Chi volesse raccontare una sua esperienza mistica può inviare all’e-mail:[email protected].
Non esprimeremo alcun giudizio, ma lasceremo ai lettori la valutazione.


Ecco l’esperienza di Ida Coloricchio, una signora settantenne di Torreano, entrata in coma nell’agosto del 1999:


Sono Ida di Torreano. Vi voglio raccontare la mia storia:

Mi trovavo nell’Ospedale di Cividale per problemi di asma e cardiaci. Improvvisamente entrai in coma e provai un’esperienza particolare. Ero come morta e mi sembrava che il mio spirito fosse uscito dal corpo. Era un bellissimo posto: una stanza senza finestre e porte fatta di nuvole bianche e luminose. All’interno si vedevano solo fiori bianchi, rosa e celesti, colori molto delicati.

Mi sono inginocchiata. Ero sola ma felice, di una felicità soprannaturale.
Ma quaggiù percepivo che dottori ed infermieri si davano molto da fare per farmi rinvenire. Ho dovuto fare un grande sforzo per farmi capire: io non ero morta! Con tutta la buona volontà e molta forza sono ritornata in me. Poi ho visto tutti i medici e gli infermieri al mio capezzale ed anche i miei figli che erano stati chiamati d’urgenza.

L’indomani ho raccontato al primario l’accaduto chiedendogli spiegazioni. Egli mi rispose che ero in coma per un forte attacco di asma, e quindi mi mancava l’ossigeno.
Vi posso assicurare che ricordo tutto di quel posto che ho visto. Non ho mai provato tanta serenità e pace: ero felice e stavo veramente bene!

Ida Coloricchio