1 Novembre 2013

IL DOVERE DELLA SANTIT&AgraveAgrave;

Chi è il santo? È l’uomo di Dio.
Ma ognuno di noi appartiene a Dio, in un certo senso. La nostra anima dovrebbe essere in continuo contatto con Lui, senza mai perderlo di vista.

Il giusto vivrà di fede – dice la Sacra Scrittura. Il santo vovrà di fede: crede nella benevola presenza di Dio e confida in Lui continuamente.

La santità non è un optional – diceva Teresa di Calcutta. È un dovere di ognuno di noi. Proveniamo tutti da Dio ed a Lui dovremo ritornare.

Dio è in ognuno di noi. Sta a noi riconoscerlo ed onorarlo.

Santo è colui che vive nella Verità, cioé è sempre se stesso e cerca di conoscersi davanti a Dio: chiede perdono delle sue mancanze, loda Dio se riesce a fare il bene, consapevole che ogni forma di amore è da Lui ispirato.

Tutti noi abbiamo la possibilità di santificarci in qualsiasi momento.
Notiamo che nel mondo c’è molto egoismo, violenza ed orgoglio.

Ci sono, però, milioni di persone pressoché sconosciute che compiono in silenzio il loro dovere quotidiano. Non fanno strepito e quando operano il bene al prossimo lo fanno volentieri per il Signore, senza pretendere una ricompensa. Lo fanno semplicemente perché amano ed amano Dio nel prossimo, iniziando dai familiari.

Gesù lo aveva detto: “Gli ultimi saranno i primi”

Nella vita terrena nessuno di noi può fare a meno degli altri, sia per le proprie necessità corporali che affettive e psichiche.

Come il nostro corpo terreno necessita del lavoro dei contadini, degli operai, delle casalinghe, dei professionisti, degli artigiani ecc., così l’anima, in virtù della comunione dei santi, necessita delle preghiere dei vivi e dei defunti…

E i Santi sono nostri fedeli intercessori…