Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

È vero che Dio si rivela anche nell’armonia del Cosmo, ma siccome Dio è AMORE si occupa anche di ognuno di noi personalmente.

“Non voglio la morte del peccatore, ma che si converta e viva” – dice la Sacra Scrittura.

Per questo Dio è follemente innamorato di ognuno di noi e si interessa delle nostre azioni, anche quella che consideriamo la più insignificante, ma soprattutto gioisce immensamente quando corrispondiamo al suo Amore amando il prossimo e ringraziandoLo per tutto, compreso l’immenso dono della nostra esistenza.

A molti sembra che Dio non intervenga nella loro vita terrena, ma si dimenticano che “in Lui respiriamo e ci muoviamo” e continuiamo ad esistere grazie al suo continuo sostegno. Essendo Amore Onnipotente, potrebbe chiamarci nel momento che Lui vuole, ma sempre per il nostro bene.

Siccome, nel suo infinito amore, ci ha donato il libero arbitrio per essere a sua Immagine e Somiglianza, Egli interviene misteriosamente  nella nostra vita terrena, anche se non riconosciamo i segni che ci dona continuamente negli eventi e nel nostro mondo interiore, affinché il nostro cuore sia orientato verso il bene. Dio ci ama infinitamente perché siamo suoi figli, unici ed irripetibili.

“Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere? Anche se queste donne si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai”. (Isaia 15)

 

Dovremmo essere tutti consapevoli che si esiste per Amore grazie all’opera creatrice del Padre, a quella redentrice del Figlio e a quella amorosa dello Spirito Santo che ci vuole condurre alla pienezza della Verità per diventare veri figli di Dio, a sua immagine e somiglianza. In questo modo si vive interiormente sereni ed in modo dignitoso…Ciò che diventeremo non riusciamo nemmeno ad immaginare, ma è necessario avere fede.

 

Siamo stati creati ad immagine e somiglianza di Dio, possediamo un’anima immortale che ci rende coscienti e solidali, se vogliamo, con tutta l’umanità dei redenti in Cristo. Formeremo con Lui un solo corpo quando raggiungeremo la pienezza del nostro essere. Siamo destinati a diventare “Figli di Dio”..

 

“Carissimi, vedete quale grande amore ci ha dato il Padre per essere chiamati figli di Dio, e lo siamo realmente! Per questo il mondo non ci conosce: perché non ha conosciuto lui.
Carissimi, noi fin d’ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato.
Sappiamo però che quando egli si sarà manifestato, noi saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è.
Chiunque ha questa speranza in lui, purifica se stesso, come egli è puro.” 1Gv 3,1-3

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

“Padre Santo, Tu sei grande grande, noi siamo piccoli piccoli, aiutaci a riconoscere la Tua grandezza immensa e la nostra sconfinata piccolezza. Capisci che cosa voglio dirti: aiutaci a non prendere sotto gamba la Tua grandezza e Tu fa di non prendere sotto gamba la nostra piccolezza.” (p. Albino Candido p.351)

 

Colui che ha creato l’Universo così grande e complesso è molto più grandioso di quello che pensiamo. Infinitamente di più. Egli potrebbe creare infiniti altri mondi a suo piacimento. Ha creato noi, comunque.

Se ci pensiamo bene ognuno di noi è un po’ un universo a più dimensioni. C’è quella corporale, quella animale e quella spirituale, tutte e tre strettamente correlate. La nostra mente riflette l’universo tramite la coscienza.

Noi abbiamo la consapevolezza dell’esistenza della terra e dei corpi celesti: per questo essi sono anche in noi mentre loro non hanno la consapevolezza della nostra esistenza.

C’è quindi un universo immenso anche in ognuno di noi, il quale è dinamico e si manifesta nei pensieri, nella fantasia, nella creatività.

Per questo siamo simili a Dio. Dio ci ama personalmente per la nostra unicità e perché, nel suo Figlio Gesù Cristo, siamo destinati a raggiungere una pienezza che indurrà a glorificarlo in eterno.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

 

 

Non serve la scienza a dimostrare che Dio esiste.

La stessa scienza lo dimostra: da dove proviene un universo così complesso con tutte le sue leggi?

Chi ha creato l’essere umano così intelligente da saper scrutare le complesse leggi dell’Universo?

Quando leggo una bella poesia non posso dire che è stata la penna ad inventarla.

Così per un bel quadro: i pennelli ed i colori sono solo dei mezzi, ma il creatore del quadro è il pittore.

La scienza è il frutto della ricerca di persone, pertanto ha i suoi limiti spazio-temporali perché la mente umana è limitata.

Come può dimostrare che Dio esiste applicando la matematica, la fisica ecc.?

Dio è al di sopra di tutte le leggi dell’Universo perché provengono da Lui. Sono esse stesse la testimonianza della sua esistenza e del fatto che siamo tutti sostenuti da Lui in ogni attimo della nostra esistenza.

 

e volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

 

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

 

 

 

(dal mio libro “Come ci vedono dall’aldilà” p. 119)

 

 

“Il rispetto è la carità nella società e nelle piccole cose” (H.Drummond).

Agli occhi di una persona superficiale sono piccole cose ma per una persona realmente evoluta non esistono le piccole cose nei rapporti umani. Tutto per quest’ultima è importante.

Un animo raffinato e spiritualmente progredito ha un profondo rispetto per ogni persona, animale, pianta o cosa con cui si trova in un certo rapporto.

Il comando di non uccidere riguarda ogni forma di vita, soprattutto quella psicologica e spirituale. Quando date il cattivo esempio nelle vostre azioni quotidiane, in qualche modo sopprimete tante vite morali che vengono influenzate inconsciamente.

Il rispetto per ogni forma di vita è un effetto dell’amore che ogni persona terrena deve coltivare dentro di sè se vuole attuarlo. “Ama il prossimo tuo come te stesso” è una regola di vita basilare per il progresso spirituale.

Pochi di voi, però, comprendete il significato di quel “…come te stesso ” Amare se stessi non è coltivare l’egoismo o l’indifferenza assoluta per gli altri. Anzi…è proprio il punto di partenza di ogni evoluzione spirituale . Amare se stessi significa portare a termine il piano divino che ognuno ha già inscritto nel suo essere.

Guarda l’infinito rispetto che Dio ha verso di noi e verso se stesso. Ha rispetto verso se stesso perchè Lui è la Verità, la pura Trasparenza e l’Assoluta fedeltà a se stesso: porta sempre a termine i suoi piani fino alle estreme conseguenze.

L’Incarnazione ne è una sconvolgente riprova: un Dio che dimentica la sua onnipotenza per farsi uomo e soffrire per l’uomo ha il massimo della credibilità. Il suo rispetto per l’uomo è impregnato di discrezione, di fronte alla quale gli angeli stessi ammutoliscono e si prostrano adoranti.

Ma già la sua infinita discrezione è prefigurata nella stessa creazione: Egli vuole che ogni essere creato sia se stesso e si evolva nella libertà. Ciò significa che è contro la sua natura ogni forma di violenza. Una vera coscienza libera ha il rispetto assoluto della libertà delle altre coscienze. Rispetto della loro evoluzione e dei cicli ad essa legati. Dio è Creatore di tutto ciò che esiste: avrebbe il diritto di esserne anche il distruttore, ma in virtù delle promesse fatte a se stesso e all’uomo Egli rispetta profondamente ogni libertà creata senza manipolarla.

È questo il vero amore, lasciare, cioè, che ognuno sia se stesso e diventi quello per cui era predestinato a divenire.

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

 

 

 

 

 

Se ascoltiamo attentamente i Vangeli, Gesù, l’Uomo-Dio più saggio della storia, durante la sua vita è stato molto perseguitato dai sapienti del tempo: scribi, farisei, sacerdoti ecc: invidiavano la sua sapienza e la temevano. Cercavano di screditarlo in tutti i modi sostenendo che era un falso messia, un imbonitore, un bestemmiatore, un ignorante presuntuoso, ribadendo le sue umilissime origini. “Il figlio del falegname” chi credeva di essere?

Lo ritenevano un pericolo per la società ebraica e per loro stessi, i quali appartenevano ad una casta intoccabile, secondo loro detentrice della verità. Gesù, presentandosi umile e povero, seguito da folle che gli chiedevano miracoli, dava fastidio al potere locale, così pure le sue pubbliche accuse rivolte contro il loro ipocrito atteggiamento.

Ma Gesù non si perdeva d’animo e continuava imperterrito la missione del Padre. I suoi seguaci devono essere umili di cuore come Lui, pieni di fiducia verso il Padre. L’umiltà è la via più sicura per la progressiva divinizzazione di ogni uomo.

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

L’uomo è stato creato da Dio con un’anima immortale, a sua immagine e somiglianza. Chi scredita l’uomo scredita Dio. Affermare che l’uomo ha una sua grande dignità non è arroganza, ma è riconoscere la grandezza del Creatore.

“Quando vedo i tuoi cieli, opera delle tue dita, la luna e le stelle che tu hai fissato, che cosa è mai l’uomo perché di lui ti ricordi, il figlio dell’uomo, perché te ne curi? Davvero l’hai fatto poco meno di un dio, di gloria e di onore lo hai coronato.” (Salmo 8)

La morte terrena non annulla la nostra esistenza, ma le consente di vivere in un’altra dimensione, perché la nostra anima è immortale ed è destinata a glorificare Dio per tutta l’Eternità, se crediamo e ci abbandoniamo fiduciosi alla sua Misericordia….

Pertanto, qualsiasi cosa facciamo in questa vita terrena è importante, soprattutto se le nostre azioni derivano dall’amore più disinteressato perché ci fanno somigliare più a Dio, purissimo Amore, il quale ci ha voluti esistenti per la felicità eterna…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

 

La Regina della Pace disse in un messaggio:“Pregate e chiedete l’aiuto e la protezione dei santi affinché anche voi possiate bramare il cielo e le realtà celesti.“(25 maggio 2020)

La Chiesa fa molto bene ad alimentare e conservare fedelmente il culto dei santi.

I Santi e le Sante sono uomini e donne speciali che vengono additati come esempio per tutti.

Ognuno di noi può diventare santo se si lascia guidare fedelmente dall’azione dello Spirito.

Per questo l’esempio dei santi ci sprona a vivere umilmente fidandoci di Dio e della sua infinita Misericordia.

Come i santi sono esseri “divinizzati”, anche noi dovremmo cercare di lasciarci divinizzare dall’opera dello Spirito Santo in noi. Essi possono intercedere per noi, quindi sono così aperti all’amore che anche nell’altra dimensione non smettono di amarci e ci seguono più di quello che pensiamo.

Ogni santo é un particolare riflesso dell’Amore divino ed il loro culto ci aiuta a comprendere la grande dignità di ogni uomo creato ad immagine e somiglianza di Dio.

Ecco perché la Chiesa fa bene a stimolare in noi la devozione per loro: Essi ci additano il nostro particolare destino di Figli di Dio

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

7 miliardi di miliardi di miliardi (7 con 27 zeri !): questo é il numero medio di atomi che compongono il corpo umano.

Atomi organizzati perfettamente per formare le molecole, le cellule e tutti i tessuti ed organi del nostro meraviglioso corpo terreno.

Ma sinceramente: molti ritengono ciò un caso!?

Un caso???

É come dire che tutti i granellini di sabbia di tutte le spiagge del mondo si sono organizzati a caso per formare una bella statua armoniosa molto piú grande del monte Everest…

No, credetemi, tutto ciò é assurdo!

Il nostro cervello ha anche il compito di ragionare…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

Oggi il virus più pericoloso è la nuova visione distorta e relativistica dell’uomo. Anche se gran parte delle Costituzioni di ogni paese ribadiscono i diritti fondamentali della persona nella società, a livello pratico si elaborano paradossalmente molte leggi contro la sua libertà e la sua dignità.

Se sostanzialmente si considera l’uomo solo una specie animale più evoluta, prima o dopo verranno a mancare i principi fondamentali che giustificano la grande dignità di ogni persona, finendo con il prevalere solo degli elementi utilitaristici, per cui un uomo vale proporzionalmente alla sua capacità di produrre. In modo molto subdolo, allora, si emarginano coloro che vengono considerati dei parassiti: ammalati, anziani, ecc.

Così si giustificano sempre di più gli aborti, l’eutanasia e persino i metodi di eliminazione di massa di coloro che vengono considerati “parassiti” per la società utilitaristica…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

Dio è Amore Onnipotente. Ciò significa che nulla è a Lui impossibile.

Egli potrebbe creare infiniti altri mondi ed annullare l’esistente. Ma Dio si è posto un “limite” volontario in virtù del suo Amore: il libero arbitrio dell’uomo, lasciando a lui la responsabilità di decidere quale strada percorrere (del bene o del male).

Sappiamo che a causa del peccato anche la natura è fragile. L’uomo ha i mezzi per evolversi nella conoscenza e nella ricerca del bene personale e sociale.

Nel caso del coronavirus, come in tantissimi altri casi del passato, solo Dio conosce a fondo i segreti della natura e l’azione di ogni uomo. Egli sa quali sono le concause che hanno fatto esplodere la “pandemia” e ciò che giova realmente allo spirito dell’uomo (dice la Sacra Scrittura: “L’uomo nella prosperità non comprende, è come gli animali che periscono”.

Sicuramente Dio ha il potere di fermarla..(si prega anche per questo)… La scienza, comunque, deve avanzare per il bene di tutti e l’uomo può sconfiggere il male ma…”aiutati che il Ciel ti aiuta”.

Gesù ha detto: “Senza di me non potete fare nulla”.

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

 

 

 

L’immensità dell’Universo è quasi nulla se paragonata all’immensa dignità di ogni uomo.

Infatti:

Ogni uomo è potenzialmente cosciente di ogni elemento cosmico, mentre gli elementi cosmici quali gli astri, le galassie, i pianeti, i buchi neri ecc. non sono coscienti dell’esistenza degli altri e dell’uomo.

Ogni uomo è dotato di anima immortale, ciò che non hanno gli astri e le galassie…

Ogni uomo è figlio di Dio perché è simile a Dio ed è destinato per l’eternità ad essere a sua immagine e somiglianza. I corpi celesti di questa dimensione spazio-temporale sono invece destinati a dissolversi, avendo terminato la loro funzione al servizio dell’uomo terreno…

L’immensa dignità dell’uomo è dimostrata dal fatto che Dio stesso si è incarnato uomo in Gesù Cristo, per mezzo del quale tutte le cose sono state fatte ed in Lui sussistono…

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

Affinché non prevalga la parte oscura in noi é necessario cercare di individuarla bene, senza timore ed in profonditá.

Scendere negli inferi di noi stessi con coraggio significa guardare in faccia la realtá tenebrosa che ci incatena per poi ricondurla verso la luce, dove come neve al sole si scioglie gradualmente.

Ma per fare questo dobbiamo fidarci della realtá trascendente che sostiene pazientemente il nostro essere e con umiltà attendere la nostra liberazione interiore, la quale richiede anche il nostro impegno personale.

Cosí l’uomo vecchio potrá cedere il passo a quello nuovo, quello che si orienta verso “…le cose di lassù e non a quelle della terra”.

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

ANCHE GLI SCIENZIATI CHE STUDIANO IL TEMPO DOVREBBERO TENER PRESENTE L’ISTANTE DIVINO

 

 

 

Noi siamo abituati a pensare che il futuro è un tempo che deve ancora avvenire, per cui non può essere mai individuato in pienezza. In qualche modo noi riusciamo a prevedere molti fatti ed eventi in base all’esperienza del passato, ma ci sono molti più “imprevisti” che sfuggono alla nostra capacità di discernimento.

Sappiamo, comunque, che molte profezie della Sacra Scrittura si sono avverate, così quelle dei mistici od anche di alcuni particolari sensitivi. Sarà capitato anche a noi di prevedere alcuni eventi con una certa precisione, sia attraverso i sogni od anche attraverso particolari premonizioni. Come mai?

Nell’ambito dei luoghi comuni noi consideriamo il tempo come segmenti che si succedono, quasi “spazializzandoli” ed è per questo che non riusciamo a vedere il futuro nella sua interezza.

I teologi sono quasi tutti d’accordo nel ritenere che Dio è Signore del tempo, per cui in Lui tutto avviene nell’istante eterno. Egli sa perfettamente quello che è accaduto ed accadrà all’Universo, alla terra ed ad ogni essere creato.

È un presupposto importante per poter approfondire il nostro concetto di tempo e, quindi anche il relativo “avvenire”.

Se Dio vede tutto nell’istante, allora il suo sguardo abbraccia ogni cosa. Egli è l’Alfa e l’Omega.

Premesso che ogni uomo è stato creato ad immagine e somiglianza di divina, alcuni mistici, essendo persone particolarmente orientate ed aperte a Dio, vengono maggiormente “divinizzate”. La loro speciale vicinanza a Dio li rende particolarmente sensibili al riverbero divino, per cui anche la loro anima e, di conseguenza, anche la loro mente si configura gradualmente alla natura divina.

Alcuni di essi, dotati di particolari carismi, hanno la facoltà di predire il futuro perché vivono già su questa terra una certa simbiosi con Dio.
Il loro sguardo interiore può anticipare ciò che di importante accadrà, perché, in fondo ciò che avverrà è in qualche modo presente, ed è come se fosse già avvenuto.

In sostanza, in Dio, si superano le barriere del tempo e dello spazio e chi vive in Lui anticipa la vita divina nell’istante.

Gesù è l’uomo-Dio in cui umanità e divinità sono in perfetta simbiosi. È Lui il vero capostipite della nuova umanità, il punto di riferimento di ogni uomo che progredisce umanamente e spiritualmente. Egli ci fa comprendere anche il destino di ciascuno di noi. I vangeli ne descrivono la sua intensa carica profetica.

Ad esempio, Gesù afferma “Io sono” e prevede la sua morte e risurrezione. Ciò significa che Egli è davvero Signore del tempo e dello spazio e che la vita eterna si trova in Lui. È nell’istante. Gesù vive la vita terrena nell’istante perché è tutto orientato verso il Padre. Tutti noi in Lui viviamo nel “già e non ancora”.

In Lui risorgiamo e viviamo per ora nel tempo ma non siamo del tempo, ma nella vita eterna. Anche l’Eucaristia ci ricorda questa realtà, perché essa ci fa assimilare in Lui, morto e risorto.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000 iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Se sei iscritto, qualora lo desiderassi, fai parte della “CONFRATERNITA della COMUNIONE DEI SANTI” beneficiando delle preghiere di tutti i membri.

È davvero immensa la dignità dell’essere umano, a immagine e somiglianza divina. Fermiamoci a considerare la tua esistenza umana. Tu potresti essere un altro od un’altra?. No naturalmente.
Potresti ragionare con la mente di un altro? O vedere con gli occhi degli altri? O sentire con le orecchie degli altri e percepire con i sensi degli altri? No, assolutamente. Potresti avere la stessa ed identica storia degli altri? NO. Quindi sei unico ed irripetibile…
O anche di più…. Sei il Centro dell’Universo, come tutti coloro che hanno una coscienza. Questo perché esistenzialmente sei tu il vero soggetto percepiente e tra coloro che percepisci, nessuno può essere te e tu non puoi essere nessun altro.
Quindi ? La tua coscienza é il capolavoro di Dio, perché senza di te Dio avrebbe una creatura in meno che pensa a Lui e nella quale può “abitare” trinitariamente.
Intuisci l’immensa dignità del tuo essere umano?
Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier
Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: a cura di http://www.mondocrea.it
MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE DEL 02.02.2020
«Cari figli, sono stata scelta per essere madre di Dio e vostra madre, per decisione e amore del Signore, ma anche per mia volontà, per mio amore illimitato verso il Padre Celeste e mia totale fiducia in Lui. Il mio corpo è stato il calice del Dio Uomo.
Sono stata al servizio della verità, dell’amore e della salvezza così come lo sono adesso, in mezzo a voi, per invitarvi, figli miei, apostoli del mio amore, ad essere portatori della verità, per invitarvi, per mezzo della vostra volontà e dell’amore verso mio Figlio, a diffondere le Sue parole, parole di salvezza e per mostrare, con i vostri gesti, a tutti coloro che non hanno conosciuto mio Figlio, il Suo amore.
La forza la troverete nell’Eucarestia: Mio Figlio che vi nutre con il Suo corpo e vi rafforza con il Suo sangue.
Figli miei, unite le mani in preghiera e guardate verso la croce in silenzio. In questo modo troverete la fede affinché possiate diffonderla, troverete la verità affinché possiate distinguerla, troverete l’amore affinché possiate capire come amare realmente.
Figli miei, apostoli del mio amore, unite le mani in preghiera e guardate verso la croce: solo nella croce c’è la salvezza. Vi ringrazio».
Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier
Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

 

Dio ha creato l’Universo per condividere il suo Amore e la sua felicità con le sue creature…

L’uomo è l’apice della sua Creazione ed è destinato ad essere partecipe della figliolanza divina in Gesù Cristo. Ma per ora tutto ciò rimane un mistero che solo Lui può conoscere a fondo…

Non possiamo comprendere con le nostre limitate categorie mentali una realtà così grande, anche se il catechismo afferma che ogni uomo è “capace” di Dio. Ogni cosa a suo tempo.

Nell’aldilà comprenderemo molto di più.

Nell’aldiqua ci è richiesta la fede e la buona volontà, perché vediamo tutto in maniera confusa.

Quando vedremo Dio “faccia a faccia” gusteremo il suo infinito amore per sempre e non ci faremo più domande.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

Dio è purissima Trascendenza. Bisogna stare molto attenti a non cadere nel “panteismo” affermando che Dio è l’Universo.

Il Padre, Dio Trinitario, ha creato le cose dal nulla, quindi è Lui l’Esistente. Il resto è creazione. Tutto ciò che esiste proviene da Lui, ma non è Lui. Essendo infinito Amore, Padre onnipotente ed onnisciente, è il Principio di tutte le cose ed è Lui che le governa con divina sapienza per mezzo di suo Figlio Gesù Cristo e dello Spirito Santo.

Il panteismo è deviante perché orienta ad adorare la natura, cadendo così nell’idolatria, perché solo il Dio Trinitario deve essere adorato dall’uomo.

Dio, poi, si è incarnato facendosi uomo in Gesù Cristo per salvare l’umanità dal peccato e restituirla integra al Creatore, perché ogni uomo, dotato di anima immortale, è fatto ad immagine e somiglianza di Dio e dovrà essere innestato in Cristo per poter essere “divinizzato” e godere in eterno la beatitudine del dinamismo trinitario, purissimo Amore.

Chi ritiene che Creatore e creato siano la stessa cosa, fa un gravissimo errore.

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI”
(può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

La vita é meno amara se la condiamo con un po’ di poesia. L’umanità non ha bisogno di soli ingegneri, architetti, scienziati,tecnici ecc.
L’universo del freddo matematico é costituito da sistemi in continua analisi, molteplicità organizzata, geometrie che si incrociano ecc.
Quello dell’uomo integrale, invece, é costituito anche da sintesi, metafore, analogie, che richiamano il mistero profondo dell’esistenza che non può essere sempre sezionata col bisturi del freddo e cinico calcolo.
L’uomo senza poesia finirá nel disincanto piú vuoto e non avrà piú voglia di vivere. E questo perché amore e poesia sono inscindibili…
Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier
Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

 

Il Signore sembra tacere, eppure parla attraverso la sua Creazione e gli eventi della nostra vita. Tutto ciò che esiste e succede è da Lui conosciuto nei minimi dettagli. Il tempo e lo spazio sono sotto il suo dominio.

Egli è Signore anche della nostra persona e può guidare la nostra mente come vuole, pur lasciando in noi il libero arbitrio. Eppure ci sostiene dal nostro concepimento.

Fidarsi di Lui, significa credere nella sua bontà infinita anche quando per noi sembra tacere.

Il silenzio di Dio è sempre rispettoso della nostra libertà ed è il frutto di un amore sconfinato nei confronti di ogni uomo.

È necessario saper comprendere almeno un po’ di questo amore incredibile.

È così che lo si onora e lo si glorifica: credere nel suo amore nonostante ci sembri l’opposto e nonostante il suo silenzio apparente in certi momenti bui della nostra vita.

Pensiamo all’obbedienza di Abramo che stava per sacrificare il suo figlio Isacco ed all’obbedienza di Gesù-uomo prima di affrontare la croce.

Il Padre non tarderà mai di soccorrerci se la nostra fiducia in Lui è piena.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

Dio è l’Amore Esistente da sempre ed è Colui che fa esistere tutto e tutti.

È Lui la Somma Sapienza ed è Lui che ha creato ogni uomo destinandolo ad essere suo figlio in Gesù.

Egli è Uno e Trino. Manifesta la sua divinità in tre Persone uguali e distinte: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, le quali si amano nel perfetto Dinamismo Trinitario.

Egli è anche la Somma libertà ed esprime la sua creatività come e quando vuole perché è al di sopra dello spazio e del tempo ed è Lui la fonte di ogni sapienza.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier
Se sei iscritto, qualora lo desiderassi, fai parte della “CONFRATERNITA della COMUNIONE DEI SANTI” beneficiando delle preghiere di tutti i membri.

Per informazioni: http://www.mondocrea.it

 

 

 

Il Vangelo a cura di Ermes Ronchi

IV Dom. di Avvento – anno A – 2019

San Giuseppe uomo giusto con gli stessi sogni di Dio

Vangelo – (Matteo 1, 18-24)

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Però, mentre stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». (…)

Tra i custodi dell’attesa è il momento di Giuseppe, uomo dei sogni e delle mani callose, l’ultimo patriarca dell’antico Israele, sigillo di una storia gravida di contraddizioni e di promesse: la sua casa e i suoi sogni narrano una storia d’amore, i suoi dubbi e il cuore ferito raccontano un’umanissima storia di attese e di crisi.

Prima che andassero a vivere insieme, Maria si trovò incinta… Allora Giuseppe pensò di ripudiarla in segreto. Di nascosto. È l’unico modo che ha trovato per salvare Maria dal rischio della lapidazione, perché la ama, lei gli ha occupato la vita, il cuore, perfino i sogni.

Da chi ha imparato Gesù ad opporsi alla legge antica, a mettere la persona prima delle regole, se non sentendo raccontare da Giuseppe la storia di quell’amore che lo ha fatto nascere (l’amore è sempre un po’ fuorilegge…), la storia di un escamotage pensato per sottrarre la madre alla lapidazione? Come ha imparato Gesù a scegliere il termine di casa “abbà”, quella sua parola da bambini, così identitaria ed esclusiva, se non davanti a quell’uomo dagli occhi e dal cuore profondi? Chiamando Giuseppe “abbà”, papà, ha imparato che cosa evochi quel nome dolce e fortissimo, come sia rivelazione del volto d’amore di Dio.

Giuseppe che non parla mai, di cui il vangelo non ricorda neppure una parola, uomo silenzioso e coraggioso, concreto e libero, sognatore: le sorti del mondo sono affidate ai suoi sogni. Perché l’uomo giusto ha gli stessi sogni di Dio. Ci vuole coraggio per sognare, non solo fantasia. Significa non accontentarsi del mondo così com’è. La materia di cui sono fatti i sogni è la speranza (Shakespeare).

Il Vangelo riporta ben quattro sogni di Giuseppe, sogni di parole. E ogni volta si tratta di un annunzio parziale, incompleto (prendi il bambino e sua madre e fuggi…) ogni volta una profezia breve, troppo breve, senza un orizzonte chiaro, senza la data del ritorno. Eppure sufficiente per stringere a sé la madre e il bambino, per mettersi in viaggio verso l’Egitto e poi per riprendere la strada di casa. È la via imperfetta dei giusti e perfino dei profeti, anzi di ogni credente:

Guidami Tu, Luce gentile,
attraverso il buio che mi circonda,
sii Tu a condurmi!
La notte è oscura
e sono lontano da casa,
sii Tu a condurmi!
Sostieni i miei piedi vacillanti:
io non chiedo di vedere
ciò che mi attende all’orizzonte,
un passo solo mi sarà sufficiente
(cardinale John Henry Newman).

Anche noi avremo tanta luce quanta ne basta a un solo passo, e poi la luce si rinnoverà, come i sogni di Giuseppe. Avremo tanto coraggio quanto ne serve ad affrontare la prima notte. Poi il coraggio si rinnoverà, come gli angeli del giusto Giuseppe.

(Letture: Isaia 7,10-14; Salmo 23; Romani 1, 1-7; Matteo 1, 18-24)

https://www.avvenire.it/rubriche/pagine/san-giusppeuomo-giustocon-gli-stessisogni-di-dio

 

Tra i custodi dell’attesa è il momento di Giuseppe,

uomo dei sogni e delle mani callose,

l’ultimo patriarca dell’antico Israele,

sigillo di una storia gravida di contraddizioni e di promesse:

la sua casa e i suoi sogni narrano una storia d’amore,

i suoi dubbi e il cuore ferito raccontano

un’umanissima storia di attese e di crisi.

“Prima che andassero a vivere insieme, Maria si trovò incinta…”

(Ermes Ronchi)

 

Nel periodo natalizio ci diamo da fare per gli addobbi.

Prepariamo l’albero di Natale e siamo affascinati dalle luci colorate ed intermittenti, dai vari gingilli scintillanti che appendiamo tra i rami.

Sotto allestiamo il presepe. Lo riempiamo di muschio, aggiungiamo le pecorelle, i pastori, gli artigiani, e molte altre rappresentazioni.

Mettiamo dentro la capanna le statuette della Madonna e di San Giuseppe che guardano il bambino appena nato.

L’atmosfera che creiamo ci riempie di nostalgia per l’infanzia, per i vari momenti della nostra vita.

Ci diamo da fare per i regali, per i vari pranzi natalizi, per i divertimenti di ogni tipo con la speranza che ci portino allegria.

Ma i nostri cuori sono davvero sereni gioiosi?

Sappiamo chi rappresenta realmente quel bimbo che mettiamo al centro del presepio?

Egli è l’Uomo- Dio Gesù, quell’Amore che dovremmo avere nei nostri cuori.

Il Signore regna davvero in noi?

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Gesú era considerato dalla folla e dai suoi discepoli un grande maestro ed un autentico profeta. Questo perché la sua predicazione era accompagnata da miracoli e da prodigi.

Le folle lo cercavano soprattutto per ottenere guarigioni e per il pane. Volevano persino farlo re. Ma non fu compreso.

Quando cominció a parlare del Regno dei Cieli e non dei regni di questo mondo, molti lo abbandonarono..

Allorchè predisse la sua morte imminente persino i discepoli piú intimi si scandalizzarono.

Quando fu preso prigioniero moltissimi pensarono ad un suo fallimento umano e la folla che Egli aveva beneficiato, di fronte a

Pilato fu addirittura a favore della sua eliminazione fisica.

I discepoli più intimi, poi lo tradirono (Giuda) o lo rinnegarono.

Sotto la croce, oltre alle pie donne ed a sua madre, c’era solo Giovanni, il discepolo amato. Gli altri si dileguarono.

Questo é l’Uomo. Il vero Uomo, colui che non ebbe paura della Veritá e che non fece compromessi con nessuno.

Colui che fu sempre coerente con se stesso, sia quando era all’apice del consenso popolare, sia quando cadde in disgrazia agli occhi del mondo per aver testimoniato la Veritá.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

II Avvento e Immacolata 2019

 

Domenica degli inizi, delle cose nuove, di un Dio che non desiste e non ci molla.

Domenica che è come una scossa, un bagliore di speranza dentro il giro lento dei giorni.

Il Vangelo ci mette davanti al più grande atto di fede di Dio nell’uomo.

Adamo ed Eva non si erano fidati di Dio, pensavano che li stesse imbrogliando, negando loro il meglio, cioè diventare come Dio, dominare l’universo: si era lacerata l’alleanza. Lui ha provato a ricucire, molte volte. E “Un giorno, Dio sempre così originale e spiazzante nelle sue trovate, rovescerà in questo modo la questione: l’uomo e la donna non si sono fidati di Dio? Ebbene Dio si fiderà di loro, inventandosi l’Incarnazione.

Si fiderà a tal punto da consegnarsi nelle loro mani inerme, vulnerabile, bisognoso e incapace di tutto, un bimbetto che piange. Si fida, e Miriam, la ragazzina, dice sì e impara a fare la madre” (M. Marcolini).

E Giuseppe, l’uomo innamorato e ferito da dubbi si fida e si mette a servizio di quei due, con le sue mani callose e con i suoi sogni.

Il filo che rammenda lo strappo nella trama d’amore tra Dio e l’uomo si chiama fiducia.

Noi eravamo persi. Non riuscivamo a trovare Dio, ci abbiamo provato con patriarchi, re, profeti, matriarche, ma ci siamo persi, non si trovava la strada giusta.

Succede come quando il navigatore ti molla, in auto, in mezzo al nulla, o a un labirinto di orme e di stradine, vado a destra o a sinistra?… Sono inutili le spiegazioni che chiedi al telefono, a uno lontano, magari a quello che stai andando a trovare. Non vi capite. L’unica soluzione è che venga lui a recuperarti.

Così con noi, è stato Dio a prendere in mano la situazione, è come se dicesse: ho capito che non ce la fate, fermi, restate lì dove siete, vengo io, vi raggiungo io. Ed è l’Incarnazione! Una storia piena di inizi, di novità.

E sceglie una ragazzina, in un paese di grotte, e gli manda l’angelo migliore che ha, Gabriele.

Che vola via dal tempio, sbatte le ali sulla non-fede di Zaccaria, che senza prove non crede che avrà un figlio, alla età sua e della moglie.

L’angelo vola via dalle spianata immensa del tempio e atterra in un monolocale, una mezza grotta con un muretto a secco davanti, in un paese sconosciuto alla bibbia.

Straordinario e sorprendente viaggio: dal sacerdote ad una laica,

dall’anziano a una adolescente,

dalla Città santa a un villaggetto polveroso, nella meticcia Galilea,

dai candelabri d’oro del tempio a una cucina fra pentole e telai,

dal sacro al quotidiano.

Il cristianesimo non inizia al tempio, ma in una casa.

L’angelo Gabriele entrò da lei.

È la prima volta che Dio si rivolge ad una donna nella bibbia.

La prima volta che un angelo saluta una donna, non si faceva, non si salutavano le donne. E che saluto: Rallegrati, gioisci, sii felice. Non le dice: fai questo o quello, inginocchiati, prega, vai o resta. Semplicemente apriti alla gioia come una porta che si spalanca al sole.

Dio è con te. Una espressione forte, che avrebbe dovuto mettere in guardia la ragazza, perché quando Dio dice queste parole, io sono con te, accade che sta affidando a quella persona un compito bellissimo ma arduo (R Virgili), bello ma difficile, come a Mosè a Gedeone.

Maria, avrai un figlio, tuo e di Dio, di terra e di cielo.

Gli darai nome Gesù. E’ la prima volta: nella bibbia mai madre aveva il diritto di dare il nome al figlio, solo il padre.

Ma la ragazza, pronta, intelligente e matura, non si nasconde, dialoga, obbietta, argomenta: spiegami, dimmi come avverrà questo.

E l’angelo: ma è l’infinito che si fa una goccia di sangue, l’immenso che si comprime nel tuo utero, che cosa importa il come! È la luce generante che entra e si aggrappa al tuo grembo buio. Che importa come avverrà?

E tuttavia Gabriele riprende a spiegare l’inspiegabile, a rassicurala, parla di Spirito Santo come all’origine dell’universo, di una nuvola sulla tenda come nel deserto, la invita a pensare in grande, più in grande che può. Fidati, sarà Dio a trovare il come. L’ha trovato anche per Elisabetta. Gabriele fa risuonare anche la voce calda del libro della vita e degli affetti.

L’angelo ha dato l’annuncio, e ora aspetta. Il quel momento tutto l’universo si è fermato, scrive san Bernardo, il fiume ha smesso di scorrere, gli agnelli hanno alzato la testa dal prato, gli uccelli si sono fermati in mezzo al cielo, l’aria si è fatta immobile, in attesa della risposta di Maria.

Noi, io, cosa avremmo risposto? Lasciami pensare, ci dormo sopra stanotte; ne parlo con il mio direttore spirituale, o con il mio psicoterapeuta o almeno con mio marito. Un giorno soltanto.

Invece la ragazzina, forse quattordici anni, in piena incoscienza, dice:

sì, io ci sono, io ci sto, io non scappo.

E se noi siamo qui oggi, se io vi sto parlando, se abbiamo qualche volta ritrovato speranza, se abbiamo avviato cammini interiori, è per quel sì di una adolescente (P. Curtaz).

Per quel sì siamo qui noi, oggi, tutti debitori a lei.

Se possiamo dirci cristiani è per la fede e il coraggio, per la libertà e lo slancio, di quella ragazzina galilea, appena donna, appena sposa.

Ha detto: sì, sono la serva del Signore. Nella bibbia la serva non è “la domestica, la donna di servizio”. Serva del re è la regina, la seconda dopo il re, la prima collaboratrice: Tu sei il Dio dell’alleanza, e io tua alleata, il tuo progetto sarà il mio, la tua storia la mia storia.

Sono la serva, sono l’alleata del Signore delle alleanze.

Invece del vittimismo vecchio di Adamo, invece del dare sempre la colpa agli altri, invece di guardare a tutto ciò che si è rovinato nella nostra vita, a tutte le cose mancate o interrotte, proviamo a dire “sì”, ad allearci con il Dio che fa alleanza con tutto ciò che vive, a fare della nostra vita un “sì”, uno sgorgare, uno sprigionarsi di alleanze, a benedizione del mondo.

Come quello di Maria, anche il nostro “sì” al progetto di Dio può cambiare la storia; anche noi possiamo segnare nascite sul libro della vita, tracciare alleanze sul calendario della storia.

Non temere, nulla è impossibile a Dio.

E’ possibile che una Vergine generi;

che la Parola torni dall’esilio

e si faccia vagito di neonato;

che dentro il buio di un grembo venga la luce vera.

E’ possibile che la donna peccatrice non venga lapidata ma perdonata; che Lazzaro esca dopo tre giorni dalla tomba e le sue bende siano intrise delle lacrime di Dio; è possibile che il Figlio prodigo sia accolto con una festa. E’ possibile l’impossibile: porgere l’alta guancia, perdonare settanta volte sette, amare i nemici, morire d’amore e risorgere. E’ possibile in questo mondo di disgrazia trovare grazia. Perché Dio è venuto ed è qui.

Gli angeli tornano ancora; ogni giorno se guardi bene vedrai un volo d’angeli attorno alla tua casa; tornano a dirci questo: fidati, l’impossibile è diventato possibile!

 

 

Santa Maria: con quel nome sulla chiglia

i padri salpavano

verso mari dai flutti giganti.

Anch’io lo scrivo a prua

della fragile barca che è

la mia vita

e ti chiamo

ti chiamo, santa Maria.

E fioriranno sempre

coraggio e meraviglia.

Giovanni Angelo Abbo (Donna di terra e di cielo, p. 12).

 

 

Il vangelo comincia così ed è questo: l’uscita di Dio dal sacro e il suo incarnarsi nel quotidiano.

Il tempio è sterile, è il deserto di Dio, la morte di Dio.

 

Luca fa ruotare, in una rivoluzione copernicana, la religione giudaica fino a che non diventi cristiana:

– il centro del futuro non è più il tempio ma la casa.

– Dal sacerdozio maschile alla laicità delle donne.

– Dal clericalismo, all’uguaglianza dei ruoli

– Dal nazionalismo giudaico alla Galilea delle genti, che è l’incubatrice del nuovo. Il centro conserva, la periferia innova.

 

 

 

 

Nell’essere umano ci sono tre stati di coscienza: IL CONSCIO, lo stato in cui ci troviamo abitualmente, IL SUBCONSCIO, dove si trovano le pulsioni anche animali e i comportamenti automatici e il SUPERCONSCIO, che fa capo al nostro Sé spirituale, alla nostra anima.

Entrambi il Subconscio e il Superconscio si trovano in una zona INCONSCIA, superiore e inferiore. È come se IL CONSCIO (la nostra coscienza abituale) potesse illuminare come una torcia elettrica soltanto la zona di mezzo del serbatoio di tutta la coscienza.

Come si capisce, l’estensione totale della coscienza abbraccia tutte e tre le dimensioni, passando da quella istintiva animale a quella spirituale e divina, ma noi siamo abitualmente consci soltanto della parte di mezzo della coscienza.

È compito proprio di questa COSCIENZA personale estendersi oltre i propri limiti, facendo luce sul proprio SUBCONSCIO, padroneggiando le proprie pulsioni, i propri istinti e i propri automatismi, rendendoli coscienti. Ed è necessario che il CONSCIO si estenda anche al SUPERCONSCIO, nella dimensione spirituale che porta con sé i doni dello spirito, l’intuizione e altri poteri tutti da scoprire, ma per usare i quali bisogna che le pulsioni animali siano state superate, altrimenti la parte animale umana ne farebbe un uso indegno….

Questo è in ultima analisi il cammino dell’uomo, il “Conosci te stesso” dell’Oracolo di Delfi, “La Divina Commedia” di Dante Alighieri: la spiritualizzazione della materia, il suo passaggio dimensionale al regno dello spirito.

(C) Marisa Haltiner)

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Tutta la Sacra Scrittura è ispirata da Dio e contiene delle verità di fondo che sono ancora da scoprire, nonostante il testo sia stato scritto alcune migliaia di anni fa.

Adamo è il “CULMINE” della Creazione ed era destinato alla beatitudine eterna.
Ma Dio, essendo fonte di ogni libertà, non gli ha tolto il libero arbitrio perché Adamo è stato creato “a sua immagine e somiglianza”.

Adamo ed Eva, anche se tentati dal serpente maligno, hanno liberamente trasgredito il comando divino di non mangiare il frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male, perché, per orgoglio, volevano essere come Dio.
In questo modo si sono macchiati del peccato originale trasmettendolo a tutte le generazioni, fuorché a Gesù Cristo, nuovo Adamo, e a Maria nuova Eva (quindi Nuova Umanità).

Nel piano amoroso di Dio, però, la disobbedienza di Adamo ed Eva ha consentito l’Incarnazione, per cui Dio si è fatto uomo in Gesù Cristo per riscattarci e restituire la dignità umana a tutti coloro che credono nella sua Risurrezione

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Qualunque attività, anche se piacevole, sia di lavoro che di tempo libero, come cucinare, mangiare, camminare, guidare, suonare uno strumento, fare una telefonata, scrivere una lettera, fare all’amore…, non appena deve essere svolta “velocemente”, diventa stressante, spiacevole, accadono un sacco d’inconvenienti, ci rende nervosi e soprattutto non riesce bene.

Ogni sentimento, ogni emozione, ogni nostro movimento ha la sua velocità di vibrazione e ci muove lunga la scala delle varianti attraendo energie e avvenimenti con una vibrazione simile.

Si capisce quindi il danno arrecato alla persona nel momento in cui è costretta ad aumentare la sua velocità, aumentare le sue vibrazioni… cresce la tensione, lo stress e si rischia di sbiellare. Una giostra troppo veloce rischia di catapultare in giro tutto il suo contenuto..!

È risaputo che la persona calma è sovrana. Ha la pace dentro di sé. È presente a se stessa, in questo momento, non è proiettata velocemente in un futuro che sembra le sfugga se non si sbriga.

Purtroppo oggi la nostra vita si svolge piuttosto “velocemente”. Chi lavora corre dalla mattina alla sera, da un impegno all’altro, con l’assillo di doversi sbrigare per svolgerli tutti…La sera corre a letto a dormire poiché deve svegliarsi presto e ha tanto da fare…E corre anche per andare in vacanza…

Vivere velocemente per essere al passo coi tempi…non ci dà neppure il tempo di accorgerci che noi non vogliamo tutto questo…e che possiamo fermare la “giostra pazza” quando vogliamo… Tutto questo lavoro veloce, per guadagnare di più e per consumare di più, serve soprattutto alla macchina commerciale, è fatto “a misura del commercio”.

Noi possiamo imporre i nostri tempi “a misura d’uomo”, sani, presenti, più vicini alla Natura. La Natura ci mette nove mesi a formare un essere umano e chiunque abbia partorito sa che è impossibile partorire in fretta…se non si vuole andare incontro e tutte le aggravanti possibili o addirittura non farcela…

(C) Marisa Haltiner)

 

 

 

 

Ringraziamo poco perché non sappiamo più meravigliarci.

Quando diamo per scontato qualsiasi cosa, allora il nostro cuore rischia di inaridirsi.

Innanzittutto facciamo poco caso alla nostra esistenza. Raramente pensiamo che siamo stati creati dal nulla: prima non esistevamo, oggi abbiamo la possibilità di vedere, pensare, camminare, toccare, udire ecc. Tutto ciò lo dobbiamo al nostro Creatore, il quale continua a mantenerci in vita.

Questo dovrebbe suscitare in noi lo stupore: ogni istante è prezioso ed è il Signore che ci sostiene continuamente.

Anche la contemplazione delle meraviglie del creato dovrebbe generare in noi lo stupore. Quanta sapienza e quanta complessità vi è in ogni cosa!

Il nostro corpo, la nostra mente e la nostra anima immortale sono dei capolavori assoluti!  Noi tutti viviamo di riflesso il Mistero Trinitario, perché abbiamo la possibilità di pensare, amare e contemplare analogamente a come fanno le Tre Persone.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Ci rendiamo conto della qualità di questa umanitá, piena di violenze e di ipocrisie, dove domina chi ha più potere economico ed istituzionale?

Persino i passeri scappano di fronte ad ogni persona che incontrano.

Questa non é ancora la vera umanitá.

Quella vera sarà consapevole della dignità di ogni uomo e della grandezza del suo Creatore.

Quando regneranno la giustizia, la misericordia, la bontà d’animo e la compassione, allora nemmeno i passeri scapperanno impauriti alla vista dell’uomo.

Ma il cammino é ancora molto arduo e pieno di battaglie perse. Ma verrà il giorno della giustizia e della pace e l’umanità si rinnoverà completamente..

 

 

 

 

 

Il Vangelo a cura di Ermes Ronchi
Marta e Maria, il Signore cerca amici non servi
XVI Dom. T.O. anno – C – 2019

Vangelo – Lc 10,38-42
Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. Essa aveva una sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola; Marta invece era tutta presa dai molti servizi. Pertanto, fattasi avanti, disse: «Signore, non ti curi che mia sorella mi ha lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma Gesù le rispose: «Marta, Marta, tu ti preoccupi e ti agiti per molte cose, ma una sola è la cosa di cui c’è bisogno. Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta».

 

 

XVI domenica Luca 10,38-42bis

Una donna di nome Marta lo ospitò nella sua casa. Ha la stanchezza del viaggio nei piedi, negli occhi la fatica del dolore incontrato. Allora riposare nella frescura amica di una casa, cenare in compagnia sorridente, è un dono, e Gesù lo accoglie con gioia. Entra nella casa di due donne, sovranamen­te libero di andare dove lo porta il cuore. Libero di par­lare alle donne, le escluse, le relegate.

Una stanza piena di gente: Maria ai piedi dell’amico; i discepoli intorno; Marta, la generosa, è sola nella sua cucina, alimenta il fuoco, controlla le pentole, si alza, passa e ripassa davanti al gruppo, a preparare pane e bevande e tavola, lei sola affaccendata per tutti.

Maria seduta ascoltava Gesù. Un uomo che profuma di cielo e una donna, seduti vicinissimi. Una scena così inconsueta per gli usi del tempo che pare quasi un miracolo. Tutti i pregiudizi sulle donne saltati in aria. Si fa discepola privilegiata la donna che i rabbini del tempo neppure accettavano alla loro scuola. Invece Gesù e Maria di Betania rompono gli schemi, spezzano i ruoli sociali e culturali. Totalmente presi l’uno dall’altra, lui a darsi, lei a ri­ceverlo. E li sento tutti e due felici. Lui total­mente suo, lei totalmente sua.

Mi piace Maria che sa essere in vacanza dentro al quotidiano. Senza sensi di colpa. Che sa incantarsi, come fosse la prima volta. Conosciamo tutti il miracolo della prima volta. Poi, ci si abitua. L’eternità invece è non abituarsi, è il miracolo della prima volta che si ripete sempre: quello di Maria di Betania seduta a bersi quelle parole, i silenzi, gli occhi…

Il primo rapporto con Dio è l’ascolto. Dall’ascolto comincia la relazione. Ascoltare uno è come dirgli “tu sei importante per me, mi interessi, mi piaci, ti do tempo, ti do cuore”.

E poi c’è Marta, la padrona di casa. Gli ospiti sono come gli angeli e c’è da offrire loro il meglio. Marta teme di non farcela, e allora “si fa avanti”, con la libertà che le detta l’amicizia, e s’interpone tra Gesù e la sorella: “dille che mi aiuti!”. Qualche conflitto tra familiari c’è anche nelle case più belle e visitate da Dio, lo sappiamo…

E Gesù, affettuosamente come si fa con gli amici, chiama Marta e la calma; ha osservato a lungo il suo lavoro, l’ha seguita con gli occhi, ha visto il riverbero della fiamma sul suo volto, ha ascoltato i rumori della stanza accanto, sentito l’odore del fuoco e del cibo quando Marta passava, era come se fosse stato con lei, in cucina. In quel luogo che ci ricorda il nostro corpo, il bisogno del cibo, la lotta per la sopravvivenza, il gusto di cose buone, i nostri piccoli piaceri, e poi la trasformazione dei doni della terra e del sole, anche lì abita il Signore (J. Tolentino).

La realtà sa di pane, la preghiera sa di casa e di fuoco. Ma la casa di che cosa profuma? La profumano le persone.

Gesù non accetta che Marta si limiti, si impoverisca nelle troppe faccende di casa: Tu, le dice Gesù, sei molto di più. Tu non sei le cose che fai; tu puoi stare con me in una relazione nuova, non di servizi ma di orizzonti, semine, guarigioni, Tu puoi essere profeta, bocca di Dio. I primi profeti del vangelo infatti sono due donne, Maria ed Elisabetta: hanno un cuore che ascolta.

«Maria ha scelto la parte buona»: Marta non si ferma un minuto, Maria invece è seduta, occhi liquidi di felicità; Marta si agita e non può ascoltare, Maria nel suo apparente “far niente” ha messo al centro della casa Gesù, l’amico e il profeta. Doveva bruciarle il cuore quel giorno.

Le due sorelle di Betania tracciano i passi della fede vera: passare dall’affanno di ciò che devo fare per Dio, allo stupore di ciò che Lui fa per me. I passi di fede di ogni credente: passare da Dio come dovere a Dio come desiderio.

Perché Dio non cerca servi, ma amici (Gv 15,15); non cerca persone che facciano delle cose per lui, ma gente che gli lasci fare delle cose, che lo lasci essere Dio… Il centro della fede è ciò che Dio fa per me, non ciò che io faccio per Dio.

Una lettura grezza del Vangelo ha spesso contrapposto le due sorelle, mentre esse sono i due polmoni della Chiesa, vorrei dire “i due cuori”. C’è del cuore in Marta che non sa più che cosa inventare per il suo amico. C’è del cuore in Maria che non vuole perdere una sola delle sue parole. Gesù ha bisogno di tutte e due le cose: del pane quotidiano e dell’ascolto amoroso.

E se rimprovera Marta non le dice: non fare niente, stasera non mangiamo, ma: fa’ un po’ meno, siediti qui, guardiamoci, ascoltiamoci, come fanno gli amici. “Marta”, le dice, “prima le persone poi le cose”.

Gesù non contraddice il servizio ma l’affanno, non contesta il cuore generoso ma il fare frenetico, che vela lo sguardo e il cuore.

Gesù ferma la corsa di Marta, la donna serva, e la mette davanti a sé: donna amica. La donna negata diventa la donna ridestata. La donna dell’ombra viene messa in piena luce e, lasciatemi dire, quanto diversa sarebbe la Chiesa se Papa, vescovi, preti chiamassero le donne a condividere pensieri, orizzonti, sogni ed emozioni. Quanto diversa e quanto più calore e freschezza, quanta meno burocrazia e più amicizia, più forza del cuore, come scrive il mistico Rumi (XIII sec): “Se tu ascoltassi la lezione del cuore anche una sola volta, faresti lezione ai professori”.

Di questa sola cosa c’è bisogno. Attento alle troppe cose. Lo dice a me e a tutti: attento a un troppo che è in agguato, a un troppo che può sorgere e in­goiarti, troppo lavoro, trop­pi desideri, troppo correre, troppi impegni e non c’è posto per tutti. E non distingui più tra su­perfluo e necessario, tra il­lusorio e permanente, tra ef­fimero ed eterno. Prima la persona, poi le cose da fare. L’amica seduta e l’amica affaccendata sono due modi d’amare, entrambi necessari. Maria non può fare ameno di Marta, né Marta può fare a meno di Maria.

Io sono Marta, io sono Maria; dentro di me le due sorelle si tengono per mano, battono i loro due cuori, il cuore che ascolta, il cuore che sa servire. Entrambi, sempre, per amore.

 

 

Commento a cura di Ermes Ronchi per gli amici dei social

Un rabbi che entra nella casa di due donne, sovranamente libero di andare dove lo porta il cuore. Libero di parlare alle donne, le
escluse, seguendo la strada tracciata per la prima volta dall’angelo dell’annunciazione: mettere a parte le donne dei più
riposti segreti del Signore.
Passare dall’affanno di ciò che devo fare per Lui, allo stupore di ciò che Lui fa per me, questo è l’itinerario delle due sorelle di
Betania, simbolo di ogni credente. Passare da Dio come dovere a Dio come desiderio.
Maria, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la sua parola.
Sapienza del cuore di donna, intuito che sceglie ciò che fa bene alla vita e regala pace, libertà, orizzonti e sogni: la Parola di Dio.
Maria, che ben conosce Gesù, sa ancora ascoltarlo stupefatta; sa incantarsi ancora, come fosse la prima volta. Tutti conosciamo il
miracolo della prima volta. Poi, ci si abitua. L’eternità invece è non abituarsi, è il miracolo della prima volta che si ripete
sempre: il miracolo di Maria di Betania, ancora una volta a bere le sue parole e i suoi silenzi e i suoi occhi. Perché Gesù non cerca
servitori, ma amici; non cerca delle persone che facciano delle cose per lui, ma gente che gli lasci fare delle cose grandi, come
Maria di Nazareth: ha fatto grandi cose in me l’Onnipotente. Il centro di tutta la fede è ciò che Dio fa per me, non ciò che io
faccio per Dio.

Allora il primo servizio da rendere a Dio è l’ascolto. E’ dall’ascolto che comincia la relazione, perché ti prende una sorta
di contagio quando sei vicino a uno come Lui, un contagio di luce quando sei vicino alla luce.
Mi piace immaginare questi due totalmente presi l’uno dall’altra, lui a darsi, lei a riceverlo. E li sento tutti e due felici, lui di aver
trovato un nido e un cuore in ascolto, lei di avere un rabbi tutto per sé, per lei che è donna, a cui nessuno insegna. Lui totalmente
suo, lei totalmente sua.
A Maria doveva bruciare il cuore quel giorno. Da quel momento la sua vita è cambiata. Maria è diventata feconda, grembo dove si
custodisce il seme della Parola, apostola: inviata a donare, ad ogni incontro, ciò che Gesù le aveva seminato nel cuore.
Marta Marta tu ti affanni e ti agiti per troppe cose. Gesù, affettuosamente raddoppia il nome, non contraddice il servizio
ma l’affanno, non contesta il cuore generoso di Marta ma l’agitazione.
A tutti, ripete: attento a un troppo che è in agguato, a un troppo che può sorgere e ingoiarti, troppo lavoro, troppi desideri,
troppo correre. Prima la persona poi le cose. Ti siedi ai piedi di Cristo e impari la cosa più importante: distinguere tra superfluo
e necessario, tra illusorio e permanente, tra effimero ed eterno.
Gesù non sopporta che Marta sia impoverita in un ruolo di servizio marginale, che si perda nelle troppe faccende di casa:
Tu, le dice Gesù, sei molto di più. Tu non sei le cose che fai; tu puoi stare con me in una relazione diversa,
condividere non solo servizi, ma pensieri, sogni, emozioni, sapienza, conoscenza.

Marta e Maria non si oppongono, i loro atteggiamenti sono complementari. Marta non può fare a meno di Maria perché il
nostro servizio ha un’unica sorgente che fa grande il cuore.
Maria non può fare a meno di Marta perché non c’è amore di Dio che non debba tradursi in gesti concreti. L’amica e l’ancella sono
due modi d’amare, entrambi necessari, i due poli di un unico comandamento: amerai il Signore tuo Dio e amerai il tuo
prossimo. Di un’unica beatitudine: beati quelli che ascoltano la Parola, beati quelli che la mettono in pratica.

Io sono Marta, io sono Maria; dentro di me le due sorelle si tengono per mano, e quando nulla separerà l’uomo da Dio, allora nulla separerà l’uomo dal servizio all’uomo. (Lc 10,38-42)

Commenti al Vangelo domenica 21 luglio – p. Ermes – Aiutarlo ad essere Dio

 

 

 

 

Ti senti un incallito peccatore? Fidati di Gesù, Egli può perdonarti tutto, se glielo chiedi, perché ti vuole salvo con sè per l’Eternità.

Non hai voglia di pregare? Pensa a Gesù in qualsiasi fase della vita terrena. Solo il pensare a Lui è una forma di preghiera.

Ti senti spesso tiepido nello spirito? Chiedi a Gesù che irrìghi il tuo animo ed Egli ti invierà lo Spirito Santo.

Non hai coraggio di rivolgerti a Gesù perché ti senti troppo impuro? Tu parlagli lo stesso, esponigli tutte le tue necessità e le tue debolezze: Egli ti ascolta sempre volentieri.

Sei triste e malinconico?: pensalo nell’orto degli ulivi.

Non riesci a sopportare le persone moleste? Pensa a quanti hanno perseguitato Gesù.

Confida sempre in Lui in qualsiasi situazione ti trovi. Non perdere mai la speranza, perché Gesù è il vero amico che ti ama profondamente e sempre: ti capisce come uomo e può fare tutto perché è anche Dio.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

XIII domenica omelia

Hai posto mano all’aratro, non voltarti indietro sulle tue sconfitte.

Il Signore Gesù «rese forte» il suo volto, dice Luca, e si avviò verso Gerusalemme. Come uno che serra le labbra, stringe i denti, raccoglie le forze per il grande viaggio.

Alcuni ricorderanno il vangelo secondo Matteo di Pasolini: quel volto di Cristo che esprimeva grande decisione, quel Cristo sempre in cammino come se avesse il fuoco dentro, come se tutto il vangelo dovesse diffondersi a passo di corsa.

Ma era anche violentemente mite! Infatti:

Un villaggio di Samaria rifiuta di accogliere Gesù. «Vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?» Eterna tentazione dei discepoli di imporsi.

“Gesù si volta, li rimprovera e si avvia verso il villaggio dopo.

Egli non ha nulla da spartire con chi invoca fuoco e fiamme sugli altri, fossero pure ostili, eretici o nemici.

Uno che difende perfino la libertà di chi non la pensa come lui. L’uomo viene prima della sua fede; l’uomo conta più delle sue idee.

L’uomo, e guai se ci fosse un aggettivo.

Difende quei samaritani per difenderci tutti.

Andiamo in un altro villaggio!” Perché c’è sempre un’altra casa cui bussare, un’altra casa cui augurare pace; c’è sempre un altro paese dove trovare un cieco da guarire, un peccatore da perdonare, un povero cui annunciare la bontà di Dio.

Si volta, li rimprovera, si avvia. Nella concisione di questi tre verbi, nella loro sobrietà appare tutta la grande forza interiore di Gesù. La forza di affrontare una sconfitta, di non abbattersi per un rifiuto, di deprimersi per un fallimento.

Avvìati di nuovo, riparti, ricomincia. Un rifiuto non fermerà la storia di Dio, né il cammino del bene. Un rifiuto, un villaggio chiuso, un porto chiuso non fermerà la storia dei poveri, non bloccherà la storia del bene. Appena dopo c’è un altro villaggio, un altro povero, un altro naufrago, e altre braccia aperte.

Nella seconda parte del Vangelo Luca racconta tre personaggi che in tre brevi dialoghi si misurano su come si va dietro a Gesù.

Il primo è un generoso: “Ti seguirò dovunque tu vada!” E Gesù deve avere gioito per lo slancio, deve avere apprezzato l’entusiasmo giovane di questo ascoltatore, ma vuole togliergli ogni illusione. Le volpi hanno tane, gli uccelli nidi, ma io non ho dove posare il capo.

Eppure non era esattamente così. Gesù aveva cento case di amici e amiche felici di accoglierlo a condividere pane e sogni. Con la metafora delle volpi e degli uccelli Gesù traccia il ritratto della sua esistenza sempre minacciata, cacciato e inseguito; e della sua visione della vita sempre in movimento, con la follia giovanile dell’andare e ancora andare. Per tre anni ha camminato, senza mai sentirsi arrivato

Chi vuole vivere tranquillo e in pace nel suo nido sicuro, nella sua tana non potrà essere suo discepolo.

Neanche un nido, neanche una tana, solo strada, niente altro che strada. Tutti si annidano, tutti si intanano, io no. Io poso il capo sulla strada.

Cercano la loro zona di conforto, le sedie più alte. Io no. Io vado, avanti. Smontando il presente e seminandovi futuro.

Il secondo personaggio riceve lui una chiamata: “Seguimi!” e la sua risposta è positiva, dice “Si”, soltanto chiede una concessione: “Permettimi di andare prima a seppellire mio padre” e la sua richiesta è la più legittima che si possa pensare.

Lascia che i morti seppelliscano i morti!” parole estreme, tra le più dure del Vangelo, io, tu puoi essere nient’altro che morto seppellitore di morti. Gesù non censura gli affetti: Quando incontra a Nain la donna che va a seppellire il figlio, si lascia ferire da quelle lacrime, ferma il corteo, prende per mano il ragazzo morto, lo riconsegna alla madre. Una madre che piange non è una morta che seppellisce i suoi morti ma è l’emblema della vita ferita che Gesù è venuto a guarire.

Sono parole simboliche, mi dicono che dicono a me e a ciascuno che è possibile vivere una vita morta, essere dei morti dentro, e anche vivere una religiosità che mortifica.

Il poeta Charles Péguy ha scritto così: Di un peccatore si può fare un santo, di un pagano si può fare un cristiano, ma di coloro che non sono niente, né peccatori né santi, né cristiani né pagani, né caldi né freddi, di loro, i vivi-morti, che cosa faremo? (C. Péguy).

Parole simboliche: chiudi i conti con il tuo passato, con la tua infanzia, non tirarti dietro le cose di ieri, memorie morte, solo memorie vive. E infine il terzo dialogo: “Ti seguirò, Signore, ma prima lascia che mi congedi da quelli di casa”. Ancora una richiesta delicata e naturale. E’ così duro il cammino senza affetti! A Eliseo (I Lettura) è stato concesso di salutare quelli di casa, ma ora Gesù risponde: “Non guardare indietro”, non puoi arare con la testa altrove,

non puoi costruire niente guardando da un’altra parte.

Non guardare indietro, neppure alla colpa di ieri:

non appesantirti delle tue sconfitte, risali sulla strada.

Non guardare alle difficoltà, ma all’orizzonte che si apre, ai grandi campi del mondo.

Chi ha messo mano all’aratro… Un aratore è ciascuno, chiamato a dissodare una minima porzione di mondo, che traccia un solco e nient’altro: poi passerà il Signore a seminare di vita i campi della vita.

Ma Io un solco di bontà cercherò di lasciare. Almeno questo: un piccolo solco senza mai cattiveria.

Però una parola mi mette in difficoltà: Signore, chi non ha mai guardato da un’altra parte? Chi è davvero adatto al Regno?

Non Pietro, non Giacomo e Giovanni, tanto meno io se guardo alla mia coerenza. Ma ti ho visto andare in cerca della pecora perduta, aspettare il figlio prodigo e dichiarare per tre volte Pietro, che per tre volte si è girato indietro, adatto ancora a prendersi cura di pecore e agnelli.

Forse, allora, sono adatto anch’io, se penso che le pietre scartate ti sono servite meglio delle altre per la tua casa.

Sarà un solco poco profondo, il mio;

un solco forse poco diritto, ma il mio ci sarà.

Il mio piccolo solco non mancherà sui campi della vita.

Poi tu ne farai qualcosa che serva a qualcuno.

 

Preghiera alla comunione

Signore, sono qui a calcolare se conviene, se non conviene,

a elencare tutti i miei ma e i miei se

Mi sento un aratore con i solchi storti, colmi di rimpianti

Non sarò mai pronto, se guardo alla mia coerenza,

forse sì se guardo a te,

e vedo che tanti che si sono girati indietro,

Pietro fra tutti, e figli prodighi e pecore perdute,

tante pietre pentite ti sono servite,

meglio delle altre, a costruire la tua casa.

Signore, sono l’ultimo dei coraggiosi,

sono il primo dei paurosi

eppure ti seguirò,

traccerò il mio solco, forse poco profondo,

certo poco diritto, ma sarà il mio solco.

Che tu riempirai di speranza.

 

 

 

 

Tutti noi siamo in qualche modo “extraterrestri”, nel senso che non abbiamo pianta stabile su questa terra destinata a deflagare prima o poi negli abissi cosmici.

Il nostro vero destino è un mondo nuovo immortale che ancora non possiamo conoscere a fondo.

Certamente la curiosità è una costante quasi per tutti: ci interessa sapere se esistono altre civiltà, oltre la nostra, in qualche galassia sperduta dell’Universo, anche se ancora non possediamo tracce certe. Però si riflette piuttosto poco su qualcosa che crediamo sia a nostra portata: l’uomo stesso.

Tra di noi siamo infinitamente sconosciuti, anche se ci illudiamo di sapere qualcosa l’uno dell’altro. Siamo persino sconosciuti a noi stessi perché non sappiamo comprendere chi realmente siamo e quali sono le dinamiche che ci spingono a pensare ed agire come facciamo normalmente.

Se davvero ci impegnassimo ad osservare in profondità ciò che pullula in ognuno di noi, (noi stessi soprattutto), ci renderemmo conto di quanto siamo sconosciuti e che non basterebbe una vita intera per scoprire la nostra vera essenza, la quale è nel profondo della nostra anima immortale.

Sappiamo per fede che esiste un universo, che noi diciamo spirituale: i santi, gli angeli e la stessa Trinità dalla quale tutti proveniamo.

Se ci impegnamo a rientrare umilmente in noi stessi, in profonda adorazione per Colui che abita in noi, perché siamo Tempio dello Spirito Santo, allora cominceremmo a capire qualcosa di noi, perché ce lo rivela lo Spirito Santo: tutto l’Universo è proprio in noi, nella nostra coscienza, nel profondo della nostra anima unica ed irripetibile.

Probabilmente il problema dell’esistenza di qualche civiltà extraterrestre passerebbe in secondo piano, perché la dimensione interiore di ognuno di noi è già infinitamente ricca di novità.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Signore, ogni atomo dell’Universo è da Te perfettamente conosciuto.

Come è conosciuta ogni mia più piccola cellula del corpo.

Sei Tu che hai creato ogni cosa che esiste ed il tuo Amore Onnipotente può ricreare sempre tutto ciò che vuole dal nulla.

Sei Tu che sostieni la mia esistenza.

Tu conosci ogni mio più remoto pensiero e prima che io pronunci una sola parola Tu già lo sapevi sin dall’Eternità.

A Te, o Amore Onnisciente, nulla sfugge e tutto ciò che succede è da Te permesso per un disegno d’Amore misterioso.

Non ti sfugge un solo mio gesto, uno solo dei miei pensieri.

Conosci perfettamente ogni uomo sin dal suo concepimento.

Più medito sulle tue opere e più mi stupisco per il tuo incredibile Amore onnipotente.

Ma ciò che più mi meraviglia è la tua infinita Misericordia ed infinita Umiltà.

Che Tu sia adorato da ogni essere vivente dell’Universo!

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Il folle fracasso collettivo sempre piú intemperante a cui assistiamo oggi é un indicatore dello stato d’animo dell’uomo massificato della nostra epoca in piena decadenza: disorientato, annoiato, impaurito, interiormente vuoto e sradicato dai suoi valori tradizionali, incapace di discernere il giusto gusto estetico ed amante del disfattismo imperante.

Chi non riconosce le sue potenziali ricchezze interiori cerca un palliativo e lo trova condividendo la follia collettiva che imperversa in molti strati della società immersa nell’alienante globalizzazione.

La doverosa reazione a questo stato di cose parte dalla consapevolezza della propria dignità di “individuo“, unico ed irripetibile, dotato di un’anima immortale e destinato alla progressiva divinizzazione che gli consentirà, se lo vuole, di raggiungere la pienezza del suo prezioso essere…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Il Vangelo a cura di Ermes Ronchi

Siamo tutti mendicanti di amore in cammino

V Domenica di Pasqua – Anno C – ‘19

Vangelo – (Giovanni 13,31-35)

Quando Giuda fu uscito [dal cenacolo], Gesù disse: «Ora il Figlio dell’uomo è stato glorificato, e Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito. Figlioli, ancora per poco sono con voi. Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri».

«Vi do un comandamento nuovo, che vi amiate come io vi ho amato»: una di quelle frasi che portano il marchio di fabbrica di Gesù. Parole infinite, in cui ci addentriamo come in punta di cuore. Ma perché nuovo, se quel comando percorre tutta la Bibbia, fino ad abbracciare anche i nemici: «Se il tuo nemico ha fame, dagli pane da mangiare, se ha sete, dagli acqua da bere» (Prov 25,21)? Se da sempre e dovunque nel mondo le persone amano?
La legge tutta intera è preceduta da un «sei amato» e seguita da un «amerai». «Sei amato», fondazione della legge; «amerai», il suo compimento. Chiunque astrae la legge da questo fondamento amerà il contrario della vita (P. Beauchamp). Comandamento significa allora non già un obbligo, ma il fondamento del destino del mondo e della sorte di ognuno.
Il primo passo per noi è entrare in questa atmosfera in cui si respira Dio. E non è un premio per la mia buona condotta, ma un dono senza perché. Scriveva Angelo Silesio: «La rosa è senza perché, fiorisce perché fiorisce». L’amore di Dio è la rosa senza perché, Lui ama perché ama, è la sua natura. La realtà è che «siamo immersi in un oceano d’amore e non ce ne rendiamo conto» (G. Vannucci).
Il secondo passo lo indica un piccolo avverbio: Gesù non dice amate quanto me, il confronto ci schiaccerebbe. Ma: amate come me. Non basta amare, potrebbe essere anche una forma di possesso e di potere sull’altro, un amore che prende e pretende, e non dona niente; esistono anche amori violenti e disperati, tristi e perfino distruttivi. Gesù ama di «combattiva tenerezza» (Evangelii gaudium), alle volte coraggioso come un eroe, alle volte tenero come un innamorato o come una madre, che non si arrende, non si stanca, non si rassegna alla pecora perduta, la insegue per rovi e pietraie e trovatala se la carica sulle spalle, teneramente felice.
Amore che non è buonismo, perché non gli va bene l’ipocrisia dei sepolcri imbiancati, perché se un potente aggredisce un piccolo, un bambino, un povero, Gesù tra vittima e colpevole non è imparziale, sta con la vittima, fino ad evocare immagini potenti e dure.
Terzo passo: amatevi gli uni gli altri. Espressione capitale, che ricorre decine di volte nel Nuovo Testamento e vuol dire: nella reciprocità, guardandovi negli occhi, faccia a faccia, a tu per tu. Non si ama l’umanità in generale; si ama quest’uomo, questo bambino, questo straniero, questo volto. Si amano le persone ad una ad una, volto per volto, corpo a corpo. Amatevi gli uni gli altri, uno scambio di doni, perché dare sempre, dare senza ritorno è molto duro, non ce la facciamo; siamo tutti mendicanti d’amore, di una felicità che si pesa sulla bilancia preziosa del dare e del ricevere amore.

(Letture: Atti 14,21-27; Salmo 144; Apocalisse 21,1-5; Giovanni 13,31-35)

https://www.avvenire.it/rubriche/pagine/siamo-tuttimendicantidi-amorein-cammino

Commento V domenica di Pasqua -19 maggio – p.Ermes – L’amore di Dio è la rosa senza perché

 

 

 

Si possono trovare i motivi di credibilità sull’esistenza dell’aldilà:

 

OSSERVANDO LA NATURA E NOI STESSI:

Tutto è in continua evoluzione. Si nasce, si cresce e gradualmente ci si stacca : il cordone ombelicale viene reciso, poi si cerca l’autonomia dai genitori e subentra la vecchiaia e la morte corporale. Le stagioni si alternano e tutti gli esseri viventi terminano il loro ciclo vitale. La fatica e la gioia di vivere hanno un senso che orienta verso una nuova dimensione.

LEGGENDO E MEDITANDO CON FEDE LE SACRE SCRITTURE:

Nelle Sacre Scritture Dio rivela all’uomo che non è stato creato solo per la dimensione orizzontale. Gesù, uomo e Dio, è risorto per condurci risorti con Lui nel seno del Circolo d’Amore Trinitario.

LEGGENDO ATTENTAMENTE LA TRADIZIONE CRISTIANA ED IL CATECHISMO

I Padri della Chiesa affrontano in lungo ed in largo moltissime tematiche escatologiche, riprese anche dal Catechismo della Chiesa Cattolica.

RIFLETTENDO SUGLI SCRITTI E SUL COMPORTAMENTO DEI SANTI MISTICI

Moltissimi Santi hanno scritto sull’aldilà ed hanno testimoniato con la vita ed i loro carismi che esiste realmente, tra i quali Sant’Agostino, San Tommaso d’Aquino, Santa Caterina da Siena, Santa Caterina Emmerick Santa Teresa d’Avila, San Giovanni della Croce, san Padre Pio, Santa Faustina Kowalska, ecc.

CERCANDO DI CONSIDERARE CON FEDE ANCHE LE APPARIZIONI MARIANE

In questi ultimi due secoli ci sono state tantissime apparizioni mariane, le quali già in se stesse testimoniano che esiste l’aldilà.

Ricordiamo Lourdes, Fatima, Medjugorje ecc. La stessa Regina della Pace ha condotto con sé per brevissimo tempo due veggenti in Paradiso, in Purgatorio e nell’inferno. Ella ha anche rilasciato dei messaggi ai veggenti in cui si parla esplicitamente dell’aldilà.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Non dobbiamo pensare che l’esistenza nell’aldilà sia scandita dal tempo cronologico, come siamo abituati in questa vita terrena.

Non può esserci passato e futuro, perché si vive nell’unico istante. Infatti dall’aldilà non si può rientrare in questa dimensione terrena, se non per una particolare grazia divina.

Lo ha detto lo stesso Gesù in una parabola: “Tra noi e voi è stato fissato un grande abisso: coloro che di qui vogliono passare da voi, non possono, né di lì possono giungere fino a noi” (Lc 16,19-31)

L’amore non può dare spazio all’odio o all’indifferenza, e l’incorruttibilità non conosce la corruzione. Chi vive nella dimensione dell’istante non può rientrare nella dimensione spazio-temporale terrena perché non gli è connaturale.

Ci vuole una speciale grazia divina per poterlo fare. Gesù stesso, il quale è uomo e Dio appariva agli apostoli ed ai discepoli con il suo corpo glorioso: si manifestava anche con alcune funzioni “materiali” come il mangiare ed il farsi toccare, ma poi scompariva per riapparire in altri contesti, anche attraversando le pareti.

Ciò significa che per ogni persona salvata la situazione esistenziale è superiore a quella terrena, perché vive perfettamente in Dio, nella sua pienezza. Il suo sguardo coincide con quello divino e il suo essere partecipa dell’infinita creatività dello Spirito Santo.

Il suo corpo glorioso, dopo la risurrezione dai morti, vede cose sempre nuove e non può mai annoiarsi perché passa di meraviglia in meraviglia per tutta l’eternità. Non ci sono più minuti, ore o giorni, perché in Dio tutto è presente nell’istante eterno.

Davvero la gioia eterna dei beati in Cristo non può essere descritta con parole umane…

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Maria ha dimostrato di avere, grazie al Signore, una fede incrollabile nei confronti di suo Figlio:

Ha creduto all’angelo Gabriele che sarebbe rimasta incinta per opera dello Spirito Santo.

Ha creduto che il bimbo che teneva in grembo era Dio incarnato in Gesù Cristo.

Ha creduto nonostante abbia partorito in una situazione di emergenza e di povertà.

Ha creduto quando insieme a Giuseppe ed al bambino ha dovuto fuggire in Egitto.

Ha creduto nonostante suo figlio dodicenne avesse lasciato perdere le sue tracce per parlare con i dottori del tempio.

Ha creduto alle nozze di Cana.

Ha creduto durante la passione di suo Figlio e sotto la croce, quando quasi tutti i discepoli erano fuggiti.

Ha creduto nonostante la morte di suo Figlio e la sepoltura.

Ha creduto per tutta la vita nella Risurrezione di suo Figlio.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Partiamo dal presupposto che Dio è Amore e che tutti coloro che desiderano liberamente vivere in Lui, dovranno essergli simili. Pertanto, se Dio è Amore, anche le sue creature devono diventare “Amore”, altrimenti tra i due permane l’incompatibilità.

Sappiamo che l’uomo è fragile e che senza di Lui non potrebbe fare nulla proprio perché gli è stata donata l’esistenza dal nulla. Come fa l’uomo, allora, a diventare simile a Dio se il Creatore è Tutto e l’uomo in sé una nullità?

Adamo ed Eva avevano il compito di crescere e di moltiplicarsi per glorificare Dio nella sua grazia, ma il peccato originale li ha sprofondati nel nulla della corruzione e della mortalità.

Gesù Cristo, il Figlio di Dio, si è incarnato per restituire ad ogni uomo la dignità perduta, affinché potesse divinizzarsi, come Egli stesso è uomo e Dio. In un certo senso Gesù ha voluto, con il suo sacrificio, sopperire alla carenza d’amore dell’umanità, per elevarla alla divinità.

Per questo chi crede in Lui avrà la vita eterna, cioè, grazie ai meriti di Gesù ed alla collaborazione di ogni uomo, ognuno sarà riempito di quell’amore necessario a fondersi nell’Amore divino.

Infatti Gesù dice: “Senza di me non potete fare nulla”. Ciò significa che senza il suo amore noi non possiamo diventare “Amore” perché la nostra natura umana tende di più all’egoismo ed all’orgoglio che all’altruismo ed all’umiltà.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

 

San Tommaso d’Aquino, notissimo dottore della Chiesa, sostiene che Dio permette la tentazione per far conoscere all’uomo tentato:

la sua fragilità;

la santificazione che in lui si è operata;

la sua altissima dignità, che desta l’invidia di un angelo;

(rivolto al tentatore) quanto sia grande la virtù di Cristo, che egli non può superare.

 

Inoltre, Dio permette la tentazione:

per reprimere la superbia;

per rendere più forte la virtù con l’esercizio e con l’esperienza;

per provocare lo sviluppo delle virtù;

per rendere l’uomo più pronto a compiere il bene.

 

Il diavolo tenta sempre per nuocere, anche se ha bisogno di tentare per conoscere le tendenze negative dell’uomo…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Signore, tu che hai creato ogni uomo affinché un giorno possa godere in pienezza della tua gloria, non permettere che alcuno si perda eternamente nell’inferno.

Il tuo Amore è infinito e sai bene come salvare ogni anima, ma Tu, nella tua grande Bontà, le lasci il libero arbitrio perché sei rispettoso di ogni scelta umana, pur chiedendone conto. Tantissimi si stanno allontanando da Te, Via, Verità e Vita.

Con le mie umili preghiere ti chiedo affinché trovino la retta via e perché si pentino dei loro peccati e ritornino nella tua grazia.

Mi pento anch’io, Signore, e ti chiedo perdono con estrema fiducia. Salva anche coloro che non hanno più fiducia in te perché scoraggiati dai troppi peccati ed invischiati in molti vizi e così hanno indurito il loro cuore.

Trasforma il loro cuore di pietra in cuore di carne. Te lo chiedo per i meriti di Gesù Cristo, per intercessione di Maria Santissima e di tutti i Santi.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Dalla Sacra Scrittura sappiamo che Dio ci ha ordinato di amarlo con tutto il cuore, con tutta l’anima e con tutta la mente.

Ma cosa significa amarLo? Per seguire i suoi Comandamenti ognuno di noi dovrebbe amare il Dio Eterno, Onnipotente, Onnisciente, Trascendente ecc.?

Io come creatura dal corpo mortale sono un essere limitato, fragile, difettoso, spesso meschino, pauroso, vile ecc. Come faccio ad amare l’Essere Assoluto senza che prevalga in me la paura? Può esserci amore se si ha paura dell’altro?

Egli, l’Onnisciente, sa quello che veramente siamo, infinitamente meglio di noi, altrimenti non ci avrebbe donato l’esistenza.

Per questo l’Amore Onnipotente ci è venuto incontro per essere profondamente più amabile: ha escogitato l’Incarnazione assumendo realmente anche la nostra natura umana.

È stato concepito per opera dello Spirito Santo nel grembo dell’umile Vergine Maria, sua ancella. È nato nella povertà materiale ed umana.

È vissuto in mezzo agli uomini per condividere la loro condizione, eccetto quella del peccato.

Ha operato segni e prodigi per dire che Dio ci ama e ci perdona sempre.

Ha patito, è morto e risorto per rivelarci il destino di ognuno di noi, se gli crediamo.

In pratica si è abbassato al nostro livello per rendersi davvero più amabile, affinché scompaia da noi la paura ed aumenti la fiducia nella realizzazione del suo divino progetto in ognuno di noi.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ciò che non viene sufficientemente ribadito nelle omelie…

 

LA NASCITA DI GESÙ RIGUARDA DIRETTAMENTE OGNUNO DI NOI: CI MANIFESTA CHI REALMENTE SIAMO.

 

Epifania” etimologicamente significa “manifestazione dall’alto”. In genere si festeggia il fatto che Dio si è manifestato nel bambino Gesù della mangiatoia di Betlemme.

Si pensa poco, però, che questa manifestazione riguarda direttamente ognuno di noi. Dio incarnandosi in un uomo, ci ha rivelato chi è per Lui l’uomo. “Voi siete dei” – aveva detto in un episodio riportato dal Vangelo.

In effetti ognuno di noi, grazie a Lui, è Figlio di Dio e vive la dimensione terrena perché si sta preparando a quella celeste nella progressiva divinizzazione.

Il destino di ognuno di noi, quindi, è quello di diventare simili a Dio, il quale in Gesù Cristo, ci assimilerà totalmente in Lui e lo vedremo così come Egli è.

In questo senso, ognuno di noi, è il Centro dell’Universo, perché, oltre ad essere coscienti che nella nostra mente si rispecchia tutta la realtà, siamo anche Tempio dello Spirito Santo, dove Dio alberga per costruire in noi il Paradiso dell’Amore.

 

(Una voce dal deserto)

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

(Lo ha fatto intendere la Regina della Pace in vari messaggi)

Verrà il giorno in cui, la maggior parte degli uomini già su questa terra saranno stanchi di rimanere alla superficie di se stessi, del materialismo estremo, della decadenza morale, del nichilismo, della violenza e dell’angoscia esistenziale.

Allora cercheranno sitibondi tutto ciò che può arricchire il loro spirito, dalla poesia ad ogni forma di arte più elevata, ma soprattutto scopriranno la via della Verità aderendo a Colui che eleva l’esistenza di ognuno: Gesù Cristo, il quale disse di se stesso: “Io sono la via, la verità e la vita”.

La Chiesa sarà completamente rinnovata nell’amore e si diffonderà l’uso dei Sacramenti, soprattutto l’Eucaristia dove Dio, presente in Gesù Cristo nelle sacre specie, verrà più adorato e glorificato.

In questa nuova era di relativa pace si praticherà di più la giustizia sociale e la fratellanza universale.

Già da ora ognuno di noi, nel nostro microcosmo, può darsi da fare fiduciosamente con la preghiera e l’amore verso Dio ed il prossimo affinché ciò si verifichi più il presto possibile.

 

(Una voce dal deserto)

 

 

 

Esiste senza esserne sufficientemente consapevole.

Vive senza stupirsi della vita.

Pensa rimanendo alla superficie di se stesso.

Socializza solo per un suo esclusivo tornaconto.

Ascolta poco se stesso e ascolta gli altri senza amore.

Vive nella paura di ogni cambiamento e teme la solitudine perché non vuole pensare.

Vede la religione come un orpello necessario per l’ordine sociale.

 

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Gesù è il Figlio di Dio, il Dio incarnato, il quale da uomo è vissuto come noi, ha patito, è morto ed è risorto.

Egli è sempre vivo in mezzo a noi ed ascolta ogni uomo che lo invoca.

Egli è pronto a perdonare i nostri peccati attraverso il Sacramento della Confessione.

Ci nutre con la Santa Eucaristia ed è il nostro punto di riferimento principale, perché ci invia lo Spirito Santo per farci crescere spiritualmente e condurci al Padre per tutta l’Eternità.

È Gesù che ci disseta quando abbiamo sete di infinito.

È Lui che ci rende immortali. Egli ci ama sempre di un amore infinito. Da chi andremo senza di Lui?

Per questo Egli è davvero il Re della Pace come dice sua madre, la Regina della Pace: “Cari figli! Vi porto mio Figlio Gesù che è il Re della pace. Lui vi dona la pace, che questa pace non sia solo per voi, figlioli, ma portatela agli altri nella gioia e nell’umiltà.”

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Il Vangelo a cura di Ermes Ronchi
I potenti alzano barriere, Dio le supera
II Domenica di Avvento – Anno C

*Vangelo – Luca 3,1-6
1 Nell’anno decimoquinto dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetrarca dell’Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetrarca dell’Abilène, 2 sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa, la parola di Dio scese su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. 3 Ed egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, 4 com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaia:
Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!
5 Ogni burrone sia riempito,
ogni monte e ogni colle sia abbassato;
i passi tortuosi siano diritti;
i luoghi impervi spianati.
6 Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!

Commento di padre Ermes Ronchi
Una pagina solenne, quasi maestosa dà avvio al racconto dell’attività pubblica di Gesù. Un lungo elenco di re e sacerdoti a tracciare la mappa del potere politico e religioso dell’epoca, e poi, improvvisamente, il dirottamento, la svolta. La Parola di Dio vola via dal tempio e dalle grandi capitali, dal sacerdozio e dalle stanze del potere, e raggiunge un giovane, figlio di sacerdoti e amico del deserto, del vento senza ostacoli, del silenzio vigile, dove ogni sussurro raggiunge il cuore. Giovanni, non ancora trent’anni, ha già imparato che le uniche parole vere sono quelle diventate carne e sangue. Che non si tirano fuori da una tasca, già pronte, ma dalle viscere, quelle che ti hanno fatto patire e gioire.
Ecco, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. Non è l’annunciatore che porta l’annuncio, è l’annuncio che lo porta, lo incalza, lo sospinge: e percorreva tutta la regione del Giordano. La parola di Dio è sempre in volo in cerca di uomini e donne, semplici e veri, per creare inizi e processi nuovi. Raddrizzate, appianate, colmate… Quel giovane profeta un po’ selvatico dipinge un paesaggio aspro e difficile, che ha i tratti duri e violenti della storia: ogni violenza, ogni esclusione e ingiustizia sono un burrone da colmare. Ma è anche la nostra geografia interiore: una mappa di ferite mai guarite, di abbandoni patiti o inflitti, le paure, le solitudini, il disamore… C’è del lavoro da fare, un lavoro enorme: spianare e colmare, per diventare semplici e diritti. E se non sarò mai una superstrada, non importa, sarò un piccolo sentiero nel sole.
Vangelo che conforta: – anche se i potenti del mondo alzano barriere, cortine di bugie, muri ai confini, Dio trova la strada per raggiungere proprio me e posarmi la mano sulla spalla, la parola nel grembo, niente lo ferma; – chi conta davvero nella storia? Chi risiede in una reggia? Erode sarà ricordato solo perché ha tentato di uccidere quel bambino; Pilato perché l’ha condannato. Conta davvero chi si lascia abitare dal sogno di Dio, dalla sua parola.
L’ultima riga del Vangelo è bellissima: ogni uomo vedrà la salvezza. Ogni uomo? Sì, esattamente questo. Dio vuole che tutti siano salvi, e non si fermerà davanti a burroni o montagne, neppure davanti alla tortuosità del mio passato o ai cocci della mia vita. Una delle frasi più impressionanti del Concilio Vaticano Secondo afferma: «Ogni uomo che fa esperienza dell’amore, viene in contatto con il Mistero di Cristo in un modo che noi non conosciamo» (Gaudium et spes 22). Cristo raggiunge ogni uomo, tutti gli uomini, e l’amore è la sua strada. E nulla vi è di genuinamente umano che non raggiunga a sua volta il cuore di Dio.

(Letture: Baruc 5,1-9; Salmo 125; Filippesi 1,4-6.8-11; Luca 3,1-6 )
https://www.avvenire.it/rubriche/pagine/i-potenti-alzano-barriere-dio-le-supera
http://www.smariadelcengio.it/fra-ermes-ronchi-comunica/26879/commento-al-vangelo-9-dicembre-p-ermes-i-potenti-alzano-barriere-dio-le-supera/

 

 

 

 

Il famigerato detto “L’uomo è ciò che mangia” potrebbe contenere delle verità se venisse reinterpretato alla luce del cristianesimo.

Ogni cristiano convinto, in fondo, si ciba della parola, del corpo, del sangue, dell’anima e della divinità di Gesù Cristo risorto.

Ciò significa che diviene lui stesso Gesù Cristo ogni volta che partecipa della sua vita, soprattutto quella eucaristica.

Quando ascolta la sua parola, i suoi stessi pensieri si adattano sempre di più a quelli di Cristo espressi nei Vangeli.

Quando si ciba dell’Eucaristia, il suo corpo metabolizza il corpo di Cristo stesso, l’anima la sua anima e la sua divinità.

I santi più mistici, ad esempio avevano la possibilità di operare anche miracoli come li operava il Maestro. In questo senso, cibandosi di Lui, essi venivano assimilati da Lui, diventando, così altri Cristi, ognuno dei quali con alcune particolari caratteristiche del Maestro: San Francesco, San Padre Pio e tanti altri esprimevano anche corporalmente la passione di Cristo attraverso le stigmate.

Altri santi, come faceva Gesù, operavano guarigioni strepitose, come San Pietro, San Paolo, san Filippo Neri, Marco d’Aviano, San Leopoldo Mandic, ecc.

Altri mistici oranti,come Santa Caterina da Siena, Teresa d’Avila e tanti altri evidenziavano anche fisicamente la loro stretta unione col Maestro in continua preghiera estatica.

E così per il digiuno, la sospensione delle leggi della natura ecc: alcuni si nutrivano per anni solo della particola consacrata.

Il destino di ogni uomo, quindi, è la sua progressiva divinizzazione, per cui nella vita terrena non mangia solo le cose materiali, ma anche quelle spirituali unificate nell’uomo –Dio Gesù Cristo, le quali sono molto più importanti per la Vita Eterna.

 

 

 

 

 

L’uomo è un essere “divinizzabile”. Ciò significa che è stato creato per divenire simile al suo Creatore. Non esiste solo per la dimensione terrena. Essa è solamente una fase della sua esistenza che si completerà nell’altra dimensione, dove ci sarà la pienezza del suo essere.

Ciò ci è stato rivelato da GESÙ CRISTO, il quale è il Dio incarnato in un uomo di nome Gesù. Quindi Egli è uomo e Dio, ed è sceso sulla terra per donarci la consapevolezza che siamo tutti figli amati dal Padre e se crediamo in Lui Egli ci completerà grazie al suo immenso sacrificio ed all’azione dello Spirito Santo. L’uomo non è destinato alla sola dimensione orizzontale, ma nel faticoso processo di divinizzazione egli stesso entrerà nel perfetto dinamismo trinitario divino.

Dio-Padre è Amore, il suo Figlio è Amore, lo Spirito Santo è Amore, per cui tutti noi, se lo vogliamo, diventeremo Amore fondendoci in Dio.

Ancora non siamo ben consapevoli della grande dignità che ha ogni uomo nell’essere chiamato a diventare vero figlio di Dio, ma possiamo già in questa vita gustare qualche anticipo della gloria di Dio, credendo in Gesù Cristo, nel suo Vangelo, rispettando gli insegnamenti retti della sua Chiesa e frequentando i Sacramenti, amando Dio più di tutto ed il prossimo come noi stessi.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Ogni uomo è un capolavoro del creato, ma è anche estremamente fragile.

La natura umana in questa dimensione terrena è soggetta alla caducità. Pertanto è necessario sì amare il prossimo come se stessi, ma non confidare eccessivamente nell’uomo in sè perché, come dice il salmo, “ogni uomo è inganno”.

Ogni uomo o donna sono soggetti al cambiamento: gli anni corrono, l’umore è spesso altalenante, la malattia e la vecchiaia sono in agguato, i vizi si radicano sempre di più nell’essere umano, la mente è dinamica ed in base agli eventi muta la stessa visione del mondo personale.

Chi è eccessivamente attaccato ad una persona e si crea delle aspettative da essa rischia la delusione, perché il vero amore non è possessivo, ma deve essere concreto e purificato di distacco in distacco.

Solo Dio non muta e chi confida in Lui non sarà davvero deluso!

(Una voce dal deserto)

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Ogni uomo è un capolavoro del creato, ma è anche estremamente fragile.

La natura umana in questa dimensione terrena è soggetta alla caducità. Pertanto è necessario sì amare il prossimo come se stessi, ma non confidare eccessivamente nell’uomo in sè perché, come dice il salmo, “ogni uomo è inganno”.

Ogni uomo o donna sono soggetti al cambiamento: gli anni corrono, l’umore è spesso altalenante, la malattia e la vecchiaia sono in agguato, i vizi si radicano sempre di più nell’essere umano, la mente è dinamica ed in base agli eventi muta la stessa visione del mondo personale.

Chi è eccessivamente attaccato ad una persona e si crea delle aspettative da essa rischia la delusione, perché il vero amore non è possessivo, ma deve essere concreto e purificato di distacco in distacco.

Solo Dio non muta e chi confida in Lui non sarà davvero deluso!

(Una voce dal deserto)

 

 

 

Meglio un giorno negli atri della sua casa che mille altrove.

Quei giorni altrove sono illusioni transitorie, il giorno negli atri della sua casa sono invece realtà, perché Lui è la Verità, la Via e la Vita.

Perché allora siamo così attratti dall’illusione del peccato? Dovremmo considerare spesso quanto la serenità interiore sia superiore alla tempesta dei sensi incontrollati. Essa è molto più duratura ed interiore.

La consapevolezza dell’amicizia del Signore, se non abbiamo nulla di grave che ci rimprovera, ci aiuta ad ammirare con occhi diversi le bellezze del Creato per poi scaturire in una continua lode: “Quanto è grande il tuo nome Signore su tutta la terra!”

È grande nei monti, nelle colline e nelle pianure.

È grande nei fiumi, nei laghi e nel mare.

È grande in tutta la vegetazione e negli animali.

Ma è ancora più grande in ogni uomo fatto a sua immagine e somiglianza!

Un cuore appesantito nel peccato vede tutto opaco e cerca solo il proprio interesse.

Un cuore purificato sa ammirare il tutto con gratitudine e gioia interiore, riconoscente verso il Signore che lo sostiene sempre.

Ma ciò si può ottenere solo se si vive in un continuo atteggiamento di preghiera..

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

Per telergia si intende l’azione del fluido psichico di spiriti disincarnati su oggetti materali.

Per analogia è possibile considerare “telergia” anche l’azione del fluido umano profondamente psichico su tutti gli eventi cosmici che sono tra loro interagenti, ed allora diventa “telergia umana”.

Consideriamo il nostro campo di azione come un microcosmo, il quale non è completamente autonomo rispetto al Macrocosmo. Nella vita pratica abbiamo moltissimi riscontri di ciò, dagli eventi telepatici, alle premonizioni, agli eventi storici e culturali, ecc.

Non diamo molta importanza a questa forma di telergia umana perché la cultura dominante ci abitua a pensare che ogni persona è un essere completamente a sé stante ed interagisce con gli altri solo in base alle proprie esigenze.

Consideriamo per ora solo la nostra dimensione umana individuale.

Dal cervello vengono emanati gli ordini per ogni forma di dinamismo corporeo volontario od involontario: da questo organo partono gli impulsi, i quali, attraverso i nervi, determinano azioni che coinvolgono i cinque sensi. Gli scienziati stanno studiando la vera natura di questi impulsi, i quali, come è noto da tempo, hanno una causa bio-chimica ben precisa, ma se ci pensiamo bene è una forma bio-energetica la cui vera natura ci è ancora sconosciuta perché non è prettamente fisiologica, ma è strettamente legata al nostro dinamismo mentale e psichico.

La psiche, poi, ha degli stretti legami con la dimensione spirituale della nostra anima, la quale è presente in noi, ma non è misurabile perché tende alla trascendenza. Ciò è intuibile dagli effetti che emozioni e sentimenti provocano sulla mente ed il corpo.

È noto che se c’è armonia interiore, ciò ne beneficia tutto il nostro essere psichico e corporeo. Pare che le stesse malattie siano una forma di disarmonia interiore alla quale reagisce il sistema psico-fisico attraverso barriere e distonie dinamiche patologiche.

L’Uomo per eccellenza,(il Figlio dell’Uomo) Gesù Cristo, viveva in perfetta armonia interiore ed è per questo motivo che gli evangelisti non riportano casi di patologie personali. La sua dimensione spirituale era continuamente immersa nella Trascendenza attraverso lo stretto legame col Padre Celeste.

Consideriamo, ora, l’ambiente in cui ogni uomo vive in questa dimensione terrena. Notiamo subito che egli è in grado di trasformare l’ambiente in cui opera ed interagisce con gli altri attraverso la comunicazione e le diverse dinamiche socio-culturali. Il suo habitat limitato è la terra, ma in Lui c’è anche l’attrazione verso gli spazi cosmici che immagina infiniti. L’uomo nella società, oltre a procreare, può indurre alla guerra od operare per la pace, determinare il progresso, l’economia, le tendenze culturali ecc. Si direbbe che la tendenza fondamentale del suo bisogno di aggregazione sia quella di formare una umanità sempre più progredita, comunicante ed interconnessa, una specie di “mega-cervello” che supera se stesso.

Per ora il fenomeno appare confuso perché ha molti risvolti antitetici ai valori tradizionali che ha da sempre acquisito. In effetti il progresso fine a se stesso potrebbe anche condurre all’auto-distruzione, ma nessuno nega che ci siano anche benefici importanti per la  sopravvivenza dell’umanità, ma anche per il suo tenore di vita.

Gesù Cristo, l’Uomo-Dio, ha operato predicando valori positivi importanti, operando guarigioni e prodigi. Ha anche affermato che chiunque crede in Lui farà cose ancora più grandi. In effetti la vita sociale potrebbe divenire più a misura d’uomo se ognuno mettesse in pratica ciò che Egli ha insegnato con la parola e l’esempio. La fede in Lui può spostare le montagne e sedare le tempeste.

Cosa significa?

 

(Pier Angelo Piai)

 

 

L’uomo non divida ciò che Dio ha congiunto.

 

+ Dal Vangelo secondo Marco 10,1-12

 

In quel tempo, Gesù, partito da Cafarnao, venne nella regione della Giudea e al di là del fiume Giordano. La folla accorse di nuovo a lui e di nuovo egli insegnava loro, come era solito fare. Alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, gli domandavano se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla».

Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma dall’inizio della creazione li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto».

A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento. E disse loro: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; e se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio».

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2400) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Gesù sin dal tuo concepimento non ti ha mai abbandonato.

Con molta discrezione ti ha sempre seguito, continuamente, anche quando eri nel peccato.

Egli ti ama e ti amerà per sempre.

Nel tuo sincero pentimento Egli ti ha sempre perdonato, ti sostiene ovunque in ogni momento, non si dimentica mai di te, anche se a volte ti sembra l’incontrario.

Anzi, quando soffri, ti è ancora più vicino! Egli è nel prossimo che consoli e soccorri, è nei tuoi famigliari che servi con amore, è nei sacerdoti che consacrano l’Eucaristia e tramite loro si dona completamente a te.

Gesù è la meta a cui devi arrivare ed è il tuo Paradiso, perché è Dio fatto uomo affinché tu ti faccia “Dio”!

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2400) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Quando esploriamo coraggiosamente la nostra interiorità (alla luce del Vangelo) cominciamo a conoscere chi realmente siamo. La vita ci mette alla prova dolorosamente anche per questo motivo: conoscere chi realmente siamo.

Scopriamo in noi tanta ipocrisia, perché non vorremmo che gli altri si accorgano delle nostre ombre, per non perdere la presunta stima e per paura che ci giudichino male.

Avanzando nell’introspezione interiore intravediamo paure, fragilità di ogni tipo, orgoglio, vanità ed egoismo. Ovviamente la tendenza è quella dello scoraggiamento, ma non dobbiamo cedere ad esso, perché Gesù è infinitamente Misericordioso e conosce molto meglio di noi chi realmente siamo.

Avanzando ancora più coraggiosamente nel processo di autoconoscenza, scopriamo che tutte le nostre opere che inconsciamente riteniamo “altruiste” hanno dei moventi che non sospettavamo: l’orgoglio e l’egoismo, soprattutto.

A questo punto, invece di affliggerci nella disperazione, dovremmo gioire interiormente perché non abbiamo più nulla da vantarci davanti a Gesù Cristo.

Ed allora in noi potrebbe sgorgare spontanea la riconoscenza verso Colui che ha già espiato le nostre colpe: l’importante è riconoscerle, abbandonarci a Lui, e cercare di contraccambiare il suo amore con atti di sincero pentimento e con le buone azioni: ci penserà Lui a purificarle.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2300) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Accendo il televisore e qualcuno presenta un corso di cucina.

Giro su un altro canale e trovo consigli dell’esperto per mangiare più sano in ogni stagione ed in qualsiasi situazione.

Faccio zapping e vedo cibo ovunque.

Ora, non soddisfatti dei cibi comuni, si propongono insetti di ogni tipo..

Gli chef famosi e improvvisati invadono i media.

Sfoglio i settimanali e trovo ricette della nonna, quelle della suora o dei frati ecc.

Praticamente mi ritrovo in una visione antropologica alla Feuerbach: l’uomo è ciò che mangia?

Sarebbe questa la società evoluta del domani?

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2300) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Padre Pio potrebbe benissimo essere dichiarato “Dottore della Chiesa” come Santa Teresa di Lisieux, Santa Teresa D’Avila o San Giovanni della Croce ed altri.

Egli non ha scritto trattati teologici sistematici, però il suo pensiero più genuino emerge dal suo epistolario ed è ricchissimo di profonda spiritualità e misticismo.

Le sue parole sono suffragate dalla stessa sua vita, vissuta in stretta unione con Gesù Cristo dal quale ha accettato ogni sorta di sofferenze per contribuire alla redenzione degli uomini.

Gesù stesso ha confermato la sua stretta amicizia con molti carismi, tra i quali le sacre stigmate.

Il suo esempio e le sue parole girano il mondo e sono di edificazione per moltissime persone, le quali, grazie al suo insegnamento, si convertono e cercano la retta via del Signore.

Padre Pio è davvero stato un Uomo di Dio ed un misterioso segno dei tempi.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2300) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Se Gesù Cristo non fosse anche Dio:

1) Non avrebbe senso l’Incarnazione: Maria e Giuseppe lo avrebbero adorato inutilmente e così anche i pastori ed i Re Magi… Non si può adorare un solo uomo.

2) Gesù non avrebbe detto la Verità perché nei Vangeli per molte volte si è dichiarato Figlio di Dio ed ha detto: “Chi vede me vede il Padre” “Prima che Abramo fosse io sono” “Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue avrà la vita eterna”

3) La Trasfigurazione sarebbe stata un inganno, una semplice allucinazione collettiva.

4) La Risurrezione risulterebbe un’impostura, per cui non avrebbero alcun senso la Chiesa con la sua gerarchia ed i Sacramenti. Ridurre Gesù ad un semplice uomo è privare all’umanità la possibilità della salvezza eterna, ottenuta grazie alla sua passione, morte e risurrezione.

Gesù era vero uomo ma anche vero Dio e grazie a Lui noi possiamo essere divinizzati per ascendere al Padre.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2200) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

III DI AVVENTO – Anno B

Gv 1,6-8.19-28

p. Erems Ronchi

Omelia

C’era grande attesa in Israele, in quei giorni. E Dio interviene: “venne un uomo mandato da Dio, il suo nome era Giovanni”. Dio interviene per gli uomini non con miracoli: mandando un uomo.

Il miracolo di Dio siamo noi. L’intervento di Dio, oggi, siamo noi. Dio salva attraverso persone scrive Romano Guardini. Attraverso profeti di povere parole, che siamo noi.

Giovanni, il Profeta roccioso e selvatico, deve affrontare due commissioni d’inchiesta, due inquisizioni. Chi sei? E perché battezzi?

Sacerdoti e leviti insieme: i leviti facevano anche funzione di polizia, sono lì pronti per arrestarlo qualora…Sei domande sempre più incalzanti. Tre risposte sempre più brevi: identità per spoliazione, per sottrazione, io non sono.

Io non sono, né l’eroe dei miei sogni né il bambino delle mie paure. Io non sono il personaggio che vorrei essere, né il fallito che temo di essere, io non sono ciò che gli altri credono di me, o ciò che si aspettano, né un santo, né solo peccatore, io non sono il mio ruolo e nemmeno il mio peccato.

Tre no, e un sì finale: io? semplicemente Voce. La parola è un Altro. Lui è il senso di ciò che io dico.

“La parola una volta pronunciata non muore, ma proprio in quell’istante  comincia a vivere e fiorire” (E. Dikinson) per la voce di un uomo.

Io, semplicemente voce, che si alza in grido: che significa appello, bisogno, fame.

La vita dell’uomo inizia con un grido, il grido vittorioso del bambino che nasce, e termina con un grido soffocato, il grido crocifisso di ogni morente (on sort on crie, c’est la vie; on crie on sort c’est la mort”;

Grido di Cristo, quando sulla croce diventa la grande voce del mondo che urla la sua sete e le sue paure agli uomini e al cielo.

Io, semplicemente voce. Che dice parole più antiche e più grandi di me. La mia identità è di essere attraversato dal soffio di Dio, che dice e ridice, si alza e non si stanca.

Io semplicemente come una canna vuota, un flauto che emette la sua voce quando il respiro dello Spirito lo attraversa, e il soffio diventa musica. Così i mistici… Sono strumento e mi lascio adoperare.

Essere voce vuol dire allora che tutti noi abbiamo una struttura di profezia come nostra identità, siamo tutti – profondamente – profeti.

Parla tu Signore che il Tuo servo ascolta, parla le tue parole, noi non sappiamo più cosa dire; parla tu e riempi questa voce di semi di vangelo, che sono semi di vita; riempila di semi di cielo che sono semi di luce e di gioia. Parla, il tuo servo si farà voce, voce che grida nel deserto o che sussurra al cuore. Molti parlano, pochi parlano al cuore, uno solo parla sul cuore, senza distanza alcuna, toccando il cuore…

Noi cerchiamo profeti, uomini e donne dalle parole di fuoco, dal cuore in fiamme, e Dio che parla dai loro roveti. Ma dove sono? Il vangelo risponde così: E venne un uomo mandato da Dio! Un uomo vuol dire ogni uomo, vuol dire ognuno mandato da Dio, con una sillaba di Parola, con una goccia di fuoco, una parola insostituibile della frase del mondo. e se io non pronuncio la mia parola mancherà qualcosa alla compiutezza della frase. Siamo pietre vive della cattedrale che Dio va costruendo…non importa dove sei messo…ma se tu manchi la tua missione ci sarà una disarmonia cosmica, un vuoto, un buco che nessuno potrà colmare..

Per ascoltare devo chinarmi profondamente, come il Battista, cercare dentro. Se trovo Dio in me, allora sarò libero, libero come Giovanni davanti alle due inquisizioni dei potenti del tempo. Per me, come per lui, conteranno solo gli occhi del mio Signore, quel piccolo pezzo di Dio in me, che dice e ridice e non tace mai.

E mi sussurra come a Isaia, che la terra non è orfana di Dio, che qualcosa si muove, un virgulto, un agnello, un bambino: affiniamo lo sguardo! Come Isaia testimone di un Dio invisibile eppure luminoso, sconosciuto e innamorato, che è in mezzo a noi come guaritore delle vite, come germoglio di tronco tagliato.

E io credo nel sogno del lupo e dell’agnello insieme anche se, per ora, non si è realizzato; credo nel sogno della pace, anche se ancora non è venuta! Così come credo nella primavera anche se oggi non splende. E nell’amore, anche se oggi non scalda. Io credo, io do fiducia alla luce, mi fido del bene, in noi più antico del male più antico, più originario del peccato originario.

Molti di voi conosceranno Cuore di tenebra, un famoso romanzo di Joseph Conrad: nel mondo e in noi batte un cuore di tenebra. Eppure una narrazione più alta suggerisce invece che una goccia di luce batte nel cuore vivo di tutte le cose.

È Cristo venuto come luce vera che illumina ogni uomo; notate bene: ogni uomo, ogni uomo, ogni uomo.

E nessuno che sia escluso, e nessuno che sia senza luce. È venuto e ha fatto risplendere la vita: la mia vita, la tua vita, la vita innumerevole, dai mille nomi, dai mille volti.

Di questo anch’io posso essere testimone! Non di ingiunzioni ma di un bene che è dentro di me; non di castighi ma di luce, di un Dio che sorge come un sole, che fascia le piaghe dei cuori spezzati, che è germoglio sui tronchi abbattuti, che è cercatore di prigionieri per rimetterli nel sole.

Noi, a differenza di Isaia e di Giovanni, siamo profeti di povere parole. Eppure voce non inutile: “solo se il messaggero è infinitamente piccolo, il messaggio sarà infinitamente grande” (Vannucci).

In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete. In mezzo a voi e non nel tempio; in mezzo a voi ma non dentro ai vostri schemi. Cristo sconosciuto, io non lo possiedo, neppure la chiesa lo possiede, questa chiesa continuamente in cerca del suo Cristo (Paolo VI).

Egli è qui, nei miei profeti, nelle accensioni improvvise dell’anima e del cuore, è nel nostro amore e nei nostri poveri, è negli occhi testimoni della luce, nella bellezza de mondo e dello splendore del dimesso, nelle parole che consolano davvero, ogni volta che un lupo, che un violento si disarma e si fa guidare da un bambino. Da un cuore bambino.

Ogni volta che la radice mette germogli, Dio è qui e parla parole che sono nido e vela, nido che accoglie e conforta, e vela che fa ripartire la vita, come un germoglio di luce che cresce e si arrampica in noi, come un fiore di luce sbocciato nel nostro deserto.

Preghiera alla comunione

 

Signore, chi sono io veramente?

Vorrei dirmi appena voce, soltanto voce e Tu la parola.

Ma non è così. Ho detto parole solo mie, di cenere e sabbia.

Vorrei però essere voce che grida nei deserti e che sussurra al cuore

che una bontà immensa abita l’universo.

Vorrei essere solo pulviscolo di luce,

frammento minimo di sole, pur con tutto il mio buio.

Vorrei essere con la mia vita piccola profezia di te,

eco di un flauto che suona da altrove.

E così crederanno a te e non a me, Signore,

a te che ripeti a ciascuno con la voce di Isaia:

Il tronco fiorirà, la parola tornerà dal silenzio,

il lupo e l’agnello pascoleranno insieme.

E sia la nostra vita voce che dice

il cuore buono dell’essere,

che dice che Tu, Signore, hai un cuore di luce,

che io, con il mio frammento opaco, posso essere

frammento ospitale del cosmo

riflesso di te, nostalgia di te

venuto come un fiore di luce nel nostro deserto. Amen

 

p. Ermes Ronchi

 

 

 

Preghiera di p. Ermes Ronchi Signore, oggi è tempo di paure, non di fede. Siamo tutti sommersi in un mare di dubbi: Ma tu avvicina ancora un po’ quella mano che non hai mai cessato di tenderci, Signore, non ti chiedo miracoli, non ti chiedo di camminare sulle acque, ma di attraversare le valli della paura con te, col tuo bastone che mi dà sicurezza.

Non ti chiedo di camminare sul mare, ma il calore della tua mano che conforta, della tua parola che incoraggia. Tu sei con noi, Signore, fino alla fine della notte, fino alla fine del tempo. Vieni dentro la mia poca fede a salvarmi da tutti i naufragi.

E la piccola barca di canne che è il nostro cuore avanzerà verso la fine della notte, ove il nostro grido di paura diventerà un abbraccio tra l’uomo e il suo Dio. Amen.

(XIX domenica A Mt 14, 22-32)

 

LIBRI DI ERMES RONCHI: https://www.ibs.it/libri/autori/Ermes…

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

 

Hai creato l’Universo così immenso e misterioso!

Hai creato la terra che ci nutre e ci conserva!

Hai creato i fiori, delizia del nostro sguardo!

Hai creato le impervie montagne che richiamano le tue altezze!

Hai creato i mari che ci ricordano la tua inifinitezza!

Hai creato i fiumi ed i ruscelli che ci dissetano!

Hai creato i nostri corpi così complessi e le nostre anime immortali!

Hai donato tuo Figlio per salvarci! Hai donato l’Eucaristia per divinizzarci!

COMPLIMENTI!

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2100) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

L’uomo non è che una canna, la più fragile di tutta la natura; ma è una canna pensante.

Con lo spazio, l’universo mi comprende e mi inghiotte come un punto, con il pensiero il lo comprendo.

Il silenzio eterno di questi spazi infiniti mi spaventa.

Natura: Sappi che l’uomo oltrepassa infinitamente l’uomo. (Blais Pascal)

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2100) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier a cura di http://www.mondocrea.it

I DOMENICA DI QUARESIMA –2017

p. Ermes Ronchi

 

Mt 4, 1-11

 

OMELIA

Vangelo delle tentazioni, sul quale san Giacomo ci spiazza tutti:

considerate perfetta letizia subire ogni sorta di tentazioni.

Come se fosse una gioia, se fosse bello essere tentati.

Giacomo che dice: finalmente le tentazioni! Togliete le tentazioni e nessuno si salverà più (Antonio abate).

E potremmo aggiungere: finalmente Quaresima! Un’altra volta quaresima! Mi piace molto la quaresima, è la stagione dell’essenziale e delle ripartenze, della primavera che riparte, della vita che punta diritto verso la luce di Pasqua.

La primavera, la nostra e quella di Dio, non si lascia sgomentare da tutto ciò che accade. Lo dicono anche i due segni che chiudono la quaresima: le ceneri e l’acqua.

Le ceneri dell’inizio, il mercoledì, e l’acqua della conclusione, il giovedì santo. Le ceneri sul capo e l’acqua sui piedi. La strada sembra breve, meno di due metri e invece il percorso è lunghissimo, perché porta ai piedi dell’altro. Alla vita generosa.

Non ti sgomentare per la tua vita, se ti sembra una raccolta di ceneri o di fatiche senza frutto. Non ti deprimere: le ceneri non sono la fine. C’è l’acqua del giovedì santo, c’è la luce della Pasqua.

Il nostro chiostro oggi abbraccia i laboratori sull’acqua. Per nuovi stili di vita. Senza acqua non c’è vita. L’acqua, sorella umile preziosa e pura, è una delle questioni cruciali del mondo attuale (Laudato sì, 30). Un diritto e un dovere.

Quaresima vuol dire conversione, cioè novità di vita, uguale a nuovi stili di vita, concreti e semplici; piccoli gesti che forse non sono religiosi ma cristiani sì; sono gesti umani e proprio per questo atti religiosi; perché fede è scegliere sempre l’umano contro il disumano; gesti piccoli e umanissimi.

Considerate perfetta letizia… Le tentazioni non sono peccato, sono un decreto di libertà. Lo assicurano le parole che aprono tutta la sezione della Legge nella Bibbia: io metto davanti a te la vita e la morte, scegli!

Il primo comandamento è un decreto di libertà: scegli! Tocca a te imboccare una delle due strade, quella della vita o quella della morte.

Le tentazioni hanno dentro una logica pasquale, avviano una storia di contropiedi, una partita tutta di ripartenze contro ciò che fa male all’uomo.

Vediamo come accade:

In quel tempo, Gesù… ed è come dire: in questo tempo, io.

Perché ogni uomo è quell’uomo, ogni luogo è quel deserto, in cui lo Spirito ti spinge sul bivio che si apre davanti ad ogni scelta decisiva. Noi siamo ciò che scegliamo.

Il racconto di Matteo mette in scena il Nemico intelligente, il più intelligente degli spiriti, e le tentazioni sono da par suo, intelligenti: propone cose ragionevoli, baratti vantaggiosi, del buon pane, un governo nuovo del mondo.

Scrive O. Clément: “le grandi tentazioni non sono quelle di cui si è preoccupato e perfino ossessionato un certo cristianesimo moralistico, non sono quelle che ci saremmo aspettati, quelle, per es. che riguardano la sfera sessuale, ma sono quelle che vanno a demolire la fede”. Se Gesù avesse risposto in un altro modo alle tre proposte del diavolo, non avremmo avuto né la croce né il cristianesimo.

Dì che queste pietre diventino pane! Il pane è un bene, un valore indubitabile, che cosa c’è di male nel pane?

Se tu sei figlio di Dio, poiché lo sei Figlio di Dio, usa il tuo potere per te. Ma Gesù non ha mai cercato il pane a suo vantaggio, si è fatto pane a vantaggio di tutti. Non ha mai usato il suo potere per alimentare se stesso, ma lui si è fatto alimento e pane per tutti.

E risponde, citando la parola di Dio e giocando al rialzo, offrendo più vita: “Non di solo pane vivrà l’uomo”. Il pane dà vita ma più vita viene dalla bocca di Dio. Dalla sua bocca è venuta la luce, il cosmo, la creazione. È venuto il soffio che ci fa vivi, sei venuto tu fratello, amico, amore, che sei parola pronunciata dalla bocca di Dio per me. E anche di te io vivo.

L’uomo vive di ogni parola… Se osservi le parole che vengono dalla bocca di Dio non solo vivi ma avrai una vita capace di superare la morte, di risorgere sempre.

 

Seconda tentazione: Buttati, così potremo vedere uno stormo di angeli in volo…gettati giù dal punto più alto del tempio, perché tanto ci saranno angeli a farti da gradini.

Fai un bel miracolo, la gente ama i miracoli, e ti verranno dietro. E invece Gesù guarirà molti dicendo loro: torna a casa tua e non dire niente a nessuno. Gesù non cerca il successo, cerca uomini liberi e pieni.

Il diavolo non si presenta come un avversario, ma come un amico, come chi vuole aiutare Gesù a fare meglio il messia. E in più la tentazione è fatta con la bibbia in mano (sta scritto…).

La risposta è: non tentare Dio, attraverso ciò che sembra il massimo della fiducia nella provvidenza e invece ne è la caricatura, perché è solo ricerca del proprio vantaggio. Tu non ti fidi di Dio, vuoi solo sfruttarlo. Stai manipolando Dio, come chi lo prega solo se e quando ne ha bisogno.

 

Nella terza tentazione il diavolo alza ancora la posta: adorami e ti darò tutto il potere del mondo. Adorami, cioè segui la mia logica, la mia politica. Prendi il potere, occupa i posti chiave, cambia le leggi. Così risolverai i problemi, e non con la croce; con rapporti di forza, non con l’amore.

Vuoi avere gli uomini dalla tua parte? Assicuragli tre cose: pane, miracoli e un leader, e li avrai in mano. Ma Gesù non cerca uomini da dominare, vuole figli liberi e amanti. Per Gesù ogni potere è idolatria.

Allora angeli si avvicinarono e lo servivano.

Se in questa Quaresima ognuno di noi potesse avvicinarsi a una persona, anche una soltanto, che ha bisogno perché malata o sola o povera, regalando un po’ di tempo e un po’ di cuore, fatti non parole, allora per quella persona tu saresti come un angelo del deserto.

Siamo noi gli angeli di Dio.

Il Signore manda angeli anche nella mia casa:

li manda a prendersi cura di me,

sono i miei cari, quelle persone buone

che sanno inventare una nuova carezza, hanno occhi di luce,

ti sorreggono con le loro mani, instancabili e leggere,

tutte le volte che inciampi.

E se lo farò anch’io, vedrò accadere il sogno di Isaia:

Illumina altri e ti illuminerai,

guarisci altri e guarirà la tua ferita.

Illumina altri e la tua luce sorgerà

come un’estate di sole.

 

 

Preghiera alla comunione

 

Non smettere di volermi bene, non smettere mai.

Ho sbagliato, sapevo che non era da fare,

l’ho fatto lo stesso, l’ho fatto apposta.

Non capisco cosa mi succede a volte, so che è sbagliato,

Tu me l’hai detto e ridetto che è sbagliato

ma io lo faccio lo stesso non posso farne a meno

è più forte di me. Mi hai insegnato ad essere sincero,

chi è sincero è buono, dici sempre.

Mi hai insegnato di non avere paura di quello che sono,

a non nascondermi, ma ora ti prego vieni a cercarmi.

Trovami, non dirmi che non ti fidi più di me

e fammi tornare ad essere contento,

dimentica i miei errori e non ci saranno più,

non mandarmi via, non mandarmi dove Tu non ci sei,

non dirmi che non mi vuoi più qui con Te

e non andare via neppure Tu.

Rimani qui e guardami come quando mi vuoi bene,

Pensa che posso farcela e ce la farò

pensa che sono buono e lo sarò.

Io non so farti promesse,

Tu perdonami però, e vieni a cercarmi.

Eccoti, finalmente sei qui,

mi prendi tra le braccia,

tienimi così e dimmelo, dimmelo

che non smetterai di volermi bene MAI.

(Salmo 50, da G. Quarenghi: Salmi per voce di bambino).

 

Dal discorso di Francesco:

Come si legge nel libro della Genesi, l’acqua è al principio di tutte le cose (Gn 1, 2); è “creatura utile, pura e umile”, fonte della vita e della fecondità (San Francesco d’Assisi). Perciò la questione non è marginale, è fondamentale e molto urgente. Fondamentale perché dove c’è acqua c’è vita, e allora la società può sorgere e progredire. Ed è urgente perché la nostra casa comune ha bisogno di protezione e, inoltre, che si comprenda che non tutta l’acqua è vita: solo l’acqua sicura e di qualità. Ogni persona ha diritto all’accesso all’acqua potabile e sicura; è un diritto umano essenziale e una delle questioni cruciali nel mondo attuale (Laudato si’, n. 30; Caritas in veritate, n. 27). È un problema che riguarda tutti e fa sì che la nostra casa comune sopporti tanta miseria e reclami soluzioni effettive, davvero capaci di superare gli egoismi che impediscono l’attuazione di questo diritto vitale per tutti gli esseri umani. (Papa Francesco 24.02.2017)

 

p. Ermes Ronchi

 

 

II DOMENICA – Anno A Giornata mondiale del migrante e del rifugiato

Gv 1,29-34

 

Benvenuti a questo momento di grazia e di forza, come un mettere la bocca sotto la fontana e dissetarci. Con la serena fiducia che la Parola di Dio realizzerà in noi ciò che promette: e sarà più vita, più umanità.

Accogliamola con la sua forza che dilata il cuore.

 

Vieni, Signore, come una carezza di luce sugli occhi

affinché penetrino l’orizzonte e ti vedano venire.

– vieni Signore e illumina le nostre scelte

Vieni, Signore, come un bacio sulla fronte

che scuota i miei pensieri, dal profondo.

– vieni e illumina le nostre scelte

Vieni Signore, come fuoco leggero

che consumi tutto quello che non è amore.

 

 

OMELIA

Ecco l’agnello di Dio che toglie il peccato del mondo!

Ecco, e vuol dire: guarda, fissa lo sguardo, contempla, non mollare quell’immagine.

Ecco l’agnello: che ha ancora bisogno della madre e si affida al pastore; ecco un Dio che non si impone, si propone, che non può, non vuole far paura a nessuno.

Ecco l’agnello, il piccolo animale dei sacrifici nel tempio.

Ma di che cosa sarà vittima Gesù? Della giustizia di Dio che esige che il peccato sia espiato fino in fondo? E lo fa pagare al figlio?

Tristissima idea di Dio. È la vecchia religione dei sacerdoti e leviti, dei funzionari del sacro che pensavano la salvezza dell’umanità come il pagamento di un debito: l’uomo ha un debito con il Padre, è insolvente, e allora lo paga al Padre, al posto nostro, il Figlio. Ma questo farebbe mercato della misericordia di Dio.

Già papa Benedetto ha mandato al macero la dottrina dell’espiazione del peccato e di quella sacrificale, perché è incompatibile con la dottrina della Trinità, unione d’amore, l’idea che Gesù, il Figlio, versi il sangue per placare la sete di giustizia del Padre. Un Padre che qualcuno immagina come una sorta di grande sanguisuga celeste. Che succhia energie e preghiere. Cui non bastano mai i sacrifici degli uomini.

C’è molto di più nella nostra fede: Gesù non è venuto a portare il perdono dei peccati (anche un uomo sa perdonare, non occorreva l’incarnazione, non occorreva la croce…); è venuto a portare molto di più del semplice perdono: è venuto a portare se stesso, la sua vita dentro la vita dell’uomo, il cuore dentro il cuore, fiato dentro il fiato, per sempre.

Dio non toglie vita a nessuno dei suoi figli, dà la sua vita anche a coloro che gliela tolgono. Non spezza nessuno spezza se stesso, non versa il sangue di nessuno, versa il suo sangue.

Dio ha guardato l’umanità e l’ha trovata smarrita, malata, sperduta. E non l’ha più sopportato. Ma invece di portare un giudizio di rifiuto e condanna, è venuto a portare comunione.

Quando Giovanni dice: ecco l’agnello che toglie il peccato, non parla di espiazione. Lui vede venire un agnello: il santo tra i peccatori, il puro tra gli impuri, il medico tra i malati, il primo fra gli ultimi della fila, il cielo mescolato alla terra.

Ecco l’agnello, ecco l’amore di Dio che toglie il peccato del mondo. Il peccato, al singolare, non i mille gesti sbagliati con cui continuamente laceriamo il tessuto di comunione del mondo, ne sfilacciamo la bellezza. Ma il peccato profondo, la radice malata che inquina tutto. In una parola: il disamore.

Che è indifferenza, violenza, menzogna, chiusure, fratture, vite spente…

Gesù viene come il guaritore del disamore (cfr W. Fasser). E lo fa non con minacce e castighi, non da una posizione di forza con ingiunzioni e comandi, ma da agnello, con quella che Francesco chiama “la rivoluzione della tenerezza”.

Ecco l’agnello, inerme e più forte di tutti gli Erodi della terra. Una sfida a viso aperto alla violenza, alla sua logica, al disamore che papa Francesco ha evidenziato con una bella formula: la globalizzazione dell’indifferenza. Il contrario dell’amore non è l’odio è l’indifferenza, quando l’altro non conta, non mi interessa, non c’è, non vive. Questa è la matrice del male del mondo.

E Gesù a vivere la globalizzazione dell’attenzione, della cura, del rispetto verso ogni più piccolo figlio della terra.

Il mondo non riesce, la terra non ce la fa a fiorire secondo il sogno di Dio, gli uomini non ce la fanno a raggiungere la vita buona, bella e beata. Allora Gesù viene come agnello: l’agnello è un ‘no!’ gridato al ‘così stanno le cose’; un ‘no!’ gridato forte in faccia al nostro ‘ così va il mondo‘.

Viene e la bella notizia, il suo vangelo è questo: è possibile vivere meglio, per tutti. E chi ne possiede il segreto, le chiavi, è Lui.

Giovanni usa il verbo al tempo presente: che toglie il peccato, non un verbo al futuro nella speranza che un giorno accada, non un verbo al passato come per una impresa finita, ma al presente: Ecco Colui che instancabilmente, infallibilmente, ogni giorno, continua a togliere, a raschiare via, adesso ancora il male dell’uomo.

Cristo è all’opera, lavora adesso in me, dentro i miei sbagli, dentro le mie cadute. E in che modo? Nello stesso modo in cui opera nella creazione. Per vincere il buio della notte Dio incomincia a soffiare la luce del giorno; per vincere il gelo accende il suo fuoco, per vincere la steppa sterile semina milioni di semi; per vincere la zizzania del campo si prende cura del buon grano; per demolire la menzogna Lui passa libero, disarmato, amorevole fra le creature.

E ci chiede di passare liberi, disarmati, amorevoli fra le persone.

Come lui, noi siamo inviati al mondo come breccia, fessura, feritoia di un amore che toglie il male; braccia aperte donate alla storia.

Giovanni vedendo Gesù venire verso di Lui: ecco, avere gli occhi di Giovanni, occhi che sanno vedere Gesù che viene verso di noi, riuscire a scorgere Dio in cerca di me, sparpagliato per tutta la terra, in cammino su tutte le strade.

Possiamo vedere Gesù nel volto del povero a cui abbiamo dato aiuto, con cui ci siamo fermati a parlare; abbiamo incontrato il suo volto nel volto dello straniero che suonava alla nostra porta e che abbiamo fatto entrare per riposarsi e ristorarsi; l’abbiamo incontrato nel volto dell’anziano che ci abita vicino e a cui abbiamo dedicato un po’ del nostro tempo

Giovanni dice: “Ecco l’Agnello!” Vorrei anch’io essere per quanti mi incontrano niente altro che questo: dito che indica il Signore e occhi lucenti che lo vedono venire.

Mi sento inadeguato, conosco i miei limiti, vorrei sottrarmi al compito, invece no! Non posso e non devo sottrarmi perché io non propongo la mia vita contraddittoria, ma propongo Lui, come mio progetto, e la sua bella notizia: è possibile per tutti vivere meglio. Il vangelo sa come.

Il nostro compito è provarci. Il resto non ci compete.

Provarci, con tante cadute e infinite riprese.

Mi basterebbe riuscire a indicare, di tanto in tanto, una direzione, un pertugio da cui traspaia un barlume della bellezza di Dio.

 

Preghiera alla Comunione

 

Vieni, Signore,

come una carezza di luce sugli occhi

affinché penetrino l’orizzonte

e ti vedano venire.

 

Vieni, come un bacio sulla fronte

che scuota i miei pensieri,

dal profondo.

 

Vieni Signore,

come fuoco leggero

che brucia e consuma

tutto quello che non è amore.

 

Vieni Signore,

come una carezza tenera

sul salice esitante,

sulla canna incrinata,

sullo stoppino fumoso

che io sono.

 

Vieni Signore,

come un bacio di luce sulle mie lacrime,

vento sui nostri sorrisi,

miele sulle mie amarezze,

fiato e coraggio alla nostra voglia di amare.

Amen

 

p. Ermes Ronchi

 

Riflessione di don Pietro Lepre, teologo

 

 

 

Con tutto il rispetto per le creature di Dio, tipo cani e gatti, l’uomo è sempre un uomo, cioè debole, vile e traditore. Eppure Dio ha voluto incarnarsi, cioè farsi uomo, e non cane, gatto, delfino o tricheco. Ci sarà una ragione, si? Ebbene; l’uomo e non il cane o il gatto, è stato creato ad immagine e somiglianza di Dio, cioè debole, concreatore, partner di una relazione. Pertanto Dio si fida dell’uomo, lo ama, nonostante sia debole, vile e traditore. Se l’uomo fosse perfetto in tutto sarebbe un cane, infatti: fedele, amico, ecc. Ma Dio non è un cane, non è un gatto, non è un elefante, ma uomo in Gesù Cristo. Dio ama, quindi, il suo simile, ama ciò che è imperfetto, fissa lo sguardo sull’incrinatura, l’attira l’infetto, predilige il debole, il giovane, il malato, l’anziano, il peccatore. Intanto l’uomo e solo l’uomo riuscirebbe a creare con il suo caldo alito un fumetto su di un gelido vetro e scriverci sopra una frase, un cuore, una sigla. Non credo che questo sia capace di farlo un bradipo. Solo l’uomo è capace di costruire una cuccia per il suo cane e non viceversa. Ecco, l’uomo è così; picchi di generosità e burroni di crudeltà. Pertanto, vi prego, smettetela di accostare e paragonare i cani, gatti e canguri all’uomo o di affermare che questi è peggiore rispetto ai primi. Qui non si tratta di essere peggiori o migliori, ma solamente di essere e rimanere uomini/donna fino in fondo. Io sono celibe, ma non farei mai entrare nel mio letto un cane o un gatto e nemmeno accarezzarlo, baciarlo o quant’altro. Preferisco il mio stato celibatario, con tutte le difficoltà ed i vantaggi, piuttosto che avere un cane o un gatto per compagnia in casa mia. Preferisco accarezzare e baciare un mio simile, ovvio, perché sono un uomo e tale voglio rimanere

Perfetto è colui che vede bene, non nel senso visivo, ma nella dimensione della fede. Costui ha chiara visione che è amato da Dio in quanto uomo, e non in quanto angelo, cane o gatto. Dio l’ama da sempre e per sempre in quanto uomo; embrione, feto, neonato, bambino, ragazzo, giovane, adulto, anziano, picchi di generosità e burroni di malvagità, benevolenze e malevolenze, permaloso e sciatto, mal di testa e desiderio di viaggiare, carattere particolare ed unico fra miliardi di simili; è una perla preziosa in quanto creato e amato da Dio. La ciliegina sulla torta di questa vista particolare è quella di chiedere scusa qualora l’ego, il carattere, la personalità, le paure, i condizionamenti, la storia, l’età, (il peccato originale?) lo conducono inevitabilmente ad un eccesso e/o omissioni di pensieri, di parole e di opere. Ma, anche questo è umano. E’ umano, quindi, chi si ritrova sempre e solo a rapportarsi con un simile, ad avere con il prossimo, un qualsiasi amore, felice o infelice, basta che sia amore umano. Questa è la perfezione; rimanere saldamente uomo/donna, cioè imperfetto. Ma è l’imprevedibilità, il genio, il cuore, la visione, la sregolatezza che ti fa costruire una stalla per gli animali, un ospedale, un ponte e affrescare la cappella Sistina o inventare il sorriso della Gioconda. Costui è anche felice, ovviamente, e soddisfatto, cullato dall’amore misericordioso di Dio. Va da se che ricevendo continuamente misericordia da Dio, a sua volta costui la usi nei confronti del prossimo. Quindi; è scusato e chiede scusa.

Il Vangelo – Ermes Ronchi

Gesù ha «fretta» di guarire l’uomo

XXVIII Domenica – Tempo ordinario – Anno C
ottobre 2016

Lungo il cammino verso Gerusalemme, Gesù attraversava la Samarìa e la Galilea.
Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi, che si fermarono a distanza e dissero ad alta voce: «Gesù, maestro, abbi pietà di noi!». Appena li vide, Gesù disse loro: «Andate a presentarvi ai sacerdoti». E mentre essi andavano, furono purificati. Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce, e si prostrò davanti a Gesù, ai suoi piedi, per ringraziarlo. Era un samaritano. Ma Gesù osservò: «Non ne sono stati purificati dieci? E gli altri nove dove sono? Non si è trovato nessuno che tornasse indietro a rendere gloria a Dio, all’infuori di questo straniero?». E gli disse: «Àlzati e va’; la tua fede ti ha salvato!».

Gesù è in cammino. E come lungo ogni cammino, la lentezza favorisce gli incontri, l’attenzione trasforma ogni incontro in evento.
Ed ecco che dieci lebbrosi, una comunità senza speranza, un nodo di dolore, all’improvviso si pone di traverso sulla strada dei dodici.

E Gesù appena li vede… notiamo: subito, senza aspettare un secondo di più, “appena li vede”, prima ancora di sentire il loro lamento. Gesù ha l’ansia di guarire, il suo amore ha fretta, è amore preveniente, amore che anticipa, pastore che sfida il deserto per una pecora che non c’è più, padre che corre incontro mentre il figlio cammina…

Davanti al dolore dell’uomo, appaiono i tre verbi dell’agire di Cristo: vedere, fermarsi, toccare, anche se solo con la carezza della parola.
Davanti al dolore scatta come un’urgenza, una fretta di bene: non devono soffrire neanche un secondo di più. E mi ricorda un verso bellissimo di Ian Twardowski: affrettiamoci ad amare, le persone se ne vanno così presto! L’amore vero ha sempre fretta. È sempre in ritardo sulla fame di abbracci o di salute.

Andate… E mentre andavano, furono purificati. Sono purificati non quando arrivano dai sacerdoti, ma mentre camminano. La guarigione comincia con il primo passo compiuto credendo alla parola di Gesù. La vita guarisce non perché raggiunge la meta, ma quando salpa, quando avvia processi e inizia percorsi.

Nove lebbrosi guariscono e non sappiamo più nulla di loro, probabilmente scompaiono dentro il vortice della loro inattesa felicità, sequestrati dagli abbracci ritrovati, ridiventati persone libere e normali.

Invece un samaritano, uno straniero, l’ultimo della fila, si vede guarito, si ferma, si gira, torna indietro, perché intuisce che la salute non viene dai sacerdoti, ma da Gesù; non dalla osservanza di regole e riti, ma dal contatto con la persona di quel rabbi. Non compie nessun gesto eclatante: torna, canta, lo stringe, dice un semplice grazie, ma contagia di gioia.

Ancora una volta il Vangelo propone un samaritano, uno straniero, un eretico come modello di fede: la tua fede ti ha salvato. La fede che salva non è una professione verbale, non si compone di formule ma di gesti pieni di cuore: il ritorno, il grido di gioia, l’abbraccio che stringe i piedi di Gesù.

Il centro della narrazione è la fede che salva. Tutti e dieci sono guariti. Tutti e dieci hanno creduto alla parola, si sono fidati e si sono messi in cammino. Ma uno solo è salvato. Altro è essere guariti, altro essere salvati. Nella guarigione si chiudono le piaghe, rinasce una pelle di primavera. Nella salvezza ritrovi la sorgente, tu entri in Dio e Dio entra in te, e fiorisce tutta intera la tua vita.

(Letture: 2 Re 5,14-17; Salmo 97; 2 Timoteo 2,8-13; Luca 17, 11-19).
http://www.avvenire.it/rubriche/Pagine/Il%20Vangelo/Gesu%20ha%20%C2%ABfretta%C2%BB%20di%20guarire%20l%20uomo_20161006.aspx?rubrica=Il%20Vangelo

http://www.sancarloalcorso.it/scc/showPage.jsp?wi_number=35889&wmenuid=

Preghiera

La tua voce ripete:
alzati e va’ la tua fede ti ha salvato.
Fra un po’ me ne andrò,
ma non so quanto salvato.
Ora però sono qui, Signore,
non per chiederti qualcosa
ma per consegnarti il mio grazie
per i miracoli quotidiani che compi
nel cuore e dove sai tu.
Vengo al tuo altare, vengo come il lebbroso di Siria,
ho portato ceste di terra e di dolore,
memoria di questo pianeta così bello e così brutale.
Sono memoria anche della mia casa,
dei miei problemi, della mia salute e tu li conosci tutti.
Ma vengo anche come il lebbroso di Samaria
non per dovere ma per seguire il cuore,
cuore libero e pieno di canti, cuore ritornato bambino e ti prego:
fammi vivo, Signore, e la tua vita sia nella mia vita;
fammi vivo perché tua gloria è l’uomo vivente,
fammi vivo della tua vita e sarò non solo guarito ma salvato.

(Ermes  Ronchi)

Abbiamo iniziato a realizzare l’audio del Catechismo della Chiesa Cattolica con il testo integrale in mp3 per dare a chiunque la possibilità di ascoltarlo anche in determinati momenti della giornata (in auto, con l’iPod, con lettore mp3 ecc.)
Questo ascolto può essere molto utile per coloro che desiderano approfondire la retta dottrina della Chiesa.

<font “=”” size=”5″>                       SEZIONE PRIMA:
“IO CREDO” – “NOI CREDIAMO”

CAPITOLO PRIMO : L’UOMO E’ CAPACE DI DIO
(da pag.27 a pag. 31)

fileDBicn_mp3 picture
01cat.mp3

CAPITOLO SECONDO : DIO VIENE INCONTRO ALL’UOMO

articolo 1:LA RIVELAZIONE DI DIO (da pag.32 a pag.36)

fileDBicn_mp3 picture
02cat.mp3

articolo 2: LA TRASMISSIONE DELLA RIVELAZIONE DIVINA (da pag.37 a pag.42)

fileDBicn_mp3 picture
03cat.mp3

articolo 3: LA SACRA SCRITTURA (da pag 43 a pag.50)

fileDBicn_mp3 picture
04cat.mp3

CAPITOLO TERZO : LA RISPOSTA DELL’UOMO A DIO

articolo 1: IO CREDO – articolo 2: NOI CREDIAMO   (da pag.51 a pag.59)

fileDBicn_mp3 picture
05cat.mp3

SEZIONE SECONDA
     “LA PROFESSIONE DELLA FEDE CRISTIANA”


I SIMBOLI DELLA FEDE
(da pag.65 a pag.67)

fileDBicn_mp3 picture
06acat.mp3

CAPITOLO PRIMO : IO CREDO IN DIO PADRE

                                ARTICOLO 1

IO CREDO IN DIO PADRE ONNIPOTENTE CREATORE DEL CIELO E DELLA TERRA”

PARAGRAFO 1

IO CREDO IN DIO
(da pag.70 a pag.75)

fileDBicn_mp3 picture
07cat.mp3

PARAGRAFO 2

IL PADRE (da pag.76 a pag.83)

fileDBicn_mp3 picture
08cat.mp3

 

PARAGRAFO 3

L’ONNIPOTENTE (da pag.84 a pag.86)

fileDBicn_mp3 picture
cat par3.mp3

 

PARAGRAFO 4       IL CREATORE

IL CREATORE
(da pag.87 a pag.91) (I-II-III)

fileDBicn_mp3 picture
09cata.mp3


IL MISTERO DELLA CREAZIONE
(da pag.91 a pag.97) (IV-V)

fileDBicn_mp3 picture
09catb.mp3


PARAGRAFO 5 

IL CIELO E LA TERR A   (da pag.98 a pag.103)

fileDBicn_mp3 picture
10cat.mp3


PARAGRAFO 6

L’UOMO
  (da pag.104 a pag.109)

fileDBicn_mp3 picture
11cat.mp3


PARAGRAFO 7

LA CADUTA
  (da pag.110 a pag.117)

fileDBicn_mp3 picture
12cat.mp3


CAPITOLO SECONDO: CREDO
IN GESU’ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO
( da pag.119 a pag.127)

fileDBicn_mp3 picture
13cat.mp3


ARTICOLO 3

GESU’ CRISTO FU CONCEPITO PER OPERA DELLO SPIRITO SANTO, NACQUE DA MARIA VERGINE

PARAGRAFO 1

IL FIGLIO DI DIO SI E’ FATTO UOMO 
(da pag.128 a pag.134)

fileDBicn_mp3 picture
14cat.mp3


PARAGRAFO 2

CONCEPITO PER OPERA DELLO SPIRITO SANTO, NATO DALLA VERGINE MARIA  (da pag.135 a pag.141)

fileDBicn_mp3 picture
15cat.mp3


PARAGRAFO 3

I MISTERI DELLA VITA DI CRISTO (da pag.141 a pag.148)

fileDBicn_mp3 picture
16cat.mp3


I MISTERI DELLA VITA DI CRISTO (IL BATTESIMO DI GESU’) (da pag.148 a pag.156 n.560)

fileDBicn_mp3 picture
17cat.mp3


ARTICOLO 4

GESU’ CRISTO PATI’ SOTTO PONZIO PILATO, FU CROCIFISSO, MORI’ E FU SEPOLTO (da pag.157 a pag.163 n.591)

fileDBicn_mp3 picture
18cat.mp3


PARAGRAFO 2

GESU’  MORI’ CROCIFISSO (da pag.164 a pag.172 n.618)

fileDBicn_mp3 picture
19cat.mp3


PARAGRAFO 3
+ art.5  PAR. 1
GESU’  CRISTO FU SEPOLTO (da pag.173 a pag.176 n.635)

fileDBicn_mp3 picture
20cat.mp3


PARAGRAFO 2
IL TERZO GIORNO RISUSCITO’ DAI MORTI (da pag.177 a pag.182 n.655)

fileDBicn_mp3 picture
21cat.mp3


ARTICOLO 6-7

GESU’ SALI’ AL CIELO, SIEDE ALLA DESTRA DI DIO PADRE ONNIPOTENTE
DI LA’ VERRA’ A GIUDICARE I VIVI E I MORTI (da pag.183 a pag.189 n.679)

fileDBicn_mp3 picture
22cat.mp3





LETTRICE: MARIA GRAZIA CHIAVEGATO

CAPITOLO TERZO: CREDO NELLO SPIRITO SANTO

(da pag.190 a pag.191 n.683)

fileDBicn_mp3 picture
23mcat.mp3

 

ARTICOLO 8 – CREDO NELLO SPIRITO SANTO
(da pag.191 a pag.196 n.687 – 700)

fileDBicn_mp3 picture
24mcat.mp3

I FILES CONTINUANO DAL PARAGRAFO 750 dell’ultima Edizione del Catechismo:
LO SPIRITO E LA PAROLA DI DIO NEL TEMPO DELLE PROMESSE…

fileDBicn_mp3 picture
25mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
26mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
27mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
28mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
29mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
30mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
31mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
32mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
33mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
34mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
35mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
36mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
37mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
38mcat.MP3


fileDBicn_mp3 picture
39mcat.MP3

 

 


da completare….

I FILES AUDIO CONTINUANO ED HANNO COME RIFERIMENTO

         “IL COMPENDIO DEL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA”

CAPITOLO TERZO (p.46)

CREDO NELLO SPIRITO SANTO (da pag.46 a p.48) (da n.136 a n.146)

23

fileDBicn_mp3 picture
23cat.mp3


CREDO LA SANTA CHIESA CATTOLICA (da pag.48 a p.54) (da n.147 a n.176)

LA CHIESA NEL DISEGNO DI DIO

24

fileDBicn_mp3 picture
24cat.mp3

I FEDELI: GERARCHIA, LAICI, VITA CONSACRATA (da pag.54 a p.58) (da n.177 a n.199)

25

fileDBicn_mp3 picture
25cat.mp3

CREDO LA REMISSIONE DEI PECCATI  (da pag.58) (da n.200 a n.201)
CREDO LA RISURREZIONE DELLA CARNE (da pag.58 a p.59) (da n.202 a n.206)
CREDO LA VITA ETERNA (da pag.59 a p.61) (da n.207 a n.217)

26

fileDBicn_mp3 picture
26cat.mp3

SEZIONE PRIMA

L’ECONOMIA SACRAMENTALE

CAPITOLO PRIMO

IL MISTERO PASQUALE NEL TEMPO DELLA CHIESA  (da pag.69 a p.71) (da n.218 a n.232)

27

fileDBicn_mp3 picture
27cat.mp3


CAPITOLO SECONDO

LA CELEBRAZIONE SACRAMENTALE DEL MISTERO PASQUALE (da pag.71 a p.74) (da n.233 a n.249)

28

fileDBicn_mp3 picture
28cat.mp3

                       &n
bsp;   SEZIONE SECONDA

I SETTE SACRAMENTI DELLA CHIESA

CAPITOLO PRIMO

I SACRAMENTI DELL’INIZIAZIONE CRISTIANA

IL SACRAMENTO DEL BATTESIMO  (da pag.77 a p.79) (da n.250 a n.264)

29

fileDBicn_mp3 picture
29cat.mp3

IL SACRAMENTO DELLA CONFERMAZIONE (da pag.79 a p.80) (da n.265 a n.270)

30

fileDBicn_mp3 picture
30cat.mp3

IL SACRAMENTO DELL’EUCARISTIA (da pag.80 a p.84) (da n.271 a n.294)

31

fileDBicn_mp3 picture
31cat.mp3


CAPITOLO SECONDO

I SACRAMENTI DI GUARIGIONE

IL SACRAMENTO DELLA PENITENZA
(da pag.84 a p.87) (da n.295 a n.312)
IL SACRAMENTO DELL’UNZIONE DEGLI INFERMI  (da pag.87 a p.88) (da n.313 a n.320)

32

fileDBicn_mp3 picture
32cat.mp3


CAPITOLO TERZO E QUARTO

I SACRAMENTI AL SERVIZIO DELLA COMUNIONE E DELLA MISSIONE

IL SACRAMENTO DELL’ORDINE (da pag.89 a p.91) (da n.221 a n.336)
IL SACRAMENTO DEL MATRIMONIO (da pag.91 a p.94) (da n.337 a n.350)

LE ALTRE CELEBRAZIONI LITURGICHE

I SACRAMENTALI (da pag.94 a p.95) (da n.351 a n.353)
LE ESEQUIE CRISTIANE (da pag.95 a p.95) (da n.354 a n.356)

33

fileDBicn_mp3 picture
33cat.mp3


PARTE TERZA: LA VITA IN CRISTO

SEZIONE PRIMA: LA VOCAZIONE DELL’UOMO: LA VITA NELLO SPIRITO

CAPITOLO PRIMO: LA DIGNITA’ DELLA PERSONA UMANA

L’UOMO IMMAGINE DI DIO (pag.103 ) ( n.358 )

LA NOSTRA VOCAZIONE ALLA BEATITUDINE (da pag.103 a p.104) (da n.359 a n.362)

LA LIBERTA’ DELL’UOMO (da pag.104 a p.105) (da n.363 a n.369)

LA MORALITA’ DELLE PASSIONI (pag.105) (da n.370 a n.371)

34

fileDBicn_mp3 picture
34cat.mp3


(lettrice: MADDALENA LANCIA)

LA COSCIENZA MORALE (da pag.106) (da n° 372 a n° 376)
LE VIRTU’ (da pag.107 a p. 108)  (da n° 377 a n° 390)
IL PECCATO (da pag. 109 a 110) (da n° 391 a n° 400)

35

fileDBicn_mp3 picture
35cat.mp3

 

CAPITOLO SECONDO: LA COMUNITA’ UMANA

la persona e la società (da pag. 110) (da n° 401 a n° 404)

la partecipazione alla vita sociale (da pag. 111) (da n° 405 a n° 410)

la giustizia sociale (da pag. 112) (da n° 411 a n° 414)

36

fileDBicn_mp3 picture
36cat.mp3


CAPITOLO TERZO – LA SALVEZZA DI DIO: LA LEGGE E LA GRAZIA

LA LEGGE MORALE (da pag 112 a pag 114) (da n°415 a n° 421)
GRAZIA E GIUSTIFICAZIONE (da pag 114 a pag 115) (da n° 422 a n° 428)
LA CHIESA, MADRE E MAESTRA (da pag 115 a pag 116) (da n° 429 a n° 433)

37

 

fileDBicn_mp3 picture
37cat.mp3


SEZIONE SECONDA

I DIECI COMANDAMENTI
(da pag 121 a pag 122) (da n° 434 a n° 441)

38


fileDBicn_mp3 picture
38cat.mp3

CAPITOLO PRIMO :
AMERAI IL SIGNORE DIO TUO CON TUTTO IL TUO CUORE, CON TUTTA LA TUA ANIMA E CON TUTTA LA TUA MENTE

IL PRIMO COMANDAMENTO (da n 442 a n 446) (da pag 122 a pag 123)
IL SECONDO COMANDAMENTO (da n 447 a n 449) (da pag 123 a pag 124)
IL TERZO COMANDAMENTO (da n 450 a n 454) (da pag 124 a pag 125)

39


fileDBicn_mp3 picture
39cat.mp3


AMERAI IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO

IL QUARTO COMANDAMENTO (da n 445 a n 456) (da pag 125 a pag 127)

40

fileDBicn_mp3 picture
40cat.mp3

IL QUINTO COMANDAMENTO (da n 466 a n 486) (da pag 127 a pag 130)

41


fileDBicn_mp3 picture
41cat.mp3

IL SESTO COMANDAMENTO (da n 487 a n 502) (da pag 131 a pag 133)

42

fileDBicn_mp3 picture
42cat.mp3




IL SETTIMO COMANDAMENTO (da 503 a 520) (da pag 133 a pag 136)

43

fileDBicn_mp3 picture
43cat.mp3

L’OTTAVO COMANDAMENTO (da 521 a 526) (da pag 136 a pag 137)
IL NONO COMANDAMENTO (da 527 a 530) (da pag 137 a pag 138)
IL DECIMO COMANDAMENTO (da 531 a 533) (pag 138)

44


fileDBicn_mp3 picture
44cat.mp3

PARTE QUARTA LA PREGHIERA CRISTIANA

SEZIONE PRIMA

LA PREGHIERA NELLA VITA CRISTIANA

CAPITOLO PRIMO

LA RIVELAZIONE NELLA PREGHIERA (da 536 a 556) (da pag 145 a pag 149)

45


fileDBicn_mp3 picture
45cat.mp3

 

CAPITOLO SECONDO – LA TRADIZIONE DELLA PREGHIERA
DA PAG 149 A PAG 150 (da n° 577 a n° 566)

ALLE SORGENTI DELLA PREGHIERA

IL CAMMINO DELLA PREGHIERA

GUIDE PER LA PREGHIERA
46



fileDBicn_mp3 picture
46cat.mp3

 


CAPITOLO TERZO – LA VITA DI PREGHIERA (da pag  151 a pag 153) (da n°567 a n° 577)

LE ESPRESSIONI DELLA PREGHIERA

IL COMBATTIMENTO DELLA PREGHIERA


47

 

fileDBicn_mp3 picture
47cat.mp3

 

 


SEZIONE SECONDA – LA PREGHIERA DEL SIGNORE

PADRE NOSTRO
DA PAG 155 A PAG 160 (dal n° 578 al n° 598)

LA SINTESI DI TUTTO IL VANGELO

PADRE NOSTRO CHE SEI NEI CIELI

LE SETTE DOMANDE

48

 

fileDBicn_mp3 picture
48cat.mp3


Se ritenete che l’iniziativa possa essere  utile, fatecelo sapere, così ci incoraggiate ad aggiungere le altre parti del catechismo.

Pier Angelo Piai
piapi@alice.it
http://www.mondocrea.it

Maddalena Lancia

maddalena.lancia@hotmail.it

Maria Grazia Chiavegato
atia.chiavegato@gmail.com

Ci sono più di 600 video sulla catechesi realizzati personalmente per i catechisti:

VIDEO PER LA RIFLESSIONE

I video che personalmente realizzo hanno un contenuto culturale, etico, morale, psicologico, antropologico, religioso e spirituale. Non hanno scopo di lucro e gran parte di essi sono realizzati con la partecipazione volontaria di giovani, ragazzi e ragazze, fan
ciulli e fanciulle.
Tre sono i motivi principali:

1) E’ un modo per valorizzare i giovani  facendoli sentire “persone” importanti agli occhi di Dio, dei famigliari e degli amici.
Troppo spesso i ragazzi soffrono di solitudine e non si sentono sufficientemente amati e considerati.
Il rischio di annegare nei vizi è serio: la consapevolezza che ci sono dei valori importanti della vita che vanno sempre coltivati allontana il pericolo…

2) I giovani sono una delle fasce più deboli della società. A loro ho dedicato gran parte della mia vita. Purtroppo la società ha scarsa sensibilità per loro: molti adulti nutrono dei pregiudizi su di loro, altri li vedono solo come merce da sfruttare. Oggi abbondano molte perversioni che coinvolgono tanti giovani e bambini. Lo spirito di ogni video è quello di trasmettere agli adulti un messaggio fondamentale: i giovani sono ancora la parte migliore della società, in loro c’è molta genuinità e spontaneità. Sono figli di Dio anche loro e vanno rispettati, amati, sostenuti e corretti amorevolmente.

3) Molti video hanno un contenuto catechetico e sono adatti anche come sussidi per la catechesi cristiana dei fanciulli, dei ragazzi e degli adulti.

Per ciascun video impiego molto del mio tempo perché ci metto molta passione e delle particolari competenze.
Questi video sono usufruibili da tutti e non sono coperti da copyright: riprese, testi, voce e musica sono personali.

Molti genitori e figli a distanza di tempo li rivedono con entusiasmo, capiscono il valore dei contenuti e delle fatiche per realizzarli, ma anche il loro valore etico ed estetico e mi ringraziano.

Altro particolare significativo: molti giovani oggi, ormai cresciuti, hanno piacere di rivedersi nel video che hanno conservato quando erano ancora ragazzi.

Pier Angelo Piai

 

PER GLI UTENTI YOUTUBE:

 

 

 

PER APPROFONDIMENTI:

https://www.youtube.com/channel/UCKWFH6en225xYkIkCiDQo9A

PLAYLIST DEL CATECHISMO IN AUDIO

1 Giugno 2016

SITI CON RIFLESSIONI E LITURGIA

http://www.riflessioni.it

Liturgia delle ore:
http://www.liturgiadelleore.it/

PENSIERO DEL GIORNO:

“Ogni progresso spirituale deve essere inteso come espressione di grado superiore di amore e non semplicemente come progresso del nostro comportamento morale, il quale può avere origine da un motivo gratificante e condizionarsi e terminare in esso ” (p.Albino, Diario, p.218)

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

PELLEGRINAGGI A MEDJUGORJE DA CIVIDALE

commenti personali di alcuni messaggi:

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

LA BIBBIA DI GERUSALEMME GRATIS IN PDF EBOOK
Per chi non lo sapesse è pronta l’intera Bibbia di Gerusalemme in formato pdf ebook gratis in lingua italiana da scaricare :


bibbia-gerusalemme.pdf

 

 

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron

1 Giugno 2016

Alida Puppo

Chi è Alida Puppo

1 Giugno 2016

Enrico Marras

Chi è Enrico Marras

1 Giugno 2016

MULTIMEDIALITÀ del curatore del portale:

VIDEO PER LA RIFLESSIONE
Video personali su alcune località del Friuli
CIVIDALE DEL FRIULI – Patrimonio dell’UNESCO
SLIDES UTILI PER LA FORMAZIONE
Esistere con stupore
ULTIMI AGGIORNAMENTI

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

28 Agosto 2009

Beppino Lodolo – una voce amica per gli italiani nel mondo

BEPPINO LODOLO

10 Marzo 2008

SOLIDARIETA’ per chi soffre della malattia del BURULI

http://www.amicipl.it/WebBuruli.htm
http://it.youtube.com/watch?v=tDdRLKJYd3w
Chi volesse aiutare queste persone scriva:
e-mail:roberto@amicipl.it

EMERGENZA MALI
Aiutiamo una bimba cinese senza arti inferiori:

fileDBicn_boh picture
chinagirl.pps

 

 

20 Ottobre 2006

Preghiere con testi e mp3

Preghiere con testi e mp3

IL CASO DI UNA STIMMATIZZATA DI UDINE, RAFFAELLA LIONETTI, UMILE MISTICA
Raffaella Lionetti, la Gemma Galgani di Udine

6 Agosto 2006

Riflessioni audio in mp3. Video personali

Riflessioni audio mp3 Video personali

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron

21 Novembre 2001

Artisti Friulani

continua