27 Febbraio 2016

PERCHÈ IL MALE?


“Gesù mi ha fatto conoscere che nemmeno la più piccola cosa avviene nel mondo senza il suo volere”
(S. Faustina Kowalska – Diario 1937)

Quindi Gesù Cristo è davvero il Signore, per mezzo del quale tutte le cose sussistono. Molti si chiederanno perché, allora, permette il male. Se prendiamo in considerazione la formazione e l’evoluzione del nostro pianeta alla luce delle scoperte scientifiche ci meraviglieremmo del fatto che senza le catastrofi cosmiche non esisteremmo: esplosioni di supernove, meteoriti, ere glaciali, terremoti, maremoti ed eruzioni vulcaniche, ecc. hanno consentito alla terra l&rsrsquo;attuale conformazione adatta alla vita, come la conosciamo.

Nella Sacra Scrittura sono descritti molti episodi peccaminosi, iniziando dal peccato originale, all’uccisione di Abele da parte di Caino,  fino agli Atti degli Apostoli. Dio sa trarre il bene anche da male.
Se Giuseppe non fosse stato venduto dai fratelli, probabilmente il popolo ebreo sarebbe stato diverso e così sarebbe stata diversa anche la storia del mondo e la società odierna…

La nostra esistenza è la risultante di infiniti errori ed opere giuste: nonostante tutto il male che è avvenuto nel mondo, con grande meraviglia e stupore, Dio ha voluto la nostra esistenza perché trionfasse il bene. La gloria di Dio consiste proprio nel trionfo del bene sul male, della libertà sul determinismo del peccato.

Ogni uomo glorifica il Creatore quando crede profondamente che tutto concorre al bene di coloro che lo amano e che il destino di ogni esistenza umana è la Risurrezione, come ci ha mostrato Gesù Cristo dopo la sua terribile passione e morte.

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 1400) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”:  http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di http://www.mondocrea.it