9 Settembre 2014

LA QUALIT&AAgrave; DEL NOSTRO AMORE

Spesso consideriamo il nostro progresso morale come un fine importante per la serenità interiore e per la salvezza eterna.
C’è chi riesce a sconfiggere alcuni vizi, chi cerca di rendersi più disponibile nella sua comunità, chi aderisce ad alcune forme di volontariato, chi aiuta altri a risolvere i loro problemi.
Tutte cose molto buone ed importanti.

Ma attenzione a non farne medaglie decorative della nostra immagine per gli altri e per se stessi.
Chi si sente a posto con la coscienza perché non ha più quel vizio che lo tormentava o ha più iniziative filantropiche, dimentica spesso che il vero indicatore del nostro progresso spirituale è la qualità dell’amore con cui pensiamo od operiamo.
Per questo molti, nonostante si sforzino e preghino, non riescono a vincere certe fragilità.

Probabilmente Dio gradisce di più il nostro desiderio di amarlo nella fragilità, e quindi nella consapevolezza di quello che realmente siamo, piuttosto che l’ostentazione delle virtù conquistate, ma svuotate del vero amore.

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 1000) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”:  http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di http://www.mondocrea.it