Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

O giovane, hai mai pensato di farti sacerdote?

Non cacciare dalla tua mente questa idea, non scartarla subito, perché potrebbe essere lo Spirito Santo che ti chiama. Chiedigli che ti illumini e frequenta un bravo Sacerdote che ti possa aiutare a capire se realmente sei chiamato. Sarebbe un vero peccato che tu rifiutassi questa grande occasione per aiutare le anime del mondo a salvarsi.

Come avrai notato c’è una grande penuria di sacerdoti, soprattutto in Europa. Non pensare che il sacerdozio sia qualcosa di antiquato: Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e domani, come disse San Paolo.

Se veramente hai la vocazione al sacerdozio e non vuoi rifletterci, hai una grave responsabilità davanti a Dio ed all’umanità…

Il Sacerdote ha una dignità unica, che è stata messa molto bene in evidenza dal Santo Curato d’Ars che Dio aveva colmato di carismi per il suo zelo e la sua grande umiltà.

Leggi attentamente quello che aveva detto sul sacerdozio:

 

3 – L’ORDINE.

  1. Il sacramento dell’Ordine sembra non abbia a riguardare nessuno di voi; eppure esso ha delle relazioni con tutti. Questo sacramento innalza l’uomo fino a Dio. Che cosa è il sacerdote? Un uomo che tiene luogo di Dio, un uomo che è rivestito di tutti i poteri divini. “Andate, dice Nostro Signore ai preti; come il Padre mio mandò me, così io mando voi. Ogni potere mi fu dato in Cielo e sulla terra. Andate dunque, istruite tutte le nazioni…”. Quando il Sacerdote rimette i peccati, egli non dice Dio ti perdona”. Egli dice “lo ti assolvo”. Alla Consacrazione non dice “Questo è il Corpo di Nostro Signore”. Egli dice: “Questo è il mio Corpo”.
  2. Il sacerdozio è l’amore dei Cuor di Gesù. Quando vedete il sacerdote, pensate a Nostro Signor Gesù Cristo.
  3. Oh quale gran cosa è il prete! Solo in Cielo potremo comprendere bene che cosa egli sia… Se lo comprendessimo quaggiù, morremmo non di spavento, ma d’amore…
  4. Se io incontrassi un prete ed un Angelo, saluterei prima il prete e poi l’Angelo. Questi è l’amico di Dio, ma quegli ne fa le veci. Santa Teresa baciava il posto pel quale era passato il sacerdote…
  5. Oh qual gran cosa è il prete! Se egli lo comprendesse, morirebbe… Dio gli obbedisce: egli pronuncia due parole, ed alla sua voce Nostro Signore scende dai Cielo e si rinchiude in una piccola ostia. Dio posa il suo sguardo sull’altare. “E là, dice egli, il mio Figliuolo prediletto, nel quale ho riposte le mie compiacenze”. Egli non può rifiutar nulla ai meriti dell’offerta di una tal vittima. Se si avesse la fede, si vedrebbe Dio nascosto nei sacerdote, come un lume dietro un vetro, come del vino misto e dell’acqua.
  6. Guardate la potenza del sacerdote! La sua lingua di un pezzetto di pane fa un Dio! Gli è un prodigio più grande della creazione del mondo. Qualcuno diceva: “Ma dunque Santa Filomena obbedisce al Curato d’Ars!”. Certo ch’ella gli può obbedire, se gli ubbidisce Iddio.
  7. Un prete dopo la consacrazione stava un po’ dubbioso, se le sue parole avessero fatto discendere Nostro Signore sull’altare: in quello stesso momento egli vide l’ostia diventar rossa ed il corporale tingersi di sangue.
  8. Si annette molto pregio agli oggetti che a Loreto vennero deposti nella scodella che servì a Maria Santissima ed al Bambino Gesù. Ma le dita del sacerdote, che toccarono le Carni adorabili di Gesù Cristo, che penetrarono nel calice dove è stato il Sangue di lui, nella pisside dove è stato il Corpo di lui, non sono forse più pregevoli?
  9. Dopo la Risurrezione di Nostro Signore! quale non fu la gioia degli Apostoli nel rivedere il Maestro, che avevano tanto amato. Il prete deve provar la stessa gioia nel veder Nostro Signore, ch’egli tiene fra le sue mani…
  10. Quando si vuoi distruggere la religione, si comincia dal combattere il prete, perché là dove non vi è più il sacerdote, non vi sono più sacrifici, non vi è più religione. Il prete non è prete per se stesso. Egli non dà l’assoluzione a sè, non amministra i Sacramenti a sé: egli non è per sè, ma per voi. Dopo Dio il sacerdote è tutto!… Lasciate per vent’anni una parrocchia senza prete vi si adoreranno gli animali.
  11. Se non ci fosse il prete, a nulla gioverebbero la passione e la morte di Nostro Signore. Pensate ai selvaggi: a che serve loro che Gesù sia morto? Essi non potranno, purtroppo, partecipare del beneficio della redenzione, finchè non avranno sacerdoti che loro facciano l’applicazione del divin Sangue.
  12. Senza il sacerdote a nulla gioverebbero gli altri benefici di Dio. A che potrebbe servirvi una casa ricolma d’oro, quando non vi fosse alcuno che ve ne apra la porta? Il prete ha la chiave dei celesti tesori egli apre la porta, è l’economo di Dio, l’amministratore de’ beni di lui.
  13. Andate a confessarvi dalla Madonna o da un Angelo. Vi daranno l’assoluzione? No. Vi daranno il Corpo ed il Sangue di Nostro Signore? No. La Madonna non può far scendere nell’ostia il suo divin Figlio. E se aveste vicino duecento Angeli, non potrebbero darvi l’assoluzione. Un prete, per quanto meschino egli sia, lo può fare; egli vi può dire “Andate in pace: io vi perdono”.
  14. S. Bernardo dice che tutto ci venne da Maria: si può anche dire che tutto ci venne per mezzo dei sacerdote. Sì, tutti gli onori, tutte le grazie, tutti i celesti favori. Se non ci fosse il sacramento dell’Ordine, non possederemmo Nostro Signore. Chi lo mise nel tabernacolo? il prete. Chi ricevette l’anima vostra, allorchè apri gli occhi alla vita? Il prete. Chi la nutre per darle la forza di compiere il suo pellegrinaggio? Il prete. Chi, lavandola un’ultima volta nei Sangue di Gesù Cristo, la preparò a comparire davanti a Dio? Il prete, sempre il prete. E se questa anima venisse a morire, chi la risusciterebbe, chi le renderebbe la calma e la pace? Ancora una volta il prete. Non potete ricordare un solo beneficio di Dio, senza che vi appaia accanto a questa rimembranza la figura del sacerdote.
  15. Il sacerdote è per voi quello che è una madre, una nutrice per il bambino di pochi mesi: ella gli dà da mangiare, il bambino non ha che da aprir la bocca. La madre dice al figliuolino: “Prendi, piccino mio, mangia”. Il sacerdote dice a voi “Prendete e mangiate: ecco il Corpo di Gesù Cristo vi custodisca e vi guidi alla vita eterna”. Oh, le belle parole! Quando un bambino vede la propria madre, si slancia verso di lei si dibatte nelle braccia di chi lo vuoi trattenere; apre la piccola bocca, stende le manine per abbracciarla. E l’anima vostra, alla vista del prete, si slancia spontaneamente verso di lui gli corre incontro; è invece trattenuta dai vincoli del corpo in quegli uomini che tutto concedono ai sensi, e che non vivono se non per il corpo.
  16. Quando vedete un prete dovete dire: “Ecco colui che mi rese figlio di Dio e mi aprì iI Cielo per mezzo del santo battesimo; colui che mi purificò dai miei peccati, colui che dà nutrimento all’anima mia”. Alla vista di un campanile potete dire: Chi abita là? Il Corpo di Nostro Signore. Perchè vi sta? — Perchè un sacerdote vi è passato e vi ha celebrato la Santa Messa”.
  17. Quando le campane vi invitano alla chiesa, se vi si domandasse: “Dove andate?” potreste rispondere: “Vado a nutrire l’anima mia”. Se, mostrandovi il tabernacolo, vi si chiedesse: “Che cos’è quella porticina dorata? — E la dispensa, che custodisce il cibo dell’anima mia. — Chi è colui che ne tiene la chiave, che fa le provviste, che prepara il banchetto e vi serve ? — È il prete. — E qual è il cibo? — È il prezioso Corpo ed il prezioso Sangue di Nostro Signore…”. O Dio mio, Dio Mio, quanto ci avete amato!!!
  18. Ah! qual cosa tremenda essere sacerdote! La confessione, i sacramenti, quale responsabilità! Oh, se sapessimo che cosa voglia dire esser prete, ci nasconderemmo, come i Santi, nel deserto per non essere ordinati!
  19. No, non vi è nel mondo un essere infelice quanto il sacerdote! Come passa la vita? Nel veder continuamente offeso il buon Dio! Il prete non vede altro, egli non comprende che questo. Egli è continuamente come S. Pietro nel pretorio di Pilato; ha sempre sott’occhio Nostro Signore insultato, disprezzato, deriso, coperto d’obbrobrii. Ah, se avessi saputo che cosa sia un prete, invece di entrare in Seminario, mi sarei fatto Trappista, senza por tempo in mezzo.
  20. Quello che impedisce a noi preti di diventar santi è la mancanza di riflessione. Non rientriamo in noi stessi; non sappiamo ciò che facciamo. Abbiamo bisogno di riflessione, di preghiera, d’unione con Dio. Quanto è infelice il prete che non vive una vita interiore! Ma per giungere ad ottenerla ci vuole tranquillità, silenzio, ritiratezza!… oh sì, ritiratezza!. È nella solitudine che Dio parla!… Il mezzo per essere un buon sacerdote sarebbe quello di continuar la vita di seminarista!…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Signore, eccomi qui in questo luogo di studio e preghiera con il desiderio di rispondere pienamente alla tua chiamata.

Ti chiedo il dono dello Spirito Santo affinché possa essere umilmente perseverante nella risposta vocazionale.

Fortificami contro le tentazioni di ogni tipo, compresa quella di mollare gli impegni intrapresi.

Aiutami a prendere consapevolezza dell’importante mansione di operaio della tua vigna che vuoi affidarmi.

Comunicami lo stupore per il grande dono del ministero sacerdotale che andrò a ricevere, anche se non privo di difficoltà in unione con Te crocifisso, morto e risorto per noi. Aiutami ad essere umilmente sottomesso a chi ha l’incarico di istruirmi e guidarmi.

Donami la vera sapienza e la saggezza, ma soprattutto infondi in me l’amore per Te e per il mio prossimo che desidero servire nel tuo nome.

Che Maria Santissima e tutti i santi mi accompagnino in questo percorso formativo in modo che lo Spirito Santo, attraverso i suoi doni, mi aiuti a raggiungere la meta con vero entusiasmo ed amore.

 

 

 

 

 

 

Ogni sacerdote è mediatore tra Dio e gli uomini. Un compito ben diverso dall’altra figura che, seppur simile, “non è la stessa”: quella di “intermediari”.

L’intermediario, infatti, fa il suo lavoro e prende la paga, lui mai perde. Al contrario il mediatore perde se stesso per unire le parti, dà la vita, se stesso, il prezzo è quello: la propria vita, paga con la propria vita, la propria stanchezza, il proprio lavoro, tante cose, ma – in questo caso il parroco – per unire il gregge, per unire la gente, per portarla a Gesù. La logica di Gesù come mediatore è la logica di annientare se stesso.

San Paolo sostiene: “Annientò se stesso, svuotò se stesso’ ma per fare questa unione, fino alla morte, morte di croce”. Quella è la logica: svuotarsi, annientarsi. Oggi ci sono cristiani insoddisfatti – tanti – che non riescono a capire cosa il Signore ci ha insegnato, non riescono a capire il nocciolo proprio della rivelazione del Vangelo. Soprattutto ci sono preti “insoddisfatti” che “fanno tanto male” e vivono male, frustrati, in cerca sempre di nuovi progetti. “Il loro cuore è lontano dalla logica di Gesù e per questo si lamentano o vivono tristi. Invece la logica di Gesù dovrebbe dare “piena soddisfazione” a un sacerdote. Se autentico, egli deve comportarsi come “mediatore molto vicino al suo popolo”.

Dunque non come “un funzionario” che fa il suo lavoro ma poi ne prende un altro, che “non sa cosa significhi sporcarsi le mani”. Il sacerdote che cambia da mediatore a intermediario non è felice, è triste, per questo elemosina la felicità nel farsi vedere, nel far sentire l’autorità. È come quei farisei al tempo di Gesù a cui “piaceva loro passeggiare per le piazze” per farsi ricoprire di onori.

Ma, come già ammoniva il Messia, per rendersi importanti, i sacerdoti intermediari prendono il cammino della rigidità: tante volte, staccati dalla gente, non sanno che cos’è il dolore umano. Questi perdono quello che avevano imparato a casa loro, col lavoro del papà, della mamma, del nonno, della nonna, dei fratelli…

Perdono queste cose. Sono rigidi, quei rigidi che caricano sui fedeli tante cose che loro non portano, come diceva Gesù agli intermediari del suo tempo.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2300) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Spirito Santo, Terza Persona della SS Trinità, vieni nella mia anima e nel mio cuore, ti adoro e ti chiedo di aiutarmi a predisporre il mio animo alla partecipazione eucaristica.

Attraverso il dono della tua sapienza, rendimi realmente consapevole di ciò che sto per fare, rafforza la mia debole fede nella reale presenza di Gesù Cristo sotto le specie del pane e del vino che verranno consacrati dal sacerdote sull’altare.

Che io sia pienamente consapevole che per mezzo di Colui che sto per ricevere è stato creato tutto l’Universo, me compreso, e che Tutto in Lui sussiste.

Aiutami ad essere sempre stupito per questo incredibile mistero d’amore, ascoltando con attenzione le Sacre Scritture, pregando con fervore per tutti e ricevendo con rispetto profondo Gesù Cristo stesso che viene in me per divinizzarmi.

Aiutami, o Spirito Santo, ad essere grato per questo immenso dono divino. Fa in modo che possa giovare nella vita presente ed in quella eterna per me e per tutta la Chiesa. Amen

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2200) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

 

 

L’INVISIBILE CHE ACCADE QUANDO UN SACERDOTE CI BENEDICE

 

Ecco cosa disse Gesù a Teresa Neuman Teresa Neuman, nata a Konnersreuth, villaggio della Baviera, il 9 aprile e morta il 18 settembe 1962 è la stigmatizzata tedesca che viveva solo nutrendosi dell’Eucaristia.

“Cara figlia, voglio insegnarti a ricevere la mia Benedizione con fervore. Cerca di capire che qualcosa di grande ha luogo quando ricevi la benedizione di un mio sacerdote. La benedizione è uno straripamento della mia Divina Santità.

Apri la tua anima e lascia che diventi santa attraverso la mia benedizione.

Essa è rugiada celestiale per l’anima, attraverso la quale tutto ciò che viene fatto può essere fruttuoso.

Tramite il potere di benedire, ho dato al sacerdote il potere di aprire il tesoro del mio Cuore e di riversare una pioggia di grazie sulle anime.

Quando il sacerdote benedice, Io benedico. Allora una sterminata corrente di grazie fluisce dal mio Sacro Cuore all’anima fino a riempirla completamente.

Tieni aperto il tuo cuore per non perdere il beneficio della benedizione…”

 

Disegni di Perla Paik

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO

 

PIAI GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 2000) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

 

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron