Si riporta un appello per chiedere informazioni utili

Siamo un gruppo di ricercatori locali. Abbiamo necessità di metterci in contatto con qualcuno che possa fornirci informazioni circa quanto di seguito andremo ad esporre.

Durante la prima guerra mondiale un giovane avetranese il sottotenente Mario Costanzo Morleo del 37 Fanteria nato ad Avetrana il 25/09/1894 muore in combattimento a Zagora il 28 ottobre 1915 per le ferite riportate al capo. Viene sepolto nel cimitero di Plava, così come si evince dall’estratto di morte del Ministero della Guerra. Gradiremmo, se possibile, indicarci a chi rivolgerci per sapere qualcosa di più concreto. In particolare, desidereremmo sapere se il suo corpo è stato effettivamente sepolto a Plava o in qualche altra località in quanto alcuni suoi familiari non ci hanno saputo dire nulla al riguardo.

La nostra ricerca tende a ricostruire , sia pure in breve, quella che è stata la vita di Mario Morleo; infatti d’accordo con l’amministrazione comunale di Avetrana si avrebbe intenzione di dedicare una giornata particolare per il prossimo 4 novembre.

Nell’occasione si scoprirebbe una lapide per ricordare la casa natale del sott.te Mario Morleo; si pubblicherebbe, perché i propri cittadini possano conoscerlo, il discorso che venne tenuto in Avetrana il 29 novembre 1915 durante le solenni onoranze funebri; si vorrebbe, sempre se riusciamo a sapere qualcosa, traslare le spoglie del sott.te ad Avetrana, suo luogo natale.

Un pronipote di Mario Morleo ci ha saputo dire soltanto che il padre del sott.te era alquanto addolorato per non aver potuto riavere le spoglie del proprio figlio che era già prossimo a laurearsi in giurisprudenza. Il pronipote ci ha fornito una lettera della Regia Università di Roma con la quale si informava il padre del sott.te che la Regia Università di Roma gli avrebbe conferito la laurea ad honorem.

Per la laurea ad honorem conferitagli dalla Regia Università di Roma abbiamo pensato di scrivere all’Università La Sapienza di Roma dalla quale non abbiamo ricevuto ancora alcuna risposta. Secondo voi avviamo fatto bene a scrivere a La Sapienza? O a chi dovremmo rivolgerci? Sarebbe possibile che voi giraste la nostra richiesta a qualcun altro che possa fornirci le informazioni di cui andiamo in cerca?

Inoltre desidereremmo gentilmente che voi ci forniste l’indirizzo di posta elettronica del Museo della grande Guerra di Gorizia , di Caporetto e di Redipuglia. Ed infine come potremmo metterci in contatto con l’archivio storico dell’Esercito italiano, con l’archivio reggimentale del reparto in cui era comandato il Morleo o con l’archivio storico dell’ordinariato militare e con il generale Benito Gavazza?

Si ringrazia per quanto possiate fare per noi e si inviano distinti ossequi.

Bruno Leo – Presidente Gruppo Archeo Avetrana

e-mail:[email protected]