23 Febbraio 2003

Ai Plans di Tramonti di Sotto

dal Messaggero Veneto del 23/02/03

Andar per agriturismo
Belle offerte Ai Plans di Tramonti di Sotto


Davvero questo nostro Friuli nasconde paesaggi e luoghi d’incanto: col mio amico Lucio Lenardon sono stato a Pradis, sopra Clauzetto, per guardarmi la fonte omonima da cui sgorga un’acqua minerale naturale d’eccellenza. E confesso che non potevo immaginare qualcosa di più bello, piacevole ed emozionante di quello che ho visto. Non potevo immaginare una sorgente tanto romantica: ho camminato sulla neve, con Lucio, per arrivare alla fonte e assaggiarmela, l’acqua, e berla: era un desiderio che mi portavo dentro da un bel po’.

Una vasta conca protetta da alte pareti di roccia dolomia: sotto un ghiaione dal quale sbuca l’acqua per alimentare un rio – il Chiaranda – che resta tale per poche centinaia di metri prima d’immettersi nel torrente Cosa. Una parte dell’acqua che alimenta questo breve ma prezioso ruscello è messa in bottiglia: la fonte in bottiglia. I prati attorno sono coperti di erica color ciclamino. La strada che da Clauzetto – detto balcone sul Friuli per la sua posizione panoramica a oltre 400 metri sul livello del mare – porta a Pradis è da percorrere: borghi isolati di case perfettamente recuperate, aperte su prati-giardini; faggete elegantissime, silenzio, immersione nella natura. A qualche chilometro le grotte di Pradis – da visitare – e, quindi, alla scoperta di un agriturismo davvero affascinante sia per il posto in cui sorge sia per ciò che offre.

A Pradis si prende in direzione Campone, Tramonti. La strada è sempre immersa nel bosco che ti si apre improvvisamente e sei in località I Piani. L’agriturismo Ai Plans è sulla strada. I proprietari sono modenesi che hanno scelto queste incantate montagne per vivere. Lo gestisce Massimiliano assieme a sua moglie Cristina e alla mamma Lidia. Ortaggi e pollame sono prodotti da loro. «Mi dicevano che qui non cresce nulla», sorride Massimiliano. «Abbiamo piantato i primi ortaggi e sono maturati perfino i pomodori. Ora abbiamo un orto che fa invidia».

Ai Plans dispone anche di quattro camere con bagno, tutte arredate in legno e riscaldamento autonomo. Ma non basta: Massimiliano – in collaborazione con l’Ersa e il club Il Murazzo – organizza corsi per addestrare cani da tartufo: sì, avete letto bene, cani da tartufo, in quanto in zona li hanno trovati, anche se neri. Inoltre, per gli amanti del cavallo, c’è il circolo ippico affiliato Fisa per la “monta western”, ossia con selle da lavoro americane, e si tengono anche gare. Infine, c’è un campo di addestramento cani per l’obbedienza e l’agility dog.

Un grande camino riscalda la sala da pranzo. In cucina mamma Lidia e Cristina. Poche cose, ma fatte bene. Su tutte: la pasta fatta in casa e i tortellini in brodo – non potevano mancare, vista l’origine dei proprietari –, quindi il frico di patate e cipolla, le frittate di erbe, coniglio alla cacciatora, pollo al vino bianco, carni alla piastra, formaggi locali.
————————————————————————