Sito creato da un privato (persona fisica) a solo scopo amatoriale, con esclusione di attività professionale e senza scopo di lucro.
Il sito è stato affidato a Maria e benedetto dal parroco.

scrivimi

MONDOCREA: finalità (10.000 visite giornaliere circa)


Per chi desiderasse iscriversi al mio canale YouTube (piaipier):
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Ricordiamo sempre le parole dell’Arcangelo Gabriele a Maria:
”NULLA È IMPOSSIBILE A DIO”
Preghiamo con fede e fiducia chiedendo perdono dei nostri peccati attuali e quelli commessi durante tutta la nostra vita…
Dio è AMORE ONNIPOTENTE, ed ha il potere di fermare la pandemia attuale quando vuole, ma desidera la nostra conversione..

Nulla è a caso. il salmo dice: “L’uomo nella prosperità non comprende, è come gli animali che periscono” (Salmo 49,13).

Nel cosiddetto benessere odierno molti si sono dimenticati di Dio, non frequentano i Sacramenti, non si pentono, non si confessano e non santificano le feste. Moltissimi deridono la religione cattolica, fondata da Gesù Cristo stesso ed i suoi ministri vengono descritti come delle macchiette.

Per questo se supplichiamo il Signore di estinguere la pandemia in corso dobbiamo anche promettere di cambiare vita, altrimenti ci rivolgiamo a Lui solo nel bisogno e questo non è ancora vero amore e non contribuisce a salvare la nostra anima, ben più importante.

Ognuno di noi dovrebbe cambiare condotta e convertirsi sinceramente. Allora il Signore avrà pietà di tutti noi e ci salverà.

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier
Se sei iscritto, qualora lo desiderassi, fai parte della “CONFRATERNITA della COMUNIONE DEI SANTI” beneficiando delle preghiere di tutti i membri.

 

 

 

Dio ci ha creati per Amore. Ci ha donato il libero arbitrio e il suo stesso Figlio Gesù Cristo, il quale è nato, ha patito ed è morto per salvare tutti noi dalla corruzione del peccato, cioè dalla mancanza d’amore.

La sua Risurrezione significa che tutti coloro che credono in Lui saranno anch’essi risorti e godranno della Beatitudine eterna nel Circolo Trinitario, dove non ci saranno né la morte né la corruzione, ma solo dinamismo d’amore, pace, conoscenza,contemplazione della gloria di Dio.

Lo scopo della nostra esistenza, quindi, è la vera felicità eterna in Gesù Cristo risorto. La graduale distruzione della terra è dovuta alla carenza d’amore di tutti coloro che non vogliono credere nel messaggio salvifico di Gesù Cristo, per questo diventano sempre più egoisti e disinteressati al benessere degli altri.

Si inquina la terra e si sperperano le sue risorse per egoismo ed avidità.

Se tutti fossimo veramente altruisti, come Gesù e i suoi santi che hanno dato l’esempio, la terra intera cambierebbe nel bene…

 

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2900) iscrivetevi al mio canale youtube
“UNIVERSO INTERIORE piaipier”:
http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

Non possiamo sentirci bene psicologicamente se non diamo attenzione all’aspetto spirituale: corpo, mente e spirito; l’attenzione quindi a tutte e tre le componenti umane.

Cos’è quel “vuoto” che tanti di noi avvertono e che interpella le nostre coscienze? Quel bisogno (che ai nostri giorni la scienza rifiuta in nome dell’oggettività) che crea quel “male dell’anima” e che l’uomo con il suo relativismo strisciante non riesce a superare, proprio per questa dimenticanza basilare.

Il bisogno del sacro, non è una opzione tra le tante, ma un elemento della struttura della coscienza e nessuno si può sentire appagato veramente, se non riesce a raggiungere un atteggiamento e credo religioso.

Rudolf Otto, un pastore luterano tedesco, sosteneva che il Sacro è una categoria della mente umana atta a percepire il mondo e quindi anche a condizionare la sua conoscenza. Se è quindi una “categoria” della mente, esprime anche il bisogno di avere una risposta che includa il “sacro”, senza rimandare ad altro e quindi alla scienza e alla filosofia. Ecco la spiritualità, una risposta umana al bisogno della sacralità della vita dell’uomo.

“La grande malattia del ventesimo secolo, che ha a che vedere con tutti i nostri problemi e che ci colpisce sia in quanto singoli individui, sia in quanto società, è la “perdita d’anima”. Quando l’anima è trascurata, non si limita ad abbandonarci; essa ricompare in modo sintomatico nelle ossessioni, nelle dipendenze di ogni genere, nelle forme di violenza e nella perdita di significato della vita; il sacro quindi, non è un momento della storia della coscienza, ma un elemento della struttura della coscienza, e nessuno guarisce veramente e non trova pace, se non riesce a raggiungere un atteggiamento religioso”. (Thomas Moore )

“Negli ultimi trent’anni sono stato consultato da gente venuta da ogni parte del mondo civile; tra tutti i miei pazienti che avevano passato i trentacinque anni, non ne trovai uno i cui problemi non fossero in ultima istanza legati ad una visione religiosa della vita. Posso dire con sicurezza che ognuno di loro si era ammalato, perché aveva perduto ciò che le religioni viventi in ogni epoca hanno dato ai loro seguaci, e nessuno di essi guarì davvero finché non ebbe riacquistata la visione religiosa della vita”. (Carl Jung)

“In tutte le culture storiche conosciute, la religione è sempre stato l’elemento essenziale della cultura stessa; anzi, era il suo centro determinante”. (Papa Ratzingher).

Per un bene-essere quindi è indispensabile far riferimento con la Fede al nostro Creatore, senza la quale, ogni uomo avverte un vuoto che lo tiene sulle corde; è come se vivesse da dissociato, perchè vive dimenticando e trascurando la sua vera identità di figlio di Dio.

(Estratto di un testo di Eugenio Carretta relativo ad una mia domanda su QUORA)

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2700) iscrivetevi al mio canale youtube “UNIVERSO INTERIORE piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

 

 

 

 

VI di Pasqua Gv 15, 9-17

di p. Ermes Ronchi

Che vangelo, oggi! Che ruota tutto attorno ad una parola magica: amore. Per 9 volte in nove versetti ritorna questo vocabolario da innamorati: come il padre ha amato me, anch’io ho amato voi, rimanete nel mio amore. Per 9 volte anche nella seconda lettura! La divina monotonia di Giovanni.

Roba grossa. Questione di darsi la vita!

Rimanete, non andatevene via dall’amore. L’amore è reale come un luogo, un paese, una casa, ci puoi vivere dentro. Anzi, ci siamo già dentro, come un bimbo quando è ancora dentro il grembo della madre, e non la può vedere, ma ha mille segni della sua presenza che lo nutre, lo scalda, lo culla: “il nostro problema è che siamo immersi in un oceano d’amore e non ce ne rendiamo conto” (P. Vannucci).

Ma oggi risuona la voce di qualcuno che ci rivendica: voi siete miei.

Qualcuno non ci molla, ci rivendica per sé: voi siete miei, e io sono per voi.

Delle poche cose certe che ho scoperto nella vita, una, la prima, è che amare è una cosa bella, che essere amati è una cosa bella.

E voi, con i vostri bambini in braccio, con il vostro uomo o la vostra donna vicini al punto che respirate la stessa aria, voi lo sapete con tutto voi stessi che è così.

E questi vostri bambini profumati di cielo che cosa sono? Dice il poeta: Sono il vostro amore diventato visibile.

Amore che riempie o svuota la vita, che là dove si era fermata la fa ripartire, che alle volte fa fare pazzie.

Tutta la bibbia inizia con un “sei amato” e termina con un “tu amerai”. Chi non vuole questo, ama il contrario della vita.

Io sento però che faccio fatica a realizzare, a concretizzare l’amore, è sempre così poco, così a rischio, così fragile. Faccio fatica anche a capire in che cosa consiste l’amore, vi si mescola tutto: passione, tenerezza, sessualità, emozioni, sentimenti, lacrime, paure, sorrisi.

L’amore è sempre meravigliosamente complicato, e sempre imperfetto, che vuol dire incompiuto. E perciò è amore artigianale, e come ogni lavoro artigianale chiede mani e tempo e cura.

Allora ecco arrivare Gesù, l’artigiano dell’amore, a dirci: vi spiego io come si fa ad amare.

E la prima cosa che dice: osservate i miei comandamenti. Ma come Signore, chiudi dentro i comandi l’unica cosa che non si può comandare? Mi fai cascare le braccia: il comandamento è regola, costrizione, sanzione. Un guinzaglio che mi strattona. L’amore invece deve essere libero.

Ma Gesù non è moralista, non si riferisce alle regoline.

Le persone, per una norma non cambieranno mai il cuore.

Una regola non cambierà il cuore di nessuno.

Attenzione al moralismo, che non è solo brutto, è inutile.

E allora spiega: questo è il comandamento, quello mio, non come quelli di Mosè, ma il solo, l’unico: che vi amiate come io ho amato voi.

Eccolo qui il maestro del cuore, l’artigiano guaritore dell’unico nostro peccato che è il disamore, con la sua pedagogia in due tempi:

  1. Amatevi gli uni gli altri. Non semplicemente: amate. Ma: gli uni gli altri, Non si ama l’umanità in generale. Si amano le persone ad una ad una, si ama quest’uomo, questa donna, questo bambino, questo povero, faccia a faccia, occhi negli occhi.

Nella reciprocità. Il fatto di amare qualcuno può bastare a riempire una vita, ma amare riamati riempie molte vite.

  1. E il secondo passo: amatevi come io vi ho amato. Non dice amate quanto me, non ci arriveremmo mai, io almeno non ce la faccio; ma amate come me, imparate dal mio stile, dal mio modo:

lui che lava i piedi ai grandi e abbraccia i bambini; che vede uno soffrire e prova un crampo nel ventre, un’unghiata sul cuore; lui che quando si commuove va vicino e tocca, tocca la carne, la pelle, gli occhi; che non manda via nessuno mai. In cerca dell’ultima pecora, combattivo contro i lupi, alle volte coraggioso come un eroe, alle volte tenero come un innamorato.

Lui che ci obbliga a diventare grandi, che accarezza e pettina le nostre ali perché pensiamo in grande e voliamo lontano.

Chi ti ama davvero? Non chi ti coccola e ti riempie di cose, ma ti ama davvero chi ti spinge, ti obbliga a diventare il meglio di ciò che puoi diventare. È la risposta di un grande dell’umanità, Rainer Maria Rilke.

Così voi, genitori, con i vostri figli: non date loro cose, date loro grandi orizzonti e grandi ali e incalzateli a diventare il meglio di ciò che possono diventare.

Anche quando sembra che si dimentichino di voi.

Ma poi ho un’altra obiezione: perché dovrei scegliere questa logica? La risposta è semplice, per essere nella gioia: questo vi dico perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.

L’amore è da prendere sul serio, ne va del nostro benessere, della nostra gioia.

Dio, un Dio felice (“la mia gioia”), spende la sua pedagogia per tirar su non già figli ubbidienti, ma figli felici, che amino la vita con libero e forte cuore, e ne provino piacere, e ne gustino la grande bellezza, e godano di essa.

La gioia è un sintomo: ti assicura che stai camminando bene, che sei sulla via giusta, che la tua strada punta diritta verso il cuore caldo e vivo dell’esistenza.

La “gioia piena” , la felicità di questa vita in che cosa si misura se non nel dare e nel ricevere amore?

Poi Gesù aggiunge un secondo perché: se ami porti frutto. Forse non subito, ma il frutto che tarda verrà; magari non te ne accorgi, ma lo irradi intorno e qualcun altro lo riceverà da te.

Quali frutti dà un tralcio innestato su una pianta d’amore? Un vigore che monta, e poi pace, guarigione, liberazione, bellezza, giustizia: questi nostri frutti continueranno a germogliare sulla terra anche quando noi l’avremo lasciata.

Perché non va perduto nessun gesto d’amore,

non va perduta nessuna cura amorosa,

nessuna pazienza e nessuna generosità,

tutto questo circola attraverso le vene del mondo come una energia di vita.

Se ami, non sbagli.

Se ami, non fallisci la vita.

Se ami, la tua vita è stata un successo, comunque.

 

 

 

Le piante sono esseri viventi con una loro vita: nascono e muoiono. Il mondo ha bisogno di poeti e le piante sono poesie viventi: hanno un loro fascino…in tutte le stagioni. Il vento le rende più dinamiche e le loro fronde in movimento rievocano sempre antichi ricordi, momenti della fanciullezza allorché venivano osservate con stupore. I loro tronchi si ergono maestosi verso il cielo per indicarci che la nostra meta è verticale: tutti noi abbiamo un destino inimmaginabile verso una dimensione che supera lo spazio ed il tempo. Tra le cortecce si annidano microcosmi che brulicano di vitalità recondite…

Ogni gemma è simbolo di una vita che attende una sua maturazione, ogni fiore che orna i rami è simbolo della fragranza dell’essere… Nessuna pianta è inutile, ma anche se dovesse sembrarlo, la sua esistenza serve anche al piacere dello sguardo, ad elevare lo spirito verso l’eternità… Ogni albero ha un suo linguaggio, noi non sappiamo decifrarlo perché in noi non c’è il vero amore. Gli uccelli che si appoggiano sui rami lo vedono con un altro sguardo…

Ogni albero ricorda la nostra evoluzione personale: Gli anelli concentrici sono i cerchi annuali. Sono formati dal legno prodotto ogni anno dalla pianta ed il loro numero indica gli anni della sua vita. Ma i cerchi annuali simboleggiano le spire evolutive del nostro essere che trae nutrimento dall’humus terreno per poi innalzarsi verso il cielo…

Il sistema di canalizzazione trasporta la linfa carica di sostanze nutritive a tutte le cellula dell’albero, rami, tronco, radici, radichette, peli radicali. La linfa elaborata ridiscende in tutte queste regioni attraverso i tessuti contenuti nel libro. Nella linfa elaborata, oltre al nutrimento, sono presenti gli ormoni, che sono i mezzi di scambio di messaggi fra le varie parti dell’albero Il sistema di canalizzazione trasporta la linfa carica di sostanze nutritive a tutte le cellula dell’albero, rami, tronco, radici, radichette, peli radicali.

La linfa elaborata ridiscende in tutte queste regioni attraverso i tessuti contenuti nel libro. Come in ogni persona, anche l’albero ha una sua circolazione bio-energetica parallela a quella della linfa, la quale ha il compito principale di nutrirlo. Se la pianta è fondamentalmente sana può interagire anche con il nostro sistema energetico.

Se con rispetto e serenità interiore, concentrandoci sul fatto che essa è davvero parte integrante della creazione come lo siamo noi, ci avviciniamo al suo tronco o ad i suoi rami entrando in empatia, il suo circolo energetico influisce sul nostro, in modo tale da interagire con esso quasi integrandolo, soprattutto se appoggiamo su di essa tutte e due le nostre mani. In questo caso consentiamo alla pianta una connessione più forte con noi: la bio-energia, parallela alla linfa che scorre internamente, si assimila alla nostra e ciò consente una sua maggior fluidificazione.

Questo fatto può influire benevolmente sul nostro sistema neuro-vegetativo facilitando la rimozione dei blocchi energetici che abbiamo accumulato con le paure o gli stress della vita conseguentemente alla nostra storia personale. In questo modo ne può beneficiare chi soffre di dolori cervicali, emicranie, cefalee, vertigini, tensioni addominali, ansia, tachicardia, insonnia, depressione, asma, allergie, circolazione del sangue difettosa, disritmie varie ecc.

Sotto questo punto di vista, ogni pianta ha una sua proprietà specifica che andrebbe osservata e registrata. Gli alberi sempreverdi hanno un’attività invernale superiore alle altre, come l’alloro od il pino, ad esempio.

Ogni persona che abbia una certa sensibilità, intuisce che le piante hanno un ruolo fondamentale per l’intero pianeta terra, ma soprattutto per ciascuno di noi: se le amiamo e le rispettiamo esse contribuiscono a ripristinare l’armonia interiore, soprattutto se noi nutriamo il nostro spirito aprendoci a Colui ha creato l’universo intero e desidera la nostra evoluzione personale nell’Amore.

 

A proposito di alberi:

Segnalo un ricercatore friulano che comunica con gli alberi:

 

PIETRO MAROÈ

 

 

(Studente di ingegneria, è presidente di SuPerAlberi, dove insieme ad altri “arbonauti” si occupa di studiare, misurare e curare gli alberi monumentali. È anche istruttore di treeclimbing).

 

 

 

 

 

 

L’arte dimenticata di potare i grandi alberi e far crescere i piccoli. Il racconto pieno di storie e di poesia di un giovane arbonauta.

La lezione degli alberi per ritrovare il tempo che ci è stato rubato.

 

 

Pietro è un ragazzo di vent’anni che vive sugli alberi. Ci è salito prima di cominciare a camminare e ora cura gli alberi monumentali di mezzo mondo.

Li scala, li studia, li ama, parla con i rami (e i rami parlano con lui, giura).

In queste pagine racconta quello che succede in cima alle piante gigantesche dell’Australia e nei nostri giardini addomesticati. Perché anche lì, senza che ce ne accorgiamo, si consumano guerre e amori: come quello rasoterra e imprevedibile tra la salvia e il pomodoro.

Ma questo libro non parla solo di alberi, parla anche di noi.

Perché da quelle querce alte più di trenta metri Pietro guarda il mondo di sotto, il nostro mondo, quello di chi rimane a terra.

E racconta cosa gli alberi ci possono insegnare, cosa ci servirebbe per vivere con la loro calma e capacità di adattamento.

Pietro ci insegna qui come trovare una misura nuova per il nostro tempo: “Le piante sono lente, molto lente per la rapidità delle nostre vite.

E mentre noi, impazienti del mondo di sotto, siamo incapaci di pensare con la misura dei secoli, loro ci vedono passare, ci guardano e sanno”.

 

Per ordinazioni:

http://www.rizzoli.eu/libri/la-timidezza-delle-chiome/

 

Sito:

http://www.superalberi.it/

 

 

 

ALCUNI LIBRI DI PIER ANGELO PIAI

 

GUARIRE LA MENTE PER GUARIRE IL CORPO: http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA SPIRALE DELLA VITA (riedizione) :    http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

L’ANIMA ESISTE ED È IMMORTALE ed. Segno http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA FORZA DELLA FRAGILITÀ ed.Segno (In questo mio libro troverete preghiere per molti stati d’animo e situazioni personali) http://www.edizionisegno.it/libro.asp….

VERSO L’ETERNITÀ (commenti su 4 anni di messaggi della Regina della Pace) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

LA STIMMATIZZATA DI UDINE (Storia autentica di Raffaella Lionetti, dotata di speciali carismi) http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

FIAMMA D’AMORE DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

CONCETTA BERTOLI – La donna che vide la terza guerra mondiale http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

IL RESPIRO DELL’ANIMA INNAMORATA http://www.edizionisegno.it/libro.asp…

 

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 2100) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”: http://www.youtube.com/user/piaipier

1 Giugno 2016

SITI CON RIFLESSIONI E LITURGIA

http://www.riflessioni.it

Liturgia delle ore:
http://www.liturgiadelleore.it/

PENSIERO DEL GIORNO:

“Ogni progresso spirituale deve essere inteso come espressione di grado superiore di amore e non semplicemente come progresso del nostro comportamento morale, il quale può avere origine da un motivo gratificante e condizionarsi e terminare in esso ” (p.Albino, Diario, p.218)

1 Giugno 2016

Messaggio della Madonna di Medjugorje

PELLEGRINAGGI A MEDJUGORJE DA CIVIDALE

commenti personali di alcuni messaggi:

fileDBicn_doc picture
verso etern.DOC

I 10 SEGRETI DI MEDJUGORJE (di Padre Livio Fanzaga):

fileDBicn_mp3 picture
segretimedjugorje.MP3

VIDEO RELATIVI AI MESSAGGI DELLA MADONNA DI MEDJUGORJE

PLAYLIST RELATIVA A MEDJUGORJE (MESSAGGI E COMMENTI IN VIDEO)
https://www.youtube.com/playlist?list=PL_I8V9Z5YmOY_O1E9krjhlTo3O_k-L-6y

LE APPARIZIONI DELLA MADONNA A PORZUS – Nuova versione

LA BIBBIA DI GERUSALEMME GRATIS IN PDF EBOOK
Per chi non lo sapesse è pronta l’intera Bibbia di Gerusalemme in formato pdf ebook gratis in lingua italiana da scaricare :


bibbia-gerusalemme.pdf

 

 

6 luglio 2005

Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron

1 Giugno 2016

Alida Puppo

Chi è Alida Puppo

1 Giugno 2016

Enrico Marras

Chi è Enrico Marras

1 Giugno 2016

MULTIMEDIALITÀ del curatore del portale:

VIDEO PER LA RIFLESSIONE
Video personali su alcune località del Friuli
CIVIDALE DEL FRIULI – Patrimonio dell’UNESCO
SLIDES UTILI PER LA FORMAZIONE
Esistere con stupore
ULTIMI AGGIORNAMENTI

5 Gennaio 2010

REPORT SUL 21° SECOLO

Attraverso un
fantascientifico viaggio nel tempo, l’autore del libro, Pier Angelo
Piai, desidera sensibilizzare il lettore a prendere coscienza del
nostro comune modo di pensare ed agire, noi del 21° secolo che ci
vantiamo di essere progrediti. In che cosa consiste, allora, la vera
evoluzione della specie umana?
Quando l’uomo potrà diventare davvero integrale?
Report
cerca di dare alcune risposte ai moltissimi interrogativi che emergono
in queste pagine scritte attraverso riflessioni e  considerazioni
sociologiche, antropologiche e filosofiche.

28 Agosto 2009

Beppino Lodolo – una voce amica per gli italiani nel mondo

BEPPINO LODOLO

10 Marzo 2008

SOLIDARIETA’ per chi soffre della malattia del BURULI

http://www.amicipl.it/WebBuruli.htm
http://it.youtube.com/watch?v=tDdRLKJYd3w
Chi volesse aiutare queste persone scriva:
e-mail:roberto@amicipl.it

EMERGENZA MALI
Aiutiamo una bimba cinese senza arti inferiori:

fileDBicn_boh picture
chinagirl.pps

 

 

20 Ottobre 2006

Preghiere con testi e mp3

Preghiere con testi e mp3

IL CASO DI UNA STIMMATIZZATA DI UDINE, RAFFAELLA LIONETTI, UMILE MISTICA
Raffaella Lionetti, la Gemma Galgani di Udine

6 Agosto 2006

Riflessioni audio in mp3. Video personali

Riflessioni audio mp3 Video personali

6 Luglio 2005

6 luglio 2005 Il Catechismo della Chiesa Cattolica in mp3

IL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA IN AUDIO
Catechesi e omelie di padre Lino Pedron

21 Novembre 2001

Artisti Friulani

continua