1 Maggio 2001

Via Monastero Maggiore

Via Monastero Maggiore

Prosegendo lungo piazza S. Frencesco, e percorrendo via jacopo Stellini, abbellita da alcuni palazzi nobiliari, si inizia a percorrere via monastero Maggiore una delle strade più suggestive della città; nel percorrerla, tra i numerosi scorci ameni, si può visitare la chiesa di S.Giovanni Battista a cui si accede attraverso un bel portone rinascimentale.la chiesa, situata sul luogo ove sorgeva la più antica ricostruzione cristiana della città, è preceduta da un bel nartece settecentesco. Tutto intorno si estendeva il monastero femminile benedettino, di probabile fondazione reale longobarda.

La Casa Medioevale
ci18 picture

Più avanti, scendendo verso la zona bassa e “barbaricolongobarda” della città, sorge una vecchia Casa Medioevale da datazione incerta. Più volte rimaneggiata, la tradizione locale vuole che sia la casa più vecchia di Cividale. Si tratta dell’abitazione – bottega di un artigiano medioevale. È composta da tre parti: al pianoterra c’è la bottega.

Borgo Brossana
ci19 picture

Oltrepassata la porta Brossana, costeggiando antiche vestigia, si giunge alla piazzetta S. Biagio, da cui si gode un suggestivo panorama del fiume Natisone. Qui sorge l’antica Chiesa dei Santi Pietro e Biagio.
L’edificio, nelle sue linee compositive attuali, risale alla fine del XV secolo ma, come testimoniano gli affreschi ancora esistenti all’interno, sono stete utilizzate costruzioni d’epoca precedente. Sulla semplice facciata a capanna sono ancora leggibili alcuni lacerti di affreschi tra cui uno con la figura di S. Cristoforo con il Cristo Bambino sulle spalle.