Se tutto fosse luce e privo di ombre, noi non vedremmo alcun oggetto.

C’è sempre qualcuno più a Nord di noi e viceversa.

Coloro che vivono ai nostri antipodi camminano capovolti.

C’é sempre qualcuno che ha la pelle più chiara della nostra.

Se pensiamo di saper qualcosa, gli altri sanno sempre qualcosa di più.

Se ci crediamo “grandi”, c’è un Universo che ci supera infinitamente.

Se pensiamo di esercitare il potere sugli altri, lo stesso potere ci rende schiavi di noi stessi.

Se pensiamo di possedere molto, siamo posseduti da ciò che possediamo.

Se basiamo la nostra vita sulla sola salute corporale, un nonnulla potrebbe abbatterci.

Quando ci crediamo interessanti diventiamo noiosi.

Quando pensiamo di aver raggiunto la saggezza, dobbiamo ricominciare da capo tutto il nostro lavoro interiore.

Quando pensiamo di rivelare una novità assoluta, molti altri l’hanno rivelata meglio di noi.

Se sappiamo fare qualcosa, altri la fanno meglio di noi.

Se pensiamo di essere innovativi, c’è sempre qualcuno più innovativo di noi.

Se ci crediamo i più capaci, siamo incapaci rispetto a molti altri.

Se ci crediamo troppo coraggiosi il pericolo è sempre in agguato.

Chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato (Lc.14,1)

(Pier Angelo Piai)