UN APPELLO

Suore padovane a Betlemme chiedono cibo per l’ospedale dei bambini

Sono sei suore padovane, dell’ordine delle Elisabettine. Coraggiose testimoni di Cristo a Betlemme, nel luogo icastico della religione cristiana. E lì si confrontano ogni giorno dentro un ospedale pediatrico con la mancanza di garze e di cibo. Ora la situazione è disperata e le suore hanno lanciato un appello attraverso l’agenzia di stampa missionaria Misna e i microfoni di Diradio, l’emittente della diocesi che le ha ospitate in collegamento telefonico dal Caritas Baby Hospital.

Ha parlato suor Pia Ignazia la superiore della comunità di religiose: «Qui manca tutto – ha detto con voce accorata – qualunque aiuto ci servirà». L’ospedale serve soprattutto i bambini. Quelli israeliani però che possono pagare hanno la possibilità di andare in altre strutture, mentre sono i bambini palestinesi a servirsene. Quando ci arrivano però perché i soldati israeliani molte volte glielo impediscono (fino all’altro ieri nella zona c’era il coprifuoco).

Il comunicato delle suore tradotto in inglese sta facendo il giro del mondo. A Padova l’accento sulla delicatissima situazione dell’ospedale è stato messo dalla trasmissione della radio diocesana che lo ha evidenziato in tutta la sua drammaticità. Nel comunicato infatti si legge: Betlemme muore tra l’indifferenza di tutto il mondo cristiano! E tempo che gli uomini di buona volontà (se ce sono ancora) aprano gli occhi. Noi non siamo una città di terroristi da meritare una così continua brutale repressione. Noi siamo una città stremata, ormai ridotta ad una gabbia mortale, travolta da una vendetta senza fine.

“A pochi giorni dal Natale – continuano le suore – qui a Betlemme non sappiamo più che cosa sia il fare festa. Forse siamo tornati al tempo primo del Natale… poveri e sofferenti celebreremo un Gesù Bambino povero che prende parte alla nostra sofferenza. Lui almeno! Come si può mantenere il silenzio su Betlemme a pochi giorni dal Natale?”

Il sito di riferimento del Caritas Baby hospital è
http://www.khb.ch

la mail per contattare direttamente le suore è e-mail:[email protected]

ImC
Tel.02/48194361
Cell.347 81 09 407
http://www.informusic.it
E-mail:[email protected]