27 Marzo 2013

FIAMMA VIVA D’AMORE (A)

FIAMMA VIVA D’AMORE (A)

O fiamma d’amor viva,
che soave ferisci
l’anima mia nel suo più profondo centro!
Giacchè non sei più schiva,
l’opera tua finisci;
rompi, se vuoi, la tela al dolce incontro.

O Cauterio soave!
O deliziosa piaga!
O mano blanda ! O tocco delicato,
che sa di vita eterna,
e ogni debito paga!
Morte in vita, uccidendo, hai trasformato!

O lampade di fuoco,
alla cui luce ardente
gli antri profondi dell’umano cuore,
così ciechi ed oscuri,
con isperato ardore
rifletton sull’Amor  luce ed amore!

Quanto mite e amoroso
ti svegli nel mio seno,
dove solo e  segreto Tu dimori!
E spirando gustoso,
di bene e gloria pieno,
come teneramente m’innamori!

(San Giovanni della Croce)