9 Ottobre 2002

Trieste

triestenotte picture

http://www.tergeste.net/
http://www.trieste.com/
http://www.triestemia.com/

ARTE CALICI E STORIA

Trieste, 1-5 maggio 2013

Alla scoperta di Trieste e del suo territorio attraverso la sua arte, i suoi artisti e i prodotti della sua terra

I sapori della tradizione

I prodotti tipici del Friuli Venezia Giulia rispecchiano la semplicità di una regione affascinante, eterogenea e suggestiva, nella quale atmosfere mediterranee e mitteleuropee si fondono insieme.
Sedersi a tavola diventa un vero e proprio viaggio tra sapori, odori e colori appartenenti a culture e modi di vivere diversi, che qui si riuniscono in un gusto unico.

La cucina triestina incarna alla perfezione questa multiculturalitàagrave;: uno dei suoi dolci tipici lo “Strudel”, dolce a pasta arrotolata con ripieno di uvette, pinoli e mele, ne è un esempio. Nato in Medio Oriente, arriva in Ungheria tramite le conquiste Turche; qui cambia composizione e nome cominciando a diffondersi attraverso tutto l’Impero Austro-Ungarico ed entrando a far parte della tradizione locale.

Anche l’olio di questi luoghi vanta una tradizione millenaria: i primi ad importare gli ulivi in queste zone furono, infatti, i Fenici. In epoca romana divenne talmente rinomato che poeti come Marziale e Plinio ne cantarono il sapore nei loro versi e durante il periodo feudale un decreto obbligava i proprietari terrieri a piantare e coltivare questa pianta sui propri appezzamenti. Ancora oggi l’olio triestino nasce da uliveti coltivati su terrazzamenti di piccole dimensioni strappati al Carso, dove la varietà più diffusa è la Bianchera, una pianta tenace, resistente al freddo e alla Bora, caratterizzata da una maturazione tardiva che avviene verso fine ottobre.

Il Carso grazie alla sua terra rossa e calcarea, coccolata dalla brezza marina, regala al palato, oltre che all’olio, degli ottimi vini: nascono da secoli di tradizione viticola vini autoctoni come il Terrano, dal colore rosso rubino e il profumo di frutti di bosco, la Vitovska un bianco fine ed elegante, e la Malvasia dal sapore asciutto e fresco.

Spostandoci verso l’interno della regione la grande tradizione enogastronomica continua.
Il piatto friulano per eccellenza è il frico, formaggio fuso con patate, che può essere assaporato come gustoso antipasto accompagnato da un robusto vino rosso della zona. In origine la sua preparazione era destinata al recupero degli scarti del formaggio detti “strissulis”.

Tra i dolci va infine menzionata la gubana, tipico prodotto delle valli udinesi, oggigiorno conosciuto e apprezzato anche al di fuori dei confini regionali.

http://www.alphastudio.it