19 Dicembre 2010

L’ANGELO DELL’EVOLUZIONE INTERIORE

L’ANGELO DELL’EVOLUZIONE INTERIORE: dialogo immaginario con l’adolescente Stefano

Stefano sei un ragazzo genuino, generoso e aperto alla vita. Hai pregi e difetti.
Stai imparando molte cose, ma gradualmente scoprirai che c’è sempre moltissimo da imparare.
Per questo èegrave;  importante che tu mantenga in te accesa la fiamma della ricerca interiore per approdare alla pienezza dell’essere a cui sei chiamato.

Mentre cammini osserva i tuoi passi e i tuoi piedi che calpestano un terreno che appare solido, ma in è in continua mutazione.
Mentre eserciti i tuoi sensi sai quanti e quali processi biochimici e mentali stai
avviando?

Quell’oggetto solido che stai toccando osservalo dettagliatamente: hai la percezione di quanti atomi esso è formato?
I tuoi organi recettori captano una parte infinitesimale dell’Universo.
E quegli  steli d’erba che ora calpesti come sono spuntati? Quale arcana energia fa sì che la vita esploda in tante e forme e modi? La scienza spiega alcune cose, ma non è riuscita ancora a penetrare la ragione ultima della vita e della materia.

Si parla di entropia, omeostasi, 2° principio della termodinamica, metabolismo, catabolismo… ma il vero dinamismo propulsore di tutto non è conosciuto.

Ti faranno credere di conoscere la tridimensionalità dello spazio perché sai dare una valutazione alle dimensioni, ma chi veramente può penetrare le altezze e le profondità dell’Universo e del Microcosmo?
Tu pensi che noi rimaniamo attaccati alla terra per la forza di gravità.

Ma sai in che cosa  davvero consiste questa misteriosa forza? Essa ti attrae al Centro della terra e regola le interazioni tra i corpi celesti.

Nonostante tanti studi, nessuno ancora ne conosce la vera natura.
Tu vedi come la luce illumina ovunque sia diretta, ma come effettivamente agisce e quale è la sua intrinseca natura?

Devi ammettere che il mistero è fuori ed in te: ci sono infinite cose che non conosci. Tu percepisci, rielabori, reagisci, ragioni, pensi, rifletti e mediti.
Ciò significa che il tuo essere non è circoscritto alla sola materialità.

Tu hai uno spirito immortale che trascende tutto, che caratterizza anche la tua soggettività ed è quello che ti tiene realmente in vita

La dimensione spirituale, lo hai intuito, è ancora più misteriosa. Ci sono molte più cose nella dimensione spirituale di quello che tu puoi ora immaginare.

Quel Gesù che già ora cominci ad amare, è il tuo vero maestro: pregalo ed adoralo in silenzio cercando di imitarlo in ciò che puoi, ma rimanga sempre un faro per te, perché Egli è la vera Luce del mondo.
In Lui Dio ti ama infinitamente di più di quanto tu stesso ti ami

Il Signore conosce bene i tuoi limiti, l’attaccamento alla tua personalità, le tue ambizioni; conosce quanto ci sia difficile dimenticare te stesso e darti agli altri.

Sa che cosa sia non trovare amore e costatare che anche quelli che dicono di seguirlo lo fanno solo a metà.
Ma il Signore gradisce anche il tuo più piccolo atto di attenzione nei suoi confronti, anche se povero ed imperfetto.

Caro Stefano, se Dio avesse voluto avrebbe potuto creare miliardi di esseri angelici molto più limpidi al tuo posto, ma a lui interessa il tuo povero amore.

E’ fatto così… non dimenticarlo!!!

Ed è grazie a questa tua corrispondenza d’amore che Egli ti porterà sempre più su, fino alla sua perfetta somiglianza, diventando tu stesso Figlio del Dio vivente…

Pier Angelo Piai