Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Se qualcuno scoprisse cosa c’è realmente dopo la morte, innazittutto si pentirebbe dei suoi errori, proverebbe un profondo dispiacere per avere offeso Dio, se stesso ed il prossimo ed andrebbe subito a confessarsi con buoni propositi.

Poi frequenterebbe ogni giorno l’Eucaristia per ricevere Gesù in corpo, sangue, anima e divinità durante la Santa Comunione.

Pregherebbe in continuazione per la salvezza della propria anima, per quella dei suoi cari ed amici e conoscenti.

Pregherebbe per tutta l’umanità. Ringrazierebbe Dio per il dono dell’esistenza, del Battesimo, dell’Eucaristia e per tutti gli altri doni di cui non se ne accorgeva prima.

Tratterebbe i suoi famigliari con amore e rispetto.

Cercherebbe di consolare e di aiutare chi si trova in difficoltà. Si affiderebbe continuamente ai Cuori Misericordiosi di Gesù e Maria.

Aiuterebbe la propria Parrocchia in base alle sue capacità e carismi.

Offrirebbe le sue preghiere e le sue sofferenze per tutti i peccatori e gli atei incalliti.

Invocherebbe l’aiuto dell’angelo custode e dei Santi.

Cercherebbe di soddisfare le indulgenze parziali e plenarie.

Chiederebbe allo Spirito Santo l’aumento della fede e dell’amore per sè e per gli altri, giorno dopo giorno. Infine implorerebbe il Signore di affrettare la sua venuta, rispettando però la volontà di Dio.

l’Escatologia cristiana nella quale uno fa benissimo a credere è quella che si deduce dal Vangelo, dalla vita dei Santi e dai grandi Teologi e ministri della Chiesa.

Ed è anche quello che dice la Regina della Pace nelle varie apparizioni.

Nell’Aldilà, subito dopo la morte ci attendono il giudizio personale e le realtà escatologiche (Paradiso, Purgatorio o Inferno).

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

La Regina della Pace, in un messaggio disse che se sapessimo che cos’è realmente il Purgatorio faremmo di tutto per non andarci.

Se l’anima è buona, ma presenta delle macchie d’imperfezione, dovrà purificarsi attraverso tormenti più o meno brevi relazionati alla colpa.

I castighi del Purgatorio, secondo il giudizio di molti teologi, sono duplici e si distinguono in “pena del senso” dove l’anima viene tormentata in modo diverso secondo la categoria del peccato commesso, e “pena del danno” che consiste di non poter vedere né possedere Dio. Il mancato possesso di Dio che ogni anima purgante ama con intensità struggente è un dolore lancinante e indicibile.

La Regina della Pace ha anche detto che se uno si pente sinceramente di tutti i suoi peccati, si confessa bene e poi riceve l’Eucaristia, potrebbe andare direttamente in Paradiso.

La Chiesa ha anche istituito le indulgenze parziali e plenarie: esse sono in grado di attutire od annullare le pene temporali e di aiutarci ad evitare il purgatorio e di liberare le anime che stanno soffrendo in quel luogo.

Ricordiamoci, però, che la partecipazione alla Santa Messa aiuta molto le anime del Purgatorio.

 

Parte del testo è ispirato da:

https://digilander.libero.it/monast/purga/conclusione.htm

 

 

IL MIO ULTIMO LIBRO SULL ‘ ALDILÀ:

http://www.mondocrea.it/aldila-domande-e-risposte/

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Molte sono le pene che patiscono le anime benedette del Purgatorio, ma la maggiore è il pensiero che esse con i loro peccati commessi in vita sono state la causa dei dolori che soffrono. L’altra pena che molto le affligge è il tempo perduto in vita, in cui potevano acquistare più meriti per il paradiso, e che a questa perdita non vi possono più rimediare; poiché finito il tempo della vita, è finito ancora il tempo di meritare.

Un’altra gran pena tormenta quelle anime benedette ed è la vista spaventosa dei loro peccati, che stanno pagando. Al presente in questa vita non si conosce la bruttezza de’ peccati; ma ben si conosce nell’altra vita, e questa è una delle maggiori pene, che patiscono le anime del purgatorio. La pena poi che più affligge quelle anime spose di Gesù Cristo è il pensare che in vita con le loro colpe hanno dato disgusto a quel Dio, che tanto amano…

Le anime del purgatorio conoscono assai più di noi quanto è amabile Dio, e l’amano con tutte le loro forze: pensando di averlo disgustato in vita, provano un dolore che supera ogni altro dolore. Un’altra gran pena è lo stare in quel fuoco a patire, senza sapere quando finiranno i loro tormenti. Sanno bensì per certo che ne saranno liberate un giorno, ma l’incertezza del quando giungerà il fine del loro penare, è per esse un tormento ben grande.

Quelle benedette anime quanto sono consolate dalla memoria della passione di Gesù Cristo e del SS. Sacramento dell’altare, giacché per mezzo della passione si trovano salve, e per mezzo delle Comunioni e delle Messe hanno ricevute e ricevono tante grazie; altrettanto sono tormentate dal pensiero di essere state ingrate in vita a questi due grandi benefici dell’amore di Gesù Cristo.

Accrescono poi la pena di quelle anime benedette tutti i benefici particolari ricevuti da Dio, come l’essere state fatte cristiane, l’esser nate in paesi cattolici, l’essere state aspettate a penitenza e perdonate dei loro peccati; sì, perché tutti fanno loro conoscere maggiormente l’ingratitudine che hanno usata con Dio. Di più è una pena troppo amara per quelle anime benedette il pensare che Dio in vita ha loro usate tante misericordie speciali non usate con gli altri; ed esse con i loro peccati l’hanno costretto a odiarle, e condannarle all’inferno, benché poi per sua mera misericordia le ha perdonate e salvate.

Grandi sono insomma tutte le pene di queste benedette anime: il fuoco, il tedio, l’oscurità, l’incertezza del quando saranno liberate da quel carcere, ma fra tutte la pena maggiore di quelle sante spose è lo stare lontane dal loro sposo e private di vederlo.

da: http://lameditazionedicristo.blogspot…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Va al Purgatorio chi, pur non avendo rifiutato Dio, non lo ama ancora disinteressatamente e conserva delle ombre interiori che dovrá purificare in base alla loro intensità.

Siccome le anime dei purganti andranno in Paradiso dopo la purificazione, esse anelano a Dio e desiderano ardentemente di vederlo.

Esse amano anche gli altri in Dio e probabilmente si aiutano reciprocamente, in base anche al “cerchio” di appartenenza.

Possono, se Dio vuole, anche intercedere per i vivi della terra, perché non hanno perso l’amicizia di Dio, ma si “allenano” ad amarlo sempre di più…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

II soccorso più prezioso che possiamo dare alle anime è senza dubbio la Messa, ma nella misura solo in cui i defunti l’hanno stimata da vivi. Anche qui si raccoglierà ciò che è stato seminato.

Del resto non contano solo le Messe dei giorni di precetto (domenica e feste), ma pure quelle dei giorni feriali.

Certo, non tutti possono assistere alla Messa durante i giorni di lavoro; ognuno ha le proprie occupazioní professionali, i propri obblighi, e prima di tutto c’è il dovere.

Ma ci sono pure delle persone che potrebbero andarci senza mancare ad alcun dovere: i pensionati, per esempio, che sono in buona salute, solidi sulle loro gambe, che stanno vicino alla chesa, ma che dicono: «Sono obbligato ad andarci la domenica, ma non durante la settimana; dunque non ci vado».

Coloro che pensano ed agiscono così devono aspettare a lungo dopo la morte affinché una Messa sia loro di profitto, poiché durante la loro vita ne hanno fatto poco caso. Se si sapesse qual è il prezzo di una sola Messa per l’eternità le chiese sarebbero piene, anche durante la settimana.

Nell’ora della morte le Messe, alle quali abbiamo assistito con devozione durante la nostra vita, sono il nostro maggior tesoro; esse hanno per noi più valore delle Messe che sono celebrate per noi dopo la morte.

Parenti ed educatori si lamentano che i bambini, ai nostri giorni, sono indolenti e disobbedienti. Questo non è un effetto del caso: una volta i bambini assistevano ogni giorno alla Messa degli scolari. La preghiera e la Comunione davano loro la forza d’essere obbedienti e fedeli al loro dovere.

Nessun padre, nessuna madre, né nessun catechista può mettere nel cuore del bambino ciò che Nostro Signore stesso gli dà in grazie durante la Messa e durante la Comunione.

 

da: Maria Simma e le anime del purgatorio (edizioni Segno) pag. 52

 

 

 

 

I defunti salvati vivono in stretta unione con Dio e partecipano della sua vita nel dinamismo trinitario.

Siccome il Creatore ama tutte le sue creature e desidera ardentemente la loro salvezza eterna, Egli si occupa di ognuno di noi che stiamo vivendo nella dimensione terrena, ci sostiene e ci soccorre quando glielo chiediamo con fede rispettando il libero arbitrio di tutti.

Le anime dei trapassati che ora vivono nella sua luce, in virtù della Comunione dei Santi, intercedono anche per noi e gioiscono insieme agli angeli per ogni nostra forma di pentimento e conversione, come Dio permette a loro di conoscere. Così esultano per ogni nostra opera buona che può accrescere in noi l’amore per il Signore e per il prossimo perché anche loro sperano nella nostra salvezza eterna. Ecco perché dobbiamo mantenere viva la loro memoria, soprattutto nelle preghiere.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO

PIAI GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Le anime che ora sono in Purgatorio sentono il desiderio ardente di purificare le imperfezioni della loro vita terrena, pertanto non hanno perso l’amicizia con Dio.

Anzi esse soffrono proprio perché desiderano essere pienamente in Dio, ma ancora non riescono a vederlo “faccia a faccia” come fanno i Santi.

Le loro imperfezioni ancora non glielo permettono perché Dio è purissimo Spirito, ma il loro desiderio è come un fuoco interiore che le affina sempre di più.

Esse, nella sofferenza, sono consolate dal fatto che prima o poi saranno in Paradiso, pertanto lodano sempre il Signore che le ha salvate dalla perdizione eterna e sono sinceramente pentite per i peccati che hanno commesso e che non hanno adeguatamente riparato nell’amore, dimostrando tiepidezza nei confronti del Creatore.

La luce di Dio mette in evidenza le loro lacune, ma è una luce amorevole che le incoraggia a purificare il loro amore.

Anche Maria Santissima, le ama maternamente e le attende nella gloria dei Santi in Paradiso.

Ricordiamoci che le anime dei defunti in Purgatorio attendono anche da noi preghiere e sacrifici, in virtù della comunione dei santi: ciò che meritiamo le aiuta a purificarsi e sono molto grate perché pregano anche per noi viventi sulla terra.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

GESÙ A SANTA FAUSTINA KOWALSKA  (Diario, 1 agosto 1937)

 

“Oggi conduciMi le anime che sono nel carcere del purgatorio ed immergile nell’abisso della Mia Misericordia.

I torrenti del Mio Sangue attenuino la loro arsura.

Tutte queste anime sono molto amate da Me; ora stanno dando soddisfazione alla Mia giustizia; è in tuo potere recar loro sollievo.

Prendi dal tesoro della Mia Chiesa tutte le indulgenze ed offrile per loro…

Oh, se conoscessi i loro tormenti, offriresti continuamente per loro l’elemosina dello spirito e pagheresti i debiti che essi hanno nei confronti della mia giustizia!”.

 

PREGHIERA DI SANTA FAUSTINA KOWALSKA PER LE ANIME DEL PURGATORIO

 

Misericordiosissimo Gesù, che hai detto che vuoi Misericordia, ecco io conduco alla dimora del Tuo pietosissimo Cuore le anime del purgatorio, anime che a Te sono molto care e le quali tuttavia debbono soddisfare la Tua giustizia.

I torrenti del Sangue e dell’Acqua che sono scaturiti dal Tuo Cuore spengano il fuoco del purgatorio, in modo che anche là venga glorificata la potenza della Tua Misericordia.

Dall’arsura tremenda del fuoco del purgatorio, s’innalza un lamento alla Tua Misericordia e ricevono conforto, sollievo e refrigerio nel torrente formato dal Sangue e dall’Acqua.

Eterno Padre, guarda con occhi di Misericordia alle anime che soffrono nel purgatorio, e che sono racchiuse nel pietosissimo Cuore di Gesù.

Ti supplico per la dolorosa Passione del Figlio Tuo Gesù e per tutta l’amarezza da cui fu inondata la Sua santissima anima, mostra la Tua

Misericordia alle anime che sono sotto lo sguardo della Tua giustizia, non guardare a loro se non attraverso le Piaghe del Tuo amatissimo Figlio Gesù, poiché noi crediamo che la Tua bontà e la Tua Misericordia sono senza limiti.

 

 

E’ incontestabilmente riconosciuto fin dalla fondazione del cristianesimo che le anime dei defunti sono liberate dal purgatorio per l’intercessione e il ministero dell’arcangelo san Michele. (cardinale san Roberto Bellarmino)

 

Il Principe della milizia celeste è onnipotente in Purgatorio, egli può dare sollievo alle anime che la giustizia e la santità dell’Altissimo trattengono in quella dimensione dell’aldilà. (sant’Anselmo)

 

San Michele è incaricato di consolare le anime del purgatorio. Egli non cessa di assisterle e di soccorrerle, procurando loro molti sollievi nelle loro pene. (Sant’Alfonso)

 

“Colui che ha onorato san Michele non dimorerà per molto tempo in purgatorio. San Michele userà il suo potere e condurrà ben presto la sua anima nel celeste soggiorno del Paradiso. (san Bernardo)

Se dunque noi amiamo i nostri defunti, dobbiamo pregare a loro intenzione san Michele. Onoriamolo noi stessi, è il nostro vantaggio. (Don Marcello Stanzione)

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

 

Per difenderci dal Maligno, oltre che chiedere aiuto all’angelo custode ed ai Santi protettori, possiamo anche invocare le anime del Purgatorio e del Paradiso che abbiamo conosciuto in vita.

Noi preghiamo affinché le anime del Purgatorio ascendano verso la luce, ma anche loro possono chiedere al Signore che ci proteggano per non cadere nel peccato che rischia di farci perdere la vita eterna.

Ciò in virtù della Comunione dei Santi, perché le anime purganti andranno sicuramente in Paradiso, dopo essersi purificate dalle loro imperfezioni e la loro stessa intercessione è un atto di amore verso il prossimo e verso Dio e questo le aiuta a riscattarsi.

Sono molto valide le preghiere di intercessione di coloro che ci sono stati cari durante la vita terrena, perché nell’aldilà il loro amore verso di noi è ancora più perfetto.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Il Purgatorio è uno stato di transizione dell’anima che non ha ancora affinato i sensi spirituali alla visione divina.

Nella dimensione terrena non possiamo vedere il sole ad occhio nudo perché la sua luce acceca.

Analogamente, se l’occhio interiore di un’anima non è pronto, non può sopportare la purezza dello sguardo divino. Dio è Amore e per poterlo vedere “faccia a faccia” bisogna diventare “amore”, cioè essere simili a Lui. Il purgatorio non è altro che la consumazione dei residui terreni costituiti dall’amor proprio e dai vari attaccamenti materiali che offuscano lo sguardo che deve affrontare la purezza divina.

Per questo il Purgatorio è paragonato ad un fuoco interiore: è il forte desiderio di salire alle alte vette divine. Una volta purificata, l’anima potrà entrare in pienezza nella gloria di Dio e contemplare la sua Misericordia in eterno.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Dal Libro: “Come ci vedono dall’all’aldilà” di Pier Angelo Piai

(Brevissima trama del libro: Luca Alberti è un giovane che ha passato l’infanzia in collegio ed è in crisi esistenziale. Un giorno, guidando l’auto, investe un adolescente senza volerlo, uccidendolo, e comincia a soffrire di forti sensi di colpa che lo spingono a ricercare un po’ di pace in convento, pur non avendo la vocazione. In questo contesto ha delle apparizioni dall’aldilà di alcuni defunti, i quali dialogano con Lui sul senso della vita terrena e dell’eternità)

 

 

 

ANDREA E STEFANO

In un tedioso pomeriggio d’estate Luca si ritrovò a passeggiare davanti al cimitero del paese (dove si trovava il convento che lo ospitava). Vi entrò spinto più dalla forza d’inerzia che da una vera motivazione. Passando davanti alle tombe riaffioravano alla sua mente mille ricordi legati all’adolescenza, quando amava entrare spesso nel cimitero cittadino per pensare alla morte come una liberazione.

D’un tratto si soffermò davanti ad una tomba che recava la foto di un giovinetto. Ebbe un sussulto interiore: improvvisamente si ricordò del grave incidente che gli aveva inflitto il terribile senso di colpa che non I’aveva
mai lasciato. L’angoscia fu intensa e cominciò a piangere seduto accanto alla tomba, ignaro dei rari passanti che lo guardavano sottecchi. Improvvisamente una dolcissima armonia lo fece trasalire. Alzò lo sguardo e vide provenire dal cielo uno stuolo di giovani con la palma in mano che cantavano con voci sublimi. Poi uno di loro si staccò dal corteo
e sorridente gli si avvicinò.
Luca riconobbe senza esitare Andrea, il compagno di scuola rapito dal sonno della morte non ancora sedicenne a causa della leucemia.
– Andrea! Sei nella luce?
– Non essere triste … io non sono morto… Sono più vivo di quello che immagini Luca. Vivo e felice!
– Tu sei un inganno. Un fantasma del mio dolore!
– Non soffro più Luca … sono così felice!
– Andrea..sei proprio tu? … Non posso credere ai miei occhi!
– Sì Luca … sono proprio io … il tuo amico terreno Andrea! Non aver paura … il Padre misericordioso permette che io ti appaia da quello che voi dite “I’altro mondo” affinché tu possa conoscere la verità.
– La verità? Cosa intendi dire? No..sei un fantasma!
– Non devi aver paura… non puoi immaginare l’immensità di questa eterna beatitudine! È tutto vero: Dio tergerà ogni lacrima dai loro occhi-, non ci sarà più la morte, nè lutto, nè lamento, nè affanno, perchè le cose di prima sono
passate! Ora vediamo tutto alla luce del sole, non esistono le notti … e nemmeno le nubi che offuscano la luce…
– Andrea … ma allora tu stai parlando dall’aldilà … è incredibile … cosa provi?
– Luca … se tu sapessi cosa vuol dire vedere Dio faccia a faccia, proprio così come Egli è, non avresti più paura della morte!
– Andrea … dimmi … tu ci sei passato… ho sempre avuto una gran paura di morire, un’angoscia tremenda che mi ha accompagnato fin da bambino. Cosa si prova durante il trapasso?
– Davanti a me ho presente gli ultimi istanti della mia vita. Ero spensierato, come del resto, lo eri anche tu. Poi la malattia… fu terribile … persi conoscenza ed entrai subito in coma. Ma già da quell’istante provavo una strana sensazione: mi sentivo impotente a muovermi e nello stesso tempo riuscivo a percepire la tua angoscia. Avvertivo in me uno strano benessere. Non capivo il tuo sconvolgimento. Volevo dirti di lasciarmi così, di non preoccuparti, ma non riuscivo a comunicare con te anche se fluttuavo leggero al di sopra del mio corpo. Non ero mai stato così bene. Poi vidi una strana porta aprirsi. Non capivo cosa significasse: una fitta nebbia mi impediva di vedere oltre. Poi entrai in un tunnel, uno strano tunnel. Inizialmente la velocità era elevata … poi rallentai per cercare di capire qualcosa ma
invano … ripresi la corsa … c’era una luce ad attendermi … una calda luce che non riuscirei mai a descriverti perché avvolgeva misteriosamente tutto il mio essere… Provavo delle stranissime sensazioni di attrazione e repulsione.
Non mi sentivo pronto… e soffrivo senza angoscia. Sapevo che quella luce mi avrebbe prima o poi assorbito in sè , ma avvertivo la pesantezza della materia a cui sono sempre stato morbosamente attaccato. Ero entrato nella dimensione che voi chiamate Purgatorio!
– Purgatorio?
– Sì ..la luce ultra-terrena è molto diversa da quella che voi vedete. È infinitamente più pura … la vostra luce è tenebra se confrontata con questa! Il mio spirito non era abituato ai suoi riverberi perchè offuscato da alcune ombre:
l’egoismo e i vari attaccamenti alla vita.
– Ma allora … saresti ritornato volentieri nel nostro mondo?
– No Luca…il trapasso era definitivo … così aveva disposto I’Altissimo. NelIa mia breve vita avevo ricevuto sufficienti luci per intraprendere la retta via …, a me sono bastati quindici anni; ad altri ne bastano meno ma per altri ci vogliono di più. Voi ingenuamente lo chiamate destino … ma è più giusto considerarlo “piano divino”, disegno provvidenziale. Ognuno di noi ha un preciso compito durante la vita, terminato il quale, si ascende ad altri gradi di evoluzione, verso altre dimensioni…. Dopo il grande trapasso ho visto chiaramente ogni attimo della mia vita, istante dopo istante, quasi come in un cortometraggio. Ho potuto vedere persino il momento della mia nascita. Voi percepite con occhi terrestri e ne rimanete impressionati, ma il mio sguardo era diverso. Capivo l’importanza di quel momento, il distacco definitivo dal seno materno, il mio disagio nel dover nascere in una situazione completamente diversa da quella dell’utero, i miei vagiti erano come una protesta. Ma ognuno di noi deve crescere, deve evolversi. Ho subito percepito le occasioni positive e negative per la mia evoluzione e ho capito, fibra dopo fibra, il grande tessuto degli avvenimenti e delle scelte più o meno condizionate che ho intrapreso. Credimi, nulla è un semplice e puro caso. Anche i momenti che ci sembrano più inutili e assurdi costituiscono il materiale con cui tu plasmi te stesso. Sì, anche i momenti,che ti sembrano inutili, come lo
svago … o il gioco. E quegli ultimi istanti hanno avuto un’importanza enorme per la mia eternità. La tua preghiera ha fatto in modo che io entrassi nella luce per spiccare il volo verso le più alte dimensioni. La forza di gravità è stata vinta da quel tuo gesto d’amore disinteressato. Vedi come tutti noi siamo solidali non solo in terra ma anche nei cieli!
-Vuoi dire che dall’aldilà vedete più chiaramente quello che in questa vita non capiamo?
– Si, è proprio così! Da questa dimensione le relazioni, i fatti e gli accadimenti che ordiscono la complessa trama della vita terrena non ci sono più oscuri. Dalla dimensione che voi dite “purgatorio” tutto è più sfuocato…
– Purgatorio?
– Il Purgatorio è semplicemente uno stato di transizione dell’anima che non ha ancora affinato i sensi spirituali alla visione divina. Dimmi: puoi tu vedere la luce del sole ad occhio nudo?
– No … la luce mi acceca!
-Ti acceca perché il tuo occhio non è abituato ad essa. Così l’occhio spirituale può essere accecato dalia luce divina! Dio è amore e per poterlo vedere bisogna diventare amore, cioè essere simili a Lui. Il Purgatorio non è altro che la consumazione dei residui terreni costituiti dall’amor proprio e dai vari attaccamenti materiali. È realmente un fuoco che ti consuma, un fuoco che non può essere descritto con parole terrene.
– Andrea … Nella vita terrena non ti avevo mai sentito parlare così. Come può essere avvenuta una simile trasformazione?
– La mia coscienza nella luce abbraccia una visione molto più amplia di quella che credi. Ora sto solo adeguandomi al tuo linguaggio per farmi capire … ma non esistono parole umane adatte per comunicarti quello che vedo. Ora sono un’altra persona, pur conservando l’essenza del nucleo che Dio mi ha donato.Vivo assorbito nella risurrezione di Cristo in attesa di quella finale della carne, quando ci sarà il Giudizio Universale. Luca … tu ragioni con le tue limitate categorie spazio-temporali. Ricordati, però, che nella luce divina non c’è il vostro concetto di tempo e spazio. Ogni istante è eterno e l’eternità è già istante. Tutto ciò che per voi potrebbe sembrare all’opposto, coincide perfettamente in Dio. La relatività di Einstein è solo un’ombra della realtà che ci riserva la nuova dimensione. Il tempo che tu conti dal momento attuale fino alla morte è un susseguirsi di istanti percepiti dalla tua nascente coscienza che si nutre di apparenza. Ma il passato è già stato vissuto ed ha lasciato le sue tracce nella memoria sensoriale. Nella vita terrena ci sono dei particolari momenti che voi percepite appartenenti ad una diversa dimensione: ma tutto è così confuso che spesso, in preda all’angoscia distogliete lo sguardo per disperderlo nella realtà quotidiana, meccanica, ripetitiva. Gran parte della mia vita terrena, Luca, è stata così. I momenti più autentici sono quelli dell’orazione e della meditazione … che per me furono assai rari ed è per questo che ho dovuto passare allo stato purificante per poter accedere alla grande Luce! Sono momenti autentici, Luca, la preghiera fervente attraversa anche le nubi per arrivare fino al Padre celeste. Quando sei assorto nella pura contemplazione vivi i momenti più autentici della tua vita che anticipano il Regno dei Cieli già sulla terra. Ma voi vi lasciate ingannare dalle nubi dell’illusione che offuscano la realtà. Il vostro mondo vive di illusioni e vi rende ciechi. Gran parte della vostra mentalità è condizionata dall’opinione corrente che predica un certo tipo di benessere che coincide con il puro piacere. Dimenticate che Colui che si è incarnato per amore ha scelto la poverta e la sofferenza. Ha voluto essere solidale con tutti gli uomini per ricondurli alla essenzialità del puro amore che è luce. Tutti gli uomini sono destinati alla più alta contemplazione dell’Amore.
– Hai ragione Andrea. Gran parte della nostra vita viene vissuta nella superficialità. Noi ci soffermiamo all’apparenza delle cose. Ma tutta la bellezza del Creato ci parla di Dio. Siamo realmente superficiali: troppe cose ci distolgono dalla contemplazione pura. Eppure tutto sarebbe cosi semplice!
– Siamo stati creati per la felicità, Luca, la vera felicità! Nella vita terrena si confonde la felicità con il piacere sfrenato … ma è un’illusione. La vera felicità è legata allo spirito. I piaceri della vita non sono neppure l’ombra della gioia che attende la nostra dimensione! La felicita è contemplare Colui che è sorgente di ogni felicità. Colui che è Amore e che ci insegna il vero amore.
– Come facciamo a contemplare il puro Amore, se veniamo distolti dai problemi e dai piaceri della vita?
– Ci vuole allenamento, Luca,bisogna amare disinteressatamente perchè l’Amore di Dio è assolutamente disinteressato. La grande Luce che mi ha avvolto nei momenti del trapasso era simile ad un raggio che penetra in una stanza: mette in evidenza il pulviscolo che nell’oscurità relativa dell’ombra non potevo intravedere. Mi son visto cosi com’ero, con i miei cappricci e le meschinerie della vita quotidiana. È stata una terribile sofferenza perché avevo la completa coscienza di me stesso, così come ero in quell’ultimo stadio della mia vita terrena.Ogni istante è ben impresso nel mio animo: la mia apparente incoscienza e la tua disperazione. Poi fissavo la Fonte luminosa dalla quale ero attratto in maniera irresistibile. Sentivo che quella Luce mi trasformava in nuova persona. La sofferenza era per me necessaria per raggiungere la Luce. Grazie ai suffragi di alcune persone amiche ho potuto risalire più facilmente la Grande Spirale Evolutiva!
– La Grande Spirale Evolutiva?..Cos’è?!! Il tuo linguaggio mi appare piuttosto difficile.
– Ogni vita è segnata da un tramonto nel quale la luce lascia il posto alle tenebre. Ma è un tramonto apparente, perché ti innalza nelle bianche vette dell’eternità. Nella vita terrena stessa si intuisce che siamo degli esseri in evoluzione. Si inizia con l’evoluzione biologica, quella psichica … e si arriva a quella della coscienza. Alla fine rimane la pura coscienza che si immerge nella Grande Coscienza Cosmica, nel Tutto-Amore… Ogni spira evolutiva corrisponde a stadi di coscienza diversi. Alla fine non rimane che I’amore, lo stadio più sublime e l’essenza di ogni dinamismo. È allora che prendi coscienza delle infinite cianfrusaglie che appesantiscono il nucleo di ogni esistenza: zavorra che eliminerai al momento opportuno nelle giuste circostanze. Persino i capelli del tuo capo richiamano questa spirale evolutiva che parte dal tuo DNA e si sviluppa nel tempo e nello spazio fino ad arrivare ad una sua pienezza. Vedi come la nostra Galassia esprime bene la grande Spirale Cosmica che assorbe in sè ogni essere evoluto.
– Mah! … Andrea..tu parli bene. Però rimani ancora un fantasma. Il tuo corpo giace sotto un mucchio di terra. E così finiremo tutti … inerti … senza vita. La morte è come un felino, pronto ad aggredirci … Ho paura, Andrea …. ho sempre avuto paura della morte. Il suo volto è angosciante, la sua presenza agghiacciante. Vorrei fermare il tempo per non morire … Ho in mente tante cose da realizzare nella vita.
– Ogni istante della tua vita è una parziale realizzazione, Luca. Anche i momenti che a te sembrano più inutili. Anch’io provavo gli stessi sentimenti di fronte ad una realtà che non potevo conoscere. Ma tu confondi la morte terrena con il nulla … ma Dio non ha creato l’uomo per la morte! Rientra in te stesso e rifletti sulla vera morte: tu muori in ogni momento e non te ne accorgi…
– Cosa intendi dire? … lo so di essere vivo … sono cosciente di pensare e di parlare … di che cosa vuoi convincermi?
– Ogni vita terrena è impregnata di morte! Istante dopo istante è scandito da quello che voi chiamate “morte”. Non c’è vita senza morte: il seme non produce la piantina se prima non muore e si disgrega. Il fiore deve lasciare lo spazio al frutto. I vegetali devono essere disgregati dagli animali stessi e quest’ultimi vogliono vivere. Così anche le specie superiori devono distruggere quelle inferiori se vogliono sopravvivere. La natura ti parla, è un linguaggio che il tuo spirito deve cogliere se vuole penetrare i segreti dell’esistenza. Nulla è un puro caso per Dio e tutte le opere sono buone ed
hanno un fine che solo Lui conosce.
– Ma io voglio vivere a lungo su questa terra. La morte continua a terrorizzarmi e ad angosciarmi. Quando vedo un cadavere dico che era una persona viva come me ed ora … non si appartiene più!
– Luca, sin dal seno materno noi non ci apparteniamo. È la mentalità distorta e materialista che genera lo spirito di proprietà! Ma ragiona … : puoi realmente far crescere con la tua volontà il dito di una mano? 0 far crescere un capello? Perché il tuo corpo ha tanti limiti? Perché tanti condizionamenti? Puoi tu volare o privarti del cibo o passare attraverso le montagne od essere contemporaneamente in più posti? Ragiona … pensi realmente di apparnerti in modo assoluto?
– Mah.. mi sembra tutto cosi confuso … ! Vedo che la mia volontà viene limitata da tante cose che non posso fare ….
– Ricordati che siamo fatti ad immagine e somiglianza di Dio. Rispecchiamo la sua libertà.. per diventare liberi come Egli è libero.
Ma la libertà va conquistata a caro prezzo: essa va conquistata attraverso la Luce che rischiara le tenebre. La potenza di Dio si manifesta attraverso la debolezza … perché così a Lui è piaciuto. Tutto si evolve net distacco dal proprio nucleo di appartenenza….
– Andrea, it tuo linguaggio è oscuro, per me. Nella vita terrena non mi facevi mai simili discorsi …. non capisco cosa intendi per “distacco” dal proprio nucleo!
– Allora non potevo comprendere il linguaggio spirituale. Bisogna essere staccati dalla vita per poterlo penetrare. Tutto nella vita ti pala di distacco: il Big-Bang ci dice che durante questa grande esplosione ci stiamo allontanando dal nucleo che ha generato l’Universo … il sole stesso disperde la sua energia dopo la fusione nucleare, noi stessi at momento della nascita subiamo un vero distacco, un distacco doloroso … ed è per questo che ogni bimbo emette un vagito. Non sente più il tepore dell’utero materno e il suo pianto è come una protesta. La madre, con il suo calore, la sua attenzione e le sue carezze cerca di rendergli meno traumatico it suo involontario rapporto con I’ambiente ostile che to circonda: lo protegge dal freddo, lo sazia con il caldo latte del suo seno, gli fa sentire it calore del suo corpo… Ma il bimbo deve crescere, maturare e diventare gradualmente più autonomo e autosufficiente. Ecco cos’è la vita terrena: è continua evoluzione, cioè distacco dal proprio nucleo originate e risalita della propria spirale evolutiva…
“Tutta la creazione geme e soffre … nelle doglie del parto; Voi, uomini terrestri, siete come un feto rispetto alla realtà che vi attende: le attuali percezioni, se ben dirette dalla coscienza, vi preparano ad altre percezioni…
– Vuoi dire che esistono altri sensi oltre a quelli che ora esercitiamo?
– Si Luca … sono i sensi spirituali. Ognuno deve rinascere uomo spirituale per diventare vero uomo ad immagine di Cristo. Solo in Lui c’è la vera vita. Egli ti indica la croce perché è il grande simbolo del distacco cosmico. Guarda com’è formata: I’asse trasversale ti suggerisce l’orizzontalità dell’uomo che deve essere elevata alla verticalità dello Spirito divino. L’uomo realmente evoluto viene elevato dallo Spirito alle cose del Cielo, sulle quali deve riporre il proprio cuore. Ma ciò richiede distacco, sofferenza, rinuncia ad ogni ripiegamento su se stesso. Durante la mia vita terrena non capivo l’importanza di tutto questo: ora, nella nuova dimensione, tutto mi è molto più chiaro. Non aver paura di amare soffrendo, Luca, ogni lacrima è una preziosa gemma che adornerà il vestito della tua Resurrezione ! Credimi: la morte finale non sarà altro che un meraviglioso ingresso nel Regno della Luce!
– Andrea! potessi stamparmi bene nella mente e nel cuore ciò che tu mi comunichi! Sento che dici la verità ma poi … nella vita d’ogni giomo tutto mi
appare cosi diverso! Sono realtà a cui penso assai poco come se non mi riguardassero mai … la morte stessa mi addita il nulla … !
– Tutto si supera, Luca … abbi fede. Oh … io in vita non sapevo pregare … alle volte balbettavo alcune preghiere solo nei momenti più difficili ed interessati … ma Dio le ha raccolte ugualmente, come ha raccolte le tue preghiere per me che hanno contribuito ad inabissarmi nella vera Luce. Nessuna buona azione verrà perduta nella vita terrena, Luca … la misericordia le raccoglie tutte e ne dispone secondo i suoi misteriosi ed imperscrutabili disegni. Offri a Dio sacrifici di lode, Luca … offri la tua vita che è come un fiore dal profumo fragrante….
– Non andartene Andrea..non andartene! …. ho ancora bisogno di ascoltarti!
– Tutto è già stato rivelato,Luca… Ascolta il tuo cuore con mente pura e capirai … ma fissa sempre lo sguardo su Colui che ci ha tanto amati da offrire la sua vita in sacrificio per noi … è Lui la nostra salvezza … Addio..Luca …
– Aspetta! Andrea tu conosci il messaggio che mi ha dato la Vergine … ti prego … tu sei in grado di spiegarmelo perchè sei nella luce!
– Non è il mio compito, Luca! Ci sono dei segreti che devono appartenere ad ogni anima. Lo capirai da te … avrai segni sufficienti! Il tuo cuore deve essere rinnovato ancora. Ascoltalo e capirai ……
D’un tratto quella luce che accompagnava la visione cominciò a diventare più intensa mentre l’eterea figura di Andrea perdeva lentamente la nitidezza dei suoi contorni per essere assorbita in uno scenario estatico: tra canti ed inni melodiosi e schiere angeliche Luca riconobbe volti a lui famigliari sin dall’infanzia. La beatitudine era immensa. C’erano persino alcuni compagni di scuola e di collegio che Luca avrebbe voluto chiamare per colloquiare insieme come aveva fatto con Andrea. Ma la sorpresa fu ancora più grande alla vista di un volto radiante e giovanile che gli sorrideva particolarmente: era quello dell’adolescente morto tra le sue braccia in seguito all’incidente stradale e che Luca non aveva mai scordato. L’emozione di Luca fu fortissima. A malapena riuscì a balbettare:
– Tu … tu … ?! Sei … sei nella luce?
La bellezza di quel volto era simile a quella di un angelo. Egli si avvicinò a Luca mentre la luce si attenuava e cominciò a dialogare:
– Non affligerti, Luca. Mi chiamo Stefano … colui che morì tra le tue braccia. Non avrei mai pensato che la morte fosse cosi dolce!
– Perdonami … perdonami….
– Non devi chiedermi perdono, Luca. Tu non hai alcuna responsabilità in ciò che ti è accaduto. Il destino di ciascuno è già stato segnato da Colui che ha fatto bene ogni cosa. Non ti devi affliggere per questo. Nella vita terrena tutti
gli uomini possono essere anche strumenti gli uni per gli altri. La Divina Provvidenza ha stabilito ciò per ricavarne un bene maggiore.
– Ma perché ha scelto proprio me per stroncare la tua giovane vita? Ho molto sofferto per questo. Ma anche adesso il solo pensiero è atroce e non mi lascia mai in pace. Ogni azione della mia vita è sempre stata accompagnata
da questo terribile senso di colpa, dal solo pensiero del dolore che ho provocato tra i tuoi cari e da un terribile dubbio: quello della tua salvezza…
– Luca … come vedi io sono salvo. Ma questo lo devo soprattutto a te!
– A me?
– A te che hai sofferto e pregato per me! Dio ti ha ascoltato: l’intensità delle tue preghiere ha contribuito a purificarmi in breve tempo. Se fossi morto di morte naturale nessuno avrebbe pregato così intensamente nella sofferenza! Oh … se tu conoscessi la grandezza, I’altezza e la profondità del mistero divino, ne rimarresti come annichilito! Le cose e gli eventi che nella vita terrena ci sembrano più assurdi e contraddittori hanno sempre una finalità buona che solo Dio conosce. È la grande trama dell’Amore che tutto unifica e che restituisce ogni cosa all’Assoluto! Oh..non avremo parole per ringraziare la divina Maestà della cascata di grazie che riversa in ogni momento sulla nostra esistenza!
Luca avverti un nodo alla gola: la sua commozione era profonda.
– Stefano … quante volte avrei voluto sentirti parlare così per allentare in me quel terribile rimorso!
– Così ha disposto la Provvidenza che tutti ama indistintamente. Non ti angosciare più. Tu sei stato una delle cause indirette della mia salvezza. Ora io desidero ardentemente la tua. Non guardarti mai indietro per non rischiare di rimanere immobile come la moglie di Lot, che appena disobbedì all’angelo divenne sale.
– Cosa significa”non guardarti mai indietro?”Abbandonare forse ogni ricordo? Come posso realmente reagire di fronte ad un fatto così traumatico? Esso mi si ripresenta alla mente in maniera ossessiva.
– Abbandonati alla divina volontà. Colui che è infinita Misericordia concede ad ogni uomo la possibilità di riscattarsi. Non voler limitare la potenza di Dio, non rinchiuderlo nei tuoi concetti umani perché Colui che conta tutti i capelli del tuo capo ha anche creato il Firmamento. Nulla a Lui è impossibile … nemmeno trasformare le pietre in figli di Abramo. Non ti preoccupare, Luca, anche quando ci si crede interpreti siamo solo strumento nelle sue mani!
– Stefano … dimmi anche tu … cosa hai provato nel momento del tuo trapasso, quando io, pieno di angoscia, tenevo il tuo capo agonizzante tra le mie braccia?
– Le parole umane sono insufficienti per descrivere quel momento. Tuttavia cercherò di placare la tua morbosa curiosità. Quando tu, disorientato, cercavi di rianimarmi sentivo molto bene le tue parole accompagnate da un respiro affannoso. lo, invece, avvertivo una serenità e una pace senza precedenti fino a che non entrai in una specie di galleria oscura fatta a spirale.
Cominciai a percorrerla con un movimento a vite estremamente rapido … poi ebbi la netta sensazione di essere uscito dal mio corpo e di librarmi leggero nell’aria circostante. Stavo coscientemente assistendo a tutta la scena: la tua angoscia, i passanti che si precipitavano sul luogo dell’incidente, la bicicletta ammaccata a pochi passi dalla tua macchina, l’urlo della sirena dell’autoambulanza, lo scompiglio della gente. lo osservavo quel corpo che tu tentavi di rianimare, ma sentivo di avere un altro corpo diverso per i suoi poteri: leggero e fluttuante, quasi disincarnato. Poi, all’improvviso, ho visto una grande luce calda che mi attirava a sè. Ma non ero ancora pronto per il Paradiso.
– Anche tu come Andrea, dunque?
– Stabilirsi definitivamente nella Luce non è cosi semplice come ingenuamente credi, Luca. Sai realmente cosa significa amare? Amare significa essere simili a Dio, così come Egli è. In Lui non c’è calcolo od ostentazione. Egli crea e lascia vivere senza mai imporre la sua presenza, anche se Egli è l’Onnipresente. Tutte le azioni divine sono così: dalla Vita scaturisce ogni vita. Egli è una fonte purissima alla quale si attinge solo nella purezza. In questa eterna beatitudine tutti noi gioiamo della grandezza e della purezza degli altri. Nella vita terrena non è cosi: in me serpeggiavano mille invidie ed attaccamenti e nonostante intuissi la materialità di questi sentimenti, continuavo ad essere carnale. Alla Divina Misericordia è bastato un solo
attimo di pentimento, una presa di coscienza di quel mio modo di essere inautentico per redimermi in virtù della passione e morte di Cristo. Avevo solo bisogno di preghiere e sacrifici … tu hai realmente contribuito alla mia salvezza. Oh..Io capirai a suo tempo!
– Quel che mi dici è bello e consolante. Ma basta davvero un attimo per riscattare un’intera vita di peccato?
– Davanti a Dio non conta nè il tempo nè lo spazio. È Lui che fa vivere e fa morire. Oh … la grettezza dei mortali che pensano che l’Onnipotente giudichi come loro! Solo Dio conosce il peso e la portata di ogni azione umana.
Una vita di peccato può essere meno grave di un attimo di orgoglio, lo capisci? La vera bestemmia è quelia contro lo Spirito Santo, quella di chi vuole limitare la sua azione. L’orgoglio indurisce ogni cuore ed impedisce I’azione fecondante dello Spirito che tutti chiama alla perfezione del Padre. Anch’io nella vita terrena facevo le stesse domande, Luca. Mi chiedevo se era giusto il perdono concesso al Buon Ladrone dopo una vita dissoluta. Ma ora capisco bene che giudicavo male Dio…soprattutto nell’attimo in cui ho preso coscienza della superficialità della mia vita. Al Padre basta un attimo, credimi. E Lui il fautore dell’essere ed anche ogni atto realmente spirituale è da Lui ispirato. Nella vita terrena nessuno è certo di essere salvato, fino all’ultimo istante, anche se ha compiuto grandi sacrifici e rinuncie.
Ognuno può essere colto nell’istante che nemmeno immagina e che solo il Padre conosce. Ciò che importa è I’abbandono fiducioso. Pur lavorando per il Regno dei Cieli, attraverso numerose tribolazioni, ogni uomo retto sa che Dio non lo deluderà e che Egli saprà sfruttare i momenti migliori della sua vita per l’eternità.
– Ma quali sono i momenti migliori?
– Non avrei mai immaginato, Luca, che i momenti migliori sono stati vissuti da me come i peggiori. Ora sto lodando Iddio per le sue meraviglie, perché nonostante una vita di peccato Egli mi aveva già preparato una casa nel suo seno. Era necessario passare attraverso numerose tribolazioni! Davanti al Padre è importante una vita virtuosa, ma a Lui piace che lo si ricerchi con cuore umile e sincero. È per questo che spesso permette che si viva scabrosamente lontano da Lui. Da qui può nascere nel cuore il desiderio della sua presenza, desiderio che può essere espresso in un attimo … inconsciamente, anche senza formule, attimo che diventa tenue radici di fede, speranza e carità. Il Paradiso è popolato di anime riscattate all’ultima ora che hanno beneficiato delle preghiere e dei sacrifici del viventi. Eppure i grandi santi provano un’immensa gioia e glorificano Iddio per questo.
– Ma tra di voi non nasce mai un barlume di gelosia per i più grandi del Regno?
– Gesù aveva predetto che ci saranno molte sorprese nel Regno dei Cieli. Qui ogni spirito brilla di una luce particolare e ci sono diversi gradi di splendore. Credimi, ognuno è contento del suo stato e glorifica Iddio per lo spiendore degli altri. C’è quasi una gara nell’ammirare le opere di Dio in tutti. Non può esserci alcuna ombra d’invidia e di gelosia: essa fa parte del regno opposto di Satana. I grandi santi sono anche i più umili perché sanno realmente ammirare la santità degli altri. Se tu conoscessi la beatitudine di questo stato, Luca, non desidereresti altro che morire al mondo!
– Stefano, io desidero morire al mondo. Ma ho paura: il mio animo è debole e vacillante. Come posso raggiungere questa beatitudine se in me serpeggiano orgoglio ed egoismo?
– Prega sempre più intensamente, e lo Spirito ti aiuterà. Nulla è impossibile ai suol occhi. Invoca tanto Maria che molto può presso ii Padre!
-S! … Ella m’ha parlato … m’ha detto di seguire la mia vocazione!
– La tua vocazione è di diventare perfetto come il Padre, Luca.
– Ma in che modo? Aiutami a capire … ti prego! Non tralasciare di rispondere alla mia domanda … non essere evasivo, ti prego!
– Ritirati nella tua cella interiore e vi scoprirai nella preghiera la volontà del Padre. A noi non è dato di suggerirvi ciò che è già stato rivelato nel Vangeli e nella Chiesa. Ogni uomo dovrà capire la sua strada illuminata dalla fede.
Addio, Luca, grazie di tutto … grazie … la mia riconoscenza sarà eterna!
Il corteo svanì e Luca si ritrovò seduto sull’orlo della tomba di quel giovane. Alcuni passanti si erano fermati a guardarlo stupefatti pensandc avesse bisogno di aiuto. Ma Luca velocemente si dileguò e ritornò al convento per svolgere gli incarichi che gli erano stati affidati.

Dal Libro: “Come ci vedono dall’all’aldilà” di Pier Angelo Piai

 

La Regina della Pace un giorno disse ai veggenti che molte anime, dopo la morte, vanno al Purgatorio ed attendono da noi preghiere e sacrifici.

Ma perché le nostre preghiere possono aiutarle a salire verso la luce?

Ciò in virtù della Comunione dei santi, la quale è una verità ribadita anche dal credo apostolico.

Consideriamo ciò che avviene nella nostra vita quotidiana:

Nella dimensione terrena ogni uomo vive grazie agli altri: riceve il DNA, il mantenimento e l’educazione dai genitori, eredita la lingua e la cultura dei progenitori, veste e mangia ciò che altri hanno realizzato con fatica, usufruisce dei beni a cui moltissimi hanno contribuito, beneficia del welfare, è protetto dalla legge, è istruito ed informato con mezzi pubblici e privati. Nessun uomo è un’isola, insomma. In qualche modo, nel bene o nel male dipendiamo anche dagli altri.

Questo fatto potrebbe costituire un’analogia per la dimensione spirituale. Si rientra in quella che denominiamo economia divina”.

Tutti noi possiamo sostenerci reciprocamente con le preghiere di intercessione, sia nella dimensione terrena che in quella spirituale, pur consapevoli che la Provvidenza sorregge tutto.

Se in unione con Cristo, noi offriamo le preghiere e le sofferenze per i defunti, essi ne beneficiano perché collaboriamo così al piano salvifico del Signore.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

 

In questo video espongo in sintesi alcune considerazione su ciò che ci attende dopo la morte terrena, basandomi sulle Sacre Scritture, sulla Tradizione cristiana, sul Catechismo e su alcune rivelazioni private, comprese quelle approvate dalla Chiesa.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Le anime dei defunti potrebbero trovarsi in una delle tre dimensioni: paradiso, purgatorio o Inferno. Premetto che nulla accade se Dio non lo permette.

Coloro che sono all’inferno odiano Dio, il prossimo e se stessi, per cui potrebbero interessarsi vagamente di noi solo per l’aspetto malefico relativo alle nostre ombre o potrebbero provare invidia per la possibilità che abbiamo di salvarci.

Le anime del Purgatorio sono già sicure del fatto che vivranno nella pienezza con il Signore ed attualmente soffrono per non poterlo ancora vedere faccia a faccia. Ma se Dio lo permette potrebbero anche conoscere alcuni nostri comportamenti, come ad esempio se preghiamo ed offriamo sacrifici per loro.

Le anime del Paradiso vivono la beatitudine eterna in Dio, pertanto essendo più simili a Lui il loro sguardo diventa sempre più divino. Esse, come Dio, provano misericordia verso di noi ed intercedono se noi glielo chiediamo fervorosamente nella preghiera.

Il Signore potrebbe permettere a loro anche di conoscere le nostre fragilità: esse, però, non giudicano come pensiamo, ma continuano ad intercedere affinché riusciamo a sconfiggere le tenebre per salire verso la luce.

Pertanto è giusto chiedere l’aiuto dei santi e dei defunti del purgatorio e del paradiso.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

In virtù della comunione dei santi, i nostri cari defunti, sia coloro che si trovano nel Purgatorio che quelli che si trovano in Paradiso, possono, se Dio lo permette, conoscere la nostra situazione per quanto riguarda il cammino spirituale.

Essi intercedono continuamente per noi e presentano al Signore anche le nostre preghiere ed i nostri sacrifici a loro beneficio.

In un certo senso ci seguono e “tifano” per noi affinché possiamo raggiungere la salvezza eterna nel giorno del nostro trapasso. Gesù stesso dice che in Cielo ci sarà una grande festa per un solo peccatore convertito.

E proprio in quel giorno particolare qualora, grazie alla Misericordia divina, siamo ritenuti degni di entrare nella Santa Dimora eterna, essi ci vengono incontro insieme alla Trinità, ai Santi ed agli angeli con una festa inimmaginabile.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2500) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

In virtù del dogma cattolico della Comunione dei santi tutti possono pregare per gli altri e tutti possono ricevere benefici dalle preghiere altrui. Quindi, quando preghiamo per le persone, il Signore, il quale è Amore Onnipotente, può intervenire a loro favore quando ritiene opportuno, e le preghiere recitate con fede e devozione non andranno mai disperse.

Nel caso di persone defunte noi possiamo pregare per le loro anime e se sono al Purgatorio le aiutiamo a salire verso la luce.

Quando però sappiamo che una persona defunta non si è comportata cristianamente in vita, è possibile pregare per la sua salvezza in modo retroattivo?

Un sacerdote mi ha risposto che Dio tenta tutti i modi per salvarci, ma non può limitare la nostra libertà di scelta. Pertanto coloro che si trovano all’inferno non possono essere più salvati e la nostra preghiera, anche retroattiva, andrà a beneficio di qualcun altro…

 

È POSSIBILE LA PREGHIERA DAGLI “EFFETTI PREGRESSI”?

 

Luca, che è cattolico, è afflitto da una pesante pena interiore: suo padre Anselmo è vissuto nei vizi, nell’adulterio e nell’alcol. Bestemmiava sempre. Non frequentava la chiesa ed è morto senza confessarsi e apparentemente senza pentimento.

Addolorato, Luca, si chiede sempre: Dove sarà ora l’anima di mio padre? E se fosse all’inferno? Il dolore di Luca sta nel dubbio sulla salvezza di suo padre ma questo non gli impedisce di pregare per la sua anima qualora fosse nel Purgatorio.

Luca, comunque, pensa tra sè che la sua insistente orazione possa avere anche “effetti pregressi”, per cui questa sua fervente preghiera potrebbe essere efficace anche per la linea temporale del passato di suo padre Anselmo, quando egli era ancora in vita.

Luca, insomma, spera che anche all’ultimo momento suo padre possa avere avuto un barlume di Luce che abbia potuto far scaturire in lui un sincero pentimento utile alla salvezza eterna della sua anima, beneficiando delle sue preghiere anche attuali.

 

 

È possibile che Luca venga esaudito? La nostra logica terrena tende a valutare tutto in un contesto spazio-temporale, per cui il passato è passato e non può più essere modificato da chi vive nel presente attuale.

In effetti la nostra logica ci dice che anche se ora dovessimo pregare affinchè i gravi peccato del passato contro l’umanità non fossero mai stati consumati, essi sono ormai storicamente avvenuti e quindi sembra inutile la preghiera.

Riflettendo bene sulle Sacre Scritture, però, sappiamo che Gesù, incarnandosi e patendo per tutti gli uomini di ogni tempo e spazio, ha pregato ed offerto la sua vita anche per loro.

Questo perché si è storicamente incarnato in un determinato tempo e spazio, ma il riverbero della sua offerta al Padre si ripercuote in tutta l’umanità dall’inizio alla fine proiettandosi nella dimensione trascendente del Risorto.

Il credo cattolico afferma che dopo la Risurrezione Gesù “scese agli inferi” per condurre con sé in Cielo i giusti vissuti precedentemente alla sua comparsa storica.

Quindi il suo valore salvifico non è limitato nel tempo e nello spazio contingenti.

Gesù ha anche pregato e si è offerto vittima per gli uomini del passato, del presente storico e del futuro. Per Tutti. La sua, quindi è stata in qualche modo una preghiera ed un’offerta dagli effetti anche pregressi.

Quando noi preghiamo ed offriamo sacrifici lo facciamo in unione con Gesù che ha patito, è morto e risorto. Questa unione arreca i suoi frutti perché è avallata dalla dichiarazione di Cristo stesso: qualunque cosa chiederete nel mio nome io ve la concederò.

Quando preghiamo in unione con Lui, possiamo pregare per tutti coloro che ci hanno preceduto, e che hanno quindi già percorso la dimensione spazio-temporale in modo che vengano proiettati in quella trascendente?

Non possiamo pensare che sicuramente una tale persona si sia dannata definitivamente se noi oggi preghiamo per lei: la nostra preghiera è stata raccolta insieme a quelle di Gesù ed il Padre ha fatto in modo che questa persona in qualche modo abbia visto la luce, almeno all’ultimo istante di vita?

È utile allora pregare per la salvezza eterna di tutte le persone che ci hanno preceduto, fossero Caino, Giuda, Nerone, Napoleone o Hitler?

In Gesù Cristo possiamo dire : “quello che è stato è stato” per cui non possiamo fare più niente per coloro che ci hanno preceduto?

Si è soliti pensare che se uno è dannato rimane dannato in eterno, per cui è inutile pregare per le anime dell’inferno. Noi, però, non sappiamo se qualcuno è davvero all’inferno.

Ma noi, pregando attualmente in unione con Gesù Cristo, collaboriamo alla salvezza delle persone che ci hanno preceduto?

Anche se per loro fosse stato l’ultimo istante della vita, avrebbero potuto ricevere un barlume di grazia utile per la loro conversione grazie anche alla nostra preghiera attuale ed ai nostri sacrifici uniti con quelli di Gesù Cristo?

 

(Sarei grato se qualche teologo rispondesse a queste domande)

 

 

1 Giugno 2016

SITI CON RIFLESSIONI E LITURGIA

http://www.riflessioni.it

Liturgia delle ore:
http://www.liturgiadelleore.it/

PENSIERO DEL GIORNO:

“Ogni progresso spirituale deve essere inteso come espressione di grado superiore di amore e non semplicemente come progresso del nostro comportamento morale, il quale può avere origine da un motivo gratificante e condizionarsi e terminare in esso ” (p.Albino, Diario, p.218)

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

PELLEGRINAGGI A MEDJUGORJE DA CIVIDALE

commenti personali di alcuni messaggi:

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

LA BIBBIA DI GERUSALEMME GRATIS IN PDF EBOOK
Per chi non lo sapesse è pronta l’intera Bibbia di Gerusalemme in formato pdf ebook gratis in lingua italiana da scaricare :


bibbia-gerusalemme.pdf

 

 

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron

1 Giugno 2016

Alida Puppo

Chi è Alida Puppo

1 Giugno 2016

Enrico Marras

Chi è Enrico Marras

1 Giugno 2016

MULTIMEDIALITÀ del curatore del portale:

VIDEO PER LA RIFLESSIONE
Video personali su alcune località del Friuli
CIVIDALE DEL FRIULI – Patrimonio dell’UNESCO
SLIDES UTILI PER LA FORMAZIONE
Esistere con stupore
ULTIMI AGGIORNAMENTI

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

28 Agosto 2009

Beppino Lodolo – una voce amica per gli italiani nel mondo

BEPPINO LODOLO

10 Marzo 2008

SOLIDARIETA’ per chi soffre della malattia del BURULI

http://www.amicipl.it/WebBuruli.htm
http://it.youtube.com/watch?v=tDdRLKJYd3w
Chi volesse aiutare queste persone scriva:
e-mail:roberto@amicipl.it

EMERGENZA MALI
Aiutiamo una bimba cinese senza arti inferiori:

fileDBicn_boh picture
chinagirl.pps

 

 

20 Ottobre 2006

Preghiere con testi e mp3

Preghiere con testi e mp3

IL CASO DI UNA STIMMATIZZATA DI UDINE, RAFFAELLA LIONETTI, UMILE MISTICA
Raffaella Lionetti, la Gemma Galgani di Udine

6 Agosto 2006

Riflessioni audio in mp3. Video personali

Riflessioni audio mp3 Video personali

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron

21 Novembre 2001

Artisti Friulani

continua