Signore, tu conosci bene la mia situazione di “scartato” dalla società.
Ci sono persino parenti ed amici che si vergognano di me, non imputare loro questa colpa, ma aiutali a diventare consapevoli del loro atteggiamento discriminatorio affinché prevalga in loro l’amore e la tolleranza.

Nella società vengo ingiustamente considerato un appestato, un irresponsabile, un idiota, uno scellerato, uno “scarto”, per cui non mi permettono di entrare negli uffici pubblici per le necessità sociali più importanti…

Molti giornalisti e gestori di mass-media ci insultano e si accaniscono contro la nostra libera decisione di non sottoporci al marchio discriminatorio

Non mi vogliono nei bar, nei ristoranti e nemmeno dal barbiere

Non posso salire sugli autobus, sulle metropolitane, sui treni regionali e mi è vietato prendere aerei, navi e treni a lunga percorrenza.

Mi hanno proibito di entrare in banca ed in posta. Tantissimi anziani non possono nemmeno ritirare la pensione.

Mi vietano di entrare al museo, alla mostra, alla fiera, al convegno, al congresso, al teatro, al cinema, al concerto.

Sono stato sospeso dalle mie funzioni e dallo stipendio sul posto di lavoro.

Rischio di essere discriminato anche al pronto soccorso e negli ospedali.

Persino molti fratelli cristiani alimentano questa palese discriminazione con il loro silenzio, la loro incomprensione, la loro indifferenza ed ostilità o con la propaganda di molti sacerdoti e vescovi. O Spirito Santo illumina le loro coscienze affinché siano consapevoli di questo loro atteggiamento divisore. Al posto dell’odio che essi alimentino e diffondano apertamente e coraggiosamente l’amore, la tolleranza, la giustizia sociale, la comunione fraterna.

Tu vedi, o Signore, che non mi considerano nemmeno un uomo, stanno calpestando la mia dignità, la mia libertà inalienabile di Figlio di Dio, la mia stessa identità.

Ti chiedo che emerga la verità. Illumina le coscienze di tutti, comprese quelle di coloro che detengono il potere e fa’ che si riconoscano finalmente i diritti di tutti per una vera ed autentica fratellanza universale. Amen

 

(anonimo)