Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

ANCHE GLI SCIENZIATI CHE STUDIANO IL TEMPO DOVREBBERO TENER PRESENTE L’ISTANTE DIVINO

 

 

 

Noi siamo abituati a pensare che il futuro è un tempo che deve ancora avvenire, per cui non può essere mai individuato in pienezza. In qualche modo noi riusciamo a prevedere molti fatti ed eventi in base all’esperienza del passato, ma ci sono molti più “imprevisti” che sfuggono alla nostra capacità di discernimento.

Sappiamo, comunque, che molte profezie della Sacra Scrittura si sono avverate, così quelle dei mistici od anche di alcuni particolari sensitivi. Sarà capitato anche a noi di prevedere alcuni eventi con una certa precisione, sia attraverso i sogni od anche attraverso particolari premonizioni. Come mai?

Nell’ambito dei luoghi comuni noi consideriamo il tempo come segmenti che si succedono, quasi “spazializzandoli” ed è per questo che non riusciamo a vedere il futuro nella sua interezza.

I teologi sono quasi tutti d’accordo nel ritenere che Dio è Signore del tempo, per cui in Lui tutto avviene nell’istante eterno. Egli sa perfettamente quello che è accaduto ed accadrà all’Universo, alla terra ed ad ogni essere creato.

È un presupposto importante per poter approfondire il nostro concetto di tempo e, quindi anche il relativo “avvenire”.

Se Dio vede tutto nell’istante, allora il suo sguardo abbraccia ogni cosa. Egli è l’Alfa e l’Omega.

Premesso che ogni uomo è stato creato ad immagine e somiglianza di divina, alcuni mistici, essendo persone particolarmente orientate ed aperte a Dio, vengono maggiormente “divinizzate”. La loro speciale vicinanza a Dio li rende particolarmente sensibili al riverbero divino, per cui anche la loro anima e, di conseguenza, anche la loro mente si configura gradualmente alla natura divina.

Alcuni di essi, dotati di particolari carismi, hanno la facoltà di predire il futuro perché vivono già su questa terra una certa simbiosi con Dio.
Il loro sguardo interiore può anticipare ciò che di importante accadrà, perché, in fondo ciò che avverrà è in qualche modo presente, ed è come se fosse già avvenuto.

In sostanza, in Dio, si superano le barriere del tempo e dello spazio e chi vive in Lui anticipa la vita divina nell’istante.

Gesù è l’uomo-Dio in cui umanità e divinità sono in perfetta simbiosi. È Lui il vero capostipite della nuova umanità, il punto di riferimento di ogni uomo che progredisce umanamente e spiritualmente. Egli ci fa comprendere anche il destino di ciascuno di noi. I vangeli ne descrivono la sua intensa carica profetica.

Ad esempio, Gesù afferma “Io sono” e prevede la sua morte e risurrezione. Ciò significa che Egli è davvero Signore del tempo e dello spazio e che la vita eterna si trova in Lui. È nell’istante. Gesù vive la vita terrena nell’istante perché è tutto orientato verso il Padre. Tutti noi in Lui viviamo nel “già e non ancora”.

In Lui risorgiamo e viviamo per ora nel tempo ma non siamo del tempo, ma nella vita eterna. Anche l’Eucaristia ci ricorda questa realtà, perché essa ci fa assimilare in Lui, morto e risorto.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000 iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Se sei iscritto, qualora lo desiderassi, fai parte della “CONFRATERNITA della COMUNIONE DEI SANTI” beneficiando delle preghiere di tutti i membri.

 

 

 

UNA VOCE DAL DESERTO:

 

 

Parecchi problemi umani sono il frutto della mente distorta che desidera sempre ciò che non ha. Molti progetti rovinano la vita degli uomini perché non servono al loro perfezionamento.

Essi li fanno continuamente proiettare mentalmente nel futuro e non vivono mai il vero presente. Per questo sono completamente infelici: non hanno capito che il futuro non esiste perché sarà sempre un presente non vissuto.

C’è chi vive di ricordi del passato e chi desidera I’attuazione del futuro. Ma è un inganno della mente che non sa godere la realtà del presente. Chi vive realmente il presente è già inserito nella vera eternità: egli vive e sa amare tutto ciò che la vita gli propone.

Tutto è presente: voi siete nella realtà ciò che siete nel presente e non altro.
Cambierete, muterete, vi evolverete in tutti i piani della realtà esistenziale,ma la coscienza è sempre viva e attuale nel presente, mai nel passato o nel futuro.

Un ricordo è un atto presente della mente, così un progetto od un’aspirazione, o un desiderio. Se desiderate smodatamente vi proiettate in un tempo che non esiste e questa è pura follia perché vi disperdete nel nulla. Non vivete la vostra realtà spazio-temporale presente, siete alienati.
Non desiderate ciò che è giusto desiderare, cioè desiderate male! Cercate di adoperare rettamente la vostra mente per giudicare con vera saggezza. Anche la Sacra Bibbia riporta espressioni di retto desiderio “0 Dio, tu sei il mio
Dio, all’aurora ti cerco, di te ha sete l’anima mia, a te anela la mia carne ……
Desiderare Dio al di sopra di tutto e di tutti è realmente vivere il presente perché in Lui non c’è limite spazio-temporale. Per essergli gradito non dite voi cristiani che bisogna osservare i dieci comandamenti? Quei comandamenti costituiscono un freno al desiderio smodato. Gli ultimi sono significativi: “non desiderare la roba d’altri e la donna d’altri”. Desideri simili mettono Dio all’ultimo posto e questo è un grave errore per la propria evoluzione.

Dio va amato al di sopra dei propri interessi e questa è la vera felicità e la vostra pienezza. Amare Dio è difficile ma anche facile per chi
conosce la via. Amare Dio significa vivere già l’eternità nel presente perché ogni istante è eternità. Dalla dimensione che vi attende dopo la morte non si può più sfuggire perché in essa non c’è più passato o avvenire ma solo eterno presente.

L’eterno presente che è divino. L’ultimo istante della vita terrena è fondamentale perché in esso è racchiusa l’eternità che determinerà la vera vita. La persona realizzata vive già quest’ultimo istante. Gesù stesso parla della sua “ora” dicendo che è proprio per quell’ora che Egli è venuto. E così gli altri grandi uomini come tutti i santi.

Chi vive come fosse in quell’ultimo istante non desidera altro, si sente completamente rappacificato con se stesso, gli altri e Dio. Non è teso, in lui non c’è tensione nevrotica, non c’è desiderio inutile. L’unico desiderio è vivere I’attimo, ma il saggio sa già di vivere I’attimo ed è in pace. Non subisce alcuna evoluzione perché è totalmente armonizzato con il proprio centro interiore. Qualsiasi cosa faccia la fa senza tensione. Qualsiasi! Mangiare, bere, dormire, camminare, ascoltare, parlare, operare, pensare. Nulla lo turba.

Ogni attimo viene vissuto in pienezza e nulla è banale. Per il vero saggio nulla è banale, ricordatelo, nulla! Cristo stesso dice: “non affannatevi per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini!”.

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI”
(può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

Vivere il presente non è facile. In genere siamo tentati di sfuggire il presente immaginando un futuro migliore.

Ma è solo un’illusione perché anche il futuro, se ci pensiamo bene, sarà sempre un presente.

La persona più serena è quella che sa immergersi nel presente, anzi nell’istante, trovando interessante tutto ciò che percepisce e come lo percepisce con la propria mente.

Per poter indagare come funziona la propria mente, però, non ci si deve preoccupare di giudicare noi stessi, altrimenti si inquina l’indagine stessa e perdiamo l’obiettività e la serenità interiore.

Chi riesce a comprendere almeno un aspetto della propria dinamica mentale, trova ogni momento interessante e non si preoccupa più del futuro come faceva prima. Comincia a vedere le cose e persino se stesso con distacco, rimanendo interiormente tranquillo.

Questo, in un certo senso, potrebbe costituire già un piccolo anticipo di Paradiso….

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Dire che Dio è “eterno” significa che Egli è Signore del tempo e dello spazio perché Egli è l’Esistente, l’Alfa e l’Omega, l’Amore Onnipotente che fa esistere Tutto.

Le nostre categorie umane non riescono a concepire l’Eternità perché prigioniere della dimensione spazio-temporale. Ma in Dio non ci sono il tempo e lo spazio come intendiamo noi terrestri.

Non ha senso chiedersi cosa faceva Dio “prima” della Creazione. Dio ha creato tutto dal nulla. La Creazione si sta evolvendo e noi, con i nostri ragionamenti umani, associamo a queste tappe evolutive il “tempo” immaginando gli istanti che si susseguono gradualmente, applicando erroneamente questo concetto a Dio.

La stessa scienza, con la teoria della relatività, sostiene la stretta correlazione tra spazio e tempo. Ma Dio non è in “evoluzione” come la sua Creazione che si sta orientando a Lui. “Egli è” e basta. In Lui non ci sono passato, presente o futuro perché ha già tutto presente nell’istante. L’istante divino è trascendente rispetto alla dimensione spazio-temporale che immaginiamo.

Quando il salmo 90 dice “Ai tuoi occhi mille anni sono come il giorno che ieri è passato”, significa anche che Dio ha tutto presente ai suoi occhi ed è immutabile.

Nulla è “prima” o “dopo” di Dio perché Egli è l’unico Signore esistente che dona per amore l’esistenza a chi vuole…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Ogni forma di preoccupazione é una sofferenza che aggiungiamo agli eventi che non sono ancora presenti. Si dovrebbe essere prudenti, ma non preoccupati eccessivamente.

Tutto passa. Quello che é stato non ritorna, quello che sarà non é completamente nelle nostre mani.

Passa la scena di questo mondo ed il futuro diverrá passato.

Vivere l’istante in pienezza porta la serenitá interiore, consapevoli che Dio non si dimentica mai di noi ed é il nostro piú attento ascoltatore…

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

NESSUN ISTANTE È ESATTAMENTE UGUALE ALL’ALTRO

Se desideriamo evitare la depressione causata dalla monotonia della vita, riflettiamo in profondità sugli istanti della nostra esistenza.

La nostra mente spesso valuta piuttosto superficialmente lo scorrere del tempo e si sofferma poco sui suoi contenuti, sicché ha l’impressione che l’intero arco della giornata sia molto simile a quello della giornata precedente.

Ma non è proprio così, perché noi, se vogliamo, possiamo esercitare le nostre capacità creative considerando la preziosità di ogni istante che passa, spolverandolo dalle incrostazioni dell’abitudine. È necessario essere consapevoli che ogni istante è un dono del Creatore, il quale ci sostiene e ci mantiene in vita.

Noi possiamo osservarlo da infinite prospettive ed è per questo che nessun istante è esattamente uguale all’altro.

Ecco perché nell’aldilà dei redenti non potranno sussistere depressione, noia o malinconia: vivendo assimilati in Dio saremo immersi nell’istante, non più nel tempo cronologico, perché tutto avviene nell’Eterno Presente, nel quale glorificheremo Dio per sempre.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Si può fermare il tempo? È una domanda che ogni tanto sento e personalmente la trovo un po’ bizzarra.

Chissà cosa intende colui che pone questo interrogativo? Ma cosa intendiamo noi per “tempo”?

La risposta è semplicemente nella definizione che noi diamo, quindi è sempre nella nostra mente. Il “tempo” è un’elaborazione mentale perché non possiamo identificarlo come qualcosa di oggettivo.

Noi generalmente siamo abituati a pensare che tutto ciò che accade è contenuto nello spazio e nel tempo, per cui dividiamo, moltiplichiamo, sottraiamo o sommiamo frazioni temporali. Sappiamo, però che il passato non c’è e nemmeno il futuro perché tutto si svolge nell’istante nel quale la mente attiva ricorda e proietta .

Chiedere se si può fermare il tempo è come stravolgere lo stesso concetto di “tempo”, perché, ricordiamocelo, è solo un concetto. È come se chiedessimo se si può limitare lo spazio infinito.

Il vero limite è in noi perché spesso non siamo abituati a pensare oltre i luoghi comuni.

Noi viviamo sempre nell’istante e questo fatto ci suggerisce che siamo fatti per Dio, il quale è oltre lo spazio ed il tempo, cioè nell’ETERNITÀ.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Quando consideriamo la morte di qualcuno, potrebbe essere l’occasione per riflettere sulla nostra morte corporale, perché tutti coloro che sono morti ci hanno solo preceduto. Ma non dobbiamo farlo con angoscia, perché chi si abitua a convivere con il pensiero della morte, in un certo senso, ha più probabilità di vivere meglio il presente.

Un motivo è perché egli non si illude con aspettative che spesso lo fanno fuggire dalla vera vita presente per proiettare il suo stato d’animo in un futuro incerto, arrecando così frustrazioni continue.

Un altro motivo è la speranza cristiana dell’aldilà, in una dimensione da risorto insieme ad altri risorti in Cristo, dove si potrà vivere in pienezza senza più subire il dolore e la morte.

 

(Una voce dal deserto)

 

 

 

 

 

Il gatto non ha problemi di bassa autostima.

La mucca non è depressa.

Il cane non si preoccupa del futuro.

La rana non è ansiosa.

L’uccello non assume psicofarmaci.

Impariamo dalla natura: viviamo il presente ovunque ed in qualsiasi situazione ci troviamo. Non dobbiamo lasciarci coinvolgere dal pensiero che interpreta le emozioni rendendole spesso negative.

Noi non siamo stati creati per la sofferenza. Spesso siamo noi a provocare la sofferenza nel voler continuamente tenere sotto controllo l’io, nel costruirci continuamente una corazza difensiva o la maschera d’occasione.

Ci lasciamo troppo spesso sorprendere da molte paure. L’eccessiva preoccupazione per il futuro ed i sensi di colpa del passato ci distolgono da ciò che è davvero essenziale: vivere l’attimo nella consapevolezza che il tempo non esiste.

Ciò ci aiuta a liberarci dal sentimento del possesso e dalla ricerca del piacere fine a se stesso che ci fa piombare nei vizi.

Si può davvero vivere l’istante lasciando ogni forma di preoccupazione ed abbandonandoci al Trascendente.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2500) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Gesù all’anima: Oh la preghiera! Prega, prega, prega e sii certo di operare pregando, perché la più potente delle azioni è la preghiera. La scala dei Cielo è la mia Volontà.

La via per raggiungere la mia Volontà è l’abbandono e la fiducia nelle piccole cose; la via della fiducia è il pensare poco a quello che è successo e a quello che può succedere.

A che scopo pensare al passato che non è più? A che scopo pensare al futuro che non dipende da voi?

Riposate in me compiendo fedelmente ogni proprio dovere, facendo tutto quello che dipende da voi nel momento nel quale dovete operare: ecco il segreto della pace interna e quindi dei fervore dell’anima.

Non vi è fervore senza calma e non vi è calma senza pieno abbandono in me…

https://www.piccolifiglidellaluce.it/…

 

disegni di Perla Paik

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2300) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Il tempo degli esseri umani non è indeterminato, ma segnato da un inizio e una fine. Per questo vi invito a chiedere la grazia del senso del tempo; altrimenti, c’è il pericolo di rimanere chiusi in se stessi.

La morte è un fatto che tocca a tutti. Bisogna tenere questo sempre ben presente affinché non si ceda alla tentazione del momento, all’ egoismo, alle illusioni.

Il fedele deve essere orientato verso il futuro e percepire la morte che verrà come un invito a testimoniare la vita nel presente.

Essendo mortale il fedele è chiamato a vivere in maniera responsabile e illuminare il presente.

Essere consapevoli della propria mortalità ci aiuta e ci fa bene. (papa Francecso)

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2300) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

È ASSURDO VIVERE NELL’ANSIA

Perché preoccuparsi per tutto quello che dovrà accadere se non sappiamo cosa realmente succederà fra qualche secondo?
Noi possiamo solo immaginare il futuro in base alle esperienze del passato ma ciò che realmente accadrà di sicuro non ci è dato di sapere.
Dobbiamo essere sinceri con noi stessi: nonostante la scienza progredisca possiamo prevedere con certezza qualsiasi terremoto od una improvvisa voragine? Ed una catastrofe cosmica come un meteorite o un eccesso di raggi gamma provenienti da qualche parte dell’immenso spazio in cui ci troviamo a pellegrinare? Tanti muoiono all’improvviso, senza preavviso, per incidenti di ogni tipo o per infarti ed ictus.
A che scopo, dunque, mettersi in ansia per qualcosa che non possiamo prevedere sicuramente?
La saggezza consiste nel vivere l’istante, solo l’istante, consapevoli che tutti siamo sorretti da Colui che ci ha fatti esistere…

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO:
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1486#disqus_thread

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1487

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1412

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ”  ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali)
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1323.

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace)
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1322

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi)
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1392

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1451

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di1700) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”:  http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di http://www.mondocrea.it

Il Vangelo – Ermes Ronchi

Le piaghe del povero, carne di Cristo

XXVI Domenica – Tempo Ordinario – Anno C
25 Settembre 2016

In quel tempo, Gesù disse ai farisei: «C’era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; ma erano i cani che venivano a leccare le sue piaghe. Un giorno il povero morì e fu portato dagli angeli accanto ad Abramo. Morì anche il ricco e fu sepolto. Stando negli inferi fra i tormenti, alzò gli occhi e vide di lontano Abramo, e Lazzaro accanto a lui. Allora gridando disse: “Padre Abramo, abbi pietà di me e manda Lazzaro a intingere nell’acqua la punta del dito e a bagnarmi la lingua, perché soffro terribilmente in questa fiamma”». (…)

La parabola del ricco senza nome e del povero Lazzaro è una di quelle pagine che ci portiamo dentro come sorgente di comportamenti meno disumani.
Un ricco senza nome, per cui il denaro è diventato l’identità, la seconda pelle. Il povero invece ha il nome dell’amico di Betania. Il Vangelo non usa mai dei nomi propri nelle parabole. Il povero Lazzaro è un’eccezione, una felice anomalia che lascia percepire i battiti del cuore di Gesù.

Morì il povero e fu portato nel seno di Abramo, morì il ricco e fu sepolto nell’inferno. Perché il ricco è condannato? Per il lusso, gli abiti firmati, gli eccessi della gola? No. Il suo peccato è l’indifferenza verso il povero: non un gesto, una briciola, una parola. Il contrario dell’amore non è l’odio, ma l’indifferenza, per cui l’altro neppure esiste, e Lazzaro è nient’altro che un’ombra fra i cani.

Il povero è portato in alto; il ricco è sepolto in basso: ai due estremi della società in questa vita, ai due estremi dopo. Tra noi e voi è posto un grande abisso, dice Abramo, perdura la grande separazione già creata in vita. Perché l’eternità inizia nel tempo, si insinua nell’istante, mostrando che l’inferno è già qui, generato e nutrito in noi dalle nostre scelte senza cuore: il povero sta sulla soglia di casa, il ricco entra ed esce e neppure lo vede, non ha gli occhi del cuore. Tre gesti sono assenti dalla sua storia: vedere, fermarsi, toccare. Tre verbi umanissimi, le prime tre azioni del Buon Samaritano. Mancano, e tra le persone si scavano abissi, si innalzano muri. Ma chi erige muri, isola solo se stesso.

Ti prego, manda Lazzaro con una goccia d’acqua sul dito… mandalo ad avvisare i miei cinque fratelli… No, neanche se vedono un morto tornare si convertiranno!
Non è la morte che converte, ma la vita. Chi non si è posto il problema di Dio e dei fratelli, la domanda del senso, davanti al mistero magnifico e dolente che è la vita, tra lacrime e sorrisi, non se lo porrà nemmeno davanti al mistero più piccolo e oscuro che è la morte.

Hanno Mosè e i profeti, hanno il grido dei poveri, che sono la parola e la carne di Dio (ciò che avete fatto a uno di questi piccoli, è a me che l’avete fatto). Nella loro fame è Dio che ha fame, nelle loro piaghe è Dio che è piagato.

Non c’è apparizione o miracolo o preghiera che conti quanto il loro grido: «Se stai pregando e un povero ha bisogno di te, corri da lui. Il Dio che lasci è meno sicuro del Dio che trovi» (San Vincenzo de Lellis).

Nella parabola Dio non è mai nominato, eppure intuiamo che era presente, che era vicino al suo amico Lazzaro, pronto a contare ad una ad una tutte le briciole date al povero, pronto a ricordarle e custodirle per sempre.

(Letture: Amos 6, 1.4-7; Salmo 145; 1 Timoteo 6,11-16; Luca 16,19-31).

 

 

1 Giugno 2016

SITI CON RIFLESSIONI E LITURGIA

http://www.riflessioni.it

Liturgia delle ore:
http://www.liturgiadelleore.it/

PENSIERO DEL GIORNO:

“Ogni progresso spirituale deve essere inteso come espressione di grado superiore di amore e non semplicemente come progresso del nostro comportamento morale, il quale può avere origine da un motivo gratificante e condizionarsi e terminare in esso ” (p.Albino, Diario, p.218)

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

PELLEGRINAGGI A MEDJUGORJE DA CIVIDALE

commenti personali di alcuni messaggi:

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

LA BIBBIA DI GERUSALEMME GRATIS IN PDF EBOOK
Per chi non lo sapesse è pronta l’intera Bibbia di Gerusalemme in formato pdf ebook gratis in lingua italiana da scaricare :


bibbia-gerusalemme.pdf

 

 

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron

1 Giugno 2016

Alida Puppo

Chi è Alida Puppo

1 Giugno 2016

Enrico Marras

Chi è Enrico Marras

1 Giugno 2016

MULTIMEDIALITÀ del curatore del portale:

VIDEO PER LA RIFLESSIONE
Video personali su alcune località del Friuli
CIVIDALE DEL FRIULI – Patrimonio dell’UNESCO
SLIDES UTILI PER LA FORMAZIONE
Esistere con stupore
ULTIMI AGGIORNAMENTI

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

28 Agosto 2009

Beppino Lodolo – una voce amica per gli italiani nel mondo

BEPPINO LODOLO

10 Marzo 2008

SOLIDARIETA’ per chi soffre della malattia del BURULI

http://www.amicipl.it/WebBuruli.htm
http://it.youtube.com/watch?v=tDdRLKJYd3w
Chi volesse aiutare queste persone scriva:
e-mail:roberto@amicipl.it

EMERGENZA MALI
Aiutiamo una bimba cinese senza arti inferiori:

fileDBicn_boh picture
chinagirl.pps

 

 

20 Ottobre 2006

Preghiere con testi e mp3

Preghiere con testi e mp3

IL CASO DI UNA STIMMATIZZATA DI UDINE, RAFFAELLA LIONETTI, UMILE MISTICA
Raffaella Lionetti, la Gemma Galgani di Udine

6 Agosto 2006

Riflessioni audio in mp3. Video personali

Riflessioni audio mp3 Video personali

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron

21 Novembre 2001

Artisti Friulani

continua