Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Non è detto che l’età migliore sia quella della giovinezza.

Si può essere anziani e godere la vita in profondità, nella consapevolezza del grande mistero che ci circonda e che compone il nostro meraviglioso essere.

Può succedere che il giovane non si rende conto di questo e trascorre le sue giornate cercando i piaceri più immediati, ma che non lo soddisfano interiormente.

L’età migliore della vita è quella che abbiamo ora, se viviamo nella consapevolezza…

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

Portarono il Bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore.

Una giovanissima coppia e un neonato che portano la povera offerta dei poveri: due tortore, e la più preziosa offerta del mondo: un bambino.

Vengono nella casa del Signore e sulla soglia è il Signore che viene loro incontro attraverso una creatura intrisa di vita e di Spirito, un anziano, Simeone, occhi stanchi per la vecchiaia e giovani per il desiderio: la vecchiaia del mondo accoglie fra le sue braccia l’eterna giovinezza di Dio.

Piccolo Gesù nato per me, lascia che io ti stringa fra le braccia come Simeone, e stringendo con te, anche la Divina Presenza.

Abbracciando te, le dita di Dio mi sfiorano anche me, e allora, con lo sguardo, la carezza, o l’ascolto, lasciami pregare ancora per bocca di Simeone, per dire ai miei fratelli: “Dio mi salva attraverso te, salvezza che mi cammina a fianco”.

 

(p.Ermes Ronchi)

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

a cura di https://www.mondocrea.it

 

 

 

 

(su ispirazione di un testo elaborato da Eugenio Carretta)

In ogni anziano il tempo trasforma il  modo di pensare e di vedere le cose o le  situazioni varie in modo diverso. Gli anziani diventano meno reattivi e quindi tollerano situazioni che prima non riuscivano a digerire.

Essi hanno alle spalle un bagaglio di esperienze che fanno la differenza; ora possono scandire le ore “a piacere”, proprio come l’estro suggerisce.

Solo nella vecchiaia una persona può affermare di valere per ciò che è, e non per ciò che ha o fa; un momento quindi di verità, in cui rivelano veramente chi sono…

Carl Jung diceva “Ciò che la giovinezza troverà al di fuori, l’uomo nella sua vecchiaia lo trova nell’interiorità”.

Ecco la differenza; il fuori conta poco – è quanto essi hanno accumulato che ora fa da sostegno: famiglia, nipoti e figli che portano ancora in casa novità e che tengono aggiornati.

Sono sempre gli affetti che contano nella vecchiaia; guai se mancano – ne va di mezzo persino la salute.

Gli anziani non hanno più orari da rispettare e hanno il tempo per sfogliare un buon libro e ruminarci sopra alla ricerca di vecchie “melodie” e scoperte di antichi autori; possono inoltrarsi nel boschetto vicino casa trovare un silenzio che oramai è solo un sogno.

Gli anziani trovano gratificante fermarsi in una chiesa e pregare per i figli, i nipoti ed anche per gli amici.

Oppure prendere dall’orto quei peperoncini dolci e teneri per insaporire l’insalata a pranzo.

L’invecchiamento quindi ha i suoi lati positivi che consistono nel passaggio da una visione materialistica e razionale ad una più trascendente e molto più gratificante.

Tante piccole soddisfazioni, precluse ai giovani, ancora impegnati in una vita di lavoro e famiglia; vita complicata e difficoltosa ai nostri tempi di crisi, che toglie il fiato per i problemi che presenta ed arreca molto stress.

I problemi emotivi degli anziani, sono problemi di adattamento. L’adattamento nel doversi adeguare ai cambiamenti che si verificano nell’organismo, al fine di vivere ancora un’esistenza soddisfacente.

Il problema dell’adattamento deve quindi venire considerato da due punti di vista. Gli anziani devono conoscere sia le forze e le capacità dell’organismo, sia i compiti che vengono chiamati a svolgere.

Senz’altro essi diventano più accomodanti, perchè meno stressati e quindi meno impulsivi grazie anche all’esperienza;  i nipotini ed i figli  incarnano cuore e regole, il nonno cuore e abbracci.

Si comprende quindi la differenza; i nonni tollerano e capitolano di fronte ai loro capricci, i genitori li sgridano.

L’invecchiamento dell’uomo quindi e anche della donna, consiste nel passaggio da una visione materialistica e razionale ad una più trascendente e quindi spirituale, seguita sempre da un aumento di gratificazione.

“La vecchiaia, ha scritto Karl Barth, si offre all’uomo come la possibilità straordinaria di vivere non per dovere, ma per grazia”.

L’anziano quindi, può gustare una dimensione culturale prima sconosciuta o non posta in atto per mancanza di tempo.

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

 

 

Signore, ti ringrazio per l’età che hai permesso che io raggiungessi. Non tutti la raggiungono e molti li hai presi giovanissimi.

Mano a mano che passa il tempo gioisco perché mi sento sempre più vicino al giorno del grande trapasso, in cui potrò vederti faccia a faccia e stare con te definitivamente per tutta l’eternità.

Mi pento dei miei peccati e spero nella tua infinita misericordia. Vorrei servirti continuamente, anche se mi sento sempre più fragile: sei davvero Tu il mio sostegno e con te attendo senza paura la tua venuta.

Non ricordare i peccati della mia giovinezza e donami la capacità di amare tutti ed aiutami a perdonare di cuore coloro che mi hanno offeso o fatto del male.

Ti prego anche per coloro che ho offeso o scandalizzato con il mio comportamento, affinché ricevano grazie di conversione.

Ti offro i disagi della mia età, sia i dolori fisici che i vari malesseri.

Con Te mi sento bene e sono contento quando cerco di compiere con il tuo aiuto la tua volontà.

Ti prego per i famigliari, i parenti, gli amici, il prossimo ed i nemici.

Ti prego con il cuore per tutta l’umanità affinché conosca in profondità quale è la Verità, cioè Tu stesso Gesù Cristo, vero Dio e vero uomo, che hai donato le tue sofferenze e la tua vita per salvarci.

Canterò per sempre le tue meraviglie e adorerò la tua infinita Misericordia…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

 

Succede spesso che alcuni adulti ed anziani desidererebbero ritornare giovani, e fanno fatica ad accettarsi così come sono. Ma se hanno fede e fiducia in Gesù Risorto questo loro desiderio sarà esaudito infinitamente di più… nel senso che nell’aldilà i redenti vivranno l’eterna giovinezza.

Alla Risurrezione dei morti il loro corpo sarà trasformato e diverrà immortale.

Per ora non possiamo comprendere appieno come saremo nell’aldilà se non ci è rivelato dallo Spirito Santo, sicché per intuire qualcosa relativamente all’altra dimensione, dobbiamo mettere a parte le nostre categorie mentali terrestri, perché noi valutiamo in modo molto limitato anche l’aspetto delle cose e delle persone.

In Dio, quindi, nessun corpo redento è corruttibile, ecco perché la degenerazione che subiamo nel tempo terrestre non ci potrà toccare minimamente in Paradiso: nel seno Trinitario tutto è rigenerato in una continua novità, in una dimensione sublime dove c’è stupore e gioia incommensurabile nell’eterna contemplazione delle meraviglie di Dio, tra le quali la Divina Misericordia che sarà la più ammirata e lodata da ogni creatura.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Il Vangelo – a cura di Ermes Ronchi

La vecchiaia del mondo e l’eterna giovinezza di Dio

Santa Famiglia – Anno B

Dal Vangelo secondo Luca – Lc 2,22-40

Quando furono compiuti i giorni della loro purificazione rituale, secondo la legge di Mosè, [Maria e Giuseppe] portarono il bambino [Gesù] a Gerusalemme per presentarlo al Signore – come è scritto nella legge del Signore: «Ogni maschio primogenito sarà sacro al Signore» – e per offrire in sacrificio una coppia di tortore o due giovani colombi, come prescrive la legge del Signore. Ora a Gerusalemme c’era un uomo di nome Simeone, uomo giusto e pio, che aspettava la consolazione d’Israele, e lo Spirito Santo era su di lui. Lo Spirito Santo gli aveva preannunciato che non avrebbe visto la morte senza prima aver veduto il Cristo del Signore. […]

Maria e Giuseppe portarono il Bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore. Una giovanissima coppia col suo primo bambino arriva portando la povera offerta dei poveri, due tortore, e la più preziosa offerta del mondo: un bambino.
Non fanno nemmeno in tempo a entrare che subito le braccia di un uomo e di una donna si contendono il bambino. Sulle braccia dei due anziani, riempito di carezze e di sorrisi, passa dall’uno all’altro il futuro del mondo: la vecchiaia del mondo che accoglie fra le sue braccia l’eterna giovinezza di Dio.

Il piccolo bambino è accolto non dagli uomini delle istituzioni, ma da un anziano e un’anziana senza ruolo ufficiale, però due innamorati di Dio che hanno occhi velati dalla vecchiaia ma ancora accesi dal desiderio. Perché Gesù non appartiene all’istituzione, ma all’umanità. L’incarnazione è Dio che tracima dovunque nelle creature, nella vita che finisce e in quella che fiorisce.

«È nostro, di tutti gli uomini e di tutte le donne. Appartiene agli assetati, a quelli che non smettono di cercare e sognare mai, come Simeone; a quelli che sanno vedere oltre, come la profetessa Anna; a quelli capaci di incantarsi davanti a un neonato, perché sentono Dio come futuro» (M. Marcolini).

Lo Spirito aveva rivelato a Simeone che non avrebbe visto la morte senza aver prima veduto il Messia. Sono parole che lo Spirito ha conservato nella Bibbia perché io, noi, le conservassimo nel cuore: anche tu, come Simeone, non morirai senza aver visto il Signore. È speranza. È parola di Dio. La tua vita non finirà senza risposte, senza incontri, senza luce. Verrà anche per te il Signore, verrà come aiuto in ciò che fa soffrire, come forza di ciò che fa partire.

Io non morirò senza aver visto l’offensiva di Dio, l’offensiva del bene, l’offensiva della luce che è già in atto dovunque, l’offensiva del lievito

.
Poi Simeone canta: ho visto la luce da te preparata per tutti. Ma quale luce emana da Gesù, da questo piccolo figlio della terra che sa solo piangere e succhiare il latte e sorridere agli abbracci? Simeone ha colto l’essenziale: la luce di Dio è Gesù, luce incarnata, carne illuminata, storia fecondata, amore in ogni amore. La salvezza non è un opera particolare, ma Dio che è venuto, si lascia abbracciare dall’uomo, è qui adesso, mescola la sua vita alle nostre vite e nulla mai ci potrà più separare.

Tornarono quindi alla loro casa. E il Bambino cresceva e la grazia di Dio era su di lui. Tornarono alla santità, alla profezia e al magistero della famiglia, che vengono prima di quelli del tempio. Alla famiglia che è santa perché la vita e l’amore vi celebrano la loro festa, e ne fanno la più viva fessura e feritoia dell’infinito.

(Letture: Genesi 15,1-6; 21,1-3; Salmo 104; Ebrei 11,8.11-12.17-19; Luca 2,22-40)

 

https://www.avvenire.it/rubriche/pagine/la-vecchiaia-del-mondo-e-l-eterna-giovinezza-di-dio?utm_content=bufferf6d93&utm_medium=social&utm_source=facebook.com&utm_campaign=buffer

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

 

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron