30 Ottobre 2002

Preghiera del dentista

La nostra categoria, o Signore, non riscuote grande stima tra la gente, sia per il timore di sottoporsi alle cure e alle estrazioni, che per i compensi che molti di noi richiedono. Vi sono, in verità, dei dentisti che tengono conto delle possibilità economiche dei pazienti, e vengono loro incontro. Anch’io cerco di seguire il loro esempio.

Ti chiedo di aiutarmi a svolgere bene il mio lavoro evitando diagnosi approssimative e terapie affrettate. Aiutami a stabilire buoni rapporti con i miei clienti, soprattutto con i più apprensivi. Mi impegno ad essere leale nelle diagnosi, senza esagerare i danni o le terapie da approntare. Ed anche se pochi sono in grado di stimare il costo reale dell’intervento, al di sopra di tutti ci sei tu, o Dio, a cui nulla sfugge.

La gioia di un lavoro ben eseguito, la soddisfazione di un bel sorriso e di una corretta masticazione rese possibili, contengono già in se un premio, così come la virtù é già premio a se stessa. Ti ringrazio per avermi assistito finora, e ti prego di continuare a farlo per l’avvenire. E così sia.