25 Ottobre 2003

Preghiera per chi si sente superficiale

Signore, troppe cose mi distolgono dall’Essenziale. Tu solo hai parole di vita eterna. Inutilmente mi affanno per trovare consolazioni altrove, tra gli amici, nelle frivolezze.

Anche nei comuni discorsi, nelle facende quotidiane, nei miei pensieri, non riesco ad essere più autentico e cado nel sonno interiore.

Risvegliami da questo torpore, che io non cada continuamente nei “luoghi comuni” e non mi lasci fossilizzare dall’inerzia dell’abitudine.

Signore, aiutami a capire che Tu sei l’Essenziale. Tu che hai rimproverato Marta per le sue preoccupazioni ed hai lodato Maria per il suo ascolto, insegnami a capire che una cosa sola è necessaria e che non ci sarà mai tolta.

Tu vedi quanto io mi lasci travolgere da preoccupazioni, affanni e superficialità. Donami la tua saggezza affinché sappia discernere in ogni momento la cosa migliore, quella che non mi sarà mai tolta! Insegnami a contare i miei giorni e fa’ che la mia anima sia sempre pronta per l’ora in cui mi prenderai per portarti con te, nel seno della Trinità.

Fa’ che non mi trovi impreparato. Che io possa vivere abbandonandomi in Te, nella tua Provvidenza, nella ricerca della Verità e che possa trovare, con il tuo aiuto, l’Essenziale.