1 Marzo 2002

Gli studenti incontrano Turoldo

Le celebrazioni si concluderanno con il vescovo di Vicenza Pietro Nonis e Sergio Zavoli

Lunedì al Giovanni da Udine Giorgio Lago parlerà con i giovani della provincia


Riprenderanno lunedì le iniziative promosse nell’ambito del progetto David Maria Turoldo: una voce dal Friuli, ideato e curato dall’associazione culturale Forum di Aquileia, presieduto da Paolo Maurensig, coordinato da Renato Stroili Gurisatti. L’iniziativa è stata realizzata in sinergia con l’assessorato alla Cultura della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia, con il sostegno del Comune e della Provincia di Udine e in collaborazione, inoltre, con l’Associazione Padre David Maria Turoldo, il Teatro club di Udine, il Centro Espressioni Cinematografiche, Cinemazero e la Cineteca del Friuli.
Il progetto, anche in considerazione del grande successo fatto registrare nel dicembre scorso dal ciclo di serate di poesia in omaggio a Padre Turoldo, rinnoverà dal 15 al 22 marzo l’appuntamento con la lirica del poeta-sacerdote di Coderno: ogni sera, a Udine e in varie località del Friuli, i versi di padre Turoldo risuoneranno, affidati alle voci recitanti di Werner Di Donato e di Saverio Indrio, su accompagnamento musicale di arpa e flauto a cura dei musicisti Mariateresa Bazzaro e Tiziano Cantoni.

Inoltre, martedì 15, a Udine, è in programma la presentazione, al pubblico regionale, del recentissimo volume David Maria Turoldo. La mia vita per gli amici, autobiografia aggiornata a cura di Marco Garzonio ed edita da Mondadori. Infine, va ricordato che il 22 marzo, nella sala Ajace di Udine, è in programma l’incontro con il giornalista Sergio Zavoli e con il vescovo di Vicenza, monsignor Pietro Nonis, intorno al tema Il cristiano Turoldo.

Ma intanto, già lunedì, alle 10, al Teatro nuovo Giovanni da Udine, è in calendario l’atteso incontro con i giovani e giovanissimi friulani, organizzato dalla Consulta provinciale degli studenti, coordinati dal professor Dino Del Ponte. L’appuntamento, che sarà condotto dal giornalista Giorgio Lago, prevede letture di poesie, di testi teatrali, proiezione di interviste di Turoldo, oltre a numerosi altri interventi di personalità della cultura, della poesia e del giornalismo.
Come sottolinea il coordinatore del progetto, Renato Stroili Gurisatti, «la Consulta provinciale degli studenti ha accolto con entusiasmo la proposta del Forum di Aquileia, promotore del Progetto David Maria Turoldo: una voce dal Friuli, di ricordare, in maniera significativa, una delle figure più importanti della cultura del nostro Friuli: David Maria Turoldo ,poeta, uomo di Dio, scrittore, regista nel decimo anniversario della sua morte».
L’appuntamento che il Forum considera essere uno dei momenti più significativi dell’intero di iniziative promosse nel corso di questi mesi, vedrà la partecipazione di dirigenti scolastici, docenti e studenti.

La grande attualità del pensiero di David Maria Turoldo, la sua poesia, la sua profetica esplorazione dei drammi e dei problemi della società, la sua forte personalità civile e religiosa riecheggeranno, nel corso della mattinata, grazie anche alla lettura di poesie accompagnate dall’arpa di Mariateresa Bazzaro e dal flauto di Tiziano Cantoni, con brani scelti tra i lavori teatrali di Turoldo, stralci di interviste e spezzoni del film Gli Ultimi.
Come si è già detto, coordinerà l’appuntamento il giornalista Giorgio Lago, collaboratore di varie testate giornalistiche, tra cui anche il Messaggero Veneto, e amico di padre Davide Maria Turoldo.

Accanto alle voci di Carla Lugli, Werner Di Donato e Saverio Indrio, saranno parte attiva alcuni studenti dell’istituto tecnico Malignani di Udine, dell’Itc Einaudi di Palmanova, del liceo scientifico di Cervignano, degli istituti superiori di Latisana, del liceo psicopedagogico Uccellis di Udine, che presenteranno alcune liriche del poeta Turoldo, mentre studenti dell’istituto Percoto di Udine presenteranno alcune brevi pièces teatrali».
Va ricordato che, proprio per rendere la manifestazione più proficua sotto l’aspetto formativo e culturale per gli studenti, il Forum di Aquileia ha donato a tutte le scuole un congruo numero della sua raccolta poetica O sensi miei…, e molti docenti hanno già presentato, in classe, il pensiero, l’opera e la poesia di padre Davide Maria Turoldo.
Lunedì mattina saranno coinvolti centinaia di studenti della maggior parte degli istituti superiori di Udine e diversi istituti superiori della provincia. Codroipo e Sedegliano, terra natia di padre Turoldo, saranno presenti con alcune classi delle scuole medie.

La Consulta, nella speranza di una buona e fruttuosa riuscita dell’iniziativa, ha voluto ringraziare i dirigenti scolastici e i docenti che hanno collaborato e gli studenti che vi parteciperanno.
Il professor Dino Del Ponte coordinatore della Consulta provinciale e i giovani rappresentanti eletti nella stessa hanno espresso un particolare ringraziamento al Forum di Aquileia per aver fortemente voluto questo incontro e per la preziosa possibilità offerta.

Sempre lunedì, alle 20.30 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, a cura del Centro Espressioni Cinematografiche, di Cinemazero, della Cineteca del Friuli e della Crup, sarà proiettata la versione restaurata de Gli ultimi, con testimonianze di diverse personalità coinvolte nel progetto.
B.L.
————————————————————————

Lunedì sera, alle 20.30, al Giovanni da Udine, la prima proiezione della copia restaurata
“Gli ultimi” ritornano sullo schermo


Chi sono gli ultimi? La categoria più dimenticata, ben rappresentata da attori che non vengono neppure dalla campagna, ma dai solchi dai quali li abbiamo prelevati mentre erano intenti al loro lavoro», dice David Maria Turoldo in un servizio televisivo del ’63, che, insieme ad altri materiali inediti,fungerà da cornice alla proiezione restaurata de Gli ultimi, lunedì, alle 20.30, al Giovanni da Udine.

Come si è detto nella conferenza stampa, il lungo lavoro di restauro ha potuto contare sul sostegno finanziario sinergico di vari enti, «un apporto corale, basato sulla condivisione dei valori che vengono veicolati dal film» come dice Bruno Malattia, vicepresidente della Crup, che continua: «La nostra banca vuole offrire una testimonianza del Friuli e della sua storia che possa varcare i confini regionali: il film in videocassetta verrà sottotitolato in inglese e potrà essere apprezzato anche dai figli degli emigranti sparsi nel mondo».

Sabrina Baraccetti anticipa che nella serata si potranno vedere dei filmati inediti, le pellicole della copia lavoro in cui Vito Pandolfi dirige il film, e anche gli attori che recitano in friulano (poi verranno doppiati). Il sindaco Cecotti ricorda come le persone vengano maggiormente celebrate dopo la morte, forse perchè lasciano ormai interpretare la loro opera; «la morte costituisce il montaggio polemico della vita delle persone, come diceva Pasolini. Il comune di Udine ha sostenuto liniziativa per ricordare un grande friulano e un pezzo di storia del Friuli visto con gli occhi degli ultimi. Anche Mario Turello ha espresso la sua soddisfazione per questa iniziativa che conclude un ricco palinsensto di iniziative del Forum di Aquileia, per un percorso di rivisitazione critica dellesperienza artistico-religiosa di padre David.

Piero Colussi, del Cinemazero, ha sottolineato l’estrema attualità del messaggio del film che oppone valori veri all’imperante tirannide economica: «Oggi questo film rivivrà una nuova vita; sarà proiettato a Milano, Venezia, e veicolato allestero dalle videocassette». L’opera di restauro è stata laboriosa, ha ricordato Livio Jacob, della Cineteca del Friuli. Don Borgo, erede ideale e compaesano di Turoldo, si sta prodigando affinchè «il suo messaggio di libertà, giustizia e pace sia recepito non solo dagli intellettuali, ma anche dalla gente che lui ha cantato con estrema dolcezza, pur con il suo ruvido tratto. Turoldo e Pasolini rappresentano le nostre radici autentiche, che consegnamo al mondo».

«Eppure, anche di fronte a film così importanti per la cultura locale non bisogna dimenticarne il valore estetico, perchè Gli ultimi rappresenta uno dei più bei film del cinema italiano girati in quellepoca», ha detto Luca Giuliani, esperto cinematografico della Cineteca del Friuli.
Germana Snaidero
————————————————————————

���