14 Maggio 2014

L’OMEOSTASI SPIRITUALE

L’omeostasi è la condizione di stabilità interna degli organismi che deve mantenersi anche al variare delle condizioni esterne attraverso meccanismi autoregolanti.

Il termine “omeostasi”, per estensione, può indicare altre capacità in ogni ambito esistenziale.

L’omeostasi spirituale è più complessa di quello che possiamo immaginare perché non sono nettamente individuabili i parametri assiologici a cui dovremmo riferirci. Il nostro spirito è sempre in rapporto diretto alla Trascendenza perché proviene direttamente da Dio, anche se in questa vita terrena è strettamente legato al corpo.

Pertanto lo spirito di ciascuno di noi gode di un certo equilibrio solo se riesce a mantenere un rapporto di corrispondenza amorosa con il suo Creatore, cercando di investire le dinamiche del corpo e della psiche nel processo di divinizzazione a cui ognuno di noi è chiamato.
(Ama il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore…)

Gesù è il riferimento fondamentale ai fini dell’omeostasi spirituale di ogni uomo, perché ci ha donato molte indicazioni importanti tra le quali l’esortazione ad essere perfetti come perfetto è il Padre nostro che è nei cieli. Gesù, anche attraverso la sua natura umana, ci ha esortato a scoprire ciò che di divino c’è in noi. (Mt.5,48)

Nell’uomo l’omeostasi spirituale è necessaria perché da una parte la natura umana, corrotta dal peccato, tende a soddisfare le esigenze egoistiche dell’io, dall’altra la tensione innata dello spirito verso la Trascendenza, da dove proviene, evidenzia una continua lotta interiore, fino a che non riposa nell’Amore del Circolo Trinitario, dove questa omeostasi avrà raggiunto il massimo equilibrio.

Se volete essere aggiornati sui nuovi video che realizzo (più di 900) iscrivetevi al mio canale youtube “piaipier”:  http://www.youtube.com/user/piaipier

a cura di http://www.mondocrea.it