Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

Carlo Acutis aveva anche una bella presenza, ma la sua santità partiva dal cuore. Dio vede in profonditá il nostro cuore, perché l’apparenza corporea é stata creata da Lui, il cuore, cioè il suo orientamento interiore, é una scelta libera di ogni persona e Carlo era continuamente orientato con amore verso il Creatore.
Carlo Acutis, cercava in tutti modi di contraccambiare l’amore divino anche attraverso la sua speciale catechesi basata soprattutto sull’Eucaristia che frequentava assiduamente.
Essendo profondamente spirituale e credente, ad imitazione del Signore Gesù Cristo, Carlo Acutis non faceva differenze tra persone, ma amava sinceramente tutti, giovani, anziani ecc. perché creature di Dio.
Questo libretto contiene anche la testimonianza della madre di Carlo, Antonia Salzano, che ho intervistato direttamente e può essere utile ai giovani, ai catechisti, ai parroci, ma anche ai genitori ed ai nonni.
Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier
Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

 

INVITO IMPORTANTISSIMO

 

ALLA S.V. CHE STA LEGGENDO QUESTO INVITO

Oggi, Domenica 6 settembre, la Signoria Vostra è invitata all’importantissimo incontro che si terrà presso la sua Chiesa Parrocchiale, come ogni Domenica o Festa raccomandata.

Nell’occasione la S.V. potrà conferire con il Re dei Re, Gesù Cristo Eucaristico, il quale si offrirà intero in corpo, Sangue, Anima e Divinità, per albergare nella Vostra anima e concedervi le grazie che più desiderate.

Ricordiamo che questo incontro è sempre straordinario, perché tramite Gesù Cristo tutte le cose sono state create, quelle del Cielo e quelle della terra, compresi i potenti della terra e Voi stesso, ed è Lui che tutto sostiene in ogni istante della Vostra esistenza.

Vi ringraziamo vivamente per la Vostra eventuale adesione.

 

(Una voce dal deserto)

 

 

 

LA SANTA MESSA NON È UN OPTIONAL per un cristiano

Ricordiamoci che il Terzo Comandamento raccomanda di SANTIFICARE LE FESTE. Il modo più importante per un cristiano è quello di partecipare alla Santa Messa Festiva ogni Domenica ed alle feste raccomandate.

Non possiamo definirci credenti, ma non praticanti, perché saremmo in contraddizione.

La Santa Messa non è un optional: per un credente è un dovere, se si è in salute o se non si è impediti da impegni molto importanti. Con essa noi rendiamo il giusto culto al Signore, Creatore del Cielo e della terra, lo ringraziamo gli chiediamo perdono delle nostre mancanze.

Riceviamo il suo corpo, il suo sangue e la sua Divinità: Egli si offre totalmente a ciascuno di noi per riempirci di immense grazie, che nemmeno immaginiamo. Chiediamo al Signore il dono della fede, in modo da renderci conto dei benefici di una sola Santa Messa che frequentiamo. Non trascuriamo per negligenza questo immenso dono che Dio ci elargisce.

Un giorno dovremo rispondere anche di questo, quando sarà il nostro giudizio finale. Chiediamo al Signore anche l’entusiasmo e la gioia di incontrarlo e riceverlo durante la Santa Messa. In questo modo lo glorifichiamo.

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG…

Satana, essendo uno spirito più intelligente, ma perverso e pervertitore, conosce bene l’enorme valore di una sola santa Messa. Per questo usa mille stratagemmi per cercare di distoglierti il più possibile dalla sua frequentazione.
Il primo più significativo è relativo alla pigrizia.
Per questo motivo trovi mille scuse: Dici a te stesso “Non ho tempo”, pur sapendo bene che in giro ci sono tante messe in diversi orari e che un’ora, se vuoi, riesci a trovarla, soprattutto se abiti in città.
Oppure sostieni che la Messa è noiosa e ripetitiva, per cui decidi di andare quando te la sentirai. In questo caso Satana minimizza in te l’importanza del 3° Comandamento il quale richiede di onorare e santificare le Feste, dando il giusto culto a Dio. Egli cerca di convincerti che la Messa in fondo non è così importante come sottolineano i preti, che si può fare benissimo a meno ecc.
Un altro stratagemma del diavolo è quello di rimarcare i difetti della Chiesa e dei preti, suggerendoti che molti di essi si comportano anche peggio dei laici.
Oppure ti evidenzia sottilmente i difetti del tuo parroco, per cui decidi che per questo motivo nemmeno le sue messe sono valide. Se sei adolescente, condizionato dall’ambiente scolastico, da quello socio-culturale e dai compagni, Satana ti suggerisce che la Messa non ha senso.
Te la fa definire cose da bigotti, da bambini e vecchierelle, per cui ti vergogni a frequentare la Chiesa e temi di cadere nel ridicolo. Un altro stratagemma ancora più subdolo consiste nell’indebolire la tua fede sul valore stesso della Santa Messa, fino a farti credere che essa è un rituale puerile, che serve ai preti stessi per illudere gli ignoranti ed i superstiziosi e tu, essendo dotato di intelligenza superiore non ti abbassi a simili “infantilismi”.
Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier
Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: https://www.youtube.com/channel/UCEvG… a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

 

 

Gesù non è compreso: Egli si offre interamente ad ogni uomo nell’Eucaristia, ma pochi gli danno retta e non desiderano ricevere questo immenso dono, il quale è la realizzazione di quello che Gesù stesso ha promesso: “Io sarò con voi sino alla fine del mondo”.

Ognuno di noi credenti ha il compito di comunicare agli altri la grandezza di questo dono per invogliarli ad apprezzarlo seriamente.

Tutti dovremo rispondere davanti a Dio di quello che abbiamo fatto di questo incredibile mistero. Purtroppo moltissimi non credono o sono troppo pigri per correre con entusiasmo a ricevere l’Eucaristia.

Altri sono totalmente indifferenti o ci vanno solo per abitudine con la tristezza e la noia nel proprio cuore. Ciò dispiace moltissimo a Gesù, il quale ci vuole tutti sereni e contenti.

L’Eucaristia è il mezzo migliore per amare Gesù: grazie ad essa siamo spinti ad amare Dio ed il prossimo perché veniamo gradualmente divinizzati per prepararci alla venuta del Regno dei Cieli, l’incontro definitivo della nostra anima con lo Sposo divino.

 

 

 

Se fossimo profondamente coscienti del valore di una Santa Messa ben partecipata, cercheremmo di fare di tutto per frequentarla giornalmente. In essa ascoltiamo le parole del nostro Divino Maestro, gli chiediamo le grazie necessarie per noi ed il prossimo, lo riceviamo in corpo, sangue, anima e divinitá…

Ripeto: riceviamo il corpo, il sangue, l’anima e la divinità di Gesú Cristo, per mezzo del quale tutto esiste e continua ad esistere grazie al suo divino sostegno. Durante la Santa Messa noi possiamo ricevere grandi grazie, tra le quali il perdono delle nostre colpe, la salute dell’anima e del corpo, la risoluzione dei problemi che ci affliggono, la protezione speciale della SS. Trinitá, la forza e la gioia dello Spirito Santo, la pace interiore, la conversione dei nostri cari e di tutte le persone che raccomandiamo al Signore, la benedizione del Padre e la protezione dai nemici e dalle insidie del demonio, la speciale protezione di Maria Santissima (presente, all’Eucaristia insieme agli angeli ed ai Santi), la liberazione delle anime dal purgatorio insieme alla loro gratitudine eterna.

Pensiamo molto bene cosa perdiamo trascurando la Santa Messa per pigrizia o per incredulità od indifferenza!MEDITATE,

 

MEDITATE GENTE DI BUONA VOLONTA’ !!!

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

p. Ermes Ronchi

Avvenire Corpus Domini Gv 6,51-58

Nella sinagoga di Cafarnao, il discorso più dirompente di Gesù: mangiate la mia carne e bevete il mio sangue. Un invito che sconcerta amici e avversari, che Gesù ostinatamente ribadisce per otto volte, incidendone la motivazione sempre più chiara: per vivere, semplicemente vivere, per vivere davvero.

E’ l’incalzante convinzione di Gesù di possedere qualcosa che cambia la direzione della vita. Mentre la nostra esperienza attesta che la vita scivola inesorabile verso la morte, Gesù capovolge questo piano inclinato mostrando che la nostra vita scivola verso Dio. Anzi, che è la vita di Dio a scorrere, a entrare, a perdersi dentro la nostra. Qui è racchiusa la genialità del cristianesimo: Dio viene dentro le sue creature, come lievito dentro il pane, come pane dentro il corpo, come corpo dentro l’abbraccio. Dentro l’amore.

Il nostro pensiero corre all’eucaristia. È lì la risposta? Ma a Cafarnao Gesù non sta indicando un rito liturgico; lui non è venuto nel mondo per inventare liturgie, ma fratelli liberi e amanti.

Gesù sta parlando della grande liturgia dell’esistenza, di persona, realtà e storia. Le parole ‘carne, sangue, pane di cielo’ indicano l’intera sua esistenza, la sua vicenda umana e divina, le sue mani di carpentiere con il profumo del legno, le sue lacrime, le sue passioni, la polvere delle strade, i piedi intrisi di nardo, e la casa che si riempie di profumo e di amicizia. E Dio in ogni fibra. E poi come accoglieva, come liberava, come piangeva, come abbracciava. Libero come nessuno mai, capace di amare come nessuno prima.

Allora il suo invito incalzante significa: mangia e bevi ogni goccia e ogni fibra di me. Prendi la mia vita come misura alta del vivere, come lievito del tuo pane, seme della tua spiga, sangue delle tue vene, allora conoscerai cos’è vivere davvero.

Cristo vuole che nelle nostre vene scorra il flusso caldo della sua vita, che nel cuore metta radici il suo coraggio, perché ci incamminiamo a vivere l’esistenza come l’ha vissuta lui. Dio si è fatto uomo perché ogni uomo si faccia come Dio.

E allora vivi due vite, la tua e quella di Cristo, è lui che ti fa capace di cose che non pensavi, cose che meritano di non morire, gesti capaci di attraversare il tempo, la morte e l’eternità: una vita che non va perduta mai e che non finisce mai.

Mangiate di me! Parole che mi sorprendono ogni volta, come una dichiarazione d’amore: ‘voglio stare nelle tue mani come dono, nella tua bocca come pane, nell’intimo tuo come sangue; farmi cellula, respiro, pensiero di te. Tua vita’. Qui è il miracolo, il batticuore, lo stupore: Dio in me, il mio cuore lo assorbe,

lui assorbe il mio cuore, e diventiamo una cosa sola.

 

Vangelo racchiuso in sole due parole: pane e vita, mangiare e vivere.
Oggi celebriamo Corpo e Sangue del Signore? No. Cristo che si dona? Non è esatto. La festa di oggi è ancora un passo avanti.
E’ la festa del dono preso, del pane mangiato. Unica e spiazzante dichiarazione d’amore!
Un cammino che però non è il nostro. Prima che io dica “ho fame”, Lui dice “Prendi e mangia!” Mi ha cercato, mi ha atteso. Si dona.
Gesù non proclama “Mangiate la mia innocenza, la mia santità”. Dice corpo, dice sangue: “Bevete la debolezza, la precarietà, il dolore, l’intensità della mia vita”. Quasi un Dio minore.
Che hai a che fare con me, o carne e sangue di Cristo?
La risposta è una pretesa eccessiva: io faccio vivere!
Ma che cosa ci fa vivere? Siamo affamati di vita, e non rassegnati!
Siamo l’uomo che non vive di solo pane, perché ne morirebbe!
Io vivo di persone. Vivo delle mie sorgenti, come ogni fiume, come albero avvinghiato alle radici.
Vivo della bocca di uno dalla Parola di luce acqua terra vento.
La prima lettura mi sussurra: ricordati del tuo cammino. Ricordati! Perché l’oblio è la radice di ogni male. Ricorda la sorgente e la salita, il vento delle piste, la bellezza dell’anima affaticata dal richiamo di cose lontane.
Ricordati che essere uomo-con-Dio non è lo smarrirsi fra le dune. E poi della manna scesa all’improvviso, quando non l’aspettavi più.
Ricordati del tuo deserto tra scorpioni e serpenti, ma soprattutto dell’acqua giunta sotto forma di una forza inattesa, un amore bello, un amico entusiasta, una musica sublime.

 

 

 

 

 

Mai arrendersi e disperarsi per la propria fragilità che ci fa ricadere nel peccato, nonostante i propositi sinceri.

Se siamo sinceramente pentiti dei nostri peccati e ci confessiamo con il proposito di non peccare più, l’anima si purifica ed è più simile a Dio.

Con l’Eucaristia ricevuta con fede, Gesù toglie ogni residuo di peccato.

(La Regina della Pace in un messaggio aveva detto che chi si confessa e si comunica bene, qualora dovesse morire, va direttamente in Paradiso).

La Sacra Scrittura mette in evidenza le parole che Gesù aveva detto al ladrone in croce accanto a sè (che gli aveva chiesto di ricordarsi di lui nel suo Regno):

“Oggi tu sarai con me in Paradiso!”

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

http://www.youtube.com/user/piaipier

 

https://www.youtube.com/watch?v=aPJFPOJo5p8&feature=youtu.beChi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).

Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

Ci sono molti che sostengono che per per mettersi in contatto col divino non servono la Chiesa ed i preti.

Dio si è fatto “uomo” in Gesù Cristo. Proprio un uomo “in carne ed ossa” ed anima.

Tramite l’uomo-Dio Gesù, Dio si è rivelato a noi, (chi vede me vede il Padre) perché Cristo è mediatore tra l’uomo e Dio.

Gesù ha istituito l’Eucaristia (suo vero corpo-sangue-anima e divinità), il sacramento della Confessione ed ha inviato i suoi discepoli a battezzare in tutto il mondo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Se Dio ha voluto così chi siamo noi per giudicare vana l’intermediazione di Gesù Cristo che agisce tramite i suoi ministri fino alla fine dei tempi?

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

“Ecco ogni giorno Egli si umilia, come quando dalla sede regale discese nel grembo della Vergine; ogni giorno Egli stesso viene a noi in apparenza umile; ogni giorno discende dal seno del Padre sull’altare nelle mani del sacerdote.

E come ai santi Apostoli si si mostrò nella vera carne, così anche ora si mostra a noi nel Pane consacrato.

E come essi con gli occhi del loro corpo vedevano soltanto la carne di Lui, ma, contemplandolo con gli occhi dello spirito, credevano che Egli era lo stesso Dio, così anche noi, vedendo pane e vino con gli occhi del corpo, dobbiamo vedere e credere fermamente che questo è il suo Santissimo Corpo e Sangue vivo e vero.

E in tale maniera il Signore è sempre presente con i suoi fedeli, come Egli stesso dice: “Ecco, io sono con voi ogni giorno sino alla fine del mondo”.

 

san Francesco

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI”
(può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

Come mai la Santa Messa viene considerata così poco?

Cosa è più importante di una santa Messa?

Crediamo o non crediamo che una Santa Messa vale infinitamente di più di ogni evento umano?

Crediamo che in una sola Santa Messa il divino penetra miracolosamente nell’umano per divinizzare il Creato?

Crediamo che Gesù stesso, uomo e Dio, ci ha ordinato: “prendete e mangiate, questo è il mio corpo ed il mio sangue”?

Crediamo che nella Santa Messa ricordiamo l’immane sacrificio che Gesù ha compiuto per redimere l’intera umanità?

Crediamo che nella Santa Messa possiamo chiedere e ricevere moltissime grazie?

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000 iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Se sei iscritto, qualora lo desiderassi, fai parte della “CONFRATERNITA della COMUNIONE DEI SANTI” beneficiando delle preghiere di tutti i membri.

 

 

L’attuale situazione pandemica impedisce a moltissimi di partecipare alla Santa Messa per ricevere Gesù Eucaristico.

Per chi ama veramente il Signore, questo fatto è davvero un grande disagio. Non poter ricevere Gesù in corpo, sangue, anima e divinità è un sacrificio spirituale, il quale, se offerto al Signore è a Lui gradito e genera i suoi frutti d’amore.
Sappiamo che Dio, Amore Onnisciente, conosce in profondità le nostre intenzioni.

Egli sa bene se interiormente lo amiamo e lo desideriamo con tutto il cuore. Egli guarda il nostro cuore e gradisce l’offerta, ma non ci lascia soli. Anche la nostra partecipazione attraverso un mezzo di comunicazione gli è molto gradita, anche se non ha lo stesso valore dell’Eucaristia diretta.

La Chiesa in questo caso prevede la Comunione spirituale, la quale ci unisce a Gesù Eucaristico e tramite essa possiamo raccomandare tutti i fratelli e tutta l’umanità peccatrice e sofferente.

Anche in questo modo Dio vede la qualità d’amore che nutriamo nei suoi confronti e non tarderà ad esaudirci per liberarci dal peccato e da ogni forma di male individuale e sociale..

ANCHE GLI SCIENZIATI CHE STUDIANO IL TEMPO DOVREBBERO TENER PRESENTE L’ISTANTE DIVINO

 

 

 

Noi siamo abituati a pensare che il futuro è un tempo che deve ancora avvenire, per cui non può essere mai individuato in pienezza. In qualche modo noi riusciamo a prevedere molti fatti ed eventi in base all’esperienza del passato, ma ci sono molti più “imprevisti” che sfuggono alla nostra capacità di discernimento.

Sappiamo, comunque, che molte profezie della Sacra Scrittura si sono avverate, così quelle dei mistici od anche di alcuni particolari sensitivi. Sarà capitato anche a noi di prevedere alcuni eventi con una certa precisione, sia attraverso i sogni od anche attraverso particolari premonizioni. Come mai?

Nell’ambito dei luoghi comuni noi consideriamo il tempo come segmenti che si succedono, quasi “spazializzandoli” ed è per questo che non riusciamo a vedere il futuro nella sua interezza.

I teologi sono quasi tutti d’accordo nel ritenere che Dio è Signore del tempo, per cui in Lui tutto avviene nell’istante eterno. Egli sa perfettamente quello che è accaduto ed accadrà all’Universo, alla terra ed ad ogni essere creato.

È un presupposto importante per poter approfondire il nostro concetto di tempo e, quindi anche il relativo “avvenire”.

Se Dio vede tutto nell’istante, allora il suo sguardo abbraccia ogni cosa. Egli è l’Alfa e l’Omega.

Premesso che ogni uomo è stato creato ad immagine e somiglianza di divina, alcuni mistici, essendo persone particolarmente orientate ed aperte a Dio, vengono maggiormente “divinizzate”. La loro speciale vicinanza a Dio li rende particolarmente sensibili al riverbero divino, per cui anche la loro anima e, di conseguenza, anche la loro mente si configura gradualmente alla natura divina.

Alcuni di essi, dotati di particolari carismi, hanno la facoltà di predire il futuro perché vivono già su questa terra una certa simbiosi con Dio.
Il loro sguardo interiore può anticipare ciò che di importante accadrà, perché, in fondo ciò che avverrà è in qualche modo presente, ed è come se fosse già avvenuto.

In sostanza, in Dio, si superano le barriere del tempo e dello spazio e chi vive in Lui anticipa la vita divina nell’istante.

Gesù è l’uomo-Dio in cui umanità e divinità sono in perfetta simbiosi. È Lui il vero capostipite della nuova umanità, il punto di riferimento di ogni uomo che progredisce umanamente e spiritualmente. Egli ci fa comprendere anche il destino di ciascuno di noi. I vangeli ne descrivono la sua intensa carica profetica.

Ad esempio, Gesù afferma “Io sono” e prevede la sua morte e risurrezione. Ciò significa che Egli è davvero Signore del tempo e dello spazio e che la vita eterna si trova in Lui. È nell’istante. Gesù vive la vita terrena nell’istante perché è tutto orientato verso il Padre. Tutti noi in Lui viviamo nel “già e non ancora”.

In Lui risorgiamo e viviamo per ora nel tempo ma non siamo del tempo, ma nella vita eterna. Anche l’Eucaristia ci ricorda questa realtà, perché essa ci fa assimilare in Lui, morto e risorto.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 3000 iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Se sei iscritto, qualora lo desiderassi, fai parte della “CONFRATERNITA della COMUNIONE DEI SANTI” beneficiando delle preghiere di tutti i membri.

 

 

 

Signore, credo che sei realmente presente nel Santissimo Sacramento.
Ti amo sopra ogni cosa e Ti desidero nell’anima mia.
Poiché ora non posso riceverTi sacramentalmente, vieni almeno spiritualmente nel mio cuore.
Come già venuto, io ti abbraccio e mi unisco tutto a Te: non permettere che abbia mai a separarmi da Te.
Eterno Padre, io ti offro il Sangue preziosissimo di Tuo Figlio in sconto dei miei peccati,
in suffragio delle anime del purgatorio e per i bisogni della santa Chiesa.
Amen

 

https://www.preghiereperlafamiglia.it/comunione-spirituale.htm

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI”
(può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

 

Siamo qui davanti a Te, o Signore, nascosto nel pane e nel vino, da Te trasformati, con la forza dello Spirito Santo, in tuo Corpo e tuo Sangue.

Ti rendiamo grazie di questa tua presenza, fatta speranza per le nostre città e per i nostri paesi, perché ritroviamo la gioia di camminare uniti e solidali. Cambia la nostra vita in uno stile di amore, vinci le nostre paure e trasforma il destino in progetto.

Fa’ di noi un solo popolo, radunato dalla tua mano di pastore, allontana le divisioni, abbatti i muri e fa’ crescere i ponti della gioia.

Fa’ che mangiando l’unico pane dell’altare, diveniamo un solo corpo in Te, spezzando in fraternità e letizia anche il pane sulle nostre tavole.

Benedici i nostri bambini, dà forza e lavoro ai giovani, serenità alle nostre case, conforto ai malati e agli anziani.

Al mondo intero dona giustizia e pace, pace per tutti, specie per chi viene da lontano, ci sia un cuore e una comunità che accoglie e condivide.

O Gesù, Pastore buono, dacci il gusto di una vita piena, che ci faccia camminare su questa terra come pellegrini, verso il traguardo della mensa celeste, dove tutti riuniti potremo cantare in eterno la tua lode.

Amen.

 

(di Mons. Bregantini)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

Chiunque di noi, quando ama immensamente una persona, rimane male se il suo amore non viene corrisposto adeguatamente.

 

Gesù attraverso l’Eucaristia aspetta che l’accogliamo con gioia, perché Egli si dona in corpo, anima e divinità al cristiano che lo desidera.

 

Siccome Egli ama ciascuno di noi con un amore infinito, a Lui dispiace molto quando, pur essendo coscienti di questo suo infinito dono, lo trascuriamo o non ne vogliamo sapere.

 

Dio, il quale è incredibilmente innamorato di ognuno di noi, attende sempre una nostra personale e libera risposta d’amore.

 

Noi lo amiamo davvero da desiderare ardentemente di riceverlo nell’Eucaristia?

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI”
(può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

QUESTA È UNA TESTIMONIANZA VERA. LEGGETELA ATTENTAMENTE: SARÀ PER VOI UN VERO CONFORTO SPIRITUALE E VI FARÀ AMARE ANCORA DI PIÚ L’ EUCARISTIA…

Il mio nome è Guido. Sono un sacerdote e vivo in un paesino dell’ Amazzonia, al quale è possibile arrivare solo in barca, venendo da Santarém.
Una sera, di quelle nelle quali l’umido calore della foresta sembra soffocarci, mi trovavo adagiato tra due alberi, davanti alla chiesa, tentando di riposare, quando, all’improvviso, sentii la manina di una bambina che mi toccava il braccio e mi disse:
— Padre, mia nonna sta molto male… Il suo corpo sta perdendo le forze e desidero che riceva i Sacramenti per poter entrare tranquilla in Paradiso.
Mezzo frastornato mi alzai, andai fino al tabernacolo, raccolsi una particola consacrata in una teca e mi incamminai per la strada, o meglio, per il viottolo che la bambina mi indicava, in direzione di un altro villaggio, distante cinque chilometri da lì.
Durante il lungo percorso, di tanto in tanto, la piccola rompeva il silenzio con qualche affermazione singolare, rivelando una maturità molto al di sopra degli otto anni che sembrava avere:
— Se sapesse, padre, com’è Colui che lei porta in questa teca sacra, si emozionerebbe dalla gioia…
Trascorso del tempo, ella diede un lieve colpo alla mia mano, e con la sua tenera voce infantile aggiunse:
— Sa, padre, che quando un bambino muore dopo la Prima Comunione va direttamente in Cielo?
Io pensavo meravigliato: “Chi sarà stato il catechista che ha dato a questa bambina una così eccellente formazione?”. Tuttavia non le dicevo nulla e ascoltavo con buona volontà le sue considerazioni, assentendo affermativamente col capo.
Quando feci segno di affrettare il passo, la piccola reclamò:
— Padre, padre, non corra tanto! Parliamo di Gesù. È sempre molto bello parlare di Lui!
Sentendo queste parole, non potei trattenermi e chiesi:
— Bambina mia, come fai a sapere tante cose in così tenera età?
Lei mi disse:
— Ah! Davanti a Dio non conta l’età, solo la semplicità e l’amore. Gesù Si rivela ai poveri di spirito. E anche ai grandi, quando diventano come i bambini.
In quel momento si fece un silenzio più prolungato, e dentro di me tutto si fece confuso. Passati alcuni istanti lei chiese:
— Padre, è contento di essere missionario?
— Sì, sì… Sebbene mi stia costando molto sforzo – confessai, un po’ imbarazzato.
Lei mi rispose:
— Se una vocazione non è seriamente praticata, è una vocazione mancata…
Qualcosa mi spinse a confidarle la mia difficoltà:
— Quando sono partito dall’Italia per venire qua in missione, ero pieno di entusiasmo. Il mio parroco fece suonare le campane a festa, per ringraziare il dono che il Signore stava dando alla parrocchia, e io ero felice perché avevo la gioia di consegnarmi interamente. 
Ho fatto un lungo viaggio e sono arrivato qui, in Amazzonia. 
I primi contatti e il rapporto entusiastico tra i missionari mi incoraggiavano! 
Però, dopo… le difficoltà hanno cominciato a pesarmi molto! 
I grandi e i piccoli problemi, le condizioni precarie, il clima, l’alimentazione, le persone e anche la mia comunità mi sono diventati fastidiosi. 
Una sera, mi sono diretto persino in chiesa, non per pregare, ma solo per chiedere a Dio:
che cosa sono venuto a fare qua? Perché mi trovo in un posto così difficile?…
La piccola si limitò a dire:
— Sì, padre, come gli ebrei brontolarono con Mosè: “Perché ci hai portato in questo deserto?”…
Davanti a questo commento così saggio e puntuale, esclamai:
— Com’è possibile che tu abbia risposte così superiori alla tua età?
Lei ribatté:
— Perché Gesù mi ha istruito. E Lui mi ha chiesto di dirle che, nella sua vita, lei ha cercato soltanto di piacere a se stesso e di essere stimato dagli uomini.
Rimasi come pietrificato e, come un lampo, vidi passare davanti a me tutte le grazie che avevo ricevuto, corrisposte e non corrisposte, tutti gli incanti per la mia vocazione, i trasporti avuti per la vita religiosa…
A questo punto, eravamo arrivati. La bambina corse in giardino e scomparve. 
Avendo bussato alla porta, mi aprì una signora giovane, che chiese:
— Padre, cosa desidera in questa casa?
— Signora, mi hanno fatto camminare per molti chilometri e per difficili sentieri per portare qui il Viatico. Non c’è in casa sua un’anziana che desidera riceverlo?
— Ah, sì! Venga, padre, venga…
Una povera anziana era a letto e, vedendomi, il suo volto s’illuminò:
— Padre, quanto tempo l’ho aspettata!
Le amministrai i Sacramenti e lei dormì profondamente. Mi misi a conversare un po’ con la signora giovane, che mi disse che era arrabbiata con Dio e, per questo, da molti mesi non andava in Chiesa.
Per rasserenarla un po’, commentai:
— Lei deve conversare con la bambina che mi ha accompagnato fino a qui… vado a chiamarla in giardino.
Irritata, lei sbottò:
— Non c’è nessuna bambina qui! Ce n’era una… Ma ha fatto la Prima Comunione e subito dopo
Dio se l’è presa, lasciandomi triste e sola. Prese dalla credenza, allora, una foto e me la mostrò, dicendo che si trattava di sua figlia defunta.
Vedendo quella figura, riconobbi la bambina che mi aveva accompagnato per tutto il tragitto! Caddi in ginocchio davanti a quell’enorme mistero della grazia, ricordandomi di tutto quello che la piccola aveva detto, con moltissima emozione.
Anche la madre si emozionò e chiese di confessarsi, promettendo, a partire da quel momento, di non mancare mai più alla Messa delle domeniche e dei giorni di precetto.
Contento e meditativo tornai dalla mia comunità, a passi lenti.
Trascorse alcune ore, tramite un messaggero seppi che l’anziana era morta.
Ancora risuonava nelle mie orecchie quella voce infantile e piena di tenerezza:
— Padre, desidero che mia nonna riceva i Sacramenti perché possa entrare tranquilla in Paradiso.

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE DEL 02.02.2020
«Cari figli, sono stata scelta per essere madre di Dio e vostra madre, per decisione e amore del Signore, ma anche per mia volontà, per mio amore illimitato verso il Padre Celeste e mia totale fiducia in Lui. Il mio corpo è stato il calice del Dio Uomo.
Sono stata al servizio della verità, dell’amore e della salvezza così come lo sono adesso, in mezzo a voi, per invitarvi, figli miei, apostoli del mio amore, ad essere portatori della verità, per invitarvi, per mezzo della vostra volontà e dell’amore verso mio Figlio, a diffondere le Sue parole, parole di salvezza e per mostrare, con i vostri gesti, a tutti coloro che non hanno conosciuto mio Figlio, il Suo amore.
La forza la troverete nell’Eucarestia: Mio Figlio che vi nutre con il Suo corpo e vi rafforza con il Suo sangue.
Figli miei, unite le mani in preghiera e guardate verso la croce in silenzio. In questo modo troverete la fede affinché possiate diffonderla, troverete la verità affinché possiate distinguerla, troverete l’amore affinché possiate capire come amare realmente.
Figli miei, apostoli del mio amore, unite le mani in preghiera e guardate verso la croce: solo nella croce c’è la salvezza. Vi ringrazio».
Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier
Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: a cura di http://www.mondocrea.it

 

Preghiamo insieme per tutti. Preghiamo tutti affinché il coronavirus si estingua.

 

 

 

 

Con la preghiera e la fede si possono spostare le montagne. Nel Signore possiamo davvero superare gli ostacoli più gravosi.

Pertanto non angustiamoci di nulla, ma presentiamo a Dio tutte le richieste, fiduciosi che prima o poi ci esaudirá secondo il suo volere.

Per ricevere le grazie richieste, però, è necessario cercare di essere in grazia di Dio. Pertanto bisogna chiedergli perdono dei nostri peccati attraverso la confessione frequente.

Se si partecipa frequentemente all’Eucaristia con fede e devozione, unitamente alle buone opere, si possono ottenere molte più grazie, anche quelle più insperate, perché Dio è Padre Onnipotente e conosce bene quali grazie sono utili per la salvezza della nostra anima.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI”
(può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri).
Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

 

 

 

 

Se qualcuno scoprisse cosa c’è realmente dopo la morte, innazittutto si pentirebbe dei suoi errori, proverebbe un profondo dispiacere per avere offeso Dio, se stesso ed il prossimo ed andrebbe subito a confessarsi con buoni propositi.

Poi frequenterebbe ogni giorno l’Eucaristia per ricevere Gesù in corpo, sangue, anima e divinità durante la Santa Comunione.

Pregherebbe in continuazione per la salvezza della propria anima, per quella dei suoi cari ed amici e conoscenti.

Pregherebbe per tutta l’umanità. Ringrazierebbe Dio per il dono dell’esistenza, del Battesimo, dell’Eucaristia e per tutti gli altri doni di cui non se ne accorgeva prima.

Tratterebbe i suoi famigliari con amore e rispetto.

Cercherebbe di consolare e di aiutare chi si trova in difficoltà. Si affiderebbe continuamente ai Cuori Misericordiosi di Gesù e Maria.

Aiuterebbe la propria Parrocchia in base alle sue capacità e carismi.

Offrirebbe le sue preghiere e le sue sofferenze per tutti i peccatori e gli atei incalliti.

Invocherebbe l’aiuto dell’angelo custode e dei Santi.

Cercherebbe di soddisfare le indulgenze parziali e plenarie.

Chiederebbe allo Spirito Santo l’aumento della fede e dell’amore per sè e per gli altri, giorno dopo giorno. Infine implorerebbe il Signore di affrettare la sua venuta, rispettando però la volontà di Dio.

l’Escatologia cristiana nella quale uno fa benissimo a credere è quella che si deduce dal Vangelo, dalla vita dei Santi e dai grandi Teologi e ministri della Chiesa.

Ed è anche quello che dice la Regina della Pace nelle varie apparizioni.

Nell’Aldilà, subito dopo la morte ci attendono il giudizio personale e le realtà escatologiche (Paradiso, Purgatorio o Inferno).

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Chi desidera può diventare membro della confraternita “COMUNIONE DEI SANTI” (può così ricevere e dare solidarietà nella preghiera tra i membri). Basta iscriversi al canale “UNIVERSO INTERIORE piaipier”:

 

LA REGINA DELLA PACE RACCOMANDA VIVAMENTE LA FREQUENZA ALL’EUCARISTIA

 

MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE DEL 2 maggio 2018

 

“Cari figli, mio Figlio, che è luce d’amore, tutto ciò che ha fatto e fa, l’ha fatto e lo fa per amore. Così anche voi, figli miei, quando vivete nell’amore, amate il vostro prossimo e fate la volontà di mio Figlio. Apostoli del mio amore, fatevi piccoli! Aprite i vostri cuori puri a mio Figlio, affinché egli possa operare attraverso di voi. Con l’aiuto della fede, riempitevi d’amore.

 

 

Però, figli miei, non dimenticate che è l’EUCARISTIA il cuore della fede: essa è mio Figlio che vi nutre col suo Corpo e vi fortifica col suo Sangue. Essa è il prodigio dell’amore: mio Figlio che viene sempre di nuovo vivente per vivificare le anime. Figli miei, vivendo nell’amore, voi fate la volontà di mio Figlio ed egli vive in voi.

 

 

Figli miei, il mio desiderio materno è che lo amiate sempre più, poiché egli vi chiama col suo amore. Vi dona l’amore, in modo che voi lo diffondiate a tutti attorno a voi. Per mezzo del suo amore, come Madre sono con voi per dirvi parole d’amore e di speranza, per dirvi parole eterne e vittoriose sul tempo e sulla morte, per invitarvi ad essere miei apostoli d’amore. Vi ringrazio!”.

 

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 3000) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

 

Consideriamo tutti i doni ed i benefici che abbiamo ricevuto in questi ultimi 365 giorni:

Ogni giorno ne abbiamo ricevuti moltissimi, molti dei quali non sono stati da noi esplicitamente riconosciuti.

Il dono dell’esistenza, del pensiero e della salute.

Il dono dei 5 sensi ancora funzionanti.

Il dono della protezione divina: in una giornata ci sono moltissimi pericoli di ogni specie, di cui spesso siamo inconsapevoli.

Il dono della Divina Misericordia.

I doni relativi alla natura da cui abbiamo avuto il nutrimento.

Il dono della solidarietà sociale, della famiglia, del lavoro, del sostentamento, delle amicizie ecc.

Il dono dei Sacramenti, soprattutto l’Eucaristia dove abbiamo ricevuto il corpo, il sangue, l’anima e la divinità di nostro Signore Gesù Cristo.

Il dono della grazia santificante, mediante la quale abbiamo l’amicizia di Dio.

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

Se sei iscritto, qualora lo desiderassi, fai già parte della “CONFRATERNITA della COMUNIONE DEI SANTI” beneficiando delle preghiere di tutti i membri.

Per informazioni: http://www.mondocrea.it

 

 

 

 

 

La Regina della Pace, in un messaggio disse che se sapessimo che cos’è realmente il Purgatorio faremmo di tutto per non andarci.

Se l’anima è buona, ma presenta delle macchie d’imperfezione, dovrà purificarsi attraverso tormenti più o meno brevi relazionati alla colpa.

I castighi del Purgatorio, secondo il giudizio di molti teologi, sono duplici e si distinguono in “pena del senso” dove l’anima viene tormentata in modo diverso secondo la categoria del peccato commesso, e “pena del danno” che consiste di non poter vedere né possedere Dio. Il mancato possesso di Dio che ogni anima purgante ama con intensità struggente è un dolore lancinante e indicibile.

La Regina della Pace ha anche detto che se uno si pente sinceramente di tutti i suoi peccati, si confessa bene e poi riceve l’Eucaristia, potrebbe andare direttamente in Paradiso.

La Chiesa ha anche istituito le indulgenze parziali e plenarie: esse sono in grado di attutire od annullare le pene temporali e di aiutarci ad evitare il purgatorio e di liberare le anime che stanno soffrendo in quel luogo.

Ricordiamoci, però, che la partecipazione alla Santa Messa aiuta molto le anime del Purgatorio.

 

Parte del testo è ispirato da:

https://digilander.libero.it/monast/purga/conclusione.htm

 

 

IL MIO ULTIMO LIBRO SULL ‘ ALDILÀ:

http://www.mondocrea.it/aldila-domande-e-risposte/

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

La Chiesa è stata fondata da Gesù Cristo, ma è anche fatta di uomini deboli e fragili. Tuttavia Essa è assistita dallo Spirito Santo ed i sacerdoti, tra i quali anche alcuni indegni, continuano a celebrare i sacramenti ed essi sono validi ed efficaci per la salvezza eterna.

Questo, tra le tante verità di fede, viene insegnato ai cresimandi durante tutto il corso di preparazione.

Anche se ci sono persone molto indegne tra le gerarchie ecclesiastiche, questa non è una scusa per abbandonare la fede, i Sacramenti e la preghiera.

Tutti noi siamo peccatori, ma i Sacramenti ci aiutano a proseguire la via della salvezza (soprattutto la Confessione e l’Eucaristia)

Moltissime chiese sono pressoché vuote e parecchi giovani le disertano, con la scusa che non hanno tempo o non credono più, probabilmente anche influenzati dalla società consumistica.

Questo non piace al Signore.

Guardiamo anche ai Santi ed ai mistici che hanno ricevuto speciali carismi dal Signore e che hanno sempre raccomandato la frequenza ai Sacramenti, tra i quali: San Francesco, San Tommaso d’Aquino, Santa Teresa d’Avila, San Padre Pio, il Santo curato d’Ars, Santa Faustina Kowalska, il Venerabile Carlo Acutis ecc.

La stessa Regina della Pace dall’Aldilà raccomanda la frequenza assidua ai Sacramenti!

 

 

INTERESSANTE:

PEDIATRI IN ALLARME: CRESCE LA DIPENDENZA DAL WEB

https://www.interris.it/benessere/pediatri-in-allarme–cresce-la-dipendenza-dal-web?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=giornaliera

 

DIECI COSE DA NON FARE DI FRONTE ALLE BALLE ECOTERRORISTICHE DI GRETA:

http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=5924

 

PER QUALE SCOPO DIO CI HA CREATI?

http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=5926

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Tendenzialmente si cerca di dialogare spontaneamente con Dio, convinti che come Padre Celeste ci ascolta sempre amorosamente.

Chiediamogli spesso perdono delle nostre mancanze e lodiamolo per le sue meraviglie e per le numerosissime grazie da Lui ricevute, iniziando dall’esistenza e dal suo concreto aiuto ogni giorno.

Cominciamo la giornata ringraziandoLo per la notte e per il nuovo giorno. Poi prima di addormentarci chiediamo sempre la Sua protezione e quella dei Santi, tra i quali prima di tutto Maria Vergine. Preghiamo spesso l’Angelo di Dio e l’Ave Maria.

È molto importante il Padre nostro che si trova anche recitando il Santo Rosario.

Durante la giornata troviamo dei momenti di adorazione spontanea: camminando, meditiamo sulle sue meraviglie. Preghiamo per tutti i nostri cari, per gli amici, per i parenti, per gli ammalati, per i defunti, per i peccatori per gli atei, per i sacerdoti e la Chiesa e per la nostra parrocchia.

Chiediamo spesso l’aiuto dello Spirito Santo affinchè ci illumini in tutte le situazioni. Il pomeriggio (verso le 15.00) chi può reciti la coroncina della Divina Misericordia insegnata da Gesù a Santa Faustina Kowalska, in modo da meditare sulla passione e morte di nostro Signore Gesù.

Con essa si ottengono grandi grazie. Ogni mattina, chi riesce, offra per tutti la Santa Messa, partecipando personalmente. È cosa buona anche recitare le Lodi attraverso il sito della liturgia delle ore. Preghiamo anche quando leggiamo la Sacra Scrittura e qualche lettura spirituale.

Quando viaggiamo o camminiamo in campagna o in città ripetiamo spesso il “Gloria” che ci aiuta a considerare la grandezza di Dio ed il suo Creato. Non perdiamo mai la fiducia in Dio-Padre perché più ci sentiamo peccatori e più dovremmo pregare, dopo aver chiesto perdono attraverso l’Atto di Dolore o qualche breve giaculatoria e proponendo di migliorare. Per questo chiediamo al Signore di aiutarci a vivere secondo la sua volontà, convinti della sua infinita Misericordia. Giova più alla serenità interiore pensare alla grandezza Misericordiosa del Padre abbandonandoci a Lui, che fissarci sulla nostra fragilità umana, perché Gesù è venuto per i peccatori e non per i giusti.

 

 

 

 

 

MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE DEL 2 AGOSTO 2019

 

 

“Cari figli, grande è l’amore di mio Figlio! Se conosceste la grandezza del suo amore, non smettereste di adorarlo e ringraziarlo.

Lui è sempre vivo con voi nell’Eucaristia, poiché l’Eucaristia è il suo Cuore. L’Eucaristia è il cuore della fede.

Egli non vi ha mai abbandonato: anche quando voi avete cercato di allontanarvi da lui, egli non si è allontanato da voi. Perciò il mio Cuore materno è felice quando vede che, colmi d’amore, ritornate a lui; quando io vedo che andate a lui sulla via della riconciliazione, dell’amore e della speranza.

Il mio Cuore materno sa che, quando vi incamminate sulla via della fede, siete dei virgulti, dei germogli; ma, con la preghiera e il digiuno, sarete dei frutti, il mio fiore, gli apostoli del mio amore.

Sarete portatori di luce e, con l’amore e la speranza, illuminerete tutti attorno a voi. Figli miei, come Madre vi prego: pregate, riflettete, meditate.

Tutto ciò che vi accade di bello, di doloroso, di lieto e di santo fa sì che cresciate spiritualmente, che mio Figlio cresca in voi. Figli miei, abbandonatevi a lui, credete a lui, confidate nel suo amore: sia lui a guidarvi!

L’Eucaristia sia il luogo in cui nutrite le vostre anime, per poi diffondere l’amore e la verità, testimoniare mio Figlio.

Vi ringrazio!”.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

Nessuna filosofia esistenziale riesce a dare un vero senso alla nostra esistenza: solo Gesù, con le sue opere e le sue parole, ci dona la vera serenità interiore e la Verità. Il resto potrebbe anche essere altissima speculazione umana ammirabile, ma non ci assicura la verità. Tutta la filosofia umana ci dona sprazzi di verità, ma anche inocula nella nostra anima molti dubbi.
San Tommaso d’Aquino, dopo le mirabili cose che ha scritto, in seguito ad un fenomeno mistico ha smesso di scrivere ritenendo tutto “spazzatura” a confronto della realtà Soprannaturale.

“Signore, da chi andremo?” disse san Pietro al Maestro divino. Ed aggiunse: “Tu solo hai parole di vita eterna”.

Gesù ci ha promesso di essere sempre in mezzo a noi. Tutti gli altri uomini sono scomparsi dal punto di vista terreno.

Gesù è presente nell’Eucaristia e in ognuno di noi, dove trova accoglienza. E ci ascolta sempre, ci dona protezione ed i mezzi per ottenere la salvezza eterna.

Basta solo che umilmente gli chiediamo perdono degli errori e delle fragilità e che ci abbandoniamo pieni di fiducia a Lui, perché è quello che si aspetta da ciascuno di noi.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

Chi ha scoperto il grandissimo valore di una Santa Messa, non desidera perderne una: lí ci incontriamo direttamente con il corpo, il sangue, l’anima e la divinità di Colui mediante il quale tutto esiste, compresi noi.

Lo accogliamo vivo in noi e noi veniamo gradualmente trasformati in Lui.

Oltre ad acquisire la serenità interiore, abbiamo la possibilità di chiedere grazie per i vivi e per i defunti, ma soprattutto di essere grati verso Colui che ci ha salvati attraverso il cruento sacrificio della Croce.

Se davvero tutti credessimo con tutto il cuore all’enorme valore di una Santa Messa, ci vorrebbero le forze dell’ordine davanti ad ogni Chiesa per disciplinare il flusso dei fedeli per accaparrarsi i posti (Come sosteneva Padre Pio).

Ma la realtà purtroppo é un’altra: moltissime chiese sono vuote, mentre gli stadi, le discoteche, i concerti sono sempre piú affollati….

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE DEL 2 AGOSTO 2019

 

“Cari figli, grande è l’amore di mio Figlio! Se conosceste la grandezza del suo amore, non smettereste di adorarlo e ringraziarlo.

Lui è sempre vivo con voi nell’Eucaristia, poiché l’Eucaristia è il suo Cuore. L’Eucaristia è il cuore della fede.

Egli non vi ha mai abbandonato: anche quando voi avete cercato di allontanarvi da lui, egli non si è allontanato da voi.

Perciò il mio Cuore materno è felice quando vede che, colmi d’amore, ritornate a lui; quando io vedo che andate a lui sulla via della riconciliazione, dell’amore e della speranza.

Il mio Cuore materno sa che, quando vi incamminate sulla via della fede, siete dei virgulti, dei germogli; ma, con la preghiera e il digiuno, sarete dei frutti, il mio fiore, gli apostoli del mio amore.

Sarete portatori di luce e, con l’amore e la speranza, illuminerete tutti attorno a voi. Figli miei, come Madre vi prego: pregate, riflettete, meditate. Tutto ciò che vi accade di bello, di doloroso, di lieto e di santo fa sì che cresciate spiritualmente, che mio Figlio cresca in voi.

Figli miei, abbandonatevi a lui, credete a lui, confidate nel suo amore: sia lui a guidarvi! L’Eucaristia sia il luogo in cui nutrite le vostre anime, per poi diffondere l’amore e la verità, testimoniare mio Figlio.

Vi ringrazio!”.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

In questa dimensione terrena siamo spesso distratti da tentazioni di ogni tipo, le quali cercano di offuscare lo sguardo interiore e se diventiamo accondiscendenti appesantiscono l’anima, spesso senza accorgecene.

Uno sguardo puro è distaccato: è cioè libero di apprezzare ed ammirare tutto il creato senza brama di possesso. Così sarà lo sguardo dei redenti in Cristo.

Essi vedranno la nuova Creazione con uno sguardo rigenerato dal sangue dell’Agnello: in un certo senso possederanno il Regno dei Cieli perché non desidereranno altro che amare tutto e tutti in Dio e solo da Lui saranno profondamente e gioiosamente appagati.

I redenti osserveranno tutto con profondo distacco e di meraviglia in meraviglia contempleranno la Gloria di Dio che per ora noi mortali non siamo in grado di comprendere.

Per ottenere questa purezza dello sguardo, però, dobbiamo già allenarci su questa terra invocando l’Infinita Misericordia di Dio e purificandoci dai nostri peccati, soprattutto attraverso i sacramenti della Riconciliazione e dell’Eucaristia.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Se comprendessimo davvero quanto Gesù ci ama!

Non ci lasceremmo più sopraffare da ogni forma di depressione e non avremmo più tanta paura dei pericoli, perché sappiamo che Egli continua a sostenerci con infinito amore.

Accetteremmo tutto quello che ci capita, consapevoli che nulla succede se Lui non lo permette, offrendo le sofferenze al suo Sacratissimo Cuore.

Vedremmo l’Universo intero con uno sguardo sempre nuovo, perché tutto è stato creato per mezzo di Lui ed in vista di Lui!

Ci confesseremmo più spesso con sincero pentimento per le nostre colpe, sicuri di essere perdonati e lavati dal suo sangue.

Frequenteremmo sempre l’Eucaristia, il suo più grande dono, come un anticipo di Paradiso sulla terra: in essa lo riceviamo in corpo, sangue, anima e divinità.

Non avremmo più paura della morte perché saremmo consapevoli che Egli ci attende per portarci con sé in Paradiso.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Da un momento all’altro ognuno di noi potrebbe essere chiamato dal Signore per la Vita Eterna.

Siamo davvero pronti? Innazittutto bisognerebbe vivere con questa consapevolezza, che cioè la vita terrena è solo un passaggio brevissimo e che la nostra vera meta è il Regno dei Cieli, dove riceveremo l’abbraccio del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insieme a tutti i nostri cari defunti redenti ed agli angeli.

Per poter vivere serenamente così bisognerebbe confessarci spesso e frequentare l’Eucaristia, chiedendo sempre l’aiuto al Signore, perché senza di Lui non possiamo fare nulla.

Per conoscere quello che dovremmo fare ogni giorno chiediamo l’illuminazione allo Spirito Santo e l’ausilio della Madre Celeste, dei Santi e degli angeli.

Non dimentichiamo che il Padre, insieme al Figlio ed allo Spirito Santo sono in continuo ascolto, perché da noi attendono sempre una risposta d’amore. Alla fine della nostra vita terrena Dio guarda le nostre buone intenzioni e le buone opere, perché su di esse è basato il Regno dei Cieli aperto per noi grazie al sacrificio del Figlio Gesù Cristo.

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Ogni giorno Gesù discende dal seno del Sommo Padre nell’altare tra le mani del sacerdote e come apparve ai santi Apostoli nella vera carne, così anche ora si rivela a noi nel sacro pane.
(San Francesco d’Assisi)

“E’ più facile che il mondo viva senza il sole piuttosto che viva senza la Messa”. (Padre Pio)

Il tempo subito dopo la Messa è il più propizio per domandare grazie a Dio. (San Camillo de’ Lellis)

Ricevi Gesù nella S. Comunione e accogli tutto dalle Sue mani, con l’umile disposizione che la Santa Vergine Maria ebbe nel momento dell’Annunciazione: Eccomi, sono la serva del Signore: avvenga di me secondo quello che mi hai detto.
(San Massimiliano Maria Kolbe)

Vale assai più una Messa che lavoro e calcoli di una settimana. Tutto deve provenire da lì: Oh, benedetto colui che sente Messa ogni giorno!
(San Giuseppe Benedetto Cottolengo)

Questo sacramento ci trasforma nel Corpo di Cristo, in modo che siamo ossa delle sue ossa, carne della sua carne, membra delle sue membra”. (Sant’Alberto Magno)

La devozione all’Eucaristia è la più nobile perché ha per oggetto Dio; è la più salutare perché ci dà l’Autore della grazia; è la più soave perché soave è il Signore… se gli Angeli potessero invidiare, ci invidierebbero la Santa Comunione. (san Pio X)

Tutti i passi che uno fa per recarsi ad ascoltare la Santa Messa sono da un Angelo numerati, e sarà concesso da Dio un sommo premio in questa vita e nell’eternità. (Sant’Agostino d’Ippona)

 

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipierhttp://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

CORPO e SANGUE DEL SIGNORE C 2019 Luca 9,11b-17

 

Né a noi né a Dio è bastato darci la sua Parola. Troppa fame ha l’uomo, e Dio ha dovuto dare la sua Carne e il suo Sangue (Divo Barsotti). Neppure il suo corpo ha tenuto per sé: prendete, mangiate, neppure il suo sangue ha tenuto per sé: prendete, bevete. Neppure il suo futuro: sarò con voi tutti i giorni fino al consumarsi del tempo. La festa del Corpo e Sangue del Signore è raccontata dal vangelo attraverso il segno del pane che non finisce. I Dodici sono appena tornati dalla missione, erano partiti armati d’amore, e tornano carichi di racconti. Gesù li accoglie e li porta in disparte. Ma la gente di Betsaida li vede, accorre, li stringe in un assedio che Gesù non può e non vuole spezzare.

Allora è lui a riprendere la missione dei Dodici: cominciò a parlare loro di Dio e a guarire quanti avevano bisogno di cure.

C’è tutto l’uomo in queste parole, il suo nome è: creatura che ha bisogno, di pane e di assoluto, di cure e di Dio.

C’è tutta la missione di Cristo, e della Chiesa: insegnare, nutrire, guarire.

E c’è il nome di Dio: Colui che si prende cura.

La prima riga di questo Vangelo la sento come la prima riga della mia vita. Sono uno di quei cinquemila, in quella sera sospesa: il giorno cominciava a declinare; è il tempo di Emmaus, tempo della casa e del pane spezzato.

Mandali via, tra poco è buio e qui non c’è niente… Gli apostoli hanno a cuore la situazione, si preoccupano della gente e di Gesù, ma non hanno soluzioni da offrire: che ognuno si risolva i suoi problemi da solo. Hanno un vecchio mondo in cuore, in quel loro cuore che pure è buono, ed è il mondo dell’ognuno per sé, della solitudine.

Ma Gesù non li ascolta, lui non ha mai mandato via nessuno. Vuole generare, come si genera un figlio, un nuovo mondo. Vuole fare di quel luogo deserto, di ogni deserto, una casa, dove si condividono pane e sogni.

Per questo risponde: date loro voi stessi da mangiare. Gli apostoli non possono, non sono in grado, hanno soltanto cinque pani e due pesciolini. Ma a Gesù non interessa la quantità, e passa subito a un’altra logica, sposta l’attenzione da che cosa mangiare a come mangiare: fateli sedere a gruppi, a tavolate, create mense comuni, comunità dove ognuno possa ascoltare la fame dell’altro e faccia circolare il pane che avrà fra le mani.

Infatti non sarà lui a distribuire, ma i discepoli, anzi l’intera comunità. Il gioco divino, al quale in quella sera tutti partecipano, non è la moltiplicazione, ma la condivisione (R. Virgili). Allora il pane diventa una benedizione (alzò gli occhi al cielo, recitò la benedizione, e lo spezzò) e non una guerra.

E tutti furono saziati. C’è tanto pane nel mondo che a condividerlo davvero basterebbe per tutti.

 

 

Una delle peggiori pene dei dannati è la perdita di Dio.

Quando erano nella dimensione terrena i dannati avrebbero avuto infinite occasioni per corrispondere all’amore di Dio.

Spesso ridicolizzavano e disprezzavano i futuri redenti perché per loro erano solo dei bigotti ignoranti in quanto credevano essi ai preti, si confessavano e frequentavano l’Eucaristia e cercavano di seguire i Comandamenti di Dio.

All’inferno i dannati sanno bene che Dio esiste, anche se prima non credevano. Sanno bene che il Figlio Gesù Cristo ha patito ed è morto anche per loro. Ma non lo hanno accolto e lo hanno ignorato disinteressandosi dei Sacramenti, rotolandosi nel fango dei vizi senza pentirsi, ignorando il prossimo bisognoso.

Questa consapevolezza accende ancora di più l’odio verso se stessi, verso gli altri e verso Dio stesso che non possono più amare perché non hanno la sua luce, ma vivono nelle tenebre della morte eterna…

 

 

 

 

Moltissimi cristiani si dichiarano credenti, ma non praticanti.

Se uno dice di essere “credente”, significa che accetta le verità della Sacra Scrittura in tutto il suo insieme, soprattutto il Vangelo.

Una di queste verità, ad esempio, è il fatto che Gesù “comanda” di mangiare il suo corpo, che per noi oggi significa partecipare all’Eucaristia, dove Egli si offre in corpo, sangue, anima e divinità.

Se un’occasione così importante viene trascurata da chi si dichiara “credente” suscita degli interrogativi in chi lo ascolta.

È possibile credere solo ad una parte del Vangelo, mentre l’altra viene sottovalutata?

È una grande responsabilità che ci si assume quando ci dichiariamo pubblicamente credenti, ma non praticanti per non essere giudicati “bigotti”.

Una contraddizione che potrebbe turbare più delle affermazioni di alcuni atei, i quali, almeno, cercano di apparire meno ipocriti.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

 

C’é stato un uomo che ha avuto il coraggio di smascherare gli ipocriti, politici del suo tempo, ma non aveva alcun potere politico.

Ha guarito moltissima gente senza essere un medico.

Ha proclamato la Veritá senza possedere alcun master accademico od essere riconosciuto filosofo.

Ha fondato una comunitá religiosa che poi si é diffusa in tutto il mondo inviando discepoli senza ricchezze, cultura e potere.

Ha insegnato nelle sinagoghe senza essere un rabbino autorizzato dai vertici religiosi del suo tempo.

Quest’Uomo non ha lasciato alcuno scritto perché é Lui stesso la Scrittura.

Non ha affrontato speculazioni filosofiche perché é Lui la Sapienza incarnata.

Non ha organizzato potenti eserciti, perché immerso nell’onnipotente bontá paterna.

Non ha liberato i connazionali dai dominatori romani perché é Lui la Libertá.

Non ha voluto che lo facessero re perché il suo regno non é di questo mondo.

Non si é rifiutato di affrontare il dolore e la morte perché é Lui la vera Vita che ha sconfitto la morte con la Risurrezione.

Quando ha rivelato di essere il Figlio di Dio lo hanno poi crocifisso. Dopo la morte, però, é risorto sconfiggendo la morte stessa per prepararci la via della salvezza eterna.

Pur salito al Cielo ha garantito agli uomini la sua continua presenza sulla terra, anche attraverso l’Eucaristia.
Il suo nome era Gesú…

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

 

Chi fa la santa Comunione si perde in Dio, come una goccia nell’oceano, la quale non si può più, distinguere. Nel giorno del giudizio vedremo risplendere la Carne di Nostro Signore attraverso il corpo glorificato di coloro che lo avranno ricevuto degnamente sulla terra, come vediamo brillar dell’oro nel rame e dell’argento nel piombo.

Quando entra in Paradiso l’anima di un cristiano che ricevette Nostro Signore, essa accresce la gioia del Cielo. Le vengono incontro gli Angeli e la Regina degli Angeli, perchè in quest’anima riconoscono il Figlio di Dio. E allora che si trova il compenso delle pene e dei sacrifici di quaggiù.

Quanto son felici le anime pure, che hanno la fortuna di unirsi a Nostro Signore con la Comunione! Brilleranno in Cielo come bei diamanti, perchè Dio si rifletterà in esse.

Oh quanto sarà bella, miei figliuoli, nell’eternità un’anima che avrà ricevuto Nostro Signore sovente e degnamente! Il corpo di Gesù splenderà attraverso il nostro corpo, il suo Sangue adorabile attraverso il nostro sangue; l’anima nostra sarà unita per tutta l’eternità all’anima di Nostro Signore, allora godrà di una felicità pura e perfetta…

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp… FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA (con disegni di Perla Paik) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2800) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

II soccorso più prezioso che possiamo dare alle anime è senza dubbio la Messa, ma nella misura solo in cui i defunti l’hanno stimata da vivi. Anche qui si raccoglierà ciò che è stato seminato.

Del resto non contano solo le Messe dei giorni di precetto (domenica e feste), ma pure quelle dei giorni feriali.

Certo, non tutti possono assistere alla Messa durante i giorni di lavoro; ognuno ha le proprie occupazioní professionali, i propri obblighi, e prima di tutto c’è il dovere.

Ma ci sono pure delle persone che potrebbero andarci senza mancare ad alcun dovere: i pensionati, per esempio, che sono in buona salute, solidi sulle loro gambe, che stanno vicino alla chesa, ma che dicono: «Sono obbligato ad andarci la domenica, ma non durante la settimana; dunque non ci vado».

Coloro che pensano ed agiscono così devono aspettare a lungo dopo la morte affinché una Messa sia loro di profitto, poiché durante la loro vita ne hanno fatto poco caso. Se si sapesse qual è il prezzo di una sola Messa per l’eternità le chiese sarebbero piene, anche durante la settimana.

Nell’ora della morte le Messe, alle quali abbiamo assistito con devozione durante la nostra vita, sono il nostro maggior tesoro; esse hanno per noi più valore delle Messe che sono celebrate per noi dopo la morte.

Parenti ed educatori si lamentano che i bambini, ai nostri giorni, sono indolenti e disobbedienti. Questo non è un effetto del caso: una volta i bambini assistevano ogni giorno alla Messa degli scolari. La preghiera e la Comunione davano loro la forza d’essere obbedienti e fedeli al loro dovere.

Nessun padre, nessuna madre, né nessun catechista può mettere nel cuore del bambino ciò che Nostro Signore stesso gli dà in grazie durante la Messa e durante la Comunione.

 

da: Maria Simma e le anime del purgatorio (edizioni Segno) pag. 52

 

 

 

 

 

 

Carlo Acutis, questo giovane morto a soli 15 anni nel 2006, ha trascorso una giovinezza molto intensa dal punto di vista spirituale.

Ora è Venerabile ed è stato citato come esempio anche da papa Francesco.

Sua Madre, la signora Antonia Salzano, ricorda che fin da bambino aveva una particolare predilezione per la Santa Eucaristia, in cui credeva fortemente, perché cercava di frequentare ogni giorno la Santa Messa.

Ed è proprio l’Eucaristia che gli ha dato la forza di diventare uno zelante seguace di Gesù, dedicando tutte le sue energie, oltre che allo studio, anche all’evangelizzazione usando spesso internet solo a fin di bene ed organizzando mostre sui miracoli eucaristici per invogliare tutti alla frequenza eucaristica.

Carlo Acutis amava e rispettava molto i genitori ed aiutava i poveri donando loro quello che poteva. Faceva anche il catechista con entusiasmo. Seguendo l’esempio di Carlo Acutis, il quale probabilmente sarà dichiarato Santo fra non molto, ogni giovane d’oggi ha la potenzialità di diventare “santo”, anche perché abbiamo tutti il dovere di diventarlo, come dichiarava Santa Teresa di Calcutta.

La moderna via per la santità spianata da Carlo Acutis trascinerà molti giovani ad amare, servire e consolare Gesù Cristo, il quale oggi più che mai ha tanta sete d’amore per questa umanità che sta smarrendo il senso per cui è stata creata.

 

 

Caro giovane!

Oggi ti ritrovi a vivere in una società piuttosto materialista ed atea, per cui la tua vita spirituale è molto difficile, me ne rendo conto, perché è assai dura anche per noi adulti.

Ricordati che oltre al tuo giovane corpo, tu hai un’anima immortale, creata da Dio al momento del tuo concepimento ed è destinata alla Beatitudine Eterna in Dio.

Non dubitare dell’esistenza di Dio e mantieni salda la tua fede in Gesù Cristo, perché i cattivi esempi e molti profeti del nulla vogliono trarti in inganno. Ti vogliono ingannare dicendoti che Dio è un’invenzione dell’uomo, che l’anima non esiste e che dopo la morte ci attende il nulla. Leggi con umiltà le Sacre Scritture, soprattutto il Santo Vangelo e comprenderai il valore immenso della tua anima creata ad immagine e somiglianza di Dio e Tempio vivo dello Spirito Santo.

Non lasciarti assorbire da troppi passatempi o impegni quotidiani. Dedica del tempo anche alla preghiera personale e, sull’esempio di Carlo Acutis e di tutti i santi, frequenta la confessione e la Santa Eucaristia. Non lasciarti coinvolgere dalla pigrizia, la quale porta all’indifferenza ed ai vizi di ogni tipo. Ricordati che i vizi (alcool, fumo, droga, ecc) abbruttiscono l’anima e la preparano per sua rovina eterna. I veggenti di Medjugorje testimoniano che l’aldilà esiste: quando erano giovani come te sono stati portati  dalla Regina della Pace con il loro corpo in Paradiso, nel Purgatorio e nell’inferno.

Rispetta i Comandamenti di Dio, adora la SS. Trinità, onora tuo padre e tua madre: ricordati che ti hanno trasmesso la vita ed accettali con i loro difetti. Rispettali e non offenderli nei litigi o nell’indifferenza. Il tuo smartphone non sia un mezzo per isolarti e renderti più egoista, ma soccorri a chi ti chiede attenzione o un semplice sorriso.

Prega spesso, invoca lo Spirito Santo che ti illumini e chiedi l’intercessione di Maria, la quale è particolarmente sensibile verso i giovani. Così facendo fondi la tua vita su valori reali ed eterni, perché eterna è la tua stessa esistenza e sei destinato a lodare Dio per tutta l’Eternità!

 

Una voce dal deserto

 

Questo espediente per promuovere simpaticamente l’evangelizzazione e la pastorale cattolica potrebbe essere utile per far prendere coscienza ai fedeli incerti sull’enorme valore di ogni Santa Messa.

Il parroco potrebbe personalizzare l’invito per l’appuntamento eucaristico utilizzando questa forma…insolita!.

In effetti qualsiasi di noi non rifiuterebbe un invito personalizzato per la partecipazione ad un solenne convivio promosso e caldeggiato da qualche famoso e potente personaggio che ci tiene alla nostra presenza. Se poi questo personaggio è il SIGNORE DI TUTTI I SIGNORI….

 

La Signoria Vostra è invitata al Sacro Convito che si terrà il ………… alle ore ……. presso la Chiesa di…………………

Vi parteciperanno, oltre ai fedeli invitati, il coro completo degli Angeli e degli Arcangeli e la schiera dei Beati e Santi con Maria Vergine, madre del Signore.

Durante il Sacro Convito sua Maestà Gesù Cristo, Signore di tutti i Signori, dopo il discorso evangelico si offrirà come pasto nuziale in corpo, sangue, anima e divinità per essere assimilato dai presenti.

Si richiede raccoglimento, la massima attenzione e il più profondo rispetto per Colui mediante il quale è stato creato tutto l’Universo e lo sta sorreggendo con Amore.

 

Il parroco

 

 

Per scaricare il formato word o il formato pdf:

JHS

JHS

 

 

 

Onnipotente, eterno Iddio, mi accosto al sacramento dell’unigenito Figlio tuo, il Signore nostro Gesù Cristo:
mi accosto come l’infermo al medico che gli ridona la vita,
come l’immondo alla fonte della misericordia,
come il cieco alla luce dello splendore eterno,
come il povero e il bisognoso al Signore dei cielo e della terra.

Prego dunque la tua grande ed immensa generosità perché ti degni di curare il mio male, di lavare le mie macchie, di arricchire la mia povertà, di vestire la mia nudità, affinché riceva il pare degli Angeli, il Re dei re, il Signore dei signori con tanta riverenza ed umiltà, con tanta contrizione e devozione, con tanta purità e fede, con tali propositi e buone intenzioni, quanto occorre alla salute dell’anima mia.

Dammi, ti prego, di ricevere non solo il sacramento dei Corpo e del Sangue dei Signore, ma anche la grazia e la virtù del sacramento. O mitissimo Iddio, concedimi di ricevere il Corpo dell’unigenito Figlio tuo, Signore nostro Gesù Cristo, che nacque dalla Vergine Maria, in modo che meriti di essere incorporato al suo mistico corpo, e di essere annoverato fra le membra di lui.

O amantissimo Padre, concedimi di contemplare finalmente a viso aperto per l’eternità, il diletto Figlio tuo, che intendo ricevere ora nel mio terrestre cammino, sotto i veli dei mistero, Colui che con te vive e regna in unione con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Amen.

 

San Tommaso d’Aquino

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

 

Dovremmo provare angoscia quando (per più di tre giorni) ci dimentichiamo di Gesù, senza pregare, senza leggere il Vangelo, senza sentire il bisogno della sua presenza e della sua consolante amicizia.

E tante volte passano i giorni senza che io ricordi Gesù. Ma questo è brutto, questo è molto brutto. Dovremmo sentire angoscia quando succedono queste cose. Maria e Giuseppe lo cercarono e lo trovarono nel tempio mentre insegnava: anche noi, è soprattutto nella casa di Dio che possiamo incontrare il divino Maestro e accogliere il suo messaggio di salvezza.

Nella celebrazione eucaristica facciamo esperienza viva di Cristo; Egli ci parla, ci offre la sua Parola, ci illumina, illumina il nostro cammino, ci dona il suo Corpo nell’Eucaristia da cui attingiamo vigore per affrontare le difficoltà di ogni giorno.

E oggi torniamo a casa con queste due parole: stupore e angoscia.

Io so avere stupore, quando vedo le cose buone degli altri, e così risolvere i problemi familiari? Io sento angoscia quando mi sono allontanato da Gesù?

(papa Francesco)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

 

(Lo ha fatto intendere la Regina della Pace in vari messaggi)

Verrà il giorno in cui, la maggior parte degli uomini già su questa terra saranno stanchi di rimanere alla superficie di se stessi, del materialismo estremo, della decadenza morale, del nichilismo, della violenza e dell’angoscia esistenziale.

Allora cercheranno sitibondi tutto ciò che può arricchire il loro spirito, dalla poesia ad ogni forma di arte più elevata, ma soprattutto scopriranno la via della Verità aderendo a Colui che eleva l’esistenza di ognuno: Gesù Cristo, il quale disse di se stesso: “Io sono la via, la verità e la vita”.

La Chiesa sarà completamente rinnovata nell’amore e si diffonderà l’uso dei Sacramenti, soprattutto l’Eucaristia dove Dio, presente in Gesù Cristo nelle sacre specie, verrà più adorato e glorificato.

In questa nuova era di relativa pace si praticherà di più la giustizia sociale e la fratellanza universale.

Già da ora ognuno di noi, nel nostro microcosmo, può darsi da fare fiduciosamente con la preghiera e l’amore verso Dio ed il prossimo affinché ciò si verifichi più il presto possibile.

 

(Una voce dal deserto)

 

Se sei afflitto perché hai l’impressione di non interessare a nessuno o perché la tua vita ti appare fragile, grigia e monotona, accetta questo consiglio:

Pensa alle ricchezze che possiedi quando hai la salute e puoi vedere, toccare, ascoltare, parlare, annusare e camminare. Pensa alla tua incredibile mente, alla tua anima immortale ed al tuo silenzioso Creatore, il quale è il vero Padre Celeste.

Prendi coscienza dei tuoi peccati, entra in una Chiesa e confessali ricevendo l’assoluzione.

Poi mettiti davanti all’altare in profonda umiltà e con riconoscenza e partecipa ad una Santa Messa: lì avviene un grandissimo miracolo. Quell’Ostia e quel vino vengono trasformati nel corpo e nel sangue di Gesù Cristo, il quale ti ama infinitamente e desidera che tu l’accolga con rispetto ed entusiasmo nella Santa Comunione.

La tua gioia sarà piena se lo riceverai con fede viva: credi fermamente che Egli, per mezzo del quale tutto è stato creato, ti considera davvero e ti ama per tutta l’Eternità!

 

(Una voce dal deserto)

 

 

Gesù è il Figlio di Dio, il Dio incarnato, il quale da uomo è vissuto come noi, ha patito, è morto ed è risorto.

Egli è sempre vivo in mezzo a noi ed ascolta ogni uomo che lo invoca.

Egli è pronto a perdonare i nostri peccati attraverso il Sacramento della Confessione.

Ci nutre con la Santa Eucaristia ed è il nostro punto di riferimento principale, perché ci invia lo Spirito Santo per farci crescere spiritualmente e condurci al Padre per tutta l’Eternità.

È Gesù che ci disseta quando abbiamo sete di infinito.

È Lui che ci rende immortali. Egli ci ama sempre di un amore infinito. Da chi andremo senza di Lui?

Per questo Egli è davvero il Re della Pace come dice sua madre, la Regina della Pace: “Cari figli! Vi porto mio Figlio Gesù che è il Re della pace. Lui vi dona la pace, che questa pace non sia solo per voi, figlioli, ma portatela agli altri nella gioia e nell’umiltà.”

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Il famigerato detto “L’uomo è ciò che mangia” potrebbe contenere delle verità se venisse reinterpretato alla luce del cristianesimo.

Ogni cristiano convinto, in fondo, si ciba della parola, del corpo, del sangue, dell’anima e della divinità di Gesù Cristo risorto.

Ciò significa che diviene lui stesso Gesù Cristo ogni volta che partecipa della sua vita, soprattutto quella eucaristica.

Quando ascolta la sua parola, i suoi stessi pensieri si adattano sempre di più a quelli di Cristo espressi nei Vangeli.

Quando si ciba dell’Eucaristia, il suo corpo metabolizza il corpo di Cristo stesso, l’anima la sua anima e la sua divinità.

I santi più mistici, ad esempio avevano la possibilità di operare anche miracoli come li operava il Maestro. In questo senso, cibandosi di Lui, essi venivano assimilati da Lui, diventando, così altri Cristi, ognuno dei quali con alcune particolari caratteristiche del Maestro: San Francesco, San Padre Pio e tanti altri esprimevano anche corporalmente la passione di Cristo attraverso le stigmate.

Altri santi, come faceva Gesù, operavano guarigioni strepitose, come San Pietro, San Paolo, san Filippo Neri, Marco d’Aviano, San Leopoldo Mandic, ecc.

Altri mistici oranti,come Santa Caterina da Siena, Teresa d’Avila e tanti altri evidenziavano anche fisicamente la loro stretta unione col Maestro in continua preghiera estatica.

E così per il digiuno, la sospensione delle leggi della natura ecc: alcuni si nutrivano per anni solo della particola consacrata.

Il destino di ogni uomo, quindi, è la sua progressiva divinizzazione, per cui nella vita terrena non mangia solo le cose materiali, ma anche quelle spirituali unificate nell’uomo –Dio Gesù Cristo, le quali sono molto più importanti per la Vita Eterna.

 

 

 

 

 

A proposito dei 10 lebbrosi sanati da Gesù, solo uno era venuto a ringraziarlo e Gesù si dimostra rammaricato per gli altri nove.

Chi vive nello Spirito di Cristo non dà nulla per scontato.

Il vero cristiano, appena si sveglia dovrebbe essere grato a Dio per la notte trascorsa.

Ci sono infinite ragioni per essere riconoscenti verso il Creatore, però molto spesso ce ne dimentichiamo o guardiamo solo il lato oscuro della nostra esistenza. Dio-Padre ci sostiene in ogni istante della giornata e, tramite il Figlio Gesù, che ha istituito il Sacramento della Confessione, è sempre disponibile a perdonare le nostre colpe.

Gesù Cristo, poi, si dona a noi completamente nell’Eucaristia, la quale è il memoriale della sua passione, morte e Risurrezione.

Anche se guadagniamo il salario con il nostro lavoro, è Lui che realmente ci dona il cibo, il vestiario, la casa, la famiglia, il lavoro: essendo Onnipotente la vita e la morte di ognuno di noi, dipende dal suo volere, pur lasciando a noi il libero arbitrio.

Ma la nostra gratitudine nei suoi confronti è una delle virtù che Egli ama in noi.

 

(Una voce dal deserto)

 

 

 

Ognuno di noi ha delle fragilità, a volte anche nascoste, che difficilmente riesce a superare se non è davvero immerso nel clima di preghiera.

Chi è spinto a rubare, a imbrogliare, a bere alcolici oltremisura o a drogarsi, ad abusare della propria affettività, a mentire, a invidiare ed odiare, ad oziare ecc.

Cercare di essere in grazia di Dio chiedendogli aiuto ed evitando le occasioni è la cosa migliore. Si vede il mondo in modo diverso, ricordiamolo!

Non agitiamoci, dunque, e pensiamo a quanto sia molto superiore la serenità interiore dovuta alla consapevolezza di aver resistito alle tentazioni con l’aiuto di Dio, perché da soli non possiamo fare nulla.

In quei frangenti gridiamo allo Spirito Santo che desideriamo rimanergli fedeli! Ringraziamolo sempre per ogni cosa, anche per le stesse tentazioni.

Frequentiamo la Santa Confessione e l’Eucaristia.

Meravigliamoci per i suoi immensi doni e per la sua infinita creatività, anche quando abbiamo presente in modo troppo ossessivo l’oggetto della tentazione stesso.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

di p. Ermes Ronchi

XXI domenica B Gv 6,61-69

 

Stiamo leggendo da un mese il lungo capitolo 6 di Giovanni: lo scontro di Cafarnao, che scoppia dopo il miracolo dei pani e dei pesci condivisi, il miracolo meno riuscito, verrebbe da dire, se porta con sé conflitti, crisi, l’abbandono di molti discepoli.

Ma Gesù tira dritto, non si piega ai sondaggi d’opinione, non attenua le sue posizioni, per qualche pugno di voti in più, o di discepoli in più.

Siamo alla resa dei conti all’interno del gruppo dei più fedeli. E molti dei suoi discepoli si tirarono indietro e non andavano più con lui.

E spiegano: questa parola è dura. Chi può ascoltarla? Dura non perché indichi un’altra parete vertiginosa da scalare (sul tipo: amate i vostri nemici), ma perché ti chiama a pensare in grande, a volare alto, a capovolgere l’immagine di Dio: un Dio che si fa piccolo come un pezzo di pane, che ama l’umiltà del pane, e il suo silenzio e il suo scomparire… Un Dio capovolto.

E poi che ti chiama a metterti in gioco: non serve fare la comunione se non ti fai comunione; mangiare il pane senza farsi pane non giova a nulla. Questo significano le parole: è lo Spirito che da la vita, mentre la carne non giova a nulla. Il semplice gesto esteriore non serve a nulla. Fai tuo lo spirito che lo anima.

La svolta del racconto avviene attorno alle parole spiazzanti di Gesù: volete andarvene anche voi? Se ne vanno e lui non tenta di fermarli, di convincerli, non li prega: aspettate un momento, restate, vi spiego meglio.

Gesù si rivolge ai rimasti, ai dodici, a quelli del primo giorno, e lo fa con parole forti, libere: Forse volete andarvene anche voi? Gesù non impartisce ordini o lezioni: “ fate così o non fatelo”,

ma mette ciascuno davanti a una domanda, che scende dentro, come un amo da pesca, infatti la forma del punto di domanda è proprio quella di un amo da pesca, e lo cala dentro i suoi per tirar su dal profondo l’atteggiamento più vero e libero: vuoi andartene e vuoi restare? che cosa desideri davvero? Non fa appello al dovere ma all’autenticità.

Appello alla libertà ultima di ogni discepolo: siete liberi, andate o restate; io non costringo nessuno; guardate bene che cosa amate.

Come se dicesse a noi: tu che si qui adesso, a messa? Vuoi uscire, vuoi andartene? Io non dico a nessuno: devi andare in chiesa alla domenica, è solo carne che non giova a nulla… non dirò mai: devi, altrimenti qui o nell’altro mondo la pagherai…

No, Gesù, mi commuove ancora per la sua libertà, che non cede a compromessi, non prende in ostaggio nessuno, per raccattare un discepolo in più.

Dice: Io voglio vita, per te; voglio libertà, per te, voglio per te il desiderio più alto che c’è. Stelle in cuore. Camminare, correre, volare.

Meravigliosa la risposta di Pietro, tra le parole più belle del vangelo: ma da chi mai possiamo andare? Da chi vuoi che andiamo: Tu solo hai parole di vita eterna. Queste parole di Pietro sono da applausi, gli sono grato, le ripeto, le ripeteremo poi prima della comunione: da chi vuoi che vada? dove posso mai trovare tanta luce, tanta pace, desideri grandi, intensità, assoluto…invece di: non sono degno che tu entri, diremo con Pietro: in te trovo vita!

Attorno a te ricomincia la vita, tu tocchi il cuore e lo fai ripartire.

Con la tua parola, che è niente, è povera cosa, un soffio, una vibrazione nell’aria, una goccia d’inchiostro, che puoi ascoltare o rifiutare, fare tua o relegare nel repertorio delle follie.

Tu hai parole: qualcosa che non schiaccia nessuno e non si impone mai; bussa, si propone e ti lascia libero. E se l’accogli spalanca sepolcri, scioglie legami, insegna respiri, apre strade e carezze e incendi. Mette in moto la vita.

Parole che danno vita ad ogni parte di me.

Danno vita al cuore, allargano, dilatano, purificano il cuore, lo fanno grande. Un cuore spazioso mi dai. Dove c’è spazio per i miei cari, per Dio, per i fratelli e i poveracci sbarcati stanotte.

Danno vita alla mente, perché la mente vive di verità e tu sei senza inganno; la mente vive di libertà e tu sei libero come nessuno.

Danno vita allo spirito, perché tu custodisci il nostro cromosoma divino. L’assoluto in noi, l’essenziale.

Danno più vita anche al corpo, agli occhi, alle mani, all’andare e al venire. Al dono e all’abbraccio.

Parole di vita eterna, che è la vita dell’Eterno, che ora è qui a creare con noi cose che meritano di non morire. Cos’è questa cosa la vita eterna che sembra non interessare più ai cristiani d’oggi? La vita eterna non è una vita lunga, che non finisce mai, alla fine anche un po’ noiosa. La vita eterna vuol dire la vita dell’Eterno.

E tu capisci allora che è la vita del Creatore, del Liberatore, del Tutto-abbracciante. C’è dentro la pulsazione delle stelle, l’esultanza degli amanti, le grida di vittoria del popolo che attraversa il mar Rosso, c’è il volto stupefatto di tua madre quando ti ha preso in braccio la prima volta, il sorriso del povero. La vita dell’Eterno.

Ed entra in noi attraverso Gesù: Apri il vangelo e senti sapore di vita e non di morte, vita appassionata, vibrante, intensa.

Volete andarvene anche voi? Io no, io non me ne vado, Signore. Io non ti lascio, io scelgo te. Come Pietro, pronuncio anch’io la mia dichiarazione di amore:

io voglio te, voglio vivere, e tu solo hai parole che fanno viva, finalmente, la vita.

Dio non è un dovere, è un regalo.

Non è una esigenza, ma una offerta.

Non c’è niente da dare in cambio a Dio. Capite? Niente.

Dio dona tutto e non prende niente.

Non è vero che Dio ha qualcosa da chiederci, ha tanto da darci.

Una trasfusione di vita.

Dio è “prendete”, è dono, regalo, offerta, e noi abbiamo paura.

Ma che cosa tu potresti mai dare in cambio della vita dell’Eterno?

Sacrifici e rinunce? Non di certo, forse gioia e abbracci e carovane che avanzano nel sole.

Anzi è Lui felice di vedermi arrivare, che mi dice: sono contento che tu sia qui. Io posso solo accoglierlo stupito. Prima che io dica: “ho fame di vita”, ha detto: “Prendete e mangiate”.

Mi ha atteso e si dona.

Non è vero che Dio ha qualcosa da chiederci, ha tanto da darci.

 

Preghiera alla comunione

Signore, da chi mai possiamo andare?

Se oggi siamo qui, a parlarti, significa che non ce ne siamo andati,

perché vicino a te si risveglia la vita

tu hai parole sincere e libere come nessuno,

parole che fanno pulito il cuore, che sanno di eternità.

Da chi vuoi che andiamo? Lontano da te si scolorano i sogni.

Io non me ne vado. Io no, Signore.

Io non ti lascio, io scelgo te.

Come Pietro, pronuncio anch’io la mia dichiarazione di amore:

io voglio te, perché voglio vivere,

e tu solo hai parole che fanno viva, finalmente, la vita.

 

 

di p. Ermes Ronchi

 

XX domenica Gv 6,51-58

 

Prendete, mangiate! Parole che mi sorprendono ogni volta, come una dichiarazione d’amore: ‘io voglio stare nelle tue mani come dono, nella tua bocca come pane, nell’intimo tuo come sangue, farmi cellula, respiro, pensiero di te. Tua vita’.

 

In otto versetti, Gesù ripete per otto volte: Chi mangia la mia carne vivrà in eterno. Quasi un ritmo incantatorio, una divina monotonia, nello stile di Giovanni che avanza per cerchi concentrici ma che ascendono, come una spirale; o come un sasso che getti nell’acqua e vedi i cerchi delle onde allargarsi sempre più.

Siamo alla fine del lungo capitolo 6 di Giovanni, uno scontro dai toni sempre più inconciliabili tra lui e i sapienti del tempo. Che ha luogo dopo il miracolo dei pani e dei pesci, il miracolo peggio riuscito, da cui derivano conflitti, crisi, l’abbandono di molti discepoli. Ma Gesù tira dritto, non si piega ai sondaggi d’opinione, non attenua le sue posizioni, anzi rilancia.

Il vangelo di oggi racconta la parte più calda, più impetuosa del discorso. L’intervento più irruente del durissimo conflitto di Cafarnao.

E ogni volta Gesù alza la posta e alla fine scopre le carte, con una pretesa, una presunzione che gli fa dire: solo io so chi è Dio.

Non lo sanno i profeti, non lo sanno i sacerdoti, nessun rabbino, io solo, perché io e Dio siamo una cosa sola.

Ha perso la testa, verrebbe da dire. E rilancia ancora: chi mangia la mia carne ha vita eterna.

Cos’è questa cosa che sembra non interessare più ai cristiani d’oggi? La vita eterna non è una vita lunga, che non finisce mai, alla fine anche un po’ noiosa. Non la vita eterna ma la vita dell’Eterno.

E tu capisci allora che è la vita del Creatore, del Liberatore, del Tutto-abbracciante. C’è dentro la pulsazione delle stelle, l’esultanza degli amanti, le grida di vittoria del popolo che attraversa il mar Rosso, c’è il volto stupefatto di tua madre quando ti ha preso in braccio la prima volta, il sorriso del povero. La vita dell’Eterno.

Ed entra in noi attraverso Gesù: Apri il vangelo e senti sapore di vita e non di morte, vita appassionata, vibrante, calda. Il sapore della vita è fatto di tre sapori: amore, libertà e coraggio.

Ha scelto il pane come simbolo, geniale, il pane è tutto ciò che ti fa vivere, se c’è una cosa che sa di vita e non di morte, è proprio il pane. Dio come pane!

Nessuno conosce il Padre…Solo io so chi è Dio. E infatti ci rovescia l’immagine di Dio.

  1. Noi pensiamo di avvicinarci a Dio rendendo sempre più spirituale la vita, riti e preghiere e pensieri alti… Gesù rovescia: ti avvicini a Dio diventando sempre più umano. Come ha fatto lui, toccando piaghe, ferite, dolori, la fame. Facendoti pane. Più diventiamo umani più noi si comunica Dio.
  2. Noi pensiamo di essere per Dio, Gesù rovescia: Dio è per noi; noi pensiamo di essere creati per lui, per credere servire ubbidire amare Dio; Gesù rovescia: Dio esiste per amare servire nutrire alimentare. Si offre come dono, regalo, cibo da prendere. Pane che non esiste per sé ma per te.
  3. Noi pensiamo che Dio agisca attraverso interventi miracolosi, effetti speciali, rovesciando le regole della natura, e Gesù rovescia questa immagine: Dio agisce come il pane. Il pane che entra in te e scompare, che entra e si dissolve, ma per diffondersi fino all’ultima cellula, ad ogni battito del cuore. Il silenzio del pane. L’umiltà del pane. E di Dio.

Qui è il miracolo, il batticuore, lo stupore:

Dio in me, il mio cuore lo assorbe,

lui assorbe il mio cuore,

e diventiamo una cosa sola,

con la stessa vocazione:

non andarcene da questo mondo

senza essere diventati pezzo di pane buono per qualcuno.

Pane buono spezzato per la fame e la gioia di qualcuno.

 

Quando parla di sangue e carne Gesù vi riassume la sua piena umanità, le sue mani di carpentiere con il profumo del legno, le sue lacrime, le sue passioni, i suoi abbracci, i piedi intrisi di nardo e la casa che si riempie di profumo e di amicizia. E qui c’è una sorpresa, una cosa imprevedibile.

Gesù non dice: prendete assimilate la mia sapienza, nutritevi della mia santità, mangiate il sublime che è in me. Dice, invece: prendete la mia umanità, il mio modo di abitare la terra, libero e creativo, e di incontrare e di entrare nelle case, e di chiedere acqua alla samaritana e di far scendere Zaccheo dal suo albero, e di accogliere uomini e donne alla sua scuola di vita. Nutritevi del mio modo di essere umano, come un bimbo che è ancora nel grembo della madre si nutre del suo sangue. Il grembo del vangelo. Perché facciamo la comunione? Risponde benissimo san Leone Magno: lo scopo della comunione è che possiamo diventare ciò che riceviamo, anche noi corpo di Cristo.

 

E perché allora ci deve supplicare, perché questa supplica ripetuta otto volte, prendete mangiate?…

Perché abbiamo mangiato male prima.

Perché la vita ci ha regalato traumi da togliere il fiato, talvolta. E non è per colpa nostra. Abbiamo forse traumi sull’amore. Pensiamo che nessuno ti ami senza cercare un vantaggio per sé. E pensiamo che con Dio sia lo stesso. Che nessuno dia niente per niente…

E davanti al pane della comunione, riemerge il Dio sbagliato: sì, ma che cosa dovrò dare io in cambio? In sforzi, in fatica morale, e il tener duro sempre… è un altro dovere in più? E se non lo compio, ci sarà un castigo? In fondo, noi abbiamo ancora paura di Dio.

Dio non è un dovere, è un regalo.

Non è una esigenza, ma una offerta.

Non c’è niente da dare in cambio a Dio. Capite? Niente.

Dio dona tutto e non prende niente.

Non è vero che Dio ha qualcosa da chiederci, ha tanto da darci.

Una trasfusione di vita.

Dio è “prendete”, è dono, regalo, offerta, e noi abbiamo paura.

Ma che cosa tu potresti mai dare in cambio della vita dell’Eterno?

Che non meriteremo mai, di cui non saremo mai degni.

Con quale moneta pagarla? Con sacrifici e rinunce? Non di certo, forse con gioia e abbracci e carovane che avanzano nel sole.

Anzi è Lui che viene fino a noi. Lui in cammino, Lui che percorre i cieli, Lui felice di vedermi arrivare, che mi dice: sono contento che tu sia qui. Io posso solo accoglierlo stupito. Prima che io dica: “ho fame”, ha detto: “Prendete e mangiate”, mi ha cercato, mi ha atteso e si dona.

Non è vero che Dio ha qualcosa da chiederci, ha tanto da darci.

 

 

Signore, quando sono affamato,

donami qualcuno che ha bisogno di cibo.

Quando ho sete,

donami qualcuno che ha bisogno d’acqua.

Quando ho freddo,

mandami qualcuno da riscaldare.

Quando sono ferito,

donami qualcuno da consolare.

Quando la mia croce diventa pesante,

donami la croce di un altro da portare insieme.

Quando mi sento povero,

conduci da me qualcuno che è nel bisogno.

Quando non ho tempo,

donami qualcuno che io possa aiutare almeno un istante.

Quando mi sento umiliato,

donami qualcuno di cui io possa tessere le lodi.

Quando sono scoraggiato,

mandami qualcuno da incoraggiare.

Quando ho bisogno della comprensione degli altri,

donami qualcuno che ha bisogno della mia.

E quando non penso che a me stesso,

volgi i miei pensieri verso qualcun altro

in questa terra, in questo cielo.

Amen.

 

 

 

 

Il Vangelo a cura di Ermes Ronchi

Non discutere di Dio, tuffati nel suo mistero

XIX Domenica – Tempo ordinario – Anno B
Vangelo – Giovanni 6,41-51

In quel tempo, i Giudei si misero a mormorare contro Gesù perché aveva detto: «Io sono il pane disceso dal cielo». E dicevano: «Costui non è forse Gesù, il figlio di Giuseppe? Di lui non conosciamo il padre e la madre? Come dunque può dire: “Sono disceso dal cielo”?». Gesù rispose loro: «Non mormorate tra voi. Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Sta scritto nei profeti: “E tutti saranno istruiti da Dio”. Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me. Non perché qualcuno abbia visto il Padre; solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna. Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia. Io sono il pane vivo, disceso dal cielo […]».

Io sono il pane vivo disceso dal cielo. Potenza del linguaggio di Gesù, il suo mistero e la sua storia espressi non con ragionamenti ma per immagini: pane, vivo, discesa, cielo. Quattro parole e quattro metafore, ciascuna generativa, in quanto ricca di movimento, di esperienza, di sapore e di orizzonti. Non spiegano il mistero, ma lo fanno vibrare nella tua vita, mistero gioioso da godere e da assaporare. Il pane di cui parlano non è quel pugno di acqua e di farina passata per la macina e il fuoco, contiene molto di più: è il simbolo di tutto ciò che è buono per te e ti mantiene in vita.

I giudei si misero a mormorare contro Gesù. Ma come? Pretendi di essere il pane piovuto dal cielo? Ma sei venuto come tutti da tua madre e da tuo padre. Tu vuoi cambiarci la vita? E facendo quello che fa il pane con il nostro corpo, che si nasconde e scompare nell’intimo, e non fa rumore. No, il Dio onnipotente dovrebbe fare ben altro: miracoli potenti, definitivi, evidenti, solari. Ma Dio non fa spettacolo. In fondo è la stessa critica che mormoriamo anche noi: che pretese ha sulla mia vita quest’uomo di duemila anni fa? Lui pensa davvero di farci vivere meglio?

Non mormorate tra voi… Non sprecare parole a discutere di Dio, puoi fare di meglio: tuffati nel suo mistero. Pane che discende dal cielo. Nota: discende, per mille strade, in cento modi, come il pane nel corpo; discende verso di me, adesso, in questo momento, e continuamente. Io posso scegliere di non prenderlo come cibo, lo posso anche relegare nel repertorio delle fantasie, ma lui discende instancabilmente, mi avvolge di forze buone. Io sono immerso in lui e lui è immerso in me, e nutre la mia parte più bella.

Non mormorate, mangiate. Il brano del Vangelo di oggi si articola attorno al verbo mangiare. Un gesto così semplice e quotidiano, eppure così vitale e potente, che Gesù l’ha scelto come simbolo dell’incontro con Dio; ha raccontato la frontiera avanzata del Regno dei cieli con le parabole del banchetto, della convivialità. Il Pane che discende dal cielo è l’autopresentazione di Dio come una questione vitale per l’uomo. Il pane che mangi ti fa vivere, e allora vivi di Dio e mangia la sua vita, sogna i suoi sogni, preferisci quelli che lui preferiva. Bocconi di cielo.

Sorge una domanda: di cosa nutro anima e pensieri? Sto mangiando generosità, bellezza, profondità? Oppure mi nutro di egoismo, intolleranza, miopia dello spirito, insensatezza del vivere, paure? Se accogliamo pensieri degradati, questi ci fanno come loro. Se accogliamo pensieri di Vangelo e di bellezza, questi ci trasformeranno in custodi della bellezza e della tenerezza, il pane che salverà il mondo.

(Letture: 1 Re 19,4-8; Salmo 33; Efesini 4,30-5,2; Giovanni 6,41-51)

https://www.avvenire.it/rubriche/pagine/non-discutere-di-dio-tuffati-nel-suo-mistero

http://www.smariadelcengio.it/fra-ermes-ronchi-comunica/26610/commento-al-vangelo-domenica-12-agosto-p-ermes-non-discutere-di-dio-tuffati-nel-suo-mistero/

 

 

 

Il Vangelo a cura di Ermes Ronchi

Il suo sangue nelle nostre vene. Così l’eucarestia ci trasforma

Santissimo Corpo e Sangue di Cristo – Anno B

Vangelo – Marco 14,12-16.22-26

Il primo giorno degli Azzimi, quando si immolava la Pasqua, i discepoli dissero a Gesù: «Dove vuoi che andiamo a preparare, perché tu possa mangiare la Pasqua?». Allora mandò due dei suoi discepoli, dicendo loro: «Andate in città e vi verrà incontro un uomo con una brocca d’acqua; seguitelo. Là dove entrerà, dite al padrone di casa: “Il Maestro dice: Dov’è la mia stanza, in cui io possa mangiare la Pasqua con i miei discepoli?”. Egli vi mostrerà al piano superiore una grande sala, arredata e già pronta; lì preparate la cena per noi». I discepoli andarono e, entrati in città, trovarono come aveva detto loro e prepararono la Pasqua. Mentre mangiavano, prese il pane e recitò la benedizione, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: «Prendete, questo è il mio corpo». Poi prese un calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. E disse loro: «Questo è il mio sangue dell’alleanza, che è versato per molti. In verità io vi dico che non berrò mai più del frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo, nel regno di Dio». Dopo aver cantato l’inno, uscirono verso il monte degli Ulivi.

Prendete, questo è il mio corpo. Il verbo è preciso e nitido come un ordine: prendete. Stringente e senza alibi. Gesù non chiede agli Apostoli di adorare, contemplare, venerare quel Pane, dice molto di più: io voglio stare nelle tue mani come dono, nella tua bocca come pane, nell’intimo tuo come sangue, farmi cellula, respiro, pensiero di te. Tua vita. Vi prego, prendete e dentro risuona tutto il bisogno di Dio di realizzare con noi una comunione senza ostacoli, senza paure, senza secondi fini. «Stringiti in me, stringimi in te» (G. Testori): il mio cuore lo assorbe, lui assorbe il mio cuore, e diventiamo una cosa sola.

Lo esprime con una celebre formula Leone Magno: partecipare al corpo e al sangue di Cristo non tende ad altro che a trasformarci in quello che riceviamo. Che possiamo tutti diventare ciò che riceviamo: anche noi corpo di Cristo. E allora capiamo che Dio non è venuto nel mondo con il semplice obiettivo di perdonare i nostri peccati. Sarebbe una visione riduttiva, sia di Dio che dell’uomo.Il suo progetto è molto più grande, alto, potente: portare cielo nella terra, Dio nell’uomo, vita immensa in questa vita piccola. Molto più del perdono dei peccati: è venuto a portare se stesso.

Siamo abituati a pensare Dio come Padre, portatore di quell’amore che ci è necessario per venire alla vita; ma Dio è anche Madre, che nutre di sé i suoi figli, li nutre al suo petto, con il suo corpo. Ed è anche Sposo, amore esuberante che cerca risposta. Dice Gesù: i miei discepoli non digiunano finché lo sposo è con loro. E l’incontro con lui è come per gli amanti del Cantico: dono e gioia, intensità e tenerezza, fecondità e fedeltà.

Nel suo corpo Gesù ci dà tutta la sua storia, di come amava, come piangeva, come gioiva, ciò che lo univa agli altri: parola, sguardo, gesto, ascolto, cuore.Prendete questo corpo, vuol dire: fate vostro questo mio modo di stare nel mondo, il mio modo libero e regale di avere cura e passione per ogni forma di vita. Con il suo corpo Gesù ci consegna la sua storia: mangiatoia, strade, lago, volti, il duro della Croce, il sepolcro vuoto e la vita che fioriva al suo passaggio.

Con il suo sangue, ci comunica il rosso della passione, la fedeltà fino all’estremo. Vuole che nelle nostre vene scorra il flusso caldo della sua vita, che nel cuore metta radici il suo coraggio. Che si estende fino ad abbracciare tutto ciò che vive quaggiù sotto il sole, i poveri, gli scartati, e poi i nostri fratelli minori, le piccole creature, il filo d’erba, l’insetto con il suo misterioso servizio alla vita, in un rapporto non più alterato dal verbo prendere o possedere, ma illuminato dal più generoso, dal più divino dei verbi: donare.

(Letture: Esodo 24,3-8; Salmo 115; Ebrei 9,11-15; Marco 14,12-16.22-26)

http://www.smariadelcengio.it/fra-ermes-ronchi-comunica/26466/commento-al-vangelo-domenica-3-giugno-p-ermes-ronchi/

https://www.avvenire.it/rubriche/pagine/il-suo-sangue-nelle-nostre-vene-cosi-l-eucarestia-ci-trasforma

 

 

MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE DEL 2 maggio 2018

“Cari figli, mio Figlio, che è luce d’amore, tutto ciò che ha fatto e fa, l’ha fatto e lo fa per amore.

Così anche voi, figli miei, quando vivete nell’amore, amate il vostro prossimo e fate la volontà di mio Figlio.

Apostoli del mio amore, fatevi piccoli! Aprite i vostri cuori puri a mio Figlio, affinché egli possa operare attraverso di voi. Con l’aiuto della fede, riempitevi d’amore.

Però, figli miei, non dimenticate che è l’Eucaristia il cuore della fede: essa è mio Figlio che vi nutre col suo Corpo e vi fortifica col suo Sangue. Essa è il prodigio dell’amore: mio Figlio che viene sempre di nuovo vivente per vivificare le anime.

Figli miei, vivendo nell’amore, voi fate la volontà di mio Figlio ed egli vive in voi.

Figli miei, il mio desiderio materno è che lo amiate sempre più, poiché egli vi chiama col suo amore.

Vi dona l’amore, in modo che voi lo diffondiate a tutti attorno a voi.

Per mezzo del suo amore, come Madre sono con voi per dirvi parole d’amore e di speranza, per dirvi parole eterne e vittoriose sul tempo e sulla morte, per invitarvi ad essere miei apostoli d’amore.

Vi ringrazio!”.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2400) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier a cura di http://www.mondocrea.it

 

Signore tu ci hai donato moltissime cose, ma non sempre ti siamo riconoscenti: L’esistenza, il corpo ed i sensi, l’intelligenza, l’anima immortale, la terra e l’Universo, la famiglia, gli amici ecc.

Ma il dono più grande sei Tu stesso perché hai offerto la tua vita per la nostra salvezza eterna e continui ad offrirti in corpo, sangue, anima e divinità nella SS. Eucaristia.

Quanto poco sappiamo approfittare di questo immenso dono! Tramite essa tu nutri la nostra anima e gradualmente ci divinizzi, facendoci diventare Figli di Dio in pienezza.

Purtroppo le chiese sono deserte e pochi partecipano alle Sante Messe, perché dicono di non aver tempo o non vi credono.

Ti preghiamo affinché tutti noi possiamo essere sempre consapevoli di questo immenso tuo dono.

Fà che tutta l’umanità possa cibarsi di Te, uomo-Dio, e che tutti siano consapevoli che Tu, l’Amore Onnipotente, ti sei umiliato fino ad essere presente in una semplice particola e nel vino sull’altare.

Gli Angeli ed i Santi ti adorano anche per questo e noi spesso nemmeno ti prendiamo in considerazione: perdonaci e fa che ripariamo a questa ingratitudine con la nostra devota ed assidua partecipazione!

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2400) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Gesù sin dal tuo concepimento non ti ha mai abbandonato.

Con molta discrezione ti ha sempre seguito, continuamente, anche quando eri nel peccato.

Egli ti ama e ti amerà per sempre.

Nel tuo sincero pentimento Egli ti ha sempre perdonato, ti sostiene ovunque in ogni momento, non si dimentica mai di te, anche se a volte ti sembra l’incontrario.

Anzi, quando soffri, ti è ancora più vicino! Egli è nel prossimo che consoli e soccorri, è nei tuoi famigliari che servi con amore, è nei sacerdoti che consacrano l’Eucaristia e tramite loro si dona completamente a te.

Gesù è la meta a cui devi arrivare ed è il tuo Paradiso, perché è Dio fatto uomo affinché tu ti faccia “Dio”!

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2400) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Parte del commento su padre Pio di papa Francesco del 17 marzo 2018 a Pietrelcina

 

Padre Pio amava la Chiesa, amava la Chiesa con tutti i suoi problemi, con tutti i suoi guai, con tutti i nostri peccati. Perché tutti noi siamo peccatori, ci vergogniamo, ma lo Spirito di Dio ci ha convocato in questa Chiesa che è santa. E lui amava la Chiesa santa e i figli peccatori, tutti. Questo era san Pio.

Qui meditò con intensità il mistero di Dio che ci ha amati fino a dare se stesso per noi.. Padre Pio era fortemente tormentato nell’intimo e temeva di cadere nel peccato, sentendosi assalito dal demonio.

E questo non dà pace, perché si muove, si dà da fare… Aveva paura che il demonio lo assalisse, lo spingesse al peccato… In quei terribili momenti padre Pio trasse linfa vitale dalla preghiera continua e dalla fiducia che seppe riporre nel Signore: «Tutti i brutti fantasmi – così diceva – che il demonio mi va introducendo nella mente spariscono allorché fiducioso mi abbandono nelle braccia di Gesù».

Qui c’è tutta la teologia! Tu hai un problema, tu sei triste, sei ammalato: abbandonati nelle braccia di Gesù. E questo ha fatto lui. Amava Gesù e si fidava di Lui. Padre Pio attraverso la celebrazione della Santa Messa, che costituiva il cuore di ogni sua giornata e la pienezza della sua spiritualità, raggiunse un elevato livello di unione con il Signore.

In questo periodo, ricevette dall’alto speciali doni mistici, che precedettero il manifestarsi nelle sue carni dei segni della passione di Cristo…

Questo umile frate cappuccino ha stupito il mondo con la sua vita tutta dedita alla preghiera e all’ascolto paziente dei fratelli, sulle cui sofferenze riversava come balsamo la carità di Cristo.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

GESÙ CHIEDE TOTALE FIDUCIA IN LUI (nel “Colloquio interiore” di suor Maria della Trinità) https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2300) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Signore Gesù Cristo, grazie perché ti sei degnato di abitare nel mio cuore.

Tu, l’Uomo- Dio, sei davvero in me e speri con me la mia salvezza eterna.

Penso alla mia miseria, ma anche alla tua strabiliante Misericordia! Tu sei Colui mediante il quale tutto è stato creato nei Cieli e sulla terra, dalle lontanissime galassie, agli oceani ed ogni essere vivente.

Hai creato i potenti della terra e la gente “comune” come noi. Ma per te nessuno è “comune”, tutti ai tuoi occhi siamo speciali, perché sei l’Amore e in ognuno di noi si manifesta la tua gloria in modo particolare.

Tu, o Signore che ora abiti in me, sorreggi l’Universo insieme a tutti noi. Una tua parola e tutto può cambiare, la tua Onnipotenza non ha limiti. Nessuno può resistere al tuo volere. Tu hai il potere di decidere l’ora ed il modo di prenderci con te in Cielo.

Ma tu, che sai tutto, desideri che ognuno di noi diventi amore come tu sei amore, per cui attendi pazientemente il momento opportuno. Grazie, Signore.

Che la tua gloria venga riconosciuta da tutti già su questa terra, come ora lo è già nei Cieli, dove tutto è molto più chiaro.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2300) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

Signore Gesù Cristo, grazie perché ti sei degnato di abitare nel mio cuore.

Tu, l’Uomo- Dio, sei davvero in me e speri con me la mia salvezza eterna.

Penso alla mia miseria, ma anche alla tua strabiliante Misericordia!

Tu sei Colui mediante il quale tutto è stato creato nei Cieli e sulla terra, dalle lontanissime galassie, agli oceani ed ogni essere vivente.

Hai creato i potenti della terra e la gente “comune” come noi. Ma per te nessuno è “comune”, tutti ai tuoi occhi siamo speciali, perché sei l’Amore e in ognuno di noi si manifesta la tua gloria in modo particolare.

Tu, o Signore che ora abiti in me, sorreggi l’Universo insieme a tutti noi. Una tua parola e tutto può cambiare, la tua Onnipotenza non ha limiti. Nessuno può resistere al tuo volere.

Tu hai il potere di decidere l’ora ed il modo di prenderci con te in Cielo.

Ma tu, che sai tutto, desideri che ognuno di noi diventi amore come tu sei amore, per cui attendi pazientemente il momento opportuno. Grazie, Signore.

Che la tua gloria venga riconosciuta da tutti già su questa terra, come ora lo è già nei Cieli, dove tutto è molto più chiaro.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2300) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

“Portarono Gesù nel tempio: Simeone lo prese tra le braccia e benedisse Dio.”

A noi tutti spontaneamente viene da pensare che Simeone è stato veramente fortunato ad abbracciare il Bambino Gesù.

Ma se ci pensiamo bene, al giorno d’oggi, ciascuno di noi è ancora più fortunato di Simeone perché, mentre lui lo prese tra le braccia, noi possiamo sempre ricevere interiormente Gesù in corpo, sangue , anima e divinità attraverso il Sacramento dell’Eucaristia.

Ma ci vuole fede, come del resto anche Simeone, illuminato dallo Spirito Santo aveva fede!

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2300) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

1 la Religione cattolica è quella vera. Oltre a quelle precedenti, lo dimostrano le apparizioni mariane di Medjugorje: la Madonna si mostra ai veggenti dall’aldilà e dona i messaggi ad una parrocchia cattolica per l’umanità intera.

2 Gesù Cristo è il Signore dell’Universo, vero Dio e vero uomo, il quale in stretta unione col Padre e lo Spirito Santo, sta sorreggendo l’intera umanità per salvare tutti gli uomini. Lo dimostra il fatto che la terra, con tutti i gravissimi pericoli cosmici ed i cataclismi che rischia continuamente, è ancora intatta.

3 Nella Santa Eucaristia riceviamo davvero il corpo, il sangue, l’anima e la divinità di Gesù Cristo. Oltre ad essere una verità di fede, lo dimostrano i numerosi miracoli eucaristici in tutto il mondo e tutti i più grandi mistici, i quali sostengono che tramite l’Eucaristia riceviamo grandi grazie per la Vita Eterna.

4 Tutti gli uomini sono mortali, ma l’anima è immortale ed è destinata al Paradiso. Lo dimostra il fatto che tutti in qualche modo aneliamo ad una perfezione che ancora non riusciamo a trovare su questa terra: quella di essere uniti al Creatore per l’eternità.

5 Lo spazio ed il tempo non esistono: sono un’invenzione della mente umana. Lo dimostra il fatto che il passato non c’è più, il futuro non c’è ancora e tutti noi viviamo solo nell’istante, il quale è eterno.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2200) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

 

Se Gesù Cristo non fosse anche Dio:

1) Non avrebbe senso l’Incarnazione: Maria e Giuseppe lo avrebbero adorato inutilmente e così anche i pastori ed i Re Magi… Non si può adorare un solo uomo.

2) Gesù non avrebbe detto la Verità perché nei Vangeli per molte volte si è dichiarato Figlio di Dio ed ha detto: “Chi vede me vede il Padre” “Prima che Abramo fosse io sono” “Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue avrà la vita eterna”

3) La Trasfigurazione sarebbe stata un inganno, una semplice allucinazione collettiva.

4) La Risurrezione risulterebbe un’impostura, per cui non avrebbero alcun senso la Chiesa con la sua gerarchia ed i Sacramenti. Ridurre Gesù ad un semplice uomo è privare all’umanità la possibilità della salvezza eterna, ottenuta grazie alla sua passione, morte e risurrezione.

Gesù era vero uomo ma anche vero Dio e grazie a Lui noi possiamo essere divinizzati per ascendere al Padre.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2200) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Il termine “apparizione” nel contesto religioso corrisponde a “Teofania”, cioè “manifestazione” della divinità in forma sensibile. L’Ostia ed il Calice che questo sacerdote sta consacrando diviene realmente il corpo, il sangue, l’anima e la divinità di nostro Signore Gesù Cristo.
Noi lo vediamo sotto le sembianze delle Sacre Specie, ma è realmente Lui che ci guarda e si offre per tutti noi affinché possiamo nutrirci di Lui per essere assimilati in Lui.
Molti corrono dietro ad apparizioni dall’aldilà, vere o presunte, ma stranamente pochi fanno caso all’Eucaristia, dove noi possiamo vedere e gustare il corpo, il sangue, l’anima e la divinità di nostro Signore Gesù Cristo.
ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI
GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….
VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…
DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as
Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2200) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Se la Madonna appare dall’aldilà così a lungo e si presenta come la nostra madre celeste, Regina della pace, allora dobbiamo considerare le 2 seguenti conseguenze:

1 – Ella esiste davvero, si presenta con il suo corpo glorioso in una parrocchia, quindi le verità insegnate dalla chiesa cattolica sono giuste. Dio c’è ed è il Creatore di tutto ciò che esiste. L’anima è immortale perché con la morte terrena nessun uomo finisce nel nulla, ma l’attendono le tre realtà escatologiche: Paradiso, purgatorio ed inferno che la Madonna ha mostrato ai veggenti di Fatima e Medjugorje. Il figlio di Maria, Gesù Cristo, è davvero uomo e Dio, è morto per noi ed è risorto per portarci in Cielo. Ha fondato la Chiesa e la nutre quotidianamente grazie alla sua parola ed ai Sacramenti, soprattutto all’Eucaristia, dove Egli è realmente presente in corpo, sangue, anima e divinità.

2 – La Regina della Pace dona alla parrocchia ed al mondo intero moltissimi messaggi, come mai aveva fatto. Ciò significa che siamo in periodi molto critici per la fede e che la sussistenza dell’umanità è in grave pericolo a causa dell’incredulità, dell’orgoglio e dell’egoismo che si sta diffondendo. Questi messaggi sono teologicamente coerenti ed in linea con le verità della fede cattolica. Mediante essi Maria Santissima ci esorta alla preghiera del cuore costante, alla frequenza dei sacramenti, all’amore verso Dio ed il prossimo per prepararci al nostro futuro: l’abbraccio del Padre e la beatitudine eterna nel seno della Santissima Trinità, come Lei che ora è beata ed ha un corpo glorioso presso suo Figlio risorto.

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

DIARIO DI UN PELLEGRINO CARNICO https://www.edizionisegno.it/libro.as

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2200) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

Innanzittutto quando ci si alza al mattino è molto efficace pensare che quello che ci attende davanti potrebbe essere l’ultimo giorno prima dell’incontro definitivo col Signore. Quindi si ringrazia il Signore per la notte trascorsa e si chiede la sua protezione, quella di Maria Vergine, quella dell’angelo custode e degli altri angeli, e quella dei santi.
La Santa Messa ogni mattina è un ottimo alimento spirituale perché predispone alla divinizzazione, sconta molti peccati ed aiuta la Chiesa e la società civile.
Gli impegni andrebbero programmati solo per quella giornata, come consiglia san Giovanni XXIII, papa: “Solo per oggi” .
Ci si dedica alle opere buone in famiglia e nel volontariato eseguendole con amore come se fossero le ultime. È importante ritagliarsi degli spazi personali di preghiera durante la giornata. Essa potrebbe essere effettuata anche durante una passeggiata o mentre si pratica una ginnastica dolce, ricordandosi di ringraziare sempre il Signore per tutto.
Il cibo dovrebbe essere sempre sobrio per non appesantire il metabolismo, evitando il più possibile l’uso di zucchero, sale, alcool e grassi ecc. È importante trovare anche spazi per la propria creatività: ognuno si esprima secondo i doni che gli sono stati elargiti senza, però, strafare. La cultura personale va coltivata con passione: lettura, riflessione, meditazione ecc.
Al termine della giornata si ringrazia il Signore, gli si chiede perdono delle mancanze e ci si predispone al sonno serenamente, come se si dovesse andare incontro al Padre definitivamente: ciò costituisce un allenamento per la buona morte che prima o poi arriverà.
ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI
GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….
VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…
MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…
Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2200) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

Hai creato l’Universo così immenso e misterioso!

Hai creato la terra che ci nutre e ci conserva!

Hai creato i fiori, delizia del nostro sguardo!

Hai creato le impervie montagne che richiamano le tue altezze!

Hai creato i mari che ci ricordano la tua inifinitezza!

Hai creato i fiumi ed i ruscelli che ci dissetano!

Hai creato i nostri corpi così complessi e le nostre anime immortali!

Hai donato tuo Figlio per salvarci! Hai donato l’Eucaristia per divinizzarci!

COMPLIMENTI!

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

MARCELLO TOMADINI  il pittore fotografo dei lager   https://www.edizionisegno.it/libro.as…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2100) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

Osserva i monti e le foreste: ti piacerebbe parlare con il loro Creatore?

Osserva l’immenso mare: ti piacerebbe conversare con il suo Creatore?

Osserva l’enorme numero di stelle del cielo: ti piacerebbe dialogare con il loro Creatore?

Osserva ogni vegetale ed animale: ti piacerebbe parlare con il loro Creatore?

Osserva te stesso ed ogni persona, meraviglie del Creato: ti piacerebbe conversare col suo Creatore ?

Ebbene, nella Santa Eucaristia, ed in particolar modo nella Santa Comunione, succede molto di più: Gesù Cristo, mediante il quale fu fatto tutto ciò che esiste nei cieli e sulla terra, entra in te per trasformarti in Lui divinizzandoti!

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2100) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier a cura di http://www.mondocrea.it

 

Gesù Cristo è assai dispiaciuto per l’indifferenza di molti oggi nei suoi confronti: Egli è davvero il Dio incarnato, ha spogliato se stesso per diventare uomo, ha patito tremendamente ed è morto per donare la salvezza eterna a tutti.

Uno dei doni più meravigliosi è l’Eucaristia: in essa Gesù si presenta in corpo, sangue, anima e divinità perché ogni cristiano se ne cibi divinizzandosi.

Eppure trova molta indifferenza verso questo immenso dono di se stesso. Pochi credono realmente a questo grande mistero d’amore: infatti moltissime chiese sono vuote.

Se uno dice di essere cristiano, ma non crede ciò che è scritto nei vangeli, cioè che Gesù ha ordinato a tutti di mangiare il suo corpo e di bere il suo sangue, allora fa di Cristo un impostore ed un bugiardo…

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 2000) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier a cura di http://www.mondocrea.it

 

 

 

In una apparizione il veggente, il quale è privilegiato, vede Gesù o Maria Santissima, gli angeli o i santi e conversa con loro.

Nella Santa Eucaristia, accessibile a tutti i cristiani che ne sono predisposti, appaiono un’ostia bianca ed un calice contenente vino. In essi il fedele è convinto di trovare il corpo, il sangue, l’anima e la divinità di Gesù Cristo stesso del quale si ciberà: grazie alla sua assimilazione egli viene in un certo senso divinizzato.

 

La Santa Eucaristia è quindi prioritaria rispetto a qualsiasi apparizione. In essa c’è un rapporto molto più intimo con Gesù perché ci si ciba di Colui per mezzo del quale tutte le cose che esistono nei cieli e sulla terra furono fatte ed in Lui sussistono.

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 2000) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

Caro giovane

Ricordi quando frequentavi i corsi per la Santa Cresima? Ricordi quanti propositi facesti prima di riceverla? Uno di questi era la frequenza assidua dei sacramenti della Confessione e dell’Eucaristia.

Ora cosa ti è successo? Stai abbandonando la Chiesa, non vai più a confessarti, non frequenti più l’Eucaristia!

Che desolazione vedere la chiesa senza giovani! Gesù ti aspetta personalmente per elargirti così grandi grazie che nemmeno immagini e tu vai dietro a certi tuoi amici che ti deridono, che sono aizzati da satana stesso.

Caro giovane, non badare a tutti quei siti pieni di odio e di acredine contro la Chiesa: essa è fatta di persone che possono anche sbagliare, ma sappi che è stata fondata da Gesù Cristo stesso!

Non tradirlo in questo modo: un giorno dovrai rendere conto di tutte le defezioni.

Caro giovane, non ti preoccupare per i tuoi turbamenti interiori, ma conserva la fede che hai rafforzato con il Sacramento della Confermazione: Gesù è sempre pronto a perdonarti ed a accoglierti con gioia, ricordatelo!

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO:
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1486#disqus_thread

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1487

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1412

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali)
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1323.

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace)
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1322

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi)
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1392

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1451

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1637

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1636#disqus_thread

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 2000) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”:  http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di http://www.mondocrea.it

 

Grazie San Padre Pio soprattutto perché ci hai fatto apprezzare il grandissimo e misterioso dono dell’Eucaristia.
Tu avevi detto che se la gente sapesse il grande valore della Santa Messa ci vorrebbero i carabinieri per coordinare le folle che accorrerebbero in massa.

Tu sei credibile perché il Signore ha fatto di te uno strumento importante per incrementare la fede dell’uomo d’oggi, così incredulo alla Trascendenza.

Di fronte ai prodigi che il Signore ha fatto e sta facendo tramite te, chiunque abbia il buon senso si pone molti interrogativi sulla figura di Gesù che tu hai servito ed imitato nella sofferenza e nell’amore per il prossimo.

In questo modo chi comincia a conoscerti perviene alla verità che è Gesù stesso, il quale disse: “Io sono la Via, la Verità e la Vita”. Tu, o San Padre Pio, ci hai insegnato concretamente che uno dei mezzi più importanti per vivere in profondità il cristianesimo è l’Eucaristia che tu consideravi davvero il punto di riferimento principale della vita cristiana, perché grazie ad essa Gesù Cristo è in mezzo a noi.

 

Grazie San Padre Pio!

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO:
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1486#disqus_thread

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1487

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1412

“LA FORZA DELLA FRAGILITÀ” ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali)
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1323.

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace)
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1322

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi)
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1392

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA
http://www.edizionisegno.it/libro.asp?id=1451

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (quasi 2000) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di

 

http://www.mondocrea.it

 

Il Vangelo a cura di Ermes Ronchi

Corpus Domini – Anno A – 2017

Così Gesù si fa pane vivo nella «messa del mondo»

In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo». Allora i Giudei si misero a discutere aspramente fra loro (…). Gesù disse loro: «In verità, in verità io vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. (…) Questo è il pane disceso dal cielo; non è come quello che mangiarono i padri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno».

Io sono il pane vivo: Gesù è stato geniale a scegliere il pane. Il pane è una realtà santa, indica tutto ciò che fa vivere, e che l’uomo viva è la prima legge di Dio.
Che cosa andremo a fare domenica nelle nostre celebrazioni? Ad adorare il Corpo e Sangue del Signore? No. Oggi non è la festa dei tabernacoli aperti o delle pissidi dorate e di ciò che contengono.
Celebriamo Cristo che si dona, corpo spezzato e sangue versato? Non è esatto. La festa di oggi è ancora un passo avanti. Infatti che dono è quello che nessuno accoglie? Che regalo è se ti offro qualcosa e tu non lo gradisci e lo abbandoni in un angolo?
Oggi è la festa del prendete e mangiate, prendete e bevete, il dono preso, il pane mangiato. Come indica il Vangelo della festa che si struttura interamente attorno ad un verbo semplice e concreto “mangiare”, ripetuto per sette volte e ribadito per altre tre insieme a “bere”.
Gesù non sta parlando del sacramento dell’Eucaristia, ma del sacramento della sua esistenza, che diventa mio pane vivo quando la prendo come misura, energia, seme, lievito della mia umanità. Vuole che nelle nostre vene scorra il flusso caldo della sua vita, che nel cuore metta radici il suo coraggio, perché ci incamminiamo a vivere l’esistenza umana come l’ha vissuta lui.
Mangiare e bere la vita di Cristo non si limita alle celebrazioni liturgiche, ma si dissemina sul grande altare del pianeta, nella “messa sul mondo” (Theilard de Chardin).

Io mangio e bevo la vita di Cristo quando cerco di assimilare il nocciolo vivo e appassionato della sua esistenza, quando mi prendo cura con combattiva tenerezza degli altri, del creato e anche di me stesso. Faccio mio il segreto di Cristo e allora trovo il segreto della vita.

Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Determinante è la piccola preposizione : “in”. Che crea legame, intimità, unione, innesto, contiene “tutta la ricchezza del mistero: Cristo in voi” (Col 1,27). La ricchezza della fede è di una semplicità abbagliante: Cristo che vive in me, io che vivo in Lui. Il Verbo che ha preso carne nel grembo di Maria continua, ostinato, a incarnarsi in noi, ci fa tutti gravidi di Vangelo, incinti di luce.

Prendete, mangiate! Parole che mi sorprendono ogni volta, come una dichiarazione d’amore: “Io voglio stare nelle tue mani come dono, nella tua bocca come pane, nell’intimo tuo come sangue, farmi cellula, respiro, pensiero di te. Tua vita”.
Qui è il miracolo, il batticuore, lo stupore: Dio in me, il mio cuore lo assorbe, lui assorbe il mio cuore, e diventiamo una cosa sola, con la stessa vocazione: non andarcene da questo mondo senza essere diventati pezzo di pane buono per qualcuno.

(Letture: Deuteronomio 8,2-3.14b-16a; Salmo 147; 1 Corinzi 10,16-17; Giovanni 6,51-58)

http://www.sancarloalcorso.it/scc/showPage.jsp?wi_number=35999&wmenuid=

Oggi è la festa del prendete e mangiate,
prendete e bevete,
il dono preso, il pane mangiato.

Gesù non sta parlando del sacramento dell’Eucaristia,
ma del sacramento della sua esistenza,
che diventa mio pane vivo quando la prendo come misura,
energia, seme, lievito della mia umanità.
Vuole che nelle nostre vene scorra il flusso caldo della sua vita,
che nel cuore metta radici il suo coraggio, perché ci incamminiamo
a vivere l’esistenza umana come l’ha vissuta lui.
Io mangio e bevo la vita di Cristo
quando cerco di assimilare il nocciolo vivo e appassionato della sua esistenza,
quando mi prendo cura con combattiva tenerezza degli altri, del creato e anche di me stesso.
Faccio mio il segreto di Cristo e allora trovo il segreto della vita.
(Ermes Ronchi – Ss. CORPO E SANGUE DI CRISTO – Anno A – 2017)

https://www.avvenire.it/rubriche/pagine/cosi-gesu-si-fa-pane-vivo-nella-messa-del-mondo

 

Irene Bergamasco e Bruno Temil ci parlano dei 5 sassi di Medjugorje.

Chi ha non ha mai gettato un sasso nell’acqua del lago, o di uno stagno, per vedere i cerchi concentrici sulla superficie dell’acqua, provocati dall’impatto con la massa d’acqua, allargarsi sempre più e irradiarsi sulla superficie dello stagno?
Avviene la stessa cosa per chi va pellegrino a Medjugorje: sente allargarsi il cuore, si tuffa nella preghiera come non mai, gli nascono nell’intimo tante speranze che balzano alla mente e che portano pace all’anima.

Famosi sono i cinque sassi, quei cinque ciottoli lisci che Davide scelse dal torrente per abbattere il gigante Golia (cfr. 1 Sam 17,40). Nel singolare duello tra il giovane Davide, fulvo di capelli e di bell’aspetto, e il formidabile guerriero filisteo Golia, la meglio toccò a Davide che si era fidato di Dio (Tu vieni a me – dice Davide – con la spada, con la lancia e con l’asta. Io vengo a te nel nome del Signore degli eserciti, Dio delle schiere d’Israele, che tu hai insultato).

Chi ha incontrato p. Jozo nel pellegrinaggio a Medjugorje, ha certamente sentito parlare dei cinque sassi, immagine che evoca e sintetizza i messaggi della Madonna nelle sue apparizioni ai 6 veggenti di Medjugorje: Vicka, Mirjana, Marija, Ivan, Jakov e Ivanka.

La Vergine Maria ci mette tra le mani 5 sassi per abbattere Satana che tenta di spaventarci e di rovinarci. Infatti Satana, che nella sua grande superbia presume di essere simile a Dio, vorrebbe asservirci a sè; ma nonostante tutta la sua spavalderia e la forza che possiede, non è capace di vincerci, se con umiltà ci affidiamo a Dio e alla sua Santa Madre. Non può creare un solo filo d’erba, perchè Dio solo è capace di creare. E Dio, attraverso Maria SS., crea figli suoi anche tra le pietre di Medjugorje: e ce ne sono tante. Quante conversioni in questi anni, attraverso la Regina della Pace.

Ella chiama tutti i suoi figli, li vuole tutti salvi. È possibile, dunque, vincere Satana, ma occorre usare i mezzi adatti.
Esiste purtroppo una triplice alleanza di morte: tra Satana, il mondo e le nostre passioni (o il nostro io orgoglioso). Per rompere questo legame, questa alleanza, ecco i cinque sassi che la Vergine SS., angosciata per la rovina di tanti suoi figli, ci porge nella sua materna sollecitudine:

1. La Preghiera con il cuore: il Rosario

2. L’Eucarestia

3. La Bibbia

4. La Confessione Mensile.

5. Il Digiuno

 

Bruno Temil articolo Medjugorje

UDINE – Giovedì 01 Giugno 2017

http://quotidiani.gelocal.it/edicola/messaggeroveneto/edicola.jsp?testata=messaggerovenetohttp://quotidiani.gelocal.it/edicola/messaggeroveneto/edicola.jsp?testata=messaggeroveneto

 

Pagina 40/41 di 56

LE PRESUNTE APPARIZIONI?

Vorrei esprimere una mia personale riflessione riguardo le ultime vicende legate a Medjugorje e in particolare sulle considerazioni espresse dal Santo Padre di ritorno dal viaggio a Fatima. È giusto che la Chiesa si preoccupi della fede di quanti vanno a pregare a Medjugorje anche perché sono migliaia le persone che vi si recano da 36 anni è molti tornano a casa con grande beneficio personale. Innanzitutto desidero evidenziare che il sottoscritto era presente alla prima messa celebrata dall’inviato speciale del Papa monsignor Henryk Hoser nella chiesa di San Giacomo a Medjugorje e con piacere ho ascoltato le belle parole di apprezzamento del Vescovo polacco nei confronti dei francescani che guidano la parrocchia ma soprattutto per il clima di grande fervore spirituale che lì si vive e per la partecipazione assidua ai sacramenti dell’Eucaristia e della Confessione. Chi scrive è spesso presente in questo luogo quale accompagnatore spirituale di gruppi di pellegrini a titolo di volontario da ormai 20 anni. In tutti questi anni ho potuto constatare che molte persone arrivate a Medjugorje hanno cambiato radicalmente la loro vita tornando a frequentare, una volta rientrati a casa, la Chiesa, la Parrocchia , l’ambiente ecclesiale. Persone che dopo anni di lontananza da Dio hanno deciso di accostarsi al sacramento della Confessione e pianto i loro peccati per ore. Ho visto durante questi viaggi nei volti di tante persone la gioia di aver ritrovato la pace e il desiderio di ripartire con fiducia e speranza dopo tanti fallimenti e miserie accumulati nella loro vita fino a quel momento. Ho visto persone deluse dalla Chiesa che a Medjugorje hanno riscoperto la bellezza della fede e dei sacramenti. Ho accompagnato persone gravemente ammalate che a Medjugorje hanno compreso il valore redentivo della sofferenza e sono tornati poi a casa convinti che la sofferenza non è una disgrazia ma un dono da accettare. Ogni persona che arriva a Medjugorje percepisce ancora oggi dopo 36 anni questo amore di Dio per ogni creatura attraverso la presenza sensibile della Madre Maria Regina della Pace la quale in occasione delle “apparizioni” chiama i tanti suoi figli feriti dal peccato e allontanati dal cuore di Dio Padre. Con tutta onestà ho provato amarezza nel apprendere che solo le prime sette apparizioni saranno riconosciute probabilmente dalla Santa Sede. Ho partecipato in questi anni a diverse apparizioni pubbliche della veggente Mirjana che si tengono il giorno 2 di ogni mese alla Croce Blu a Medjugorje. Posso testimoniare soprattutto in prima persona quanta gioia si riceve e quanto amore si sperimenta durante quei momenti di preghiera e di raccoglimento spirituale e questo non capita solo a me ma a migliaia di persone presenti. Ciò che accade nella vita delle persone che giungono in questo luogo non è influenzato dalla riconosciuta bravura e capacità dei sacerdoti francescani di Medjugorje , non è il paese in se che condiziona il pensare delle persone ma piuttosto è la presenza di una madre che è davvero preoccupata per i suoi figli che si stanno allontanando sempre più da Dio. Ella ci parla da 36 anni con le sue apparizioni e ci esorta a vivere il Vangelo di suo figlio Gesù! È proprio su questo aspetto e cioè il perdurare delle apparizioni che a mio avviso la Chiesa farebbe bene a considerarne l’importanza perché da queste teofanie di Maria ci vengono continuamente dispensate Grazie spirituali. Oggi molti cristiani stanno riscoprendo i fondamentali della fede grazie a questi inviti di Maria (messaggi) che ci insegna e ci fa scoprire l’importanza della preghiera, della Bibbia, dell’Eucaristia, della Confessione, del Digiuno. Sono le cosiddette cinque pietre di Medjugorje che ricordano i cinque sassi lanciati con una fionda dal piccolo Davide con i quali sconfisse il gigante Golia e i filistei. La Vergine Maria ci dona queste cinque pietre per sconfiggere il male di questo mondo. E lo sta facendo durante tutti questi anni perché molte persone si sono convertite non con le prime apparizioni ma lungo tutto questo periodo che dura da 36 anni. Dovremmo essere felici quando sentiamo dire questo: “Cari figli… la Preghiera opera miracoli nella vostra vita; nella Sacra Scrittura è contenuto il messaggio che è per voi; vivete coscientemente la Santa Messa, adorate mio Figlio con il cuore; confessatevi con regolarità se farete così presto intere regioni guariranno; fate digiuno e sacrificatevi per la salvezza del mondo”. Come una vera mamma la Madonna invita ancora oggi a fare nostri questi 5 punti che sono come ho detto i fondamentali della nostra fede. Le persone che hanno accolto questi inviti hanno visto trasformarsi in bene non solo la loro vita ma anche di quanti erano a loro vicini E perché allora facciamo tanta fatica ad accettare queste “presunte apparizioni?” Eppure la situazione che vediamo attorno a noi da un punto di vista religioso dovrebbe interrogarci sulla urgenza di rimettere al centro della nostra vita cristiana questi punti importanti della nostra fede. È fin troppo evidente la forte secolarizzazione delle nostre comunità cristiane in Italia, la riduzione sempre più marcata di sacerdoti soprattutto nei paesi di montagna, le vocazioni ridotte al lumicino nei seminari, adulti che non frequentano più la messa domenicale, giovani che abbandonano la pratica religiosa, famiglie che si dividono ecc. In questo quadro desolante in cui versano le nostre parrocchie fanno da contraltare i frutti spirituali che provengono da questo luogo che è Medjugorje dove molte persone come ho detto si convertono e riscoprono la bellezza dell’essere cristiano e la testimoniano nelle loro comunità. Di cosa abbiamo ancora bisogno per aprirci con decisione a queste grazie che il Cielo ci dona da così lungo tempo?

Bruno Temil

 

Concentrata nella preghiera, furono trasmesse ad un’anima pia e privilegiata le seguenti promesse del Signore a chi non riceve il suo Sacratissimo Corpo nella mano.

Dal libro : ” DIO PARLA ALL’ ANIMA”
Rivelazioni dal Cielo alla mistica tedesca Justine KLOTZ
Con imprimatur.

Promesse di nostro Signore Gesù Cristo:

1) A chi si astiene nel fare uso delle mani quando riceve l’Ostia: il mio Corpo, il mio Sangue, la mia anima e la mia divinità, prometto di dare maggiori benedizioni nelle mani, nel cuore, nell’anima e in tutto il suo essere.
2) Prometto moltissime grazie in più nel suo peregrinare in questo mondo, con maggiori garanzie di salvezza, con aumento di gloria essenziale ed accidentale, per tutto il suo vivere eterno con me in Paradiso.
3) Mi sentirà nella Comunione in tutto il suo essere, con completa pienezza, cosicchè non vorrà più toccarmi con le mani.
4) Chi fa così, con costanza, riceverà grandi grazie mie personali e grandi benefici per tutta la sua casa.
5) Prometto anche, a chi devotamente fa quello che desidero, speciali doni nelle sue mani contro i nemici dell’anima; e a molti darò doni di cura.
6) Io prometto che, se così farà con perseveranza, continuità e costanza, giungerà a tutto con maggior intensità, a cercare la mia gloria ed il mio onore. Io lo eleverò per sempre.
7) Concederò così, anche a chi per amore compie tutti i miei disegni divini e non voglia prendere l’Ostia nelle mani, per maggior adorazione, umiltà e santo rispetto, il dono del discernimento dello Spirito, con più intensità.
8 ) Il suo nome sarà impresso nel mio Sacro Cuore misericordioso se, per darmi maggior letizia, farà la Comunione dovutamente con la lingua e non con la mano.
9) Prometto anche che aumenterò tutte le sue virtù, come ricompensa a questa sua maggior umiltà, che implica il non riconoscere mai pulite le sue mani. Mai.
10) Prometto anche a chi diffonderà fedelmente la mia dottrina, che vincerà con più facilità ogni tipo di tentazione.
11) Non distanzieranno alle anime chi mi riceve nella lingua e non nelle mani, se lo fanno con la dovuta riverenza e vivono così ogni giorno della loro vita.
12) Prometto anche che non troverà le porte chiuse per il mio amore, chi per riguardo verso di me, mi darà gioia nel ricevere l’Ostia dovutamente con la lingua e mai nelle sue mani.
13) Se così farà, comunicandosi con la bocca, arriverà ad operare solo per il mio Cuore, con il mio Cuore, nel mio Cuore, per il mio Cuore divino.
14) Prometto ugualmente a chi mi onora in questo modo,che il mio Sacro Cuore lo ascolterà con più letizia e intensità.
15) Per me é importante questo, e se riceverò maggior letizia, quell’anima che si comunica con la bocca, mi piacerà sempre. E, per il mio amore, se segue sempre i miei divini insegnamenti, Io la terrò come prova della mia gioia, per questo fatto.
16) Questa persona farà sempre bene alle anime. Invece chi vorrà sempre toccare la Comunione con la mano non sarà con me, sarà rigido verso di me ed oscurato da ciò che mi piace, dalla mia predicazione e dal mio magistero.
17) Tutto l’opposto a chi non tocca la mia forma consacrata perché gli tremano le mani; si prepari mentalmente e fisicamente, perché al momento della Comunione, mi chieda che ci sia solo Io e basta. Prometto la grazia d’arrivare subito ad un’altissima perfezione cristiana, se cercherà il mio viso con più amore; si dimenticherà più facilmente di se stesso ed il suo cuore sarà sempre confortato da questo suo gesto. Avrà più luce celeste ed il mio Sacro Cuore sarà sempre lieto per lei/lui. Per i secoli dei secoli.

 

LA CHIESA….

 

Comunione sulla mano? Meglio di No… e ti spiego il perché

La Conferenza Episcopale Italiana (C.E.I.), in data 19 luglio 1989, ha stabilito che nelle diocesi si può distribuire la S. Comunione anche deponendo l’ostia nella mano dei fedeli, anche se conferma che il modo consueto di ricevere la Comunione, deponendo la particola sulla lingua, è e rimane del tutto conveniente. I fedeli possono scegliere tra l’uno e l’altro modo. La possibilità della Comunione sulla mano venne introdotta nelle chiese d’Italia a partire dalla domenica prima dell’Avvento, 3 dicembre 1989, al fine di consentire una congrua catechesi che spiegasse le modalità ed il significato della nuova prassi. D – Qual è II senso di questa novità liturgica? La Chiesa in Italia PERMETTE di ricevere la Comunione anche sulla mano, però NON LO COMANDA AFFATTO. non obbliga, non impone un dovere e NON LO CONSIGLIA. La Santa Sede semmai ha concesso un “Indulto”, ossia uno STRAPPO ALLA REGOLA, che consente di ricevere la Comunione sulle mani. Ma ciò non annulla la regola generale che ha valore di NORMA, che è quella di ricevere il S. Sacramento direttamente in bocca (e possibilmente in ginocchio n.d.r) e qui si vorrebbe dimostrare che per molti validi motivi essa è da preferirsi.

D – Alcuni dicono che nei primi tempi’ della Chiesa la Comunione si dava sulla mano. È vero?

Nei primi tempi del cristianesimo, a causa delle frequenti persecuzioni contro l cristiani, la Chiesa si trovò nella necessità di permettere ai fedeli non solo di ricevere la comunione sulla mano (mai però nel modo sciatto con cui lo si fa oggi (n.d.r.), ma di portarla a casa e conservarla, affinché, in caso di pericolo imminente o di arresto improvviso, potessero comunicarsi per ricevere da Gesù la forza di affrontare anche il martirio. Cessate le persecuzioni, l’uso di ricevere la comunione sulla mano non durò a lungo perché gli inconvenienti, le irriverenze e le profanazioni dell’Eucarestia furono tante e tali da indurre la Chiesa a introdurre l’uso di dare la comunione sulla lingua. Già nel IV secolo, infatti, la comunione sulle mani era considerata una pratica eccezionale, permessa soltanto in circostanze speciali. All’inizio del V secolo il papa San Leone Magno (440-461) affermava che il ricevere la comunione sulla lingua è un uso corrente. Nel Sinodo di Rouen (650) si trova ormai sancita in modo definitivo, la prescrizione di dare la comunione esclusivamente sulla lingua.

D – Gesù nell’Ultima Cena disse agli Apostoli: “Prendete e mangiate, questo è il mio corpo”, sembra di poter dedurre che anche i semplici fedeli possano prendere la Comunione nella mano.

Anzitutto non è affatto certo che Gesù abbia dato il pane consacrato in mano agli Apostoli. Il verbo usato nel Vangelo (in greco: lambànein; in latino: accipere), non significa il “toccare con la mano”, ma l’azione di “ricevere”. Recenti studi hanno riscontrato che era in uso presso gli ebrei e gli orientali in genere, un’antica usanza per la quale il capofamiglia, in alcune circostanze speciali, prendeva un boccone di cibo e lo porgeva direttamente in bocca agli ospiti o agli amici di riguardo. Si capisce così il testo di Giovanni 13,26-27: “Gesù allora gli (a Giovanni) rispose: ‘E’ quello a cui darò un pezzetto di pane intinto’. Poi, intinto un pezzetto di pane, lo diede a Giuda di Simone Iscarlota. E appena preso quel boccone, Satana entrò in lui’ Ora, se il boccone è intinto, non lo si può prendere con le mani, ma ricevere direttamente in bocca. Mons.Athanasius Schneider ha compiuto su questo argomento utili approfondimenti (cfr.Dominus est LEV 2009; Corpus Christi, LEV 2013). Ma anche se Gesù nell’Ultima Cena avesse offerto il pane eucaristico in mano agli Apostoli, bisogna ricordare che essi, quando lo presero nelle loro mani, erano già sacerdoti, poiché consacrati pochi istanti prima da Cristo con le parole: «fate questo in memoria di me» (Lc. 22, W). La Chiesa riservò sempre esclusivamente l’amministrazione della Comunione ai soli sacerdoti. San Tommaso d’Aquino, il grande teologo della Chiesa, dice:
«Il Corpo di Cristo appartiene ai sacerdoti… esso non sia toccato da nessuno che non sia consacrato, nessun’altra persona ha il diritto di toccarlo, eccetto In casi d’estrema necessità». E il Concilio di Trento dichiara solennemente: «L’uso che solo il sacerdote dia la comunione con le sue mani consacrate è tradizione apostolica».

D – Dicono che il ritorno all’uso liturgico del primi tempi della Chiesa è una cosa lodevolissima, è un grande progresso. È vero questo?

No. Già il papa Pio XII, nell’enciclica «Mediator Del» (1947), insegnava che: «Un antico uso non è, a motivo della sua antichità, il migliore sia in se stesso, sia in relazione ai tempi posteriori». Ciò significa che il ritorno (in materia di disciplina liturgica) a usi arcaici che la Chiesa ha abbandonato da secoli, è essenzialmente antistorico, perché equivale non ad un progresso, ma ad un anacronistico regresso. Sarebbe, per esempio, un progresso se noi, abituati allo sfarzo della moderna illuminazione elettrica volessimo ritornare ai tempi antichi quando, per avere un po’ di luce, si doveva ricorrere alle torce, alle lucerne a olio o a petrolio? Certamente no, perché questo sarebbe un assurdo regresso. Così il ritorno all’uso primitivo della Comunione nella mano non rappresenta un progresso, ma un doloroso regresso. Il suo uso infatti mostrò, a quel tempi, abbastanza chiaramente tutti gli inconvenienti che si verificavano e gli scritti dei Padri della Chiesa stanno ad attestarlo. Per questo la Chiesa, appena trovò un modo migliore nella Comunione sulla lingua, abolì completamente l’antico uso della Comunione sulla mano. Normalmente, coloro che in campo liturgico oggi esaltano il ritorno a usanze arcaiche, in campo dottrinale (dogma, morale ecc…) fanno pressione perché si abbandoni l’antico a favore del nuovo, con la scusa che “i tempi sono cambiati!”

D – Ma allora come mai, dopo più di mille anni, la Comunione nella mano è stata di nuovo permessa?

Dopo il Concilio Vaticano II, la Comunione nella mano venne introdotta come un deplorevole abuso in alcune nazioni nordiche influenzate dal protestantesimo e tale abuso è serpeggiato purtroppo anche in Italia. Dapprima papa Paolo VI oppose un secco rifiuto (1965), raccomandando energicamente di restare fermi al modo tradizionale di ricevere la Comunione, principalmente per i seguenti motivi:
1) – perché la Comunione sulla lingua previene molto più efficacemente il pericolo delle profanazioni e della caduta dei frammenti;
2) – per il timore che la Comunione data sulla mano avrebbe illanguidito la fede e il fervore eucaristico del popolo;
3) – inoltre si sarebbe prestata a un traviamento del profondo significato del dogma secondo teorie ereticali serpeggianti fin d’allora. Anche i vescovi del mondo, consultati sull’argomento, si pronunziarono a stragrande maggioranza a favore della Comunione sulla lingua. In seguito, con cedevole spirito di compromesso, con l’Istruzione «Memoriale Domini» (28 maggio 1969), Paolo VI concedeva li permesso della Comunione nella mano, ma soltanto a condizione che la maggioranza del due terzi di ciascuna conferenza episcopale avesse insistito. Nella Conferenza Episcopale Italiana, dopo aver resistito per vent’anni, si raggiunse la maggioranza prescritta nel maggio 1989 e così anche da noi venne concesso l’Indulto della Comunione sulla mano.

D – Taluni dicono che la Comunione sulla lingua non è conveniente per motivi d’igiene.

La preoccupazione dell’igiene è del tutto pretestuosa, poiché l’inconveniente di toccare la lingua dei fedeli avviene molto raramente e, nel caso accadesse, il sacerdote può rimediare subito lavandosi l’estremità delle dita con l’acqua dell’ampollina disponibile sull’altare. Proprio per motivo d’igiene è prescritto che il sacerdote, prima dl celebrare la S. Messa, si lavi le mani in sacrestia, mentre nel corso della S. Messa, dopo l’offertorio, il sacerdote si lava ancora una volta le dita. Quindi il motivo d’igiene non regge affatto. Semmai è proprio con la Comunione nella mano che i  fedeli divengono veicolo d’infezioni contro se stessi. Le mani infatti che ricevono l’ostia hanno toccato inevitabilmente maniglie di case e di negozi; hanno toccato sostegni di autobus; hanno maneggiato denaro carico di milioni di microbi; hanno stretto la mano di conoscenti e del vicino di banco nel dargli il «segno di pace» ecc… E I bambini, che giocano e toccano tutto, hanno le mani pulite? Soltanto l’ipocrisia può suggerire la Comunione nella mano per motivo d’igiene!

D – Ma non è poco serio e dignitoso ricevere la Comunione sulla lingua, facendosi imboccare come un bambino?

Questo non è vero, perché l’Eucaristia non è un cibo umano, ma un cibo divino. La Comunione è la consumazione della vittima divina, Gesù Cristo, immolatosi misticamente nella Santa Messa, ch’è la rinnovazione del sacrificio della Croce. L’uomo davanti a Dio non può mai presumere di essere adulto, dovendo invece sentirsi piccolo e docile come un bambino, sempre bisognoso d’essere nutrito e guidato spiritualmente, nella piena consapevolezza della propria assoluta impotenza nel campo soprannaturale. L’Eucarestia è un dono celeste che ci viene offerto, non un alimento terreno che è nella nostra disponibilità. La Sacra Ostia non è qualche cosa, ma Qualcuno. Pertanto, siamo coinvolti con niente altro che, e nessuno meno grande del il Signore  stesso. Gli scritti dei primi Padri della Chiesa continuano ad insegnarci che la prospettiva corretta, nel ricevere la Santa Comunione è “cum amore ac timore” (con l’amore e il timore).

D – Quali sono gli inconvenienti più gravi della Comunione sulla mano? Gli inconvenienti principali e più gravi sono:

1) Dispersione del frammenti. Secondo alcuni teologi moderni, nei frammenti (particelle, anche piccolissime, staccatesi dalla particola consacrata) non c’è Cristo. La Chiesa invece, nel Concilio di Firenze (1437-45) e nel Concilio di Trento (1545-65), ha definito infallibilmente che Gesù Cristo è tutto presente tanto nel frammenti, quanto nell’ostia intera. Finché un frammento è umanamente visibile, anche se di grandezza minima, in esso sussistono tutte le proprietà della sostanza specifica del pane, indicativa certamente della reale presenza di Cristo. L’oro, anche se ridotto a un granellino appena visibile, resta oro, non cambia natura diventando per esempio ferro. Il pane, anche ridotto in polvere, resta sempre pane, come il «pan-grattato» che ogni casalinga usa, così come usa lo zucchero, ii caffè, il sale, il pepe, polverizzati a tal punto da risultare appena palpabili. E’ chiaro che la natura di una sostanza è in tutte le parti che la contengono, anche di minime dimensioni. Perciò anche nei frammenti più piccoli c’è realmente presente Gesù Cristo. Per questo, fin dai primi tempi della Chiesa, uno dei più angosciosi motivi di trepidazione era la caduta a terra dei frammenti ed è per questo motivo che si usa il piattino sotto il mento dei fedeli che ricevono la Comunione sulla lingua, affinché nessun frammento cada per terra. Ora se, nonostante queste precauzioni, qualche piccolo frammento cade sempre sul piattello anche con la Comunione sulla lingua, con la Comunione sulla mano chi potrà frenare la caduta dei frammenti sul pavimento della chiesa, dove verranno calpestati dai passanti? Grandi o minimi che siano questi frammenti, ci si espone alla sistematica profanazione del Corpo di Cristo.

2) Profanazione dell’Ostia consacrata. Con la Comunione sulla mano si va Incontro a ogni sorta di abusi e dl profanazioni. Già dall’autunno del 1969 (da quando cioè si cominciò a concedere il permesso della Comunione sulla mano) i sacrilegi cominciarono a moltiplicarsi. Nel 1980 papa Giovanni Paolo II lanciò un grido d’allarme: «Giungono voci su casi di deplorevoli mancanze di rispetto nel confronti delle Specie Eucaristiche…» (Dominicae Cenae, n. 11). A Roma, in San Pietro, non passa settimana che non si debba rincorrere qualcuno che si porta via l’ostia come souvenir…; dopo le grandi Messe solenni celebrate sul sagrato, accade di trovare sul selciato della piazza, numerose particole, intere o frantumate, cadute di mano e finite sotto i piedi della folla. In questi ultimi anni, poi, anche in Italia si sono verificati furti di ostie consacrate per usarle nei riti satanici, che di recente stanno dilagando in modo vistoso. Con la concessione della Comunione sulla mano, i ladri di particole non hanno più bisogno di esporsi al rischio del furto, perché le ostie consacrate vengono a riceverle tranquillamente in mano, dagli stessi Sacerdoti. Tutto questo non è frutto di fantasia, ma sono fatti documentati!

3)Indebolimento della fede nella Presenza reale. Dopo quasi trent’anni di distanza dall’introduzione in Italia della Comunione sulla mano, si può ben affermare che essa ha contribuito ad indebolire la fede, sia dei fedeli che del chierici, nella reale presenza di Gesù Cristo nell’ostia consacrata e di conseguenza, ha portato a numerose mancanze di rispetto nei confronti del Santissimo Sacramento. La santa Comunione ricevuta in piedi e in mano, ha fatto progressivamente affievolire nel cuore dei credenti la reverenza e la devozione verso l’Eucarestia, considerata e trattata come un pezzo di pane qualsiasi, un semplice simbolo a ricordo dell’Ultima Cena. Non stupisce se oggi molti reclamano a gran voce di avere ?diritto” di fare la Comunione “come gli altri’, anche se vivono in situazioni di palese contraddizione con la fede cattolica: una volta perduta la consapevolezza della presenza reale di Cristo nell’ostia consacrata, essa viene vista semplicemente come il simbolo di una comune fratellanza, a cui tutti hanno diritto di partecipare.

In estrema sintesi diremo che la Comunione sulla lingua è da preferirsi perchè: – E’ la pratica che la Chiesa ricollega alla tradizione apostolica, e rimanda più strettamente a ciò che fece nostro Signore nell’Ultima Cena. – Da moltissimi secoli, è stata scelta e adottata in modo esclusivo dalla Chiesa per evitare gli inconvenienti verificatisi nei primi tempi del Cristianesimo con la Comunione sulla mano. – Evita la caduta a terra e la dispersione dei frammenti, in ciascuno dei quali c’è Gesù Cristo, come la Chiesa ha definito nel Concilio di Trento. – Previene efficacemente il pericolo della profanazione dell’ostia santa. – Vivifica la fede nella presenza reale di Gesù nell’ostia consacrata. – Rende la distribuzione della Comunione molto facile e sbrigativa. – Quanto all’igiene dà migliori garanzie. – È la forma che la Chiesa raccomanda perché del tutto conveniente e ha stabilito che si mantenga, come NORMA universale.
Mentre la Comunione sulla mano – Era stata abolita dopo i primi secoli per i tanti inconvenienti che si verificavano con essa. – Favorisce necessariamente la caduta a terra dei frammenti e la loro dispersione. – Favorisce e facilita la profanazione dell’Ostia consacrata in tanti modi, specialmente con le “messe nere” in onore a Satana. – Affievolisce e, col tempo, fa scomparire la fede nella reale presenza di Gesù Cristo nell’ostia consacrata, riducendola a semplice pane, a semplice simbolo, figura del Corpo di Cristo. – Quanto all’igiene non offre affatto più garanzia. – È la forma che la Chiesa non comanda, né consiglia, ma soltanto permette. Una CONCESSIONE in deroga.
E allora, per non collaborare alla moltiplicazione dei gravi inconvenienti accennati, riflettiamo seriamente e con senso di rispetto e amore a Gesù Eucaristico, torniamo a ricevere sempre la Comunione sulla lingua. Al n. 237 dei “Principi e norme per l’uso del Messale Romano’ si prescrive: «Ogni volta che qualche frammento di Ostia rimane attaccato alle dita, soprattutto dopo la frazione o dopo la comunione dei fedeli, il sacerdote asterge le dita sulla patena, oppure, se necessario, lava le dita stesse. Così pure raccoglie gli eventuali frammenti fuori della patena». E i fedeli? Dove finiranno i frammenti che restano sulle loro dita? Ciascuno esamini se stesso e in coscienza… agisca!

 

 

 

 

Io, Angelica, ho letto questo testo che presi dalla Chiesa a Marques de Vadillo-Madrid e sta in relazione a ciò che il SIGNORE disse a GIULIANA CRESCIO, nel libro La Parola vol.VIII, dove GESÙ le disse che LUI non desidera essere ricevuto nelle nostre mani, perché é un alimento per l’anima,e non per il nostro corpo,visto che le nostre mani non sono consacrate, non siamo degni di toccarle,solo i sacerdoti possono…

 

(qui si riporta un presunto dialogo tra la “mistica” Giuliana Crescio e Gesù)

PROMESSE DI GESU’ A CHI NON RICEVE LA COMUNIONE SULLA MANO

Introduzione:

Concentrata nella preghiera, furono trasmesse ad un’anima pia e privilegiata le seguenti promesse del Signore a chi non riceve il suo Sacratissimo Corpo nella mano.

 

Avviso:
S’intenda bene che le promesse rimarranno non mantenute a chi si comunica, ma é in peccato mortale. Dunque il Signore non vuole essere burlato, ma se uno fa questo, incorrerà in un sacrilegio.

Promesse di nostro signore Gesù Cristo:

1) A chi si astiene nel fare uso delle mani quando riceve l’Ostia: il mio Corpo, il mio Sangue, la mia anima e la mia divinità, prometto di dare maggiori benedizioni nelle mani, nel cuore, nell’anima e in tutto il suo essere.

2) Prometto moltissime grazie in più nel suo peregrinare in questo mondo, con maggiori garanzie di salvezza, con aumento di gloria essenziale ed accidentale, per tutto il suo vivere eterno con me in Paradiso.

3) Mi sentirà nella Comunione in tutto il suo essere, con completa pienezza, cosicchè non vorrà più toccarmi con le mani.

4) Chi fa così, con costanza, riceverà grandi grazie mie personali e grandi benefici per tutta la sua casa.

5) Prometto anche, a chi devotamente fa quello che desidero, speciali doni nelle sue mani contro i nemici dell’anima; e a molti darò doni di cura.

6) Io prometto che, se così farà con perseveranza, continuità e costanza, giungerà a tutto con maggior intensità, a cercare la mia gloria ed il mio onore. Io lo eleverò per sempre.

7) Concederò così, anche a chi per amore compie tutti i miei disegni divini e non voglia prendere l’Ostia nelle mani, per maggior adorazione, umiltà e santo rispetto, il dono del discernimento dello Spirito, con più intensità.

8 ) Il suo nome sarà impresso nel mio Sacro Cuore misericordioso se, per darmi maggior letizia, farà la Comunione dovutamente con la lingua e non con la mano.

9) Prometto anche che aumenterò tutte le sue virtù, come ricompensa a questa sua maggior umiltà, che implica il non riconoscere mai pulite le sue mani. Mai.

10) Prometto anche a chi diffonderà fedelmente la mia dottrina, che vincerà con più facilità ogni tipo di tentazione.

11) Non distanzieranno alle anime chi mi riceve nella lingua e non nelle mani, se lo fanno con la dovuta riverenza e vivono così ogni giorno della loro vita.

12) Prometto anche che non troverà le porte chiuse per il mio amore, chi per riguardo verso di me, mi darà gioia nel ricevere l’Ostia dovutamente con la lingua e mai nelle sue mani.

13) Se così farà, comunicandosi con la bocca, arriverà ad operare solo per il mio Cuore, con il mio Cuore, nel mio Cuore, per il mio Cuore divino.

14) Prometto ugualmente a chi mi onora in questo modo,che il mio Sacro Cuore lo ascolterà con più letizia e intensità.

15) Per me é importante questo, e se riceverò maggior letizia, quell’anima che si comunica con la bocca, mi piacerà sempre. E, per il mio amore, se segue sempre i miei divini insegnamenti, Io la terrò come prova della mia gioia, per questo fatto.

16) Questa persona farà sempre bene alle anime. Invece chi vorrà sempre toccare la Comunione con la mano non sarà con me, sarà rigido verso di me ed oscurato da ciò che mi piace, dalla mia predicazione e dal mio magistero.

17) Tutto l’opposto a chi non tocca la mia forma consacrata perché gli tremano le mani; si prepari mentalmente e fisicamente, perché al momento della Comunione, mi chieda che ci sia solo Io e basta. Prometto la grazia d’arrivare subito ad un’altissima perfezione cristiana, se cercherà il mio viso con più amore; si dimenticherà più facilmente di se stesso ed il suo cuore sarà sempre confortato da questo suo gesto. Avrà più luce celeste ed il mio Sacro Cuore sarà sempre lieto per lei/lui. Per i secoli dei secoli.

Promesse a chi diffonde questi messaggi:

1) Prometto il dono della conoscenza dei cuori, a quelli che divulgano queste promesse.
2) Raggiungeranno maggior gloria in Cielo.
3) Avranno lunga vita spirituale (anche se non sempre materiale) e in pochi anni, come se avessero vissuto molti anni di santità.
4) Colmerò di grandi benedizioni i loro familiari.
5) Prometto anche che, più le diffonderanno e faranno conoscere, più io mi infonderò in loro.
6) Gli farò sentire che io ci sarò in maniera piena e crescente.
7) Non gli permetterò le imprese che intraprendono, se prima non piacciono a me.
8 ) Metterò nel loro cammino abbastanza luce, perché, con il mio grande aiuto, evitino il male e facciano non solo il bene, ma anche quello che mi piace di più.
9) E gli darò maggiori grazie,se le diffondono con fervore.
Considerate una grande omissione, non far conoscere le mie promesse.

carlo-acutis

 

Carlo Acutis (nato nel 1991 e morto nel 2006 a soli 15 anni per una leucemia fulminante) è stato un laico adolescente davvero esemplare ed ora la Chiesa sta  riconoscendo le sue virtù eroiche perché è in corso una causa di beatificazione presso al Diocesi di Milano.
Sin dalla Prima Comunione, quando aveva solo 7 anni, ha sempre frequentato giornalmente la Santa Eucaristia considerandola il suo vero nutrimento insieme alla preghiera ed al Santo Rosario quotidiano.
Era convinto che i Sacramenti della Riconciliazione e dell’Eucaristia (che denominava l’Autostrada per il Cielo), insieme al continuo stato di orazione lo avrebbero condotto alla progressiva divinizzazione, perché sosteneva che la meta di ogni uomo è il Cielo il quale può essere già pregustato su questa terra nella gioia della serenità interiore.
Una delle sue principali passioni era il mondo digitale (web e multimedialità) che usava in modo geniale e creativo per il bene di tutti. Probabilmente diverrà il Santo Patrono dell’informatica e del web, e sinora sono state segnalate molte grazie per la sua intercessione.

 

Un’artista coreana, Perla Paik, ha voluto dedicargli un significativo disegno ispirandosi alla sua biografia:

carlo-acutis-perla-2

 

Personalmente ho elaborato un video con una preghiera che ho formulato per i giovani:

PREGHIERA DI UN GIOVANE A CARLO ACUTIS PER CHIEDERE LA SUA INTERCESSIONE:

O Carlo, tu che sei stato un adolescente profondamente spirituale, chiedo la tua intercessione per aiutarmi a vincere la mia tiepidezza e l’incredulità.

Aiutami a frequentare l’Eucaristia con fede e fervore, credendo nella reale presenza di Dio nella particola consacrata che tu ricevevi quotidianamente con molta devozione.

Aiutami a confidare nell’aiuto della Vergine Maria, nostra Madre, che tu hai tanto onorato nella vita terrena. Insegnami a compiere il bene anche attraverso i mezzi informatici che tu sapevi utilizzare con grande acume, genialità e purezza d’animo.

Fa’ che con il tuo esempio anch’io possa diffondere gli insegnamenti di Cristo con questi meravigliosi mezzi e non mi perda nella superficialità e nella volgarità di massa.

Ti chiedo che anche la mia vita sia improntata sul tuo esempio, affinché non sia sprecata nella ricerca dei piaceri mondani che non arrecano la vera gioia interiore.

Grazie per il tuo esempio Carlo. Confido nella tua intercessione.

CARLO ACUTIS : ALCUNI PUNTI DEL SUO PROGRAMMA DI VITA

1) Frequenza quotidiana dell’Eucaristia (L’autostrada del Cielo)
2) Adorazione frequente di Gesù Eucaristico
3) Fiducia gioiosa nella Divina Provvidenza
4) Devozione filiale verso Maria Vergine
5) Aiuto morale e materiale concreto ai bisognosi
6) Considerare tutti, giovani ed anziani, creature di Dio e “Tempio dello Spirito Santo”
7) Amore per la Chiesa, per il papa, per i sacerdoti ed i laici
8) Vivere puramente e sempre alla presenza di Dio
9) Desiderare intensamente la Patria Celeste
10) Imitare l’esempio dei santi

PLAYLIST SU CARLO ACUTIS:

https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOZXA9AutSXDekFnYJSg60Ok

 carlo-acutis-causa-di-beatificazione

 

7 febbraio 2017:

INTERVISTA ALLA MADRE DI CARLO ACUTIS

COME ERA CARLO DA PICCOLO?

Carlo sin da piccolino (3-4 anni) ha sempre dimostrato una grande propensione verso tutto ciò che è sacro. Quando uscivamo mi chiedeva spontaneamente di essere accompagnato in qualsiasi chiesa vedesse. Durante la passeggiata raccoglieva i fiorellini e li portava alla statua della Madonnina. Dava spesso dei piccoli baci a Gesù Crocifisso. Carlo è sempre stato molto buono ed ubbidiente. Personalmente non l’ho mai menato o sgridato: era davvero docile e personalmente non ho mai dovuto faticare per fargli fare qualcosa. E quando aveva qualche dubbio, col suo ditino mi chiedeva se doveva o non doveva fare una certa cosa. Era davvero particolare. Questa sua devozione si è espressa sempre di più, per cui a 7 anni gli avevano concesso di fare la Prima Comunione. Pregava sempre al mattino ed alla sera, recitava il rosario tutti i giorni sin da quando aveva 5 anni. Era molto affascinato dalla vita dei pastorelli di Fatima che aveva conosciuto attraverso dei cartoni animati e per essi si era molto infervorato. Poi più grandicello aveva visto i films inerenti a Fatima. L’abbiamo spesso accompagnato nei vari Santuari. È sempre stato un ragazzino molto particolare.

PERCHÈ GLI CONCESSERO LA PRIMA COMUNIONE A SETTE ANNI?

Per un mio particolare interesse culturale io avevo seguito dei corsi di teologia a tempo perso. Uno dei sacerdoti era disperato perché le suore catechiste che lo coaudiuvavano dovevano partire per la Missione. Constatando questo mio particolare interesse per le materie teologiche mi chiese di poterlo aiutare sostituendo queste suore. Io non avevo mai insegnato catechismo, ma evidentemente vedeva in me una persona predisposta e disponibile. Io gli spiegai che il mio bambino era molto sensibile alla fede e allora mi chiese di portarglielo perché voleva prepararlo personalmente. Così lo conobbe, ebbe modo di valutarlo. Si rivolse al vescovo mons. Pasquale Marchi (l’allora segretario di Paolo VI) e, dopo un anno di preparazione lo ritennero idoneo perché conosceva bene la Sacra Scrittura, i Vangeli, leggeva molto: aveva una base culturale molto forte per essere un bambino di sette anni, quasi come un bambino di 11 anni. Nel giugno del 1998 gli fecero fare la 1° Comunione dalle monache Romite Ambrosiane (ordine di clausura) a Perego dove risiedeva anche sua ecc. mons. Pasquale Marchi. Mentre salivamo sulla collina passò un agnellino col pastore. Ci dovemmo fermare perché attraversò la strada. Questo evento per me è stato un segno per Carlo. Durante la 1° Comunione era molto emozionato. Da allora non ha mai voluto mancare all’appuntamento quotidiano con l’eucaristia partecipando tutti i giorni alla Santa Messa. Faceva adorazione eucaristica sia prima che dopo e recitava anche il rosario: questa devozione mariana lo ha sempre accompagnato. Carlo diceva che la recita del Santo Rosario era l’appuntamento più galante della sua giornata.

COME È STATA L’EVOLUZIONE SPIRITUALE DI CARLO SUCCESSIVAMENTE?

Carlo aveva un grande senso dell’umorismo positivo e gli piaceva scherzare spesso. Possedeva sempre la gioia interiore, si dimostrava allegro e felice, non teneva mai il muso a nessuno, tutti gli volevano bene. Era davvero un bambino particolare. Questo percorso l’ha portato avanti sino alla morte. Carlo sosteneva, a proposito dell’incontro con Gesù, che noi siamo molto più fortunati perché per trovare Gesù basta scendere sotto casa e recarsi nella chiesa più vicina. Coloro che vissero 2000 anni fa accanto a Gesù erano meno fortunati di noi perché per vederlo dovevano spostarsi per molti chilometri, per cui Gerusalemme l’abbiamo sotto casa e non abbiamo bisogno di andare chissà dove e fare pellegrinaggi. Un po’ si rammaricava nel vedere una certa generale indifferenza. Carlo si offrì a collaborare come catechista già a 11 anni.

È VERO CHE CARLO ERA MOLTO INTELLIGENTE?

Sì, era una ragazzo davvero molto intelligente, aveva il dono di comprendere bene l’informatica, anche più degli stessi ingegneri informatici. Leggeva i testi universitari, era esperto in logaritmi. Anche nelle cose teologiche possedeva una finezza ed un’introspezione profonda. Meditava sul fatto che in Gesù Dio si offre a Dio per poter intercedere per noi. Aveva veramente capito che la Santa Messa ha un valore infinito proprio perché “Dio si offre a Dio” per la nostra salvezza, che si rinnova quello stesso sacrificio di 2000 anni fa, grazie al quale siamo stati redenti. Carlo si rendeva conto che la gente non aveva questo fervore. Constatava che per una partita di pallone o per un cantante rock si facevano file chilometriche e i fans urlavano e si strappavano le vesti, mentre davanti al tabernacolo c’era solo qualche pia vecchietta. Logisticamente noi eravamo fortunati perché nella nostra parrocchia, situata nel centro di Milano, c’erano due messe, una alle 18, una alle 19 e 50 metri più avanti un’altra alle 18,30 (Santa Maria delle Grazie). Spesso Carlo si recava alla Santa Messa delle ore 19,00 per poter fare i compiti agevolmente, in quanto non avendo lezioni di sabato negli altri giorni rimaneva a scuola anche il pomeriggio.

AVEVA UN DIRETTORE SPIRITUALE CHE LO SEGUIVA?

Il suo padre spirituale, che lo ha seguito per molti anni, si trovava a Bologna ed è morto a 94 anni nel 2010 dopo la scomparsa di Carlo. Si vedevano una volta al mese. Questo sacerdote, di grande spiritualità (lo chiamavano il Padre Pio di Bologna) ha potuto anche testimoniare la bontà di Carlo. Anche il nostro parroco lo seguiva: è stato formatore dei seminaristi ed è molto stimato perché ha formato generazioni di sacerdoti. Ricordo che una volta mio figlio ed io eravamo ad attendere per la confessione dal parroco, da poco nominato. Dissi a Carlo di precedermi, poi mi recai anch’io e lui mi disse che quel ragazzo era davvero speciale. Anche noi in famiglia ci eravamo resi conto che era speciale per bontà, educazione, generosità e purezza, la quale al giorno d’oggi è molto rara tra i giovani. Anche i nonni di Torino non facevano altro che dire che era meraviglioso. Chiunque lo conosceva rimaneva affascinato.

CHE SENTIMENTI PROVÓ ALLA SUA MORTE PRECOCE?

Io pensavo che Carlo avesse una missione nella Chiesa, come il sacerdozio. Non pensavo che la sua missione fosse in Cielo. Quando morì così precocemente, pur avendo fede, noi rimanemmo sorpresi. Tre mesi prima si era auto-filmato dicendo che quando avrebbe raggiunto i 70 chili era destinato a morire.

COME ERANO I RAPPORTI CON I SUOI AMICI E COMPAGNI

Casa, chiesa, studio: questa era la vita di Carlo. Non usciva per niente e l’unica cosa che faceva era il catechismo ed andava da solo al Liceo. Venivano a casa alcuni suoi compagni di scuola ed aiutava coloro che si trovavano più in difficoltà a scuola. Però non aveva interlocutori della sua età, essendo spiritualmente molto avanti. Grazie alla sua personalità sorprendente ed eccezionale nessuno si sognava di criticarlo e lo rispettavano, anche perché avevano soggezione di lui. Io prego che anche i suoi amici facciano un percorso di fede simile al suo. Un amico, dopo morto, aveva realizzato un sito su di lui e su Facebook ci sono più gruppi con tanti iscritti (che segue il sig. Flavio Bergamo)

ED I RAPPORTI CON VOI GENITORI?

Aveva rapporti molto buoni col papà, ma lo vedeva molto poco perché mio marito, essendo imprenditore, lavora 16 ore al giorno, quindi si vedevano solo al week-end. Il compito educativo principale era mio ed io cercavo di gestire il mio lavoro da casa, perché sono abbastanza autonoma. Carlo ci voleva molto bene ed aveva un dialogo aperto e fiducioso. Suo padre, comunque, era sempre presente nelle cose più importanti di Carlo. Mio marito è un uomo di fede e va a messa tutti i giorni. Carlo vedeva spesso la nonna ed aveva buoni rapporti col domestico.

PERCHÉ CARLO AVEVA IDEATO LA MOSTRA SUI MIRACOLI EUCARISTICI?

Carlo ha realizzato una mostra sui miracoli eucaristici, perché aveva il cruccio che Gesù non fosse sufficientemente amato. Si rendeva conto che l’Eucaristia era un dono enorme di Gesù che si rende realmente presente nel pane e nel vino consacrati per la nostra santificazione, per darci il nutrimento per la nostra crescita spirituale. Carlo vedeva le chiese vuote, si rendeva conto dialogando con i suoi compagni che c’era molta distanza. Il sito da lui realizzato è  http://www.miracolieucaristici.org  contiene le notizie sulla mostra da lui fatta e che ha girato in tutti i continenti : enorme patrimonio che lui ha lasciato all’umanità, tenendo presente l’età. Carlo diceva che siamo tutti chiamati ad essere come il discepolo prediletto San Giovanni, il quale durante l’ultima cena posa il capo sul petto di Cristo. Tutti siamo chiamati ad essere intimi amici di Gesù. Carlo diceva che nel miracolo eucaristico di Lanciano dove l’Ostia si trasforma in carne ed il vino in sangue, questa carne risulta una porzione del miocardio. Il cuore significa la totalità della persona perché Gesù è Amore. Quando Gesù fu crocifisso, sotto la Croce c’erano le Pie Donne e poi Giovanni, mentre gli altri apostoli erano scappati. In tutte le celebrazioni eucaristiche del mondo si riattualizza in modo cruento la crocifissione di Gesù: quando noi partecipiamo alla Santa Messa, dimostriamo come Giovanni l’amore per Dio. Però Gesù vuole che scegliamo liberamente se amarlo e la chiamata a diventare il “discepolo prediletto” è una chiamata universale, nel senso che “Dio ama tutti gli uomini e tutti sono stati creati potenzialmente santi, ad immagine di Dio”, sosteneva Carlo. “Siate Santi perché Dio è Santo”, dice il Levitico. Purtroppo molte persone non si sentono amate e non capiscono che Dio ha per ognuno di noi un progetto unico ed irripetibile. Ogni giovane è chiamato ad essere santo come Carlo ed anche di più. Dio si è privato della libertà per darla a noi nel libero arbitrio: noi possiamo scegliere il bene ed il male e quindi possiamo dargli una prova d’amore. Se ci avesse creati come dei robot non avremmo nessun merito e non avremmo potuto godere di questa beatitudine eterna che Dio ha previsto per tutti noi dall’Eternità. Carlo voleva che la gente capisse questo amore infinito che Dio ha per noi. Il Signore ci invita da due mila anni a questa prossimità eucaristica. Il fatto che la Chiesa chiede di frequentare l’Eucaristia “almeno una volta all’anno” è sminuente perché l’Eucaristia è un dono talmente grande che la gente dovrebbe veramente essere assidua nel frequentarla. Ma non c’è consapevolezza di questo, altrimenti la gente parteciperebbe di più e con più rispetto alla vita eucaristica della Chiesa.

Una volta dissi a Carlo: “Ma perché Gesù non potrebbe fare anche oggi miracoli eucaristici come a Lanciano?” Rimasi sorpresa che dopo la sua morte il Signore aveva operato uteriori miracoli eucaristici: nel 2006 a Tixtla (Messico), nel 2008 a Sokolka e nel 2013 a Legnika (Polonia). Ricordiamo anche i miracoli eucaristici di Buenos Aires del 1992-94-96 (allora c’era il cardinale Bergoglio che chiese lui stesso le analisi per questi miracoli). Sono miracoli strepitosi perché sono simili a quelli di Lanciano: l’Ostia si è trasformata in carne la quale, dopo esami scientifici accurati, è risultata essere una sezione del miocardio. Questi miracoli eucaristici sono tutti riconosciuti dalla Chiesa. Siamo nel 3° millennio ed Signore si scomoda ancora per amore e ci invita caldamente ad onorare l’Eucaristia. Tutti questi sono segni che ci esortano ad avvicinarci al cuore di Cristo, quindi all’Eucaristia. “È questa la fonte della santità – diceva Carlo – se noi corrispondiamo a questo amore del Signore Egli, che legge nei cuori ci darà sempre nuove grazie ed opererà in noi nel più profondo. A Fatima l’angelo appare ai pastorelli prima delle apparizioni mariane per prepararli, dona loro la Comunione e chiede riparazione per gli oltraggi e i sacrilegi al Santissimo Sacramento. In questa importantissima apparizione si ribadisce l’importanza dell’Eucaristia e suor Lucia ha avuto successivamente altre apparizioni che esortavano ai cinque sabati riparatori.” Carlo denominava l’Eucaristia “La mia autostrada per il Cielo”. Egli paragonava l’anima ad una mongolfiera per insegnare ai bambini il significato della confessione. Spiegava loro anche la differenza tra peccati veniali e quelli mortali, il senso delle virtù e delle indulgenze, l’importanza di vivere una vita virtuosa: al giorno d’oggi molti cristiani non sanno cosa significa essere santi.

LEI È CONVINTA CHE CARLO SARÀ DICHIARATO SANTO?

La Chiesa del 2000 ha pensato bene di porre Carlo come un esempio per i giovani d’oggi. Io sento che Carlo è santo e la sua canonizzazione potrebbe aiutare molte anime, perché siamo in una situazione di emergenza e molti ragazzi vengono influenzati dalle cattive compagnie e dai mass-media. Abbiamo preparato anche cartoni animati riguardanti queste tematiche. Ora, insieme a mio marito, stiamo preparando un cartone animato per il centenario di Fatima (nel cui messaggio è contenuta tutta la dottrina cattolica). Carlo è un esempio anche per la sua purezza eccezionale…davanti a certa pubblicità si passava una mano davanti agli occhi: gli dava fastidio la volgarità. Si distingueva per la sua grande personalità, gentilezza d’animo, sensibilità verso gli altri, educazione, rispetto per il prossimo, magnanimità. La sua paghetta la dava ai poveri e non voleva avere troppi vestiti o più scarpe…

 

Nota: Dopo 4 anni dalla morte di Carlo sua madre nel 2010 ha avuto due gemelli. Sostiene che è stata una grande grazia ricevuta per intercessione di Carlo: questi bambini recitano il Rosario tutti i giorni, hanno già fatto la Prima Comunione e vengono spesso a Messa…

 

PLAYLIST DI VIDEO SU CARLO ACUTIS (personale)

 

 

Canzone dedicata a Carlo Acutis:

1 Giugno 2016

SITI CON RIFLESSIONI E LITURGIA

http://www.riflessioni.it

Liturgia delle ore:
http://www.liturgiadelleore.it/

PENSIERO DEL GIORNO:

“Ogni progresso spirituale deve essere inteso come espressione di grado superiore di amore e non semplicemente come progresso del nostro comportamento morale, il quale può avere origine da un motivo gratificante e condizionarsi e terminare in esso ” (p.Albino, Diario, p.218)

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

PELLEGRINAGGI A MEDJUGORJE DA CIVIDALE

commenti personali di alcuni messaggi:

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

LA BIBBIA DI GERUSALEMME GRATIS IN PDF EBOOK
Per chi non lo sapesse è pronta l’intera Bibbia di Gerusalemme in formato pdf ebook gratis in lingua italiana da scaricare :


bibbia-gerusalemme.pdf

 

 

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron

1 Giugno 2016

Alida Puppo

Chi è Alida Puppo

1 Giugno 2016

Enrico Marras

Chi è Enrico Marras

1 Giugno 2016

MULTIMEDIALITÀ del curatore del portale:

VIDEO PER LA RIFLESSIONE
Video personali su alcune località del Friuli
CIVIDALE DEL FRIULI – Patrimonio dell’UNESCO
SLIDES UTILI PER LA FORMAZIONE
Esistere con stupore
ULTIMI AGGIORNAMENTI

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

28 Agosto 2009

Beppino Lodolo – una voce amica per gli italiani nel mondo

BEPPINO LODOLO

10 Marzo 2008

SOLIDARIETA’ per chi soffre della malattia del BURULI

http://www.amicipl.it/WebBuruli.htm
http://it.youtube.com/watch?v=tDdRLKJYd3w
Chi volesse aiutare queste persone scriva:
e-mail:roberto@amicipl.it

EMERGENZA MALI
Aiutiamo una bimba cinese senza arti inferiori:

fileDBicn_boh picture
chinagirl.pps

 

 

20 Ottobre 2006

Preghiere con testi e mp3

Preghiere con testi e mp3

IL CASO DI UNA STIMMATIZZATA DI UDINE, RAFFAELLA LIONETTI, UMILE MISTICA
Raffaella Lionetti, la Gemma Galgani di Udine

6 Agosto 2006

Riflessioni audio in mp3. Video personali

Riflessioni audio mp3 Video personali

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron

21 Novembre 2001

Artisti Friulani

continua