28 Febbraio 2015

IL MALE ED IL BENE

Tutti noi desideriamo che la terra diventi di nuovo un paradiso terrestre, dove i figli nascono nel contesto giusto, dove non domini più l’indifferenza e l’odio, dove scompaiano le malattie ed il dolore, ecc.

Ma siccome siamo ancora in divenire, in balìa delle nostre fragilità e di Satana, si intuisce che sta a noi scegliere chi diventare, perché siamo fatti ad immagine e somiglianza di Dio, quindi liberi di decidere.

Se Dio non esaudisce subito ciò che vorremmo, ha i suoi validi motivi che sono sempre dettati dal suo immenso amore che nutre per ognuno di noi, nel rispetto di quello che siamo e che potremmo diventare con il suo aiuto.

Se si legge attentamente la Sacra Scrittura, la quale è stata scritta per ognuno di noi, notiamo che ci sono moltissimi casi in cui il male e la sofferenza, in sè detestabili, hanno determinato altri eventi positivi per la storia della salvezza, iniziando dalla caduta dei progenitori, al sacrificio di Isacco, alla prigionia di Giuseppe in Egitto, il dramma della Regina Ester, la storia dei profeti, fino alla passione e morte di Gesù Cristo.

Per analogia, basta riflettere sulla formazione del pianeta terra, alla quale hanno contribuito numerosissimi eventi catastrofici, ma necessari: esplosioni e scontri cosmici, caduta di meteoriti, esplosioni vulcaniche, deriva dei continenti, cambiamenti climatici, terremoti, alluvioni ecc. hanno paradossalmente preparato la vita sulla terra.

Questa dimensione terrena, che per ora viviamo in modo così spesso angosciante e doloroso, sta partorendo un’altra, dove regnerà la pienezza che risplende nella Verità.

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 1000) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”:  http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di http://www.mondocrea.it