25 Giugno 2012

CIVIDALE IN RIME

IL PONTE DEL DIAVOLO


Un ponte che due sponde collega
ha il nome di colui che divide,
ma lo spirito che l’unione nega
di tutto questo clamor se la ride.

IL FIUME NATISONE

Le gagliarde acque del Natisone
scorrono in  forre assai profonde,
pare vogliano stupire le persone
dicendo lor quanto siano gioconde.

SAN FRANCESCO

S’erge maestosa l’antica chiesa
a ricordare la storia di antenati
risaliti sull’arida rupe scoscesa
e che ora sono a nuova vita rinati.

I GABBIANI

I gabbiani si spingono sull’entroterra
per cercar cibo anche nella spazzatura,
ma non sanno che innalzati da terra
si elevano al di sopra della loro natura.

BORGO BROSSANA

L’antico borgo il bel fiume costeggia
donando gioia a chiunque lo percorra:
della piccola città ne fa una reggia
tra rustiche case, giardini e forra.

MONASTERO DELLE BENEDETTINE

Speranze, affanni, sospiri e preghiere
impregnano il chiostro da remoti tempi .
Quante notti, albe, tramonti e sere
han mutato le luci sui giusti e sugli empi!

LA CASA MEDIEVALE

I secoli ha sfidato ancora intatta
la più vetusta casa di Cividale.
Alla città ducale ben si adatta
per indicare a tutti quanto vale.

LA CITTÀ CHE OSSERVA

Come occhi indiscreti antichi balconi
guardano coloro che stupiti li osservano.
Passano i giorni, i mesi e mille stagioni
ma il loro fascino a lungo conservano.

UN BALCONE CIVIDALESE

Par che Romeo fu Luigi da Porto
che in quel di Cividale fu capitano,
L’udinese Lucina per cui è morto
era Giulietta: il dramma è friulano…

LA STATUA DI GIULIO CESARE A CIVIDALE

La statua di Cesare s’erge alta e maestosa
nel Forum Iulii che lui stesso ha fondato:
in quel nome “contratto” il Friuli riposa
pur fiero di esser stato da lui generato.

...seguiranno altre….

Pier Angelo Piai