23 Settembre 2007

Amore e sensibilità

Molti credono che l’amore consista in un qualche sforzo per andare incontro al prossimo, per sopportare gli altri, se stessi, la vita. Ma non è proprio così.

L’amore inizia dalle piccole cose.
Parte innanzittutto dalla sensibilità, che è una qualità dell’anima quasi spontanea e frutto di un’educazione che inizia sin dalla primissima infanzia.

La società è piuttosto competitiva e basa i suoi criteri sull’efficienza.
E’ molto facile acquisire quel tipo di mentalità. In base ad essa, anche se uno veste alla moda, possiede una bella macchina, una sontuosa villa od un certo prestigio, rimane insensibile alla vita stessa.
Non vede il dolore degli altri, non partecipa alla gioia dei semplici, non gode di un paesaggio, considera una perdita di tempo passeggiare in silenzio.

Egli vede tutto in funzione del proprio tornaconto materiale e così si preclude ad ogni forma di vera creatività perché rimane prigioniero dei suoi schemi mentali.
La sensibilità è provare affetto spontaneo per le persone che ci circondano, per gli animali, per la natura. E’ soccorrere chi è bisognoso, è regalare un sorriso a chiunque, è ascoltare il dolore altrui, è condividere la gioia interiore e le proprie scoperte personali.

Chi ama non chiede nulla in cambio: è già gratificato nell’amore stesso. Sta bene con se stesso e desidera che anche gli altri stiano in pace con se stessi.
Anche se avessimo un bel fisico, se fossimo eleganti, se possedessimo conoscenze straordinarie o avessimo un certo potere  sugli altri, ma nel nostro cuore non c’è affetto e amore, siamo interiormente opachi o vuoti e tutte le nostre azioni non valgono nulla perché si disperdono nel nostro orgoglio, nella nostra superficialità.

Chi ama spontaneamente emana una luce interiore che è visibile solo per coloro che possiedono una certa sensibilità.
Se tutti gli abitanti della terra fossero educati a questa sensibilità le cose cambierebbero, scomparirebbero le ingiustizie e le guerre.

Ma bisogna partire da se stessi…

Pier Angelo Piai