Sono Massimiliano, un ragazzo di 16 anni, abito a Cividale del Friuli e sono figlio unico.
Frequento il liceo scientifico Arturo Malignani a Udine perchè sono molto portato per la matematica e le scienze.
Purtroppo tendo ad essere pessimista ma cerco di reagire.
Sono anche molto timido infatti la mia cerchia di amicizie non è molto estesa ma neanche limitata.
Tra i miei hobby ci sono i videogiochi e l’enigmistica  tant’è vero che possiedo una collezione di rompicapi nel mio armadio in camera.

Nel mio tempo libero, ovvero solo il Sabato, incontro i miei amici e insieme ci divertiamo.

Frequento il catechismo a Grupignano in preparazione alla cresima.

Ecco un mio componimento:

La vita

Il maltrattamento nasce dall’uomo
il maltrattamento è nell’uomo
il maltrattamento è l’uomo.

La vita è sacra,
inviolabile,
intoccabile.

La vita…la cosa più preziosa
che un uomo possiede.

Molti la rinnegano,
la sciupano,
la sprecano,
la sporcano con una macchia rossa,
quasi nera;
rossa come il sangue
nera come il male.

La vita… breve,unica, fragile
come un bicchiere di cristallo
ridotto in frantumi
dal devastante martello dell’uomo.

I cocci, i frammenti,
le schegge, la vita…
tutto ciò che di noi rimane.

Uomini, gettate per terra
il minaccioso martello
e vedrete che i cocci
si riuniranno nel bicchiere;
e il bicchiere si riempirà
di speranza,
di coraggio,
di forza per andare avanti.

16 aprile 2017
Gli anni sono passati ed ecco altre mie due poesie:

LA MASCHERA

Questa poesia è il frutto di un approfondito studio del tema delle maschere trattato nelle opere dello scrittore Luigi Pirandello

Senti una voce.
“Rivela il tuo vero io,
mostrati come sei veramente” dice.

Non sai cosa fare…
vorresti farlo
ma hai paura per quello che potrebbero dirti o farti

E se poi non ti volessero?
E se poi non ti parlassero più?
E se poi ti cacciassero via?

Rischi troppo,
rischi di rimanere solo…
rischi di diventare un fantasma agli occhi degli altri…
rischi di non esistere più per loro…

Meglio di no.
E continui,
continui ad indossare una maschera.

QUESTIONE DI DENARO

La seguente mia poesia vuole far riflettere su come il denaro ha sostituito ogni singolo valore umano:

Che cosa sono i valori?
L’unica cosa che conta è il denaro!

Non esiste più l’Amicizia!
Ormai l’amico non si trova, si compra:
chi trova un tesoro trova un amico.
Amico è colui che ha soldi da prestarti o regalarti.

Non esiste più l’Amore!
Non ti innamori più dell’altro
ma lo compri mediante oggetti lussuosi.

Non esiste più la Famiglia!
I genitori si vogliono bene fino a quando non nascono problemi economici
quindi, non si amano più,
si separano
andando ognuno per la propria strada
e lasciando i figli a se stessi.

Non esiste più la Felicità!
Nessuno può ritenersi realmente felice.
Coloro che possiedono denaro da spendere saranno sempre più felici
rispetto a quelli che non possiedono nulla.

Non esiste più la Libertà!
Come l’uomo rinchiuso all’interno della gabbia dorata:
lui è quello libero…
sono gli altri ad essere intrappolati.

I soldi hanno corrotto il mondo!
I soldi hanno distrutto il mondo!
I soldi hanno privato l’uomo di tutti i suoi veri valori!

La gente si preoccupa della svalutazione di un comune pezzo di metallo o di carta
fregandosene completamente della propria  svalutazione.

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=m__6zkyAbZs[/embedyt]