15 Luglio 2002

Settore Ristorazione

Il ristoratore opera nelle strutture turistiche ed alberghiere, e si occupa dello ristorazione e della gestione delle sale da pranzo, eseguendo le principali tecniche di lavorazione e di presentazione delle proprie attività.

Corso Addetto al Servizio di Ristorazione Settore Ristorazione Il ristoratore opera nelle strutture turistiche ed alberghiere, e si occupa dello ristorazione e della gestione delle sale da pranzo, eseguendo le principali tecniche di lavorazione e di presentazione delle proprie attività. Corso Addetto al Servizio di Ristorazione Il Corso biennale denominato Addetto al Servizio di Ristorazione è al suo quarto anno divita e si prefigge lo scopo di formare due figure professionali distinte: il commis di sala e il commis di cucina.

Durante il primo anno formativo gli allievi hanno la possibilità di testare in prima persona entrambi i settori, praticando in uguale misura e alternativamente entrambe le attività. Come in tutti i settori l’attività pratica è supportata da quella teorica-applicativa, cercando di fornire agli studenti conoscenze e competenze nell’ambito della ristorazione. Solo dal secondo anno formativo ciascuno deve scegliere lo specifico ambito professionaledi interesse, applicandosi esclusivamente all’attività di sala o di cucina. A completamento dell’attività didattica è previsto un periodo di stage in aziende del settore mantenendo vivi e costanti i contatti con i docenti della scuola.

Queste sono solo le prerogative generali che si prefigge il corso,continuamente arricchitoda attività innovative ed eterogenee. Già dal trascorso anno formativo alcuni allievi hanno avuto la possibilità di trascorrere il periodo di stage in realtà aziendali di un certo spessore anche fuori regione. Sulla base dei riscontri positivi ottenuti, l’impianto organizzativo del corso si sta indirizzando a conquistare bacini d’utenza sempre più ampi. Anche durante la normale attività didattica formativa i ragazzi sono chiamati in prima personaa vivere l’organizzazione professionale nell’allestimento e nel servizio di banchetti,buffet, brunch e pranzi di lavoro. L’esperienza maturata dai docenti nel settore di appartenenza consente un contatto diretto
tra il mondo del lavoro e il ragazzo, che viene seguito e indirizzato anche durante attività professionali non strettamente legate al periodo scolastico.

Scopo principale dei docenti del corso è di puntare alla qualità professionale dell’allievo formandolo sul piano pratico, teorico e comportamentale al fine di ottenere una figura professionale che risponde pienamente alle esigenze richieste dal mercato del lavoro.

ADDETTO AL SERVIZIO DI RISTORAZIONE E’ RIVOLTO A:
Ragazzi e ragazze che hanno assolto all’obbligo scolastico e che vogliono vivere un’esperienza formativa in continuo contatto con il mondo del lavoro.

ATTESTATO DI QUALIFICA Personale di sala-bar Personale di cucina

DURATA DEL CORSO: 2 anni. Il corso è organizzato in quattro moduli di cui i primi due vedono coinvolti i ragazzi in entrambe le attività per consentire loro di operare una scelta consapevole; i rimanenti sono invece specifici nel settore prescelto.

SEDE: Cividale del Friuli (Udine)

PERSONALE DI SALA ATTESTATO DI QUALIFICA Commis di sala Barman e barmaid

OBIETTIVI Creare una figura professionale capace di lavorare in autonomianei servizi di sala quali ristorante, catering, buffet all’americana enei servizi di bar. Le attività svolte mirano a fornire conoscenze e competenze non solo a carattere tecnico-professionale ma anche comunicativo- relazionale.

CONTENUTI: Il percorso didattico prevede attività pratiche e teoriche finalizzateall’acquisizione di competenze professionalizzanti specifiche delsettore. Durante il secondo anno formativo l’allievo potrà sperimentarsi nel mondo del lavoro attraverso uno stage coordinato dai docenti in strutture alberghiero-ristorative sia regionali che nazionali. Area culturale: Legislazione ristorativa ed elementi di diritto del lavoro Geografia turistica con riferimento alle tradizioni gastronomiche regionali e nazionali Lingua inglese e tedesca: fondamenti e conversazioni a carattere professionale Area scientifica: Principali strumenti informatici applicati alla contabilità fiscale Elementi di scienza dell’alimentazione Norme igienico-sanitarie e antinfortunistiche in vigore Area pratica: Allestimento e preparazione di sala e bar Attività di sala: mise en place, accoglienza e servizio clienti Attività di bar: preparazione cocktails, long drinks e soft drinks, accoglienza e servizio clienti

PERSONALE DI CUCINA ATTESTATO DI QUALIFICA: Commis di cucina OBIETTIVI: Creare una figura professionale capace di lavorare in autonomianella preparazione e nella presentazione dei più importanti piatti della cucina nazionale ed internazionale, in ottemperanza alle vigenti norme igieniche e antinfortunistiche.

CONTENUTI: Il percorso didattico prevede attività pratiche e teoriche finalizzateall’acquisizione di competenze professionalizzanti specifiche del settore. Durante il secondo anno formativo l’allievo potrà sperimentarsi nel mondo del lavoro attraverso uno stage coordinato dai docenti in strutture alberghiero-ristorative sia regionali che nazionali. Area culturale Legislazione ristorativa ed elementi di diritto del lavoro Geografia turistica con riferimento alle tradizioni gastronomiche regionali e nazionali Lingua inglese e tedesca: fondamenti e conversazioni a carattere professionale Area scientifica: Principali strumenti informatici applicati alla contabilità fiscale Elementi di scienza dell’alimentazione Norme igienico-sanitarie e antinfortunistiche in vigore Area pratica: Attività di cucina: Preparazione delle principali ricette della cucina regionale, nazionale e internazionale Decorazione delle pietanze con utilizzo di elementi vegetali

ATTIVITA’ INTEGRATIVE

Visite a grandi alberghi, navi da crociera e strutture ricettive di spessore Visite didattiche ad aziende alimentari Partecipazione a fiere nazionali quali Alimenta Organizzazione diretta e partecipazione a buffet, rinfreschi, ed eventi particolari quali inaugurazioni e pranzi di lavoro Partecipazione al concorso Martini – Bacardi (2002)
rist1 picture
rist2 picture
Partecipazione Galà a beneficio della Lega Tumori (2002)
rist3 picture
rist4 picture
rist5 picture
rist6 picture
rist7 picture

dal Messaggero Veneto del 20/12/02

A Cividale un corso per operatori del settore CIVIDALE. Professione: operatore agrituristico. Se agricoltura deve far rima con turismo e se questo matrimonio è promettente dal punto di vista economico allora deve essere gestito da professionisti qualificati. Nasce a Cividale all’interno dell’Istituto tecnico agrario “Paolino d’Aquileia” la prima scuola per operatori agrituristici. Una professione emergente che irrompe a pieno titolo nei curricula degli istituti di for
mazione secondaria e si raccorda con flessibilità a percorsi quinquennali, post diploma ed universitari. Dall’agronomia all’ecologia applicata, dall’orticoltura alla frutticoltura, passando attraverso l’apprendimento delle lingue slave e tedesche, la moderna concezione dell’agriturismo non lascia nulla al caso.

L’impresa, frutto della collaborazione fra Itas e Cfp ha l’obiettivo di «formare figure professionali qualificate, con competenze gestionali, ospitative, ricreative e ristorative capaci di soddisfare la crescente richiesta» assicura il preside dell’Itas Cataldo Melpignano. E così l’Istituto dopo essersi dotato di un frutteto, un oliveto, una cantina ed una fattoria didattica progetta ampliamenti negli allevamenti zootecnici, l’impiego di un frantoio oleario per la lavorazione delle olive e si allea con il Cfp per portare i turisti nelle aziende agricole.

Il Cfp spiega il direttore Daniele Bacchet «parteciperà sia con corsi di formazione nel settore della ristorazione, sia con il convitto». Una struttura di cui il corso per operatori agrituristici avrà bisogno, dato che ancor prima di tenerlo a battesimo la segreteria dell’Istituto ha ricevuto numerose richieste di informazioni provenienti da tutta la regione.

A favorire la crescita di un polo scolastico che nel comparto agricolo ha raggiunto livelli d’eccellenza è stato l’intervento della Provincia che ne sostenuto progetti di potenziamento e che per i primi mesi del 2003 ha preannunciato l’acquisto del centro con l’obiettivo di valorizzarne la potenzialità e di incoraggiare la dimensione policentrica della formazione scolastica a livello provinciale che, rivela l’assessore Paride Cargnelutti «oggi conta 19.600 studenti, di questi 12.500 ragazzi studiano a Udine gli altri sono suddivisi fra 15 centri periferici». (a.c.) ————————————————————————

Corso Ristoratori 1A anno 2005-2006-2

Il mio amico Teo