Ne uccide più l’indifferenza che la spada

Marco, Stefano e Luca erano giovani studenti di quella città e si trovavano spesso insieme.
Da tempo impegnati ad individuare l’esatto periodo in cui sarebbe dovuto venire l’Anticristo. Discutevano a lungo, setacciando anche il libro dell’Apocalisse, cercando tra le profezie di Nostradamus ed altre pseudo-rivelazioni. Non riuscivano, però, a trovare una soluzione che li convincesse.

Decisero di recarsi dal saggio Elia che aveva anche la fama di essere un preveggente.
Elia li accolse e li lasciò parlare.
– Vorremmo sapere da te quando verrà l’Anticristo. – disse Marco emozionato a nome dei compagni.
Elia stette un momento assorto. Poi chiese:
– Cosa significa per voi l’Anticristo?
– Colui che incarnerà Lucifero e dominerà la terra per un periodo, come dice l’Apocalisse. – rispose prendendo la parola Stefano.
– Per voi, quindi, l’Anticristo, come lo stesso termine indica, è colui che con grande potere trarrà moltissimi in inganno operando in senso opposto a Cristo? – chiese Elia.
– Più o meno…ma non sappiamo se sarà rappresentato da un essere vivente… aggiunse Luca.

Perché vi interessa saperlo? domandò il saggio.
– Così…per curiosità… risposero quasi coralmente gli studenti.
– Cambierà qualcosa della vostra vita? – chiese Elia.
– Non lo sappiamo…può darsi! – rispose Marco.
– E se io vi dico che l’Anticristo è già operante in questa società? – affermò Elia.
– Davvero? – Come? – Chi è? – chiesero uno dopo l’altro i tre giovani incuriositi.

Allora il saggio Elia cominciò a parlare:
– Voi siete troppo avidi nel cercare di individuare in un essere vivente straordinario L’ANTICRISTO.
Ma vi dimenticate che l’intenzione principale di satana è quella di operare nella menzogna. Egli non vuole che l’umanità cresca nella verità e diffonde l’illusione.

Provate a guardarvi attorno: non vi accorgete che milioni di esseri umani adorano infiniti idoli? Quanti ricercano sinceramente la verità? Non vedete che gli stadi e le discoteche si popolano di persone che desiderano solo di dimenticare il fine per cui esistono? Non capite che la televisione attraverso molti programmi-spazzatura tiene succube intere famiglie e spesso impedisce il dialogo tra i componenti? Non leggete sui volti di moltissime persone l’indifferenza verso tutto ciò che esiste, per l’arte, la poesia, la bella musica? Non capite che per il benessere si fanno cose pazzesche, si calpestano i deboli, si mette al primo posto della scala dei valori il denaro, il potere e l’apparenza?

L’Anticristo è tremendamente astuto : se si fosse presentato chiaramente come tale, avrebbe avuto un seguito molto inferiore. Egli, invece si è travestito nelle coscienze e con la menzogna sta cercando di distogliere l’umanità dalla ricerca della verità. Offre mille palliativi, divertimenti futili, consumismo, edonismo.

Migliaia di seguaci predicano il nulla sul quale si fondano sette, associazioni, istituzioni. La sua strategia è proprio lo stordimento generale, il capovolgimento dei principali valori. Il suo piano è quello di far subentrare il totale disinteresse per ciò che è vero, vivo, buono e valido. Egli trionfa sull’apparenza e nasconde la sostanza.

Ma saranno quei pochi che hanno il cuore semplice a far rifiorire l’intero genere umano : nasceranno così veri monaci, veri poeti e veri bambini.
I giovani non avevano più domande da fare e se ne andarono edificati.

Per leggere un altro racconto cliccare:

Il loculo del ricco

TUTTI I RACCONTI SONO COMPLETAMENTE INEDITI.
POTETE INVIARMI I VOSTRI COMMENTI :

e-mail:[email protected]