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Più volte la Regina della Pace ci ha ripetuto che i sacerdoti sono un dono, ma troppo spesso ce ne dimentichiamo.

Siamo pronti a giudicarli appena notiamo dei difetti, senza renderci conto che senza di loro non avremmo il grande dono dei sacramenti, e primo fra tutti l’Eucaristia: Dio in mezzo a noi.

La Regina della Pace ha sempre sostenuto che i sacerdoti sono i prescelti di suo Figlio Chiede di pregare per i sacerdoti affinché l’unione tra suo Figlio e loro sia più forte possibile, affinché siano una cosa sola.

La Regina della Pace chiede di pregare per le vocazioni nella Chiesa, per la fede forte dei suoi sacerdoti.

Chiede anche di pregare e digiunare perché tra i sacerdoti regni la pace e l’unità.

La stessa Vergine quando appare e dà la Sua benedizione materna raccomanda di far poi benedire tutti gli oggetti dai sacerdoti, perchè quelle sono le mani del Suo Figlio.

Al di là della benedizione di un genitore per il figlio, la Madonna avverte che non vi è altra benedizione se non quella del Sacerdote.

da: http://biscobreak.altervista.org/2013…

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2400) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

Gesù sin dal tuo concepimento non ti ha mai abbandonato.

Con molta discrezione ti ha sempre seguito, continuamente, anche quando eri nel peccato.

Egli ti ama e ti amerà per sempre.

Nel tuo sincero pentimento Egli ti ha sempre perdonato, ti sostiene ovunque in ogni momento, non si dimentica mai di te, anche se a volte ti sembra l’incontrario.

Anzi, quando soffri, ti è ancora più vicino! Egli è nel prossimo che consoli e soccorri, è nei tuoi famigliari che servi con amore, è nei sacerdoti che consacrano l’Eucaristia e tramite loro si dona completamente a te.

Gesù è la meta a cui devi arrivare ed è il tuo Paradiso, perché è Dio fatto uomo affinché tu ti faccia “Dio”!

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2400) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

III DI AVVENTO – Anno B

Gv 1,6-8.19-28

p. Erems Ronchi

Omelia

C’era grande attesa in Israele, in quei giorni. E Dio interviene: “venne un uomo mandato da Dio, il suo nome era Giovanni”. Dio interviene per gli uomini non con miracoli: mandando un uomo.

Il miracolo di Dio siamo noi. L’intervento di Dio, oggi, siamo noi. Dio salva attraverso persone scrive Romano Guardini. Attraverso profeti di povere parole, che siamo noi.

Giovanni, il Profeta roccioso e selvatico, deve affrontare due commissioni d’inchiesta, due inquisizioni. Chi sei? E perché battezzi?

Sacerdoti e leviti insieme: i leviti facevano anche funzione di polizia, sono lì pronti per arrestarlo qualora…Sei domande sempre più incalzanti. Tre risposte sempre più brevi: identità per spoliazione, per sottrazione, io non sono.

Io non sono, né l’eroe dei miei sogni né il bambino delle mie paure. Io non sono il personaggio che vorrei essere, né il fallito che temo di essere, io non sono ciò che gli altri credono di me, o ciò che si aspettano, né un santo, né solo peccatore, io non sono il mio ruolo e nemmeno il mio peccato.

Tre no, e un sì finale: io? semplicemente Voce. La parola è un Altro. Lui è il senso di ciò che io dico.

“La parola una volta pronunciata non muore, ma proprio in quell’istante  comincia a vivere e fiorire” (E. Dikinson) per la voce di un uomo.

Io, semplicemente voce, che si alza in grido: che significa appello, bisogno, fame.

La vita dell’uomo inizia con un grido, il grido vittorioso del bambino che nasce, e termina con un grido soffocato, il grido crocifisso di ogni morente (on sort on crie, c’est la vie; on crie on sort c’est la mort”;

Grido di Cristo, quando sulla croce diventa la grande voce del mondo che urla la sua sete e le sue paure agli uomini e al cielo.

Io, semplicemente voce. Che dice parole più antiche e più grandi di me. La mia identità è di essere attraversato dal soffio di Dio, che dice e ridice, si alza e non si stanca.

Io semplicemente come una canna vuota, un flauto che emette la sua voce quando il respiro dello Spirito lo attraversa, e il soffio diventa musica. Così i mistici… Sono strumento e mi lascio adoperare.

Essere voce vuol dire allora che tutti noi abbiamo una struttura di profezia come nostra identità, siamo tutti – profondamente – profeti.

Parla tu Signore che il Tuo servo ascolta, parla le tue parole, noi non sappiamo più cosa dire; parla tu e riempi questa voce di semi di vangelo, che sono semi di vita; riempila di semi di cielo che sono semi di luce e di gioia. Parla, il tuo servo si farà voce, voce che grida nel deserto o che sussurra al cuore. Molti parlano, pochi parlano al cuore, uno solo parla sul cuore, senza distanza alcuna, toccando il cuore…

Noi cerchiamo profeti, uomini e donne dalle parole di fuoco, dal cuore in fiamme, e Dio che parla dai loro roveti. Ma dove sono? Il vangelo risponde così: E venne un uomo mandato da Dio! Un uomo vuol dire ogni uomo, vuol dire ognuno mandato da Dio, con una sillaba di Parola, con una goccia di fuoco, una parola insostituibile della frase del mondo. e se io non pronuncio la mia parola mancherà qualcosa alla compiutezza della frase. Siamo pietre vive della cattedrale che Dio va costruendo…non importa dove sei messo…ma se tu manchi la tua missione ci sarà una disarmonia cosmica, un vuoto, un buco che nessuno potrà colmare..

Per ascoltare devo chinarmi profondamente, come il Battista, cercare dentro. Se trovo Dio in me, allora sarò libero, libero come Giovanni davanti alle due inquisizioni dei potenti del tempo. Per me, come per lui, conteranno solo gli occhi del mio Signore, quel piccolo pezzo di Dio in me, che dice e ridice e non tace mai.

E mi sussurra come a Isaia, che la terra non è orfana di Dio, che qualcosa si muove, un virgulto, un agnello, un bambino: affiniamo lo sguardo! Come Isaia testimone di un Dio invisibile eppure luminoso, sconosciuto e innamorato, che è in mezzo a noi come guaritore delle vite, come germoglio di tronco tagliato.

E io credo nel sogno del lupo e dell’agnello insieme anche se, per ora, non si è realizzato; credo nel sogno della pace, anche se ancora non è venuta! Così come credo nella primavera anche se oggi non splende. E nell’amore, anche se oggi non scalda. Io credo, io do fiducia alla luce, mi fido del bene, in noi più antico del male più antico, più originario del peccato originario.

Molti di voi conosceranno Cuore di tenebra, un famoso romanzo di Joseph Conrad: nel mondo e in noi batte un cuore di tenebra. Eppure una narrazione più alta suggerisce invece che una goccia di luce batte nel cuore vivo di tutte le cose.

È Cristo venuto come luce vera che illumina ogni uomo; notate bene: ogni uomo, ogni uomo, ogni uomo.

E nessuno che sia escluso, e nessuno che sia senza luce. È venuto e ha fatto risplendere la vita: la mia vita, la tua vita, la vita innumerevole, dai mille nomi, dai mille volti.

Di questo anch’io posso essere testimone! Non di ingiunzioni ma di un bene che è dentro di me; non di castighi ma di luce, di un Dio che sorge come un sole, che fascia le piaghe dei cuori spezzati, che è germoglio sui tronchi abbattuti, che è cercatore di prigionieri per rimetterli nel sole.

Noi, a differenza di Isaia e di Giovanni, siamo profeti di povere parole. Eppure voce non inutile: “solo se il messaggero è infinitamente piccolo, il messaggio sarà infinitamente grande” (Vannucci).

In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete. In mezzo a voi e non nel tempio; in mezzo a voi ma non dentro ai vostri schemi. Cristo sconosciuto, io non lo possiedo, neppure la chiesa lo possiede, questa chiesa continuamente in cerca del suo Cristo (Paolo VI).

Egli è qui, nei miei profeti, nelle accensioni improvvise dell’anima e del cuore, è nel nostro amore e nei nostri poveri, è negli occhi testimoni della luce, nella bellezza de mondo e dello splendore del dimesso, nelle parole che consolano davvero, ogni volta che un lupo, che un violento si disarma e si fa guidare da un bambino. Da un cuore bambino.

Ogni volta che la radice mette germogli, Dio è qui e parla parole che sono nido e vela, nido che accoglie e conforta, e vela che fa ripartire la vita, come un germoglio di luce che cresce e si arrampica in noi, come un fiore di luce sbocciato nel nostro deserto.

Preghiera alla comunione

 

Signore, chi sono io veramente?

Vorrei dirmi appena voce, soltanto voce e Tu la parola.

Ma non è così. Ho detto parole solo mie, di cenere e sabbia.

Vorrei però essere voce che grida nei deserti e che sussurra al cuore

che una bontà immensa abita l’universo.

Vorrei essere solo pulviscolo di luce,

frammento minimo di sole, pur con tutto il mio buio.

Vorrei essere con la mia vita piccola profezia di te,

eco di un flauto che suona da altrove.

E così crederanno a te e non a me, Signore,

a te che ripeti a ciascuno con la voce di Isaia:

Il tronco fiorirà, la parola tornerà dal silenzio,

il lupo e l’agnello pascoleranno insieme.

E sia la nostra vita voce che dice

il cuore buono dell’essere,

che dice che Tu, Signore, hai un cuore di luce,

che io, con il mio frammento opaco, posso essere

frammento ospitale del cosmo

riflesso di te, nostalgia di te

venuto come un fiore di luce nel nostro deserto. Amen

 

p. Ermes Ronchi

 

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

 

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron